•  
  •  
Apri le opzioni

Alan Alda

Alan Alda (Alphonso Joseph D'Abruzzo) è un attore statunitense, regista, scrittore, sceneggiatore, è nato il 28 gennaio 1936 a New York City, New York (USA).
Nel 2019 ha ricevuto il premio alla carriera al SAG Awards. Dal 2006 al 2019 Alan Alda ha vinto 2 premi: Emmy Awards (2006), SAG Awards (2019). Alan Alda ha oggi 86 anni ed è del segno zodiacale Acquario.

The Man of M*A*S*H

A cura di Fabio Secchi Frau

La guerra è dolce per coloro che la vedono da lontano. Era una delle frasi di Erasmo da Rotterdam, ma che ben si può accostare a questo talentuoso attore, sceneggiatore e regista, quale è Alan Alda, che per oltre vent'anni ha fatto ridere l'America intera, disprezzando con ironia e sagacia, quella che è una delle maggiori industrie statunitensi (quella bellica) come autore e attore della sitcom antimilitarista M*A*S*H, partorita dall'omonimo film diretto dalla caotica mente del buon Robert Altman, che mai vide di buon occhio questa costola televisiva.

Gli inizi a teatro
Alan Alda, figlio d'arte (suo padre era il grande attore Robert Alda e sua madre Joan Brown, Miss New York) e fratellastro dell'attore Anthony Alda, ha debuttato sulla scena teatrale a soli sedici anni assieme al padre (del quale adotterà il cognome d'arte "Alda", composto dalle prime due lettere del loro primo nome, Alphonse, e del loro vero cognome, D'Abbruzzo), seguendo la compagnia Compass Players in Europa (Portogallo, Italia, Olanda, Francia) e apparendo in numerosi spettacoli televisivi e teatrali (anche italiani e principalmente riviste). Nonostante la poliomielite che lo ha colpito giovanissimo (sette anni), riesce comunque a proseguire i suoi studi, prima alla Archbishop Stepinac High School e Fordham University di New York e poi alla Sorbona di Parigi. Entrato poi nella Cleveland Play House durante la stagione del 1958-1959 recita in "To Dorothy A Son", "Heaven Come Wednesday", "Monique" and "Job". Nel 1964, è uno dei primi interpreti a portare sui palchi "Il gufo e la gattina", accanto a Diana Sands. Nel 1966, viene candidato a un Tony Award come miglior attore per la sua performance nel musical "The Apple Tree".

Il debutto televisivo
Debutta ufficialmente sul piccolo schermo nella serie tv Secret File, U.S.A. di Arthur Dreifuss, nel 1955. È principalmente un attore di supporto in numerose pellicole che hanno però un grande successo di pubblico. Riesce così a dividere il set con grandi nomi della Hollywood Anni Sessanta come Ossie Davis, Ruby Dee e Jacqueline Bisset. È in quell'ambiente che conosce la sua futura moglie, la fotografa Arlene Alda, che lo renderà poi padre di tre figlie: Beatrice, Eve e Elizabeth Alda (solo Beatrice ed Elizabeth però diventeranno seguiranno le sue orme diventando attrici).

Le prime pellicole
Dopo molte pellicole horror e sitcom nelle quali ricopriva dei piccoli ruoli, approda al cinema in Paper Lion (1968) di Alex March, con Lauren Hutton. Successivamente John Frankenheimer lo inserirà nel cast de Il Capitano di lungo... sorso (1970) con Faye Dunaway, Mickey Rooney e David Niven.

Il successo con M*A*S*H
Dimostrando da subito uno spiccato senso per la commedia e per la comicità più in generale, viene scelto per la parte del Capitano Benjamin Franklin "Hawkeye" Pierce nella serie tv M*A*S*H nel 1972, grazie alla quale acquisterà fama e un numero spropositato di Emmy Awards (5 su ben 21 candidature), nonché a detenere il record di prima persona a vincere il prestigioso premio per tre categorie diverse (M*A*S*H sarà infatti anche un'occasione per mettersi alla luce come sceneggiatore e regista), improntando alla sitcom di successo il suo notevole umorismo, che sarà il suo marchio di fabbrica anche nella direzione di lungometraggi, ma soprattutto la sua visione politica liberale e senza tralasciare alcune drammatiche questioni politiche (i diritti delle donne, il sostegno al movimento femminista, che venivano affrontate apertamente e con un tono stranamente più serio. Tanto fu il controllo di Alda sulla sitcom che le altre co-stars (Wayne Roger e McLean Stevenson), visti gli innumerevoli e quotidiani dissapori carichi di tensione, lasciarono il cast e vennero però prontamente sostituite da altri interpreti.

California Suite
M*A*S*H dura, all'interno del tubo catodico, per ben undici anni, ma nel frattempo Alan Alda non mette da parte la sua voglia di fare cinema: sarà infatti presente nello sfavillante cast di California Suite (1978) di Herbert Ross con Jane Fonda, Michael Caine, Maggie Smith, Walter Matthau e i comici di colore Richard Pryor e Bill Cosby.

I film degli Anni Ottanta e i lavori con Woody Allen
Poi, con l'arrivo degli anni Ottanta, trova i finanziamenti per dirigere il suo primo film Four Season (1981) con Carol Burnett e Rita Moreno, seguito da Sweet Liberty - La dolce indipendenza (1986) con una ritrovata Lillian Gish, l'amico di sempre Michael Caine e due stelle nascenti, Bob Hoskins e Michelle Pfeiffer. Ultimo film da regista di quel decennio, prima di essere diretto in Crimini e misfatti (1989) da Woody Allen (che ne apprezzerà la verve e lo dirigerà anche in Misterioso omicidio a Manhattan e Tutti dicono I love you), sarà Cambiar vita (1988) con Ann-Margret.

I film degli Anni Novanta
Gli anni Novanta lo portano ancora una volta dietro la cinepresa con il piccolo cult statunitense Il matrimonio di Betsy (1990) con la fidanzatina d'America (ormai sul viale del tramonto) Molly Ringwald. Alternando la televisione al cinema indipendente, ritroverà una sua dimensione, che sovente lo salverà dalla depressione di cui è afflitto. Sono gli anni di Operazione Canadian Bacon (1995), Amori & disastri (1996) di David O. Russell, Mad City (1997) di Costa-Gavras e L'oggetto del mio desiderio (1998). Tutte pellicole che ne sanciranno lo status di veterano di Hollywood e gli permetteranno di lavorare con attori della vecchia generazione (Dustin Hoffman e John Travolta), ma anche con interpreti emergenti, oggi famosissimi (Ben Stiller, Patricia Arquette e Jennifer Aniston). Sono anche gli anni del programma di divulgazione scientifica "Scientific American Frontiers" di cui è presentatore.

La sua prima candidatura all'Oscar
What Women Want (2000) di Nancy Meyers lo vedrà nel ruolo a lui più consono: quello del borghese ricco, dell'imprenditore con il sorriso sulle labbra. Una caratterizzazione che gli rimarrà perfino nella sua interpretazione migliore, quella del senatore Ralph Owen Brewster nel kolossal di Martin Scorsese The Aviator (2004), che gli porterà la sua prima e unica nomination agli Oscar come Miglior attore non protagonista.

Altri lavori
Fierissimo delle sue origini italo-americane, nel nuovo millennio è fra gli interpreti del serial di successo The West Wing nel ruolo di un altro senatore: Arnold Vinick (anche se dapprincipio doveva essere sua la parte del Presidente degli Stati Uniti Bartlett). Inoltre, continua a essere presente nei palchi di Broadway al servizio di autori come David Mamet e accanto a storiche attrici come Candice Bergen e a essere la guest star di spicco in serie tv come 30 Rock o Law & Order. Fra le sue ultime fatiche cinematografiche, Il ponte delle spie di Steven Spielberg. Gentile ed educato, coraggioso e profondo nelle sue scelte, Alan Alda si è collocato perfettamente in quell'ambiente hollywoodiano tipicamente cinematografico, distinguendosi per stile e autoironia.

Ultimi film

Thriller, (USA - 2015), 140 min.
Commedia rosa, (USA - 2011), 98 min.
Drammatico, (USA - 2010), 90 min.
Drammatico, (USA - 2008), 119 min.

News

Le foto della commedia con Paul Rudd e Jennifer Aniston.
Le foto della action-comedy con Ben Stiller ed Eddie Murphy.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati