Foxcatcher

Film 2014 | Drammatico +13 134 min.

Regia di Bennett Miller. Un film Da vedere 2014 con Steve Carell, Channing Tatum, Mark Ruffalo, Vanessa Redgrave, Sienna Miller. Cast completo Genere Drammatico - USA, 2014, durata 134 minuti. Uscita cinema giovedì 12 marzo 2015 distribuito da Bim Distribuzione. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,49 su 31 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Foxcatcher tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

La vera storia di John du Pont, il paranoico schizofrenico erede dell'impero chimico della sua famiglia che assassinò nel 1996 il campione di wrestling David Schultz. Il film ha ottenuto 5 candidature a Premi Oscar, Il film è stato premiato al Festival di Cannes, 3 candidature a Golden Globes e 1 candidatura a BAFTA. In Italia al Box Office Foxcatcher ha incassato 282 mila euro .

Foxcatcher è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,49/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 4,17
PUBBLICO 3,30
CONSIGLIATO SÌ
Un film che sa andare oltre i fatti per scavare nella complessità delle psicologie dei protagonisti di una vicenda in cui alla fine non ci sono vincitori ma solo sconfitti.
Recensione di Giancarlo Zappoli
lunedì 19 maggio 2014
Recensione di Giancarlo Zappoli
lunedì 19 maggio 2014

Il campione olimpico di lotta Mark Schultz viene contattato da emissari del miliardario John du Pont. Costui, erede della dinastia di industriali, vuole costruire un team di lottatori che tenga alto il prestigio degli Usa alle Olimpiadi di Seul del 1988. Lui ne sarà il finanziatore e il coach. Mark vede in questo invito l'occasione per affrancarsi dal fratello maggiore, anch'egli campione, ma deve ben presto accorgersi che Du Pont soffre di disturbi psicologici originati da una totale dipendenza dal giudizio dell'anziana madre.
Quando all'inizio di un film si legge la scritta "Ispirato a fatti realmente accaduti" lo spettatore attento viene assalito dal timore di una ricostruzione cronachistica. Non è quanto accade nel film di Bennett Miller che sa andare oltre i fatti per scavare nella complessità delle psicologie dei protagonisti di una vicenda che vide al centro l'erede della famiglia che, con la vendita di munizioni, costruì un impero a partire dalla Guerra di Secessione. In Mark leggiamo la complessità di un sistema sportivo statunitense che fa crescere campioni che credono di possedere una cultura (si è laureato) mentre invece sono stati semplicemente tollerati grazie alle loro qualità atletiche. Il campione è tanto possente fisicamente quanto fragile psicologicamente e proprio per questo, seppur con qualche reticenza, pronto a mettersi al servizio di chi gli prospetta un grande futuro. È però a uno Steve Carell al massimo della sua forma attoriale che viene affidato il compito di calarsi nelle posture e negli atteggiamenti di un personaggio che a tratti ricorda, nel suo rapporto con la madre, il Norman Bates di Psyco. John du Pont è un reazionario psicopatico che cerca, senza mai trovarla, l'approvazione dell'anziana genitrice. Il suo rapporto con Mark diviene progressivamente morboso: il ragazzo deve conquistare i trofei che a lui, mai realmente cresciuto, la vita ha negato. Questo però non gli impedisce di avviarlo all'uso della cocaina e poi, dubitando dei risultati, dal riproporgli la presenza di un fratello temuto proprio perché consapevole della serietà che è richiesta per conseguire l'eccellenza in qualsiasi campo (e in particolare in quello sportivo). La progressione verso l'abisso è inevitabile: la lotta contro il malessere esistenziale si rivela molto più insidiosa di quella affrontata in una palestra: alla fine non ci sono vincitori ma solo sconfitti.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
FOXCATCHER
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €13,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 13 febbraio 2015
sebaperulli

Il lottatore americano e campione olimpico Mark Schultz è cresciuto all'ombra del più celebre fratello Dave e vede nell'invito dell'eccentrico miliardario John DuPont la perfetta occasione di rivalsa. Un Biopic diverso dai soliti ( agli Oscar dominano i più tradizionali The Imitation Game e La Teoria Del Tutto), in cui l'analisi introspettiva dei personaggi conta [...] Vai alla recensione »

domenica 15 marzo 2015
jaylee

Foxcatcher è il nome della tenuta in cui il ricchissimo magnate dell'industria John Dupont finanziò e fece allenare sotto la sua "supervisione" il team olimpico di lotta a stelle e strisce dal 1987 al 1996. Protagonisti di questo progetto furono i fratelli Schulz. Non aggiungiamo altro alla trama, particolarmente rarefatta, e costruita sui dialoghi e sulle relazioni a due tra uomini, di cui la lotta [...] Vai alla recensione »

domenica 15 marzo 2015
Maurizio.Meres

Anche questa è l'America ,con tutte le contraddizioni di questo popolo il film molto triste regala allo spettatore un tracciato psicologico di un filantropo psicopatico ultimo discendente di una delle più importanti famiglie della storia degli Stati Uniti vittima della madre e di se stesso,con un fanatismo patriota odioso ma con un potere finanziario e soprattutto politico molto forte ,riesce ad impadronirs [...] Vai alla recensione »

martedì 7 aprile 2015
Nanni

In tutte le relazioni umane fragilita’ e debolezze troppo spesso  sono più decisive di altro nel decidere i rispettivi destini. È proprio in quello il  territorio che  risiede e si  mimetizza  la nostra  parte meno nobile,  o quella  completamente  ignobile. Ed è   in quelle zone grigie, le più difficili [...] Vai alla recensione »

giovedì 19 marzo 2015
Storie di Cinema

Foxcatcher – Una storia Americana. Nel titolo dell’ultima fatica di Bennett Miller (Truman Capote - A sangue freddo, L’arte di vincere) c’è tutto il senso di un film che, sulla base di vicende realmente accadute, ha come intenzione primaria proprio quella di raccontare quegli Stati Uniti così ricchi di parabole sociali, troppo spesso caratterizzate da personaggi [...] Vai alla recensione »

venerdì 1 settembre 2017
paolp78

Pellicola ben diretta, da uno dei registi di maggior successo dell'ultimo decennio. Ottima la recitazione dei tre protagonisti, che sfruttano il vantaggio di mettere in scena persone reali e quindi si concentrano a riprodurne espressioni, movenze, tic, timbro vocale e quant'altro (particolarmente impressionante in tal senso Steve Carell che interpreta il miliardario du Pont, curando ogni particolar [...] Vai alla recensione »

mercoledì 13 aprile 2016
Barolo

Bel film ,ben costruito , con una recitazione impeccabile, asciutta senza sbavature o fronzoli inutili..Purtroppo è una storia vera.La pazzia del miliardario Du-Pont,uomo viziato e immaturo con una insana passione per le armi, lo portò a commettere un omicidio assurdo, senza un motivo apparente, ai danni di un atleta della sua squadra, verso il quale aveva sempre nutrito una grande [...] Vai alla recensione »

domenica 27 marzo 2016
biso 93

Foxcatcher e' un buon film..pero' non mi sento di riempirlo di complimenti. Sicuramente da apprezzare sono le interpretazioni dei protagonisti, Tatum Carel e Ruffalo ci offrono tre caratterizzazioni molto incisive. Vi e' anche da apprezzare la regia...in grado di risaltare la psicologia e le sensazioni dei personaggi. Il messaggio del film mi ricorda molto la tematica trattata in quel meraviglio [...] Vai alla recensione »

venerdì 3 luglio 2015
the thin red line

Foxcatcher, per la regia di Bennett Miller. Mark Schulz è un disadattato campione di lotta, da sempre oscurato dalla bravura e dalla dedizione del fratello Dave, anch'esso medaglia d'oro olimpica nel medesimo sport. I due si allenano insieme ma il comportamento dissociato di Mark ne complica la convivenza. John Du Pont, un miliardario appassionato di lotta e succube di una madre padrona [...] Vai alla recensione »

venerdì 20 marzo 2015
Flyanto

 Film in cui si racconta di un miliardario, rampollo della casa Dupont, che al fine di seguire e coltivare la sua passione per lo sport del wrestling, decide di sponsorizzare una squadra, ingaggiando alcuni tra i più bravi atleti nazionali. In particolare egli punta su un campione mondiale e su suo fratello come allenatore (anch'egli ex-campione) per andare, partecipare ed ovviamente [...] Vai alla recensione »

sabato 14 marzo 2015
goldy

 La storia è quato di più lontano i trailer lasciano  supporre. Non è un film   di genere sportivo.  Una storia singolare e vera girata in una grande casa in un luogo isolato   che induce a tempi rilassati e rallentati che   infatti caratterizzano il film.   Dialoghi scarni, essenziali addirittura al di sotto del necessario eppure quanto [...] Vai alla recensione »

martedì 17 marzo 2015
Filippo Catani

John du Pont rampollo di una famiglia benestante americana decide di contattre il campione olimpico di lotta Mark Schultz alla vigilia delle Olimpiadi di Seul 1988. L'uomo non è interessato solo alla vittoria individuale ma anche a quella dei principi e dei valori statunitensi. Tratto da una storia vera. Il film è un autentico capolavoro e come nel suo precedente (e bellissimo) L'Arte [...] Vai alla recensione »

lunedì 16 marzo 2015
ralphscott

Uno di quei film di cui proprio non si avverte la necessità. Trionfa la compiacenza (auto-) di una essenzialità che non solo é rigore stilistico,ma anche carenza di "cose da dire". Non so se le lunghe,estenuanti scene di lotta siano credibili (purtroppo non conosco questo sport affascinante),di sicuro sembrano voler colmare la piattezza di una sceneggiatura che non decolla [...] Vai alla recensione »

lunedì 26 gennaio 2015
RDN75

Un film molto lento e sicuramente con lo scopo di uno studio introspettivo dei personaggi. Poteva essere sicuramente meno lento come svolgimento, con la scelta registica di lunghe inquadrature anche dei paesaggi desolati americani. Abbastanza sviluppati i rapporti tra i tre protagonisti che per diverse motivazione si trovano a collaborare e condividere questa storia, sullo sfondo della lotta greco-romana. [...] Vai alla recensione »

domenica 22 febbraio 2015
GabryKeegan

Il film diretto da Bennet Miller è stato scritto in contemporanea con il libro di Mark Schultz e per questo è stato nominato nella categoria "miglior sceneggiatura originale". Se, quindi, la storia è vera, nei nomi e tante situazioni, ci sono cose leggermente cambiate nella sceneggiatura, per poter permettere ai tre protagonisti di interagire tra di loro e dare vita a un miglior quadro psicologico. [...] Vai alla recensione »

mercoledì 11 febbraio 2015
claudiza

La storia c'era, e pure vera: un ex vincitore di medaglia d'oro di lotta mista che viene contattato da miliardario per fargli allenare la sua squadra con l'obiettivo di tornare alle olimpiadi. Gli attori anche, il regista poi possiamo dire che sia forse l'altro regista più influente d'america in questo momento (dopo o oltre david o'russell) ovvero bennet miller di cotanto [...] Vai alla recensione »

mercoledì 1 aprile 2015
davidino.k.b.

il denaro può comprare tutto ma non l'equilibrio mentale

venerdì 27 marzo 2015
nikktime

Ottimo film, quasi eccezionale, con una fantastica interpretazione da parte di tutti gli attori(Carell su tutti). In grado di fare emozionare e far capire alle persone che lo guardano, i sacrifici e le scelte che vanno fatte e di come queste possano influenzare la vita di una persona, nel bene o male(vedi John e. Du Pont).

venerdì 13 marzo 2015
il viaggio

...Un film di una cupezza agghiacciante. La ricostruzione della storia è fedele ed i personaggi sono eccezionali. Complimenti a Carrel,lo conoscevo come comico e devo dire che l'interpretazione è da Oscar. Bella la regia e severa la morale,tuttavia realistica.. Non si salva nessuno, tutti pagheranno.. In un paese dove tutti sognano ,nenche i soldi possono comprare i sentimenti... Uno [...] Vai alla recensione »

venerdì 1 settembre 2017
Ennio

Raro esempio di film yankee sganciato dai ripetitivi  e insopportabili canoni hollywoodiani. Niente frenesia vitalistica, niente pranzi veloci e avvocati idealisti, niente macchine che sgommano e battutine brillanti, i ritmi ricordano quelli di "Fargo". Presenza femminile quasi azzerata, pochi sentimentalismi. Film di uomini sugli uomini.

domenica 24 luglio 2016
g_andrini

La visione risulta piacevole, con uno stile piuttosto originale. Il film mi sembra prenda un po' in giro il mondo della lotta, con uno sfondo di omosessualità diffuso. Comunque buona pellicola, nonostante le due stelle.

domenica 19 giugno 2016
Andrea Alesci

C’è un senso di pesante oppressione che grava sulla storia portata al cinema da Bennett Miller (Truman Capote, L’arte di vincere), un’opprimente atmosfera specchiata dalle plumbee luci di Greig Fraser e dalla partitura musicale di Rob Simonsen, che interviene raramente ma già dal principio ha la forma di un insidioso sibilo strisciante.

martedì 22 marzo 2016
magister

sorvolando sulla lentezza della narrazione che non risveglia certo l'nteresse dello spettatore, si capisce che l'intento è quello di  creare un crescendo drammatico per giungere all'epilogo tragico. In realtà è addirittura prevedibile il finale e la tragicità della storia è rovinata dalla figura tristemente comica dell'omicida.

lunedì 7 marzo 2016
Liuk

Ho trovato questo Foxcatcher molto deludente rispetto alle aspettative. Già parte da un tema, la lotta greco-romana, decisamente poco invitante, in più o sviluppo è lento e dopo poco tempo si capisce bene dove si vuole andare a parare. Buono il cast, Ruffalo su tutti, ma non basta a salvare la pellicola. Non lo consiglio.

domenica 5 luglio 2015
maggie69

Finalmente un po' di coraggio .... finalmente qualcuno che fa vedere cosa fanno i soldi in America... mi é piaciuto molto anche l'aspetto psicologico dei due fratelli.... che dupont non fosse strano si capisce la seconda volta che parla... mi piacerebbe che questo film servisse anche a dare maggiore dignitá agli atleti olimpici dopo le gare.

domenica 18 gennaio 2015
blasiusack

Pensavo fosse un filmetto invece... Bellissimo film, lo consiglio a tutti. Steve Carell è davvero bravo, nomination all'Oscar meritatissima, tra l'altro trovo scandaloso che non sia candidato come miglior film.  Comunque, lo consiglio a tutti. 

venerdì 16 gennaio 2015
mirkcasapula

Ottima interpretazione di Steve Carell nei panni dello psicopatico rampollo della famiglia Du Pont che cerca la fama come rivincita personale. Insomma, proprio come tutti i migliori attori del 2014/2015 che hanno subito trasformazioni fisiche per interpretare i propri personaggi, Carell presenta  una mutazione  dal punto di vista caratteriale, oltre che da quello fisico ( make up che lo rende [...] Vai alla recensione »

Frasi
L'allenatore è un padre, l'allenatore é un mentore, l'allenatore ha un gran potere sulla vita degli atleti.
Mark Schultz (Channing Tatum)
dal film Foxcatcher - a cura di Marco Cozzolino
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alessandra Levantesi
La Stampa

Candidato all'Oscar in cinque categorie importanti, fra cui film, regia e attore protagonista, lo scorso 22 febbraio non ha vinto neppure una statuetta, ma questo non significa nulla: Foxcatcher è un gran bel film e un'ulteriore conferma del talento di Bennett Miller, che da Capote e L'arte di vincere non ha mai sbagliato un colpo. Qui, sulla base di una solida sceneggiatura di E.

Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Dopo Moneyball-L'arte di vincere, Bennett Miller prende ancora lo sport per raccontare gli States nella loro natura più agonistica, quella antropologica e ideologica: l'incredibile, ma vera (non vi sveliamo oltre), vicenda del miliardario maniaco del controllo John du Pont e dei fratelli lottatori Schultz quale metafora esibita dell'ultracapitalismo stelle & strisce, all'apogeo del declino dell'impero [...] Vai alla recensione »

Maurizio Acerbi
Il Giornale

Ispirata a un fatto vero, è la storia dello strano rapporto creatosi tra il ricco eccentrico John du Pont e due campioni di lotta libera, i fratelli Schultz. Per vincere alle Olimpiadi di Seul, il miliardario organizza una squadra di lottatori capeggiata dai due atleti; con conseguenze tragiche. La sfortuna di Carrell (farete fatica a riconoscerlo) è stata quella di doversi battere, agli Oscar, contro [...] Vai alla recensione »

NEWS
BIZ
martedì 17 aprile 2012
Robert Bernocchi

Solo ieri si parlava del mercato cinematografico cinese e del fatto che nei primi mesi del 2012 fosse diventato il secondo al mondo, superando il Giappone. Era ovvio quindi aspettarsi sempre più coproduzioni tra Stati Uniti e Cina, come dimostra la notizia [...]

winner
miglior regia
Festival di Cannes
2014
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati