Million Dollar Baby

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Million Dollar Baby   Dvd Million Dollar Baby   Blu-Ray Million Dollar Baby  
Un film di Clint Eastwood. Con Clint Eastwood, Hilary Swank, Morgan Freeman, Mike Colter, Lucia Rijker.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 132 min. - USA 2004. - 01 Distribution uscita venerdì 18 febbraio 2005. MYMONETRO Million Dollar Baby * * * * - valutazione media: 4,15 su 187 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
shiningeyes giovedì 21 febbraio 2013
apice di eastwood Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Si tratta dell'apice della regia di Eastwood, a pari merito con il capolavoro “Gli Spietati”. In “Million Dollar Baby” Eastwood non gira solo un film drammatico-sportivo di ineffabile bellezza, ma, si mette a nudo, mette a nudo la sua sensibilità e la sua poetica. Iniziamo con i personaggi: il personaggio Frankie, nel quale Clint abbraccia strettamente panni e pensieri, rendendolo realissimo ai nostri occhi; la determinata Maggie, dove la Swank ci offre una delle sue migliori prove recitative; il disilluso e simpatico Scrap, anche se Freeman ha fatto meglio in altre sue parti (l'Oscar era meglio se lo vinceva in altre interpretazioni). Insomma, questi sono dei personaggi riuscitissimi, che non possono non farti appassionare e seguire le loro storie; vera perla del film. [+]

[+] lascia un commento a shiningeyes »
d'accordo?
il cinefilo lunedì 26 luglio 2010
un capolavoro firmato clint eastwood Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

TRAMA: L'allenatore di boxe Frankie Dunn(un grande Clint Eastwood)si ritrova ad "addestrare"una giovane ragazza,Maggie Fitzgerald(Hilary Swank)e tra loro si svilupperà,nel tempo,una vera e propria amicizia...RECENSIONE: Clint Eastwood realizza,con quest'opera,un potente film drammatico ambientato nel regno della boxe e dove il rapporto tra l'allenatore e il pugile assume i contorni di una relazione che trascende il mero allenamento per tramutarsi in un emozione più grande e profonda quale l'amicizia(nel vero senso della parola).
Il tema sportivo viene utilizzato dal vecchio Clint per porre una serie di riflessioni sulla vita,sulla morte,sulle relazioni umane e sullo scopo stesso dell'esistenza e dove il pugilato diventa il "filo conduttore metaforico" che unisce tra di loro questi temi importanti che l'attore-regista trasporta sullo schermo con una passione veramente commovente e,probabilmente,anche unica. [+]

[+] lascia un commento a il cinefilo »
d'accordo?
tortilla western domenica 18 febbraio 2007
l'amarezza fatta a film Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Quando ho sentito parlare per la prima volta di Million Dollar Baby,mi sono aspettato il solito film americano di successo, senza troppe pretese, realizzato malamente e in maniera pecoreccia. Quando ho scoperto che aveva vinto l'oscar come milgior film però, non fidandomi comunque dell'academy mi sono comodamente seduto in poltrona mettendo per un attimo da parte tutti i miei preconcetti. Alla fine della visione avevo cambiato completamente opinione. Million Dollar Baby è un film amaro, forse uno dei più amari mai visti. Realista, mette a luce mille tematiche tra cui quella di certe fasce meno agiate, della brutura del mondo agonistico, e soprattutto di un rapporto duro e rude, come quello che ci può essere tra alunno e maestro ma comunque un rapporto basato sul rispetto reciproco, quel rispetto che fa staccare la spina a Dunn ponendo fine alle sofferenze di Maggie. [+]

[+] lascia un commento a tortilla western »
d'accordo?
carlo vecchiarelli domenica 6 aprile 2014
il destino senza pistola Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Frankie amava ripetere che la boxe era qualcosa di innaturale, che nella boxe si fa tutto al contrario. A volte, per tirare un colpo vincente, bisogna arretrare. Ma se arretri troppo, non combatti più. Rischi tutto per un sogno che nessuno vede, tranne tu.


Inizia così, con il tono asciutto di chi conosce le sofferenze della vita e della boxe, Eddie Dupris, ex pugile dalla carriera sfortunata, nel raccontare la determinazione di una ragazza nell'affrontare la propria sfida. Seppur trentenne, Maggie Fitzgerald ( Hilary Swank ) sogna la gloria, sogna di abbandonare il grembiule di umile cameriera, e indossare i guantoni, cercando il riscatto da una realtà difficile e senza spiragli di serenità. [+]

[+] lascia un commento a carlo vecchiarelli »
d'accordo?
paolo assandri sabato 11 febbraio 2012
la pace discenda goccia a goccia Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

 

Mi leverò e andrò, ora, andrò a Innisfree,
E costruirò una capanna laggiù, fatta d'argilla e canne,
Nove filari a fave avrò laggiù, un'arnia per le api da miele,

E solo starò nella radura  ronzante d'api.
E avrò un po' di pace laggiù, ché la pace discende goccia
a goccia ,
Discende dai velami del mattino fin dove canta il grillo;
La mezzanotte laggiù è tutto un luccichio, il meriggio
purpurea incandescenza,
La sera è piena d'ali di fanello.
Mi leverò e andrò, ora, ché sempre notte e giorno
Odo l'acqua del lago lambire con lievi suoni la sponda;
Stando in mezzo alla strada, sui marciapiedi grigi,
La sento nella fonda intimità del cuore.

Goccia a goccia discende l’adrenalina nella flebo di Maggie. Anche in Million Dollar Baby, come in Mystic River non c’è scampo. Il messaggio di Eastwood, uno dei tanti, è fin troppo chiaro: c’è un momento preciso nella vita in cui arriva un dolore enorme, definitivo che gli uomini non riescono quasi mai a sopportare finendo per trasformarsi in fantasmi. In defunti rievocati dalla fantasia, in non vivi. Come in Mystic River è un campo lungo a raccontarci l’approssimarsi della morte. Frankie uscirà da quella porta d’ospedale e sparirà, per sempre. Il prete l’aveva avvertito: “non riuscirai mai più a ritrovarti”. Ma ci sono certi appuntamenti che non si possono rimandare, a costo di mandare all’aria un’esistenza. La speranza di Innisfree è flebile, ma viva, in un modo o nell’altro ci sarà, forse, un dopo nel quale rincontrarsi, ma ora, staccare la spina è l’unica soluzione. Una vita nella boxe insegna che l’unica soluzione è andare incontro alla distruzione, muovere celermente verso la propria rovina. La boxe è l’unica religione che Frankie riesce a capire ed è infatti l’unica a cui dà retta alla fine. Il suo incontro deve combatterlo fino alla fine, ormai è tardi per gettare la spugna.
Paul Haggis, unico ad aver messo in fila il doppio oscar sceneggiatura/regia, sceglie di fare una collazione di racconti di F.X. Toole. Million Dollar Baby e Acqua ghiacciata, in cui due anziani veterani del pugilato ora proprietari di una palestra allenano talenti e disperati. Sono di quest’ultimo racconto le sequenze che tolgono pathos alla vicenda tragica del primo, è di questo racconto il pers. di Morgan Freeman Scrap, di nuovo premio Oscar, dopo Gli spietati come miglior attore non protagonista. Scene irresistibili come quella dei calzini bucati, continui battibecchi tra vecchi amici orgogliosi e la vicenda di Barch, vero e proprio episodio parallelo alla storia, che, concludendosi positivamente, affranca uno spettatore distrutto dalla drammaticità della vicenda. A tenere unite le trame è la scelta di affidare a Scraap il ruolo di narratore, che solo nel finale scopriamo essere un falso narratore, poiché in realtà tutto il film non è altro che la rievocazione della mente dell’ex pugile durante la rilettura di una lunga lettera scritta alla figlia di Frankie Dunn, sparito, per rivalutarne l’umanità ai suoi occhi di figlia.
Stilisticamente Eastwood prende le distanze dal piano americano di stampo televisivo e prosegue sulla linea dei suoi maestri Mann, Ford, Hawks nell’alternanza di inquadrature ampie e di primi piani, di dialettica campo / controcampo e di alternanza del punto di vista. Le riprese degli incontri sono abbastanza ellittiche, sebbene non manchino particolari  disturbanti come la ricostruzione del setto nasale di Maggie nell’angolo e la scena madre del colpo a tradimento di Billie "The Blue Bear", che porta alla frattura della spina dorsale di Maggie.
Eastwood mette in scena, con una finezza di tratto rara, la corsa dell’uomo verso un senso, che possa rivalutarne lo scontato fallimento esistenziale; o forse ancor più verso un ruolo attraverso il quale mascherare le proprie debolezze, sminuire le proprie nevrosi e lenire il sentimento di assoluta vacuità con cui i suoi personaggi senza Dio devono continuamente combattere. Il film ha incassato oltre 100 milioni di dollari e ha vinto 4 premi Oscar.


[-]

[+] lascia un commento a paolo assandri »
d'accordo?
dinozzz venerdì 9 settembre 2011
capolavoro assoluto, film commuovente e riflessivo Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Il genio del maestro Clint Eastwood si rinnova in questo film. Si rinnova a tal punto da aver creato un film capolavoro meglio apprezzato da chi ha purtroppo vissuto un momento della propria vita segnato dalla domanda: eutanasia si, eutanasia no? Non ci sono pretese in questo film di dare un insegnamento su cosa sia meglio fare in questi casi; il regista vede le cose a suo modo voi vedetele come volete!
Quello che colpisce di certo, più di un pugno a tradimento in un incontro di boxe, è il credo nella vita! In questo caso una ragazza che credeva nella sue capacità sportive e ha fatto di tutto per riuscire a realizzare il suo sogno. Ci stava riuscendo ma è stata strappata ad un passo dal trofeo! Ma tanto le è bastato per avere la forza di non chiedere altro dalla vita tanto da arrivare al punto di chiedere la sospensione di ogni inutile cura. [+]

[+] lascia un commento a dinozzz »
d'accordo?
stefano burini lunedì 13 giugno 2011
million dollar eastwood Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Chi l’avrebbe mai immaginato, anni or sono, che il rude cowboy dei western di Sergio Leone sarebbe stato in grado di creare film profondi e toccanti come questo? Probabilmente nessuno, come nessuno pareva aver avuto fiducia nella mostruosa H. Swank (ichi se la ricoda ai tempi di Beverly Hills, qui potrà ammirare una grande attrice: oscar meritatissimo), eppure siamo qui a parlare di un film altamente drammatico, un vero pugno nello stomaco (è proprio il caso di dirlo) che mescola alla perfezione la tecnica dei combattimenti del recente Alì con una storia assolutamente tragica e senza speranza trattata dal vecchio Clint (anche superbo comprimario accanto al fedele M. [+]

[+] lascia un commento a stefano burini »
d'accordo?
jason66 lunedì 2 maggio 2011
meraviglioso Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Solo Clint riesce a fare questi film.La trama racconta di un vecchio allenatore di box maschilista che viene convinto da una giovanne trentenne,desiderosa di averlo come allenatore per la box femminile.Questo film è un capolavoro,con un finale tragico e strappalacrime.Clint eastwood è diventato uno dei migliori registi in assoluto e riesce a catapultarti in un film che sembra di vivere realmente.
P.S.x giovanni dm:senza offesa, ma proprio non sono d'accordo pur rispettando la tua opinione.

[+] lascia un commento a jason66 »
d'accordo?
j.j.winston lunedì 8 giugno 2009
passione, dolore e compassione Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Film che colleziono tra i poki miei preferiti. Tra qst figurano quelli ke ti ragalano qualcs d' importante dentro, un grande insegnamento e un modo nuovo di osservare la realtà. Million Dollar Baby mi ha lasciato molto, x poco nn piangevo x quell' inaspettato finale e forse principale punto forte del film. Clint Eastwood è come al solito ottimo nell' interpretare il suo abituale comportamento rigido e duro qnt infitamente buono, giusto e sensibile. La Swank si comporta molto bn nelle vesti prima di pugile, poi di donna ormai prossima o ad una vita tenuta sospesa tramite il respiro artificiale o alla morte. Freeman (anke voce narrante) dimostra ancora il suo spiccato evidenziamento nonostante abbia anke qui un ruolo ke resta in secondo piano e dietro la prima fila del/dei protagonista/i. [+]

[+] lascia un commento a j.j.winston »
d'accordo?
greg domenica 20 marzo 2005
a tutti i detrattori... Valutazione 5 stelle su cinque
63%
No
38%

E' bello e assolutemente intrigante notare quanta polvere sollevino opere come questa, ultima fatica di quello che, a tutti gli effetti, con Scorsese e Malick, rappresenta il meglio del cinema americano attuale. Pur rispettando le opinioni di ogni detrattore, alcuni appunti paiono inevitabili: - la tecnica: non a caso "Million dollar baby" è stato paragonato alle opere degli inarrivabili maestri Hawks e Ford, per ritmo, asciuttezza, semplicità e tensione emotiva. Quel che fa il vecchio Clint è raccontare una storia, perchè di questo, e nient'altro si tratta. Senza fronzoli d'artista, solo la passione di un artigiano che, parlando dei suoi maestri, certo ha superato Leone e Siegel. - la scelta del background: ho trovato molto curioso il fatto che una delle critiche ricorrenti sia mirata alla scelta della boxe femminile come "argomento" del film. [+]

[+] lascia un commento a greg »
d'accordo?
pagina: « 1 2 3 4 5 6 »
Million Dollar Baby | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | rongiu
  2° | mic
  3° | alessandro pesce
  4° | accuccu
  5° | marcello
  6° | cielo
  7° | fangio
  8° | amante del buon cinema
  9° | diomede917
10° | massimo
11° | danilodac
12° | weach
13° | joker 91
14° | alessandro
15° | cineofilo92
16° | alberto86
17° | filippo catani
18° | luca scialò
19° | pjmix
20° | tony
21° | tortilla western
22° | shiningeyes
23° | il cinefilo
24° | j.j.winston
25° | carlo vecchiarelli
26° | jason66
27° | stefano burini
28° | dinozzz
29° | paolo assandri
30° | stefano b.
31° | nello
32° | tina
33° | greg
34° | barbara b.
35° | nicola
36° | amandagriss
37° | ales oli
38° | theophilus
39° | keanu
40° | il cinefilo
41° | toty bottalla
42° | lady libro
43° | great steven
44° | andyflash77
45° | jacopo b98
46° | michele il critico
47° | pieronte
48° | aury
49° | luvelio jusa
50° | stefania callisto
51° | dodo
52° | giovanni dm
Premio Oscar (9)
Nastri d'Argento (2)
Golden Globes (9)
David di Donatello (2)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità