Argo

Film 2012 | Drammatico +16 120 min.

Regia di Ben Affleck. Un film con Ben Affleck, Bryan Cranston, Alan Arkin, John Goodman, Victor Garber, Tate Donovan. Cast completo Titolo originale: Argo. Genere Drammatico - USA, 2012, durata 120 minuti. Uscita cinema giovedì 8 novembre 2012 distribuito da Warner Bros Italia. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 - MYmonetro 3,54 su 152 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Argo tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Ben Affleck nuovamente alla regia per un film d'azione tratto da un'incredibile storia vera. Il film ha ottenuto 9 candidature e vinto 3 Premi Oscar, 1 candidatura a David di Donatello, 5 candidature e vinto 2 Golden Globes, 7 candidature e vinto 3 BAFTA, ha vinto un premio ai Cesar. In Italia al Box Office Argo ha incassato 4,1 milioni di euro .

Argo è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,54/5
MYMOVIES N.D.
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,47
CONSIGLIATO SÌ
Un'opera di sorprendente solidità, animata da un'etica di ferro e dalla capacità di fondere azione da cinema di guerra, commedia hollywoodiana e dramma storico.
Recensione di Gabriele Niola
Recensione di Gabriele Niola

Nel 1979, in seguito alla fuga negli Stati Uniti dello Scià iraniano Mohammad Reza Pahlavi durante la rivoluzione, l'ambasciata americana di Teheran fu presa d'assalto dai rivoluzionari e i suoi impiegati sequestrati per più di 400 giorni. Sei cittadini statunitensi riuscirono a fuggire di nascosto e trovare rifugio nella residenza dell'ambasciatore canadese, il quale, a proprio rischio e pericolo, concesse clandestinamente ospitalità e supporto.
Per riportare in patria i propri connazionali la CIA organizzò una missione di esfiltrazione particolarmente audace, ideata dall'esperto del campo Tony Mendez e coadiuvata da una vera produzione hollywoodiana. Basandosi su una sceneggiatura realmente acquistata dal sindacato sceneggiatori fu data l'illusione a tutti (soprattutto alla stampa, in modo che si producessero articoli in materia) che c'era l'intenzione di girare un film di fantascienza in Iran, così da poter ottenere dal Ministero della cultura iraniano il permesso di entrare ed uscire dal paese e, nel fare questo, poter portare via i sei ospiti dell'ambasciatore canadese spacciandoli per maestranze del film.
Il titolo del finto film in questione era Argo.
Sulle basi di questa vera storia Ben Affleck orchestra un film che forza la realtà dei fatti quanto serve per creare tensione e suspense ma non manca mai di rimarcare gli elementi di veridicità e di confinare in maniera netta le licenze cinematografiche.
Il risultato è un'opera di sorprendente solidità, animata da un'etica di ferro e capace di muoversi attraverso i tre registri principali del cinema, amalgamandoli con l'invisibile maestria di un veterano del cinema. Nonostante sia solo al suo terzo film da regista Ben Affleck si conferma uno degli autori giovani più interessanti in assoluto, capace di fondere l'azione da cinema di guerra della prima parte con la commedia hollywoodiana della seconda e infine la tensione del dramma storico della terza. Un viaggio tra diversi toni in cui l'unica costante è il regista stesso, che incarna il protagonista Tony Mendez con una recitazione minimalista e pacata, esplorando tutte le declinazioni di un'infinita malinconia di sguardo che fa il paio con il rigore morale profuso nel raccontare la sua storia.
In questo straordinario esempio di modernità cinematografica c'è tutta l'esperienza del cinema politico, teso e aggressivo della Hollywood degli anni '70, unita ad uno stile fluido ed invisibile, ad un gusto post-Mad Men per la precisa ricostruzione dei diversi costumi della società di qualche decennio fa e ad una capacità non comune di lavorare sul dettaglio della messa in scena.
Ben Affleck alza ancora l'asticella e non si accontenta più (come per Gone Baby Gone e The Town) di prendere un buon soggetto e girare con gusto e abilità un'ottima sceneggiatura ma, pur mantenendo tutto il riguardo del caso verso l'intrattenimento del proprio pubblico di riferimento, orchestra il suo racconto in modo che anche le parti più piccole, i ruoli comprimari o alcune parole pesino come macigni e siano in grado, con uno sguardo o un dettaglio, di fare il lavoro del cinema più serio e audace: stimolare nello spettatore correlazioni tra i fatti e i personaggi narrati e l'attualità, ovvero la storia della politica estera americana antecedente e soprattutto successiva al 1979.

Sei d'accordo con Gabriele Niola?
Ben Affleck dimostra definitivamente di essere uno dei maggiori talenti americani dietro la macchina da presa.
Recensione di Adriano Ercolani

Teheran, 1979. Dopo la salita al potere di Khomeini, l'Iran diventa un paese radicalmente antiamericano. Durante una delle numerose manifestazioni viene presa d'assalto l'ambasciata degli Stati Uniti, e soltanto sei dipendenti riescono a trovare rifugio in casa dell'ambasciatore canadese in città. L'agente della CIA Tony Mendez escogita un piano a dir poco originale per tirarli fuori dal paese ostile: mettere in piedi un finto film di fantascienza prodotto a Hollywood e correre in loro aiuto con la scusa della ricerca delle location adatte per girarlo. Con l'aiuto di colleghi e veri produttori di Los Angeles, Mendez si lancia nell'impresa che appare disperata.
Dopo il sorprendete esordio del doloroso Gone Baby Gone e la conferma autunnale del solido The Town, Ben Affleck con il suo terzo Argo dimostra definitivamente di essere uno dei maggiori talenti americani dietro la macchina da presa. Il suo thriller in costume è un opera dalla messa in scena tanto semplice quanto efficace, che punta al realismo senza però ostentarlo, e si concentra maggiormente sulla potenza della narrazione, fattore che riesce ad evidenziare un grande ritmo narrativo e la prova maiuscola di tutti gli attori in scena, soprattutto quelli di supporto.
Dopo un inizio molto classico, in cui la situazione di pericolo viene settata senza alcuna forzatura e inutile accelerazione, ma al contrario con la perfetta dose di credibilità, quando parte la folle operazione di salvataggio i toni più leggeri e alcune battute di vera comicità permettono a grandi caratteristi come John Goodman, Bryan Cranston e il "grande vecchio" Alan Arkin di ritagliarsi momenti di grande sapienza recitativa: non ci sarebbe assolutamente da stupirsi se alle prossime nomination agli Oscar uno o due dei nomi appena citati fosse candidato come attore non protagonista. Dal canto suo Affleck, come aveva fatto con The Town, si ritaglia un ruolo da protagonista piuttosto dimesso e stilizzato, una parte che può essere recitata secondo le sue possibilità, certamente non a livello degli altri ma comunque più che sufficienti per non sfigurare.
Se dunque Argo nella prima parte si presenta come un film molto solido, nella seconda diventa realmente emozionante. Il crescendo di tensione che monta con la lunga sequenza che chiude il lungometraggio è dosato alla perfezione, scandito da un montaggio ammirevole. La fotografia elegante ma sempre sobria incornicia poi il tutto in una visione asciutta degli eventi. Argo passa così dall'essere un buon film a diventare grande cinema. Ben Affleck continua dunque il suo percorso registico come meglio non avrebbe potuto. Da applauso.

Sei d'accordo con Adriano Ercolani?
ARGO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
Infinity
-
-
-
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 2 dicembre 2012
Writer58

"Argo" è un buon film,costruito con abilità e mestiere, dall'impianto solido. La scena iniziale, che descrive la presa dell'ambasciata americana a Teheran da parte delle guardie rivoluzionarie del regime teocratico di Khomeini, è potente e terrorizzante: un fiume di folla che preme contro i cancelli animata dall'odio nei confronti del "Grande Satana" statunitense, travalica le recinzioni, irrompe [...] Vai alla recensione »

venerdì 9 novembre 2012
Antonio Montefalcone

Alla sua terza regia Ben Affleck ci regala un’opera matura e intelligente. Riuscito thriller dal ritmo mozzafiato, ricco di tensione e adrenalinica azione, fuso col dramma storico-politico, realistico e avvincente, nonché con un’autoironica satira su Hollywood e un sincero amore per il cinema, “Argo” tiene in armonia questi generi per raccontare un’importante pagina di Storia tramite lo spettacolo [...] Vai alla recensione »

lunedì 19 novembre 2012
gabrielebaldin

Ben Affleck con questo suo terzo film da regista dimostra ancora una volta di essere uno dei migliori registi in circolazione, centrando tutte e 3 le volte l'obbiettivo con dei film bellissimi. Questo ultimo lavoro, Argo, oltre a essere girato in maniera magistrale e con rigore, è emozionante, basti pensare alla seconda parte da quando i "6" escono dalla casa dell'ambasciatore [...] Vai alla recensione »

venerdì 9 novembre 2012
Paolo Bisi

A Teheran, nel 1979, in seguito alla caduta dello Scià, i rivoluzionari con un'azione violenta occupano l'ambasciata americana. Sei cittadini statunitensi riescono a scappare, trovando rifugio presso la casa dell'ambasciatore canadese, ma è solo questione di tempo prima che vengano trovati. La CIA, con un'idea geniale dell'esperto di esfiltrazione Tony Mendez, finge [...] Vai alla recensione »

venerdì 16 novembre 2012
Immanuel

Un colpo di stato rovescia il legittimo governo di Mossadeq nel 1953, consentendo a Reza Pahlavi di ritornare dall'esilio romano nuovamente come "re dei re" di persia. Riattua il piano di modernizzazione del paese, accentra il potere nelle sue mani, radicalizzando le opposizioni sciite che si raccolgono attorno alle moschee, agli imam, al potere religioso dell'ayattolah che al culmine [...] Vai alla recensione »

sabato 10 novembre 2012
enzo70

Davvero bello questo film di Ben Affleck, la trasposizione cinematografica di una storia vera. É il 1980 e Khomeyni lascia il melo di Parigi ed approda a Teheran per dare vita alla rivoluzione iraniana. Lo scià di Persia, il nome dell'Iran prima degli eventi di quegli anni, é costretto ad abbandonare il Paese. Aveva trucidato negli anni prima centinaia di migliaia di oppositori [...] Vai alla recensione »

martedì 13 agosto 2013
Nik Deco

Un tripudio di premi nel 2012 e 2013 hanno coronato "Argo", terzo film con Ben Affleck in veste di regista, come miglior film dell'anno. 3 Oscar (film, sceneggiatura nonoriginale e montaggio), 2 Golden Globe (film drammatico e regia), 3 BAFTA (film, regia, montaggio) bastano a definire un film che si colloca ben oltre il visibile e ridotto orizzonte degli action movie di stampo "Fast [...] Vai alla recensione »

domenica 18 novembre 2012
Babis

Il film si apre con un breve e significativo riassunto delle vicende storiche dell'Iran, che permettono allo spettatore di capire meglio la storia che il film racconterà: nel 1979 sei cittadini americani, durante la crisi degli ostaggi in Iran, fuggono nell'ambasciata canadese, ma si rendono pefettamente conto di non avere più via di fuga.

mercoledì 14 novembre 2012
Riccardo T.

Dopo i racconti di periferia Bostoniana, il bellissimo film d’esordio Gone Baby Gone e la splendida conferma The Town, Ben Affleck fa di nuovo centro e  firma con Argo la sua terza regia; se i primi due avevano molti punti in comune soprattutto nell’ambientazione urbana e nel descrivere personaggi prigionieri di essa; in Argo Affleck si distacca completamente raccontando una storia [...] Vai alla recensione »

lunedì 12 novembre 2012
Filippo Catani

Durante la crisi degli ostaggi a Teheran, sei membri dell'ambasciata statunitense riescono a fuggire e a mettersi in salvo presso la residenza dell'ambasciatore canadese. La CIA cercherà allora un modo per trarli in salvo onde evitare che vengano torturati e uccisi. Tratto da una storia vera. Ennesima prova di maturità per l'attore e regista Ben Affleck che, dopo quanto di [...] Vai alla recensione »

sabato 17 novembre 2012
davide chiappetta

Terzo film di Ben Affleck che come regista racconta una storia incredibile ma in parte accaduta realmente basata sul contesto della crisi degli ostaggi in Iran . La storia, un segreto di Stato per quasi 20 anni prima che venisse declassificato da Bill Clinton nel 1997, è ancora più strana della finzione. Argo mostra per la prima volta come avvenne.

giovedì 7 febbraio 2013
ultimoboyscout

Ben Affleck dirige alla perfezione il film più bello del 2012, una folle storia vera in cui la realtà supera la finzione. Una pellicola d'evasione che porta in scena la crisi del 1979 tra USA e Iran, quando la CIA, per salvare sei diplomatici statunitensi bloccati e braccati in Iran, finse di girare un film. Il film (quello vero) si ispira alla vera storia di Antonio Mendez, agente [...] Vai alla recensione »

lunedì 26 novembre 2012
ollipop

Ben Afflek dirige se stesso in un film eccezzionale con una maestria strepitosa e con la stessa maestria muove attori e comparse con un ritmo incalzante dove si mescolano emozioni commozione ma anche momenti di riflessione. film di una intensita' incredibile con un'ultima mezzora vero capolavoro fatto di sguardi fra poliziotti inquietantii e ll'improvvisata troupe  cinematografica [...] Vai alla recensione »

sabato 24 novembre 2012
jaylee

Stupefacente Ben Affleck. L’attore-regista nativo di Boston, dopo le ottime prove di Gone Baby Gone e The Town, stavolta ci propone l’incredibile storia (vera) della liberazione di un gruppo di ostaggi nel 1979, con una pellicola davvero notevole per lucidità e precisione. Siamo sotto la presidenza Carter, e la vita diplomatica USA viene scossa dall’Irangate, ovvero il rapimento dei dipendenti dell’Ambascia [...] Vai alla recensione »

martedì 8 maggio 2018
samanta

Il fim è del 2012 e l'ho rivisto in TV confemando, in meglio, il giudizio positivo. Ben Affleck che aveva ricevuto l'Oscar nel 1998 per la migliore sceneggiatura originale (Genio ribelle), ricevette nel 2013 l'Oscar per il miglior film per Argo in qualità di produttore di un film di cui era anche attore e regista (alla sua terza esperienza dopo Gone Baby Gone e The Town). Vai alla recensione »

martedì 5 marzo 2013
michela papavassiliou

Storia da Oscar 2013 come miglior film, firmata ed interpretata da Ben Affleck, che con questa pellicola 2012 tocca l'apice della sua carriera. E' lui Tony Mendez, agente Cia, dalla lucida determinazione e dal cuore d'oro, a tenere il fiato sospeso in platea per la durata di 120 minuti. Scenario l'Iran anni '70, martoriato da una politica repressiva e sanguinaria ad opera dello [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 febbraio 2013
Francesca Polici

La vera rivelazione della stagione cinematografica del 2012 è Argo di Ben Affleck. Vincitore del premio miglior film e miglior regia ai Golden Globe Awars, e film dell' anno con l' aggiunta del riconoscimento speciale del National Board of Review of Motion Pictures Awars, lo troviamo anche candidato agli Oscar con sette nominations.

giovedì 8 novembre 2012
gabriele.vertullo

Ben Affleck con il suo terzo film da regista segna l’ennesimo salto di qualità, mostrandoci un film di eccezionale consapevolezza e maturità, poiché questa volta l’attore-regista si immerge in una vicenda storica tesa e bollente, dimostrando prima una notevole disinvoltura e perizia registica, poi una prova attoriale più convinta e convincente rispetto a sue [...] Vai alla recensione »

venerdì 9 agosto 2013
Timothyfalcodissidissegna

Che gli americani fossero eccellenti nel risolvere delicati problemi internazionali (più o meno pacificamente) ce lo confermano tonnellate di film su agenti speciale, missioni segrete e piani diabolici sventati per il bene dell'umanità che da anni riempiono le sale cinematografiche di mezzo mondo. O quanto meno questo è quello che l'immaginario comune ormai pensa, con la [...] Vai alla recensione »

mercoledì 19 giugno 2013
Zummone

Nel 1979 l'ambasciata americana a Tehran, in Iran, venne presa d'assalto e occupata da studenti e cittadini. Dentro c'erano decine di funzionari e impiegati, che furono presi in ostaggio. Gli iraniani volevano che gli Stati Uniti "restituissero" Reza Phalavi, lo Scià di Persia cacciato dalla rivoluzione di Khomeini, che si era rifugiato negli Usa. [...] Vai alla recensione »

lunedì 27 maggio 2013
jacopo b98

 1979-1980, Iran in piena rivoluzione islamica. Un agente della CIA (Affleck), specializzato in “estrazioni”, deve tirare fuori sei diplomatici americani che, riuscendo a scappare dal consolato prima dell’invasione, si sono rifugiati presso l’ambasceria canadese. Inventa perciò un bizzarro piano: con l’aiuto del truccatore John Chambers (1923-2001, Oscar per [...] Vai alla recensione »

martedì 16 aprile 2013
Gerardo Monizza

Argo di Ben Affleck [Mentire] 7/10 Mentire è un’arte; talvolta una necessità. Per la CIA è un’abitudine e dissimulare fa parte del corredo di ogni agente e della struttura stessa. L’Agenzia e Hollywood sono addirittura l’essenza stessa della menzogna e, uniti per necessità, riuscirono (nel 1980) a concludere un capolavoro.

venerdì 1 marzo 2013
Nicola1

Possiede una tensione ed una suspence apprezzabile ma da qui a vincere l'Oscar ce ne vuole. Probabilmente e' la creazione artefatta di questa tensione (il bazaar, i check point all'aeroporto, il puerile inseguimento sulla pista) a danneggiare la visione generale del film, se non fosse stata una storia vera (e in questo caso sicuramente non avrebbe vinto l'Oscar) poteva pure passare come un 007 minore. [...] Vai alla recensione »

sabato 24 novembre 2012
Kino im Kopf

Ben Affleck si afferma come registra creando un film storico incalzante che tiene lo spettatore incollato allo schermo fino alla fine. Veramente perfetto nella recitazione; i personaggi coinvolti risultano più che credibili nei rispettivi ruoli. Allo stesso modo anche le ricostruzioni ambientali storiche risultano fatte con una peculiare e minuziosa cura. Da consigliare assolutamente!

mercoledì 14 novembre 2012
brian77

... c'è ancora chi sa fare i film! Nel cinema americano è possibilke veder ancora venir fuori registi classici, che sanno raccontare una storia, mettere in scena dei personaggi e delle situazioni, senza fare ridicoli estetismi o avanzare pretenziosi ideologismi. In tre film, Ben Affleck ha dimostrato di essere nel solco del miglior cinema americano: un po' più incerto e "indipendentista" in Gone baby [...] Vai alla recensione »

martedì 8 settembre 2015
Giorpost

Argo (USA, 2012) racconta le vicende del rocambolesco quanto bizzarro recupero di 6 diplomatici statunitensi rifugiatisi, in Iran, presso la residenza privata del console canadese a seguito dell' assalto all' ambasciata americana di Teheran da parte dei "ribelli" nel 1979. I fatti sono reali e rappresentano la diretta conseguenza della rivoluzione iraniana.

sabato 24 agosto 2013
Matt83

Ho visto “Argo” ieri sera e solo poco prima di arrivare all'arena, ho scoperto che ha conquistato ben 3 Premi Oscar (compreso quello al miglior film dell’anno), 2 Golden Globe e 3 British Academy Film Awards. What else? Come direbbe George Clooney che è, insieme al neo regista Ben Affleck, il coproduttore della pellicola. Innanzitutto che si tratta di un film molto poco “facile” nonostante il suo protagonis [...] Vai alla recensione »

sabato 17 novembre 2012
archipic

Ben Affleck ci sorprende realizzando una pellicola di ottima fattura che narra la storia vera di un gruppo di americani portati fuori, con uno stratagemma, dall'inferno di Teheran del 1979 allo scoppio della rivoluzione islamica. La storia somiglia molto a quella narrata da Ken Follett nel suo Sulle ali delle aquile; in effetti allo scoppio della rivoluzione erano molti gli americani da far [...] Vai alla recensione »

venerdì 16 novembre 2012
Shanks

Forse per capire appieno il nuovo lavoro di un regista ormai affermato e consolidato solo da ottime prove sarebbe meglio documentarsi, studiare quello che fu un azzardo e che la classificazione top secret ci negò per decenni, rivedere gli scenari politici e sociali del tempo; sicuramente per goderne totalmente la moltitudine di dettagli che vi sono in esso basta rilassarsi sulla poltrona. [...] Vai alla recensione »

sabato 29 ottobre 2016
Renato C.

Non sempre films tratti da fatti realmente accaduti riescono a tenerti così incollato allo schermo con tanta suspance! Questo anche perchè ricordavo il fallito tentativo di un blitz a Teheran da parte degli Americani per liberare gli ostaggi! Ma non ricordavo minimamente di questi sei rifugiati nell'ambasciata canadese, per cui non sapevo com'era andata a finire, e la suspance [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 gennaio 2014
DanBa

A distanza di un anno abbondante dalla sua usicta mi sono dedicato con passione alla visione del tanto decalmato ARGO. Beh , ancora una volta mi accorgo che la critica è spesso asservita ai poteri forti. Film carino, assolutamente non meritevole neanche di essere nominato per gli awards, che fa il paio con altri milioni di film. Niente di nuovo all'orizzonte.

mercoledì 4 dicembre 2013
gianleo67

Agente CIA specializzato in 'esfiltrazioni', escogita un ingegnoso quanto pericoloso stratagemma per liberare i sei ostaggi dell'ambasciata americana a Teheran, riparati presso la residenza dell'ambasciatore Canadese all'insaputa della polizia politica, dopo l'assalto da parte dei rivoltosi fedeli al regime dell'ayatollah Khomeyni appena insediatosi nel Gennaio del 1979. [...] Vai alla recensione »

giovedì 2 maggio 2013
Kyuss

Ben Affleck, alla sua terza uscita dietro la macchina da presa, si rivela un regista misurato e compentente. Le precedenti prove (Gone Baby Gone e The Town) avevano mostrato, non senza qualche stupore delle malelingue, che Affleck sapeva il fatto suo, che l'attore americano poteva offrire una prova dignitosa e d'autore anche in cabina di regia.

sabato 9 marzo 2013
Rescart

La svolta reaganiana ai tempi dell’avvento di Khomeini non era ancora apparsa neanche all’orizzonte del possibile panorama politico economico degli anni ‘80. E forse, chissà, fu favorita proprio nell’opinione pubblica americana dal pensare, erroneamente, che l’idea e la realizzazione del progetto di liberazione degli ostaggi di cui si tratta in questo film fosse da attribuirsi non già a loro stessi [...] Vai alla recensione »

lunedì 4 marzo 2013
Federico Agnellini

Dopo aver sbancato un mese prima ai Golden Globes la pellicola rivelazione del 2012 colpisce anche nella notte degli Oscar. Il film, tratto dall'ononimo libro di Tony Mendez e Matt Baglio, racconta fatti realmente accaduti a Teheran durante la rivoluzione iraniana del 1979. Argo ruota tutto intorno alla cosidetta "Canadian Caper", operazione segreta tra il Canada e gli Stati Uniti per [...] Vai alla recensione »

domenica 18 novembre 2012
Tatiana Micaela Truffa

 Iran, fine anni '70. Gli Stati Uniti si intromettono negli affari interni - al solito per i loro interessi - e, in piena insurrezione del popolo iraniano, accolgono e proteggono lo Scià Mohammad Reza Pahlavi, che il popolo vorrebbe processare e giustiziare.    E qui comincia la tensione, il realismo del film è palpabile e si fatica a star seduti sulla comoda poltrona [...] Vai alla recensione »

lunedì 12 novembre 2012
donni romani

Solido film d'azione, perfetta ricostruzione di un'epoca, intensa denuncia storica. Argo è un concentrato dei migliori stilemi di questi generi, e anche di molti altri, perchè non manca la suspence nei momenti topici, non manca la battuta ad effetto dei fool shakesperiani resi magistralmente da due gigioni come John Goodman e Alan Arkin, non manca l'emozione liberatoria nel [...] Vai alla recensione »

venerdì 9 novembre 2012
Fabris Piermaria

Iran, 1979, i rivoluzionari dell'Ayatollah Khomeyni irrompono nell'ambasciata americana e prendono in ostaggio 52 persone membre del corpo diplomatico. Solamente sei funzionari riusciranno a scappare e rifugiarsi nella casa dell'ambasciatore canadese. Il governo americano in collaborazione con quello del Canda (passerà alla storia con il nome di Canadian caper) attueranno una [...] Vai alla recensione »

mercoledì 4 gennaio 2017
BUSSO195

Ribadisco la mia opinione che viene confermata ancora una volta che chi scrive le recensioni principali su questo sito quasi sempre è un dilettante in fatto di critica cinematografica . Saper decentemente scrivere non significa capire il linguaggio, l'arte e la cultura cinematografica. Direi che definire capolavoro e premiare con 4 stelle un film del genere , quando vedo spesso attribuire 2 o 3 stelle [...] Vai alla recensione »

martedì 5 marzo 2013
catcarlo

All’inizio della crisi degli ostaggi in Iran, un piccolo gruppo fuoriuscito dall’ambasciata degli Stati Uniti durante l’assalto alla stessa finisce per ritrovarsi in una posizione più pericolosa rispetto ai diplomatici rimasti prigionieri: riparati in casa dell’ambasciatore canadese, non hanno addosso gli occhi del mondo e ogni giorno che passa il rischio di venir scoperti [...] Vai alla recensione »

mercoledì 27 febbraio 2013
Jayan

Il film è la storia della liberazione di 6 americani da parte di un agente dei servizi segreti. L'azione si svolge a Teheran all'indomani della deposizione dello Scià di Persia. I musulmani odiano gli americani perché hanno dato asilo allo Scià. Occupano l'ambasciata americana. Da essa fuggono 6 persone che si rifugiano in quella canadese.

giovedì 13 dicembre 2012
molenga

nel 1979, dopo la rivoluzione degli ayatollah, lo scià trova rifugio negli stati uniti, paese che lo ha sostenuto durante gli anni della sua dittatura; in patria la gente ne chiede l'estradizione per processarlo e condannarlo, estradizione che non viene presa in considerazione: così la massa inferociata invade l'ambrasciata usa a teheran; 6 uomini riescono a fuggire e a rifugiarsi [...] Vai alla recensione »

giovedì 15 novembre 2012
Basildon

Affleck interpreta e dirige bene una storia che già di per sè crea tensione e per questo il divertimento è assicurato. Da rimarcare la ricostruzione accurata dei luoghi, dei costumi, delle acconciature, degli oggetti: sembrava veramente di essere tornati a quegli anni.

mercoledì 4 gennaio 2017
BUSSO195

Se sono questi i film da 4 stelle , io sono Stanley Kubrick . Non scherziamo , un conto sono i gusti, un conto è avere la presunzione di capire e scrivere di cinema. Lo dico senza offesa o cattiveria a chi ritiene capolavori queste americanate che neppure i bambini apprezzerebbero più di tanto. In questo sito ho visto liquidare con 2 o 3 stelle film eccellenti di registi come Almodovar [...] Vai alla recensione »

venerdì 3 gennaio 2014
nick castle

Un gruppo di terroristi prende in ostaggio l'ambasciata USA a Teheran, la CIA cercherà un modo per far scappare dall'Iran sei dipendenti che nel trambusto riuscirono a uscire dall'ambasciata rintanandosi poi nell'ambasciata canadese. Non prendiamoci in giro, questa è sostanzialmente la storia del film, il resto sono chiacchiere.

sabato 24 novembre 2012
tonysamperi

Dopo “The Town” (2010) torna alla regia Ben Affleck. Il film tratta una pagina di storia. Dopo la fuga verso gli Stati Uniti dell’ultimo Scià iraniano, scoppia la rivolta a Teheran e l’ambasciata americana viene attaccata dalla folla in tumulto e gli operatori che ci sono all’interno vengono catturati. Sei di essi riescono però a fuggire e si rifugiano nell&rsquo [...] Vai alla recensione »

sabato 10 novembre 2012
M.Barenghi

"Argo",la terza fatica di Affleck alla regia, racconta dell'avventurosa "esfiltrazione" di 6 funzionari dell'ambasciata USA a Teheran, rifugiatisi presso l'Ambasciatore canadese durante l'assalto alla sede diplomatica da parte degli studenti khomeinisti nel 1980, all'indomani della caduta dello Shah e della sua fuga negli States: gli insorti ne chiedevano [...] Vai alla recensione »

sabato 10 novembre 2012
lo stopper

   Una storia vera, perfetta per un film ad alta tensione.    Iran 1979.  Lo scia’ Reza Pahlavi e’ scappato in America, l’ayatollah Khomeini ha preso il potere, e i suoi seguaci assaltano l’ambasciata degli Stati Uniti. Decine di impiegati statunitensi vengono sequestrati, ma in sei riescono a scappare e si rifugiano nella residenza dell’ambasciatore [...] Vai alla recensione »

venerdì 14 dicembre 2012
V. Valorani

Il regista di Argo, Ben Affleck, ha scelto di narrare la storia vera della liberazione, conseguita con mezzi pacifici, di alcuni cittadini americani, venutisi a trovare in pericolo di morte, in Iran. Nel 1979, la CIA autorizzò una missione di esfiltrazione. Il film richiama l’attenzione su un modo costruttivo di considerare la storia. Vederla come un concatenarsi ragionato di eventi giova a ricostruire [...] Vai alla recensione »

mercoledì 30 gennaio 2013
sheer_88

Iran, 1979. La popolazione locale si ribella allo Scià Mohammed Reza Pahlavi, che fugge negli Stati Uniti d'America, dove gli viene offerto asilo politico. Gli iraniani, furiosi, assaltano così l'ambasciata americana di Teheran, in cui prendono in ostaggio 52 persone. Solo in sei riusciranno a scappare e troveranno rifugio a casa dell'ambasciatore canadese.

FOCUS
FOCUS
domenica 11 novembre 2012
Pino Farinotti

Il contesto storico. Nel gennaio del 1979 lo Scià, malato di cancro, lascia l'Iran per farsi curare in America. Il commento di un funzionario della Cia è "quell'aereo era talmente carico d'oro che quasi non riusciva a decollare". La voce fuori campo che introduce la vicenda di Argo, il film con Ben Affleck protagonista e regista, evoca anche il "tradimento" del 1953 quando gli anglo-americani con un colpo di stato favorirono il ritorno dello Scià dall'esilio, destituendo il primo ministro Mohammad Mossadeq.

Frasi
"La storia comincia in tragedia e finisce in farsa. Chi l'ha detto? Marx? Groucho?"
Una frase di John Chambers (John Goodman)
dal film Argo - a cura di Maurizio Felici
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Argo, ovvero: perché Hollywood domina il pianeta (e al pianeta va bene così). A prima vista è un film sull'Iran, la Cia e il potere del cinema, che nel 1979 servì a liberare un gruppo di americani dalla Teheran in rivolta dell'ayatollah Khomeini. In realtà è molto di più. Ispirato a una storia vera, segreto di Stato fino al 1997, Argo celebra due volte il potere della settima arte.

Valerio Caprara
Il Mattino

Quando il cinema è cinema, sembra che sia stata la realtà a derivare dalla fiction e non viceversa. Uno dei sortilegi della vecchia Hollywood riesce in tempi molto più ardui a Ben Affleck con «Argo», uno di quei film che non si possono perdere se si vuole mantenere un brandello di fiducia nell'ex arte chiave del Novecento. Giunto dopo «Gone Baby Gone» e «The Town» alla terza sortita come regista, l'attore [...] Vai alla recensione »

Dario Zonta
L'Unità

Argo è un film che si basa su di una storia vera e ha al suo centro la forza dell'immaginario cinematografico come leva per cambiare il corso della storia. Realtà e finzione, verità e immaginazione, storia e fantasia. Eterni binomi che in questo film d'azione e di genere trovano un qualche motivo di originalità. Partiamo dai fatti, dalla storia. Siamo in Iran nei primi giorni del novembre 1979.

Mariarosa Mancuso
Il Foglio

John Wayne è nella tomba da sei mesi, e guarda come si è ridotta l'America". La linguaccia di Alan Arkin - produttore del finto film che servirà a tirare fuori sei ostaggi americani da Teheran, in barba ai guardiani della rivoluzione e all'ayatollah Khomeini - intreccia il cinema con la politica. Poteva funzionare come slogan per la campagna elettorale appena conclusa: entra perfettamente in un tweet, [...] Vai alla recensione »

Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

Un film ti allunga la vita. In senso letterale: per i protagonisti di «Argo», partecipare alla lavorazione di una pellicola che porta lo stesso titolo è l'unica possibilità di salvare la pelle. Probabilmente nessuno avrebbe potuto immaginare una storia così incredibile se non ci avesse provveduto.., la realtà! La vicenda (molto ben) raccontata da Ben Afflech si è svolta nel 1979, a Teheran, durante [...] Vai alla recensione »

Peter Rainer
The Christian Science Monitor

Nel novembre del 1979, nel pieno della rivoluzione iraniana, l'ambasciata statunitense di Teheran fu presa d'assalto dai militanti islamici. Cinquantadue funzionari furono presi in ostaggio. Altri sei però riuscirono a scappare. Argo racconta come la Cia cercò di far uscire dall'Iran questi sei fuggiaschi facendoli passare per componenti di una troupe cinematografica canadese, in cerca di location [...] Vai alla recensione »

Adriano De Grandis
Il Gazzettino

Di tutte le derive metalinguistiche di cui si è nutrito il cinema, specie in quest'epoca digitale, "Argo" ha il merito di essere tra quelle più meritevoli, non foss'altro per aver prodotto la più grande beffa diplomatica (storia vera), con la fuga da Teheran di sei diplomatici Usa, rifugiatisi nell'edificio canadese, al momento dell'irruzione delle forze rivoluzionarie nell'ambasciata statunitense, [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Si vis pacem, para bellum»: «Se vuoi la pace, preparati alla guerra», dicevano gli antichi romani, e con loro Mitt Romney a proposito del tema caldo dell'Iran. Un motivo in più per festeggiare la riconferma di Obama che, come si sa, sta tentando di bloccare la corsa al nucleare di Teheran per la via pacifica dei negoziati. Intanto il film Argo di Ben Affleck ci riporta alla memoria un altro grave momento [...] Vai alla recensione »

Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

Nell'Iran rivoluzionario del '79 un gruppo di fondamentalisti islamici irrompe nell'ambasciata USA a Tehran prendendo 52 ostaggi. Sei cittadini americani sfuggono, rifugiandosi in segreto all'ambasciata canadese. Attraverso un'operazione perfettamente "creativa", che inventa sopralluoghi in quel territorio per un inesistente film fantasy hollywoodiano, l'agente CIA Tony Mendez (Affleck) riuscirà a [...] Vai alla recensione »

Maurizio Acerbi
Il Giornale

Dedicato a tutti quelli che avevano criticato, per non dire deriso, le doti artistiche di Ben Affleck. Che, invece, con questo Argo conferma, anzi esalta ulteriormente, la sua bravura di regista, già apprezzata col precedente The Town. Non a caso, la sua carriera viene paragonata a quella di un grande del cinema mondiale, ovvero quel Clint Eastwood prima preso in giro e poi trasformato, nella seconda [...] Vai alla recensione »

Erica Arosio
Gioia

Nel 1979 l'Iran è in piena rivoluzione. I fedeli di Khomeini assaltano l'ambasciata americana di Teheran e sequestrano tutti, tenendoli in ostaggio per 444 giorni: pretendono la restituzione dell'odiato Scià, fuggito negli Usa. Sei impiegati però riescono a fuggire e a rifugiarsi presso l'ambasciatore canadese. Un esperto della Cia, Tony Mendez, riuscirà a riportarli in salvo, facendoli passare per [...] Vai alla recensione »

Boris Sollazzo
Pubblico

Non fai in tempo a bollare Ben Affleck come uno dei peggiori attori del dopoguerra che lui, a tradimento, diventa uno dei giovani cineasti più interessanti e talentuosi del cinema moderno. Argo è solo una nuova dimostrazione di come lui riesca a padroneggiare il genere come lente d'ingrandimento della società e di una narrazione d'autore che fa grande intrattenimento.

Roberto Escobar
L'Espresso

La storia inizia come farsa e termina come tragedia, dice il produttore hollywoodiano Lester Siegel (Alan Arkin) al costumista e truccatore John Chambers (John Goodman), mentre finisce "Argo" (Usa, 2012, 120'). Siamo nel 1979, nei mesi dell'assalto all'ambasciata Usa di Teheran. D'accordo con Tony Mendez (Ben Affleck), agente della Cia, i due hanno finto di " a girare un film, una brutta copia di "Star [...] Vai alla recensione »

Giulia D'Agnolo Vallan
Il Manifesto

Una folla mediorientale inferocita che assedia una sede diplomatica americana, una Casa bianca messa alle strette dagli Ayatollah iraniani mentre è preoccupata dalle elezioni, una crisi internazionale che scoppia intorno a un film che forse non esiste nemmeno nelle sua interezza ... No, non è l'autunno 2012 ma quello del 1979. E il teatro della crisi non è Bengasi ma Tehran.

NEWS
NEWS
lunedì 25 febbraio 2013
Tirza Bonifazi

Si è concluso l'evento cinematografico più atteso dell'anno: la notte degli Oscar. I premi più importanti sono andati ad Ang Lee (Miglior regista), Jennifer Lawrence (Miglior attrice protagonista), Daniel Day-Lewis (Miglior attore protagonista) e Argo [...]

BIZ
lunedì 18 febbraio 2013
Robert Bernocchi

Un mese fa, c'era la paura di una notte degli Oscar scontata, con tanti vincitori già annunciati. Bene, la notizia positiva è che così non sarà. L'incredibile ascesa di Argo, che un po' tutti abbiamo sottovalutato dopo l'annuncio delle nomination per [...]

NEWS
lunedì 11 febbraio 2013
Robert Bernocchi

Sembra ormai inarrestabile la marcia di Argo verso l'Oscar, un risultato sorprendente considerando la mancanza di una candidatura agli Academy Awards per il miglior regista. Ma, d'altronde, i Bafta dal 2009 in poi hanno visto sempre coincidere il vincitore [...]

BIZ
lunedì 4 febbraio 2013
Robert Bernocchi

Se c'è un segnale forte nei DGA Awards (i premi dell'associazione registi), è il fatto di aver ripetuto le stesse scelte dei PGA. Infatti, Ben Affleck vince per Argo, Malik Bendjelloul per il documentario Searching for Sugar Man e Rich Moore per Ralph [...]

BIZ
lunedì 28 gennaio 2013
Robert Bernocchi

A complicare un verdetto che sembrava abbastanza naturale con la vittoria di Lincoln, arriva il trionfo di Argo ai PGA Awards, il premio dell'associazione dei produttori americani, che spesso coincide con la vittoria finale degli Oscar.

NEWS
lunedì 14 gennaio 2013
Robert Bernocchi

Se c'è una conseguenza ovvia dello spostamento delle candidature degli Oscar, che hanno annunciato le loro scelte con due settimane di anticipo rispetto al passato, è stato il fatto di togliere ancora di più lo status di precursore degli Academy Awards [...]

NEWS
giovedì 8 novembre 2012
Tirza Bonifazi

Ci siamo presi la libertà di utilizzare il titolo di una canzone di Francesco De Gregori per presentare quattro dei film in arrivo oggi in sala perché ognuno, a suo modo, porta sullo schermo storie vere.

VIDEO
lunedì 29 ottobre 2012
Nicoletta Dose

L'attore Bryan Cranston, conosciuto soprattutto per il ruolo del padre sempre sull'orlo di una crisi di nervi nella serie tv Malcolm (2000-2006), è ora al fianco di Ben Affleck, John Goodman, Alan Arkin e Victor Garber nel film Argo.

winner
miglior film
Premio Oscar
2013
winner
miglior scenegg.ra non origin.
Premio Oscar
2013
winner
miglior montaggio
Premio Oscar
2013
winner
miglior regia
Golden Globes
2013
winner
miglior film dram.co
Golden Globes
2013
winner
miglior film
BAFTA
2013
winner
miglior regia
BAFTA
2013
winner
miglior montaggio
BAFTA
2013
winner
miglior film straniero
Cesar
2013
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati