Sulle ali dell'avventura

Film 2019 | Avventura, Family, Film per tutti 113 min.

Titolo originaleDonne moi des ailes
Titolo internazionaleSpread Your Wings
Anno2019
GenereAvventura, Family,
ProduzioneFrancia
Durata113 minuti
Regia diNicolas Vanier
AttoriJean-Paul Rouve, Mélanie Doutey, Luis Vasquez, Lilou Fogli, Frédéric Saurel Gregori Baquet, Dominique Pinon, Philippe Magnan.
Uscitagiovedì 9 gennaio 2020
DistribuzioneLucky Red
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti
MYmonetro 2,72 su 16 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Nicolas Vanier. Un film con Jean-Paul Rouve, Mélanie Doutey, Luis Vasquez, Lilou Fogli, Frédéric Saurel. Cast completo Titolo originale: Donne moi des ailes. Titolo internazionale: Spread Your Wings. Genere Avventura, Family, - Francia, 2019, durata 113 minuti. Uscita cinema giovedì 9 gennaio 2020 distribuito da Lucky Red. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti - MYmonetro 2,72 su 16 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Sulle ali dell'avventura tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

La storia vera di Christian Moullec, soprannominato "birdman" (l'uomo uccello) per aver dedicato la sua vita ad allevare e addestrare oche orfane, volando letteralmente con loro. In Italia al Box Office Sulle ali dell'avventura ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 547 mila euro e 285 mila euro nel primo weekend.

Consigliato sì!
2,72/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,93
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Un racconto familiare ed ecologico, che sprona il giovane pubblico a non rinunciare alle prime difficoltà.
Recensione di Marianna Cappi
lunedì 30 dicembre 2019
Recensione di Marianna Cappi
lunedì 30 dicembre 2019

Christian si è separato da Paola e si è trasferito lontano dalla città, in Camargue, dove ha elaborato un piano, al limite della legalità, per salvare le oche selvagge dall'estinzione. A bordo del suo ultraleggero vorrebbe indicare loro una rotta migratoria alternativa, che le porti sane e salve dalla Norvegia fino a casa, nel sud della Francia, preservandole dallo scontro mortale con cavi elettrici, carenza di cibo, aeroporti, inquinamento luminoso e bracconaggio. Suo figlio adolescente Thomas, costretto a passare le vacanze col padre, lontano dai videogiochi, si scoprirà pian piano altrettanto appassionato al progetto e diventerà il protagonista di un'avventura incredibile, nei cieli d'Europa.

Ispirato alla storia vera dell'ornitologo Christian Moullec, il film di Nicolas Vanier si porta dietro, come Thomas con le oche, anche un'altra serie di riferimenti illuminati.

Tanti i riferimenti: dal "Popolo Migratore" di Jacques Perrin al classico testo di Konrad Lorenz, "L'anello di re Salomone", che tra le altre cose racconta l'importanza dell'imprinting, anche se l'unico libro che Vanier cita esplicitamente è Il viaggio meraviglioso di Nils Holgersson di Selma Lagerlöf, racconto di formazione e di presa di coscienza, da parte del piccolo Nils, dei diritti e dei doveri degli esseri umani nei confronti degli animali che popolano il nostro pianeta.

Non c'è dubbio, infatti, che Sulle ali dell'avventura sia un film che mira allo stesso scopo e unisce giustamente il fascino per le esplorazioni naturalistiche che da sempre caratterizza la vita e il cinema di Vanier con le contemporanee istanze ecologiste sostenute in primo luogo dai giovani, preoccupati di fare la fine delle oche selvatiche e di estinguersi per colpa della pigrizia e della malafede di una politica che non pensa in prospettiva ma agisce soltanto a corto e opportunistico raggio.

In un primissimo tempo, il progetto del regista era quello di girare un documentario, e allo stile documentaristico è rimasto affezionato, anche se poi ha obbedito anche alle richieste delle finzione costruendo un binario parallelo tra l'avventurosa impresa di riportare a casa le oche e l'impresa non meno scontata di riunire la famiglia umana.

Nel tentativo di lasciare soltanto sullo sfondo le vicende sentimentali degli adulti, per sgomberare la scena a favore del vero soggetto del film, le ha trattate in maniera un po' meccanica e sbrigativa, tanto che ci si chiede se il documentario tout court non sarebbe stata la scelta migliore, ma sicuramente la presenza di Louis Vazquez e della traccia narrativa legata ai genitori contribuisce a tenere viva l'attenzione del pubblico più giovane, rendendo il film perfetto come proposta scolastica e familiare.

Non un capitolo visionario, dunque, ma un episodio cinematografico positivo, tecnicamente all'avanguardia (la stabilità delle riprese aeree è ottima), che risponde alla domanda più urgente del nostro tempo: quella di uscire di casa e fare qualcosa per salvare il salvabile, mettendosi in gioco a partire dal proprio piccolo e dalla propria famiglia.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
Quando la natura ricuce il rapporto padre-figlio.
Overview di Giorgio Crico
giovedì 12 dicembre 2019

Christian è uno scienziato che studia le oche selvatiche. Thomas, suo figlio, è un adolescente con una forte passione per i videogiochi. Per approfondire il loro rapporto fattosi un po' complicato con la crescita del ragazzo, Christian decide di portare in vacanza con sé il figlio che vede ovviamente come un incubo l'idea di trascorrere diversi giorni immerso nella natura e lontano da tutti i comfort della vita contemporanea, a cui lui è molto attaccato. La situazione cambia radicalmente prospettive quando i due si trovano inaspettatamente uniti da un unico obiettivo: salvare un particolare tipo di oche dal rischio sterminio. Il comune intento porterà padre e figlio a imbarcarsi insieme sull'aeromobile di Christian per portare a termine la missione.

Sulle ali dell'avventura è diretto da Nicolas Vanier e interpretato da Jean-Paul Rouve, attore transalpino che veste i panni dello studioso protagonista della vicenda.

Vanier, il regista, ha un solidissimo background come regista di documentari e di lungometraggi dedicati specialmente alla scoperta del mondo della natura e Sulle ali dell'avventura non fa eccezione anche se il suo focus è più il rapporto tra i due protagonisti rispetto alla vita delle oche.

Del resto è ormai da quasi dieci anni che il cineasta francese, partito appunto come documentarista senza attori umani o copioni da seguire, sta inserendo elementi di sceneggiatura sempre più corposi all'interno delle sue opere, che ormai del documentario hanno solo la cura per l'immagine e l'attenzione per il racconto visivo, parti integranti del bagaglio tecnico di Vanier.

Come detto, il ruolo principale - quello di Christian - è ricoperto dall'esperto Jean-Paul Rouve, apparso in oltre trenta film e visto di recente dal pubblico italiano nella miniserie Dalida, andata in onda in prima tv su Rai1 a febbraio del 2017, dove vestiva i panni di Lucien Morisse. Completano il cast Louis Vazquez, nelle vesti di Thomas, e poi Mélanie Doutey, Lilou Fogli, Frédéric Saurel, Grégori Baquet, Dominique Pinon, Philippe Magnan.

Sei d'accordo con Giorgio Crico?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 21 gennaio 2020
amarolucano

peccato che il film si riduca un pò troppo a una favoletta per ragazzi perchè il tema affrontato è forte ed attuale, quello della natura e di come l'uomo la sta distruggendo, poi c'è chi si oppone come l'eroe moderno di questa storia che ci regala degli sprazzi di belle emozioni ovviamente su tutte il volo in compagnia delle oche nel cielo azzurro su paesaggi [...] Vai alla recensione »

Frasi
Restate dietro di me ragazze
Una frase di Thomas (Luis Vasquez)
dal film Sulle ali dell'avventura - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
martedì 4 febbraio 2020
Michela Offredi
Ciak

Christian, padre divorziato e scienziato visionario, studia oche selvatiche. Per suo figlio Thomas, un adolescente ossessionato dai videogiochi, l'idea di trascorrere le vacanze con il padre in Camargue, in mezzo alla natura e lontano dalla tecnologia, rappresenta inizialmente un incubo. A riavvicinare i due sarà un progetto folle, illegale e allo stesso tempo nobile: salvare una specie di volatili [...] Vai alla recensione »

martedì 14 gennaio 2020
Roselina Salemi
Tu Style

L'idea di Christian Millec detto Birdman e del figlio Thomas può sembrare pazzesca: tracciare una nuova rotta migratoria che salvi le oche selvatiche dall'estinzione, volando con loro su un deltaplano a motore dalla Camargue alla Norvegia. Invece è vera, e a lieto fine. Messaggio: fate qualcosa per salvare il salvabile. Da Tu Style, 14 gennaio 2020

domenica 12 gennaio 2020
Enrico Danesi
Giornale di Brescia

In Camargue vive un eccentrico ornitologo che si è messo in testa di salvare dall'estinzione le oche selvagge del Sud della Francia. Lo studioso ha compreso come l'abituale tragitto migratorio dei volatili sia ormai disseminato di pericoli, conseguenza diretta dell'antropizzazione (cavi elettrici, inquinamento luminoso, traffico aereo intenso, bracconaggio).

sabato 11 gennaio 2020
Andrea Frambrosi
L'Eco di Bergamo

Tra Konrad Lorenz e il National Geographic: un po' documentario, un po' finzione, scienza (etologia) e avventura si mescolano abilmente in questo «Sulle ali dell'avventura», nuovo lavoro del regista francese Nicolas Vanier già autore di «Belle & Sebastien». In piena crisi adolescenziale, il quattordicenne Thomas vive praticamente in simbiosi con la console dei videogiochi.

venerdì 10 gennaio 2020
Alessandra De Luca
Avvenire

Christian è uno scienziato visionario e determinato che studia oche selvatiche. Per suo figlio, l'adolescente Thomas, interessato solo ai videogiochi, l'idea di trascorrere le vacanze con suo padre in Camargue rappresenta un vero e proprio incubo. Ma l'entusiasmo del padre riuscirà a contagiare anche il ragazzo e i due si riavvicineranno per portare a termine un progetto folle: salvare una specie in [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 gennaio 2020
Catherine Balle
Le Parisien

Per un adolescente fissato con i videogiochi, passare le vacanze dal padre, in Camargue, senza wifi sembra un vero incubo. Il padre, a sua volta, è fissato con le oche selvatiche, specie che vuole salvare dall'estinzione. Il ragazzo piano piano si appassiona alla crociata paterna. Graziosa favola ecologica che piacerà a tutti gli spettatori disposti a chiudere un occhio su alcuni passaggi inverosimili [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 gennaio 2020
Fulvia Degl'Innocenti
Famiglia Cristiana

Davvero una straordinaria avventura, godibile per adulti e bambini, questo film ispirato alla storia vera di Christian Moullec, soprannominato "birdman", uno scienziato visionario che ha dedicato la sua vita ad allevare oche orfane e che ha letteralmente "volato" con loro. Il regista Nicolas Vanier è anche l'autore del libro omonimo edito da Sperling & Kupfer.

giovedì 9 gennaio 2020
Francesco Alò
Il Messaggero

Bud Spencer stava con gli ippopotami mentre Jean-Paul Rouve preferisce le oche lombardelle. Non lo conoscete? Attore francese assai popolare in patria, dall'aria guascona, un po' Kirk Douglas ma meno diabolico. Nel bel film di Vanier, Sulle ali dell'avventura, è un padre divorziato ambientalista. Il figlio adolescente problematico lo raggiunge tra le paludi della Camargue.

giovedì 9 gennaio 2020
Emiliano Morreale
La Repubblica

L'ornitologo Christian Moullec (Jean- Paul Rouve) alleva esemplari di oche di una specie in via di estinzione e, con un deltaplano motorizzato, le guida nella migrazione. Il figlio 14enne di Christian, Thomas (Louis Vazquez), patito di videogiochi, si trova a dover passare l'estate con lui, e non ne è entusiasta. Il film di Vanier, specialista di commedie e regista di Belle e Sebastien, è tratto dalla [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 gennaio 2020
Alice Sforza
Il Giornale

Christian, studioso di oche selvatiche, porta il figlio Thomas in vacanza con lui, dove non esiste Internet. Il ragazzo, infatti, vorrebbe scappare, ma il padre riesce a coinvolgerlo in una missione difficile. Dovranno condurre un gruppo di oche in estinzione, in volo, fino in Norvegia, su un aeromobile costruito dall'uomo. Un bel film per le famiglie, tratto da una storia vera, dai buoni valori morali, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 8 gennaio 2020
Gianluca Vignola
Sentieri Selvaggi

Christian è uno scienziato visionario specializzato nello studio delle oche selvatiche. Il mondo contemporaneo, in pieno Antropocene, è diventato particolarmente ostile per molte specie animali e così anche il più piccolo gesto può risultare determinante per la salvaguardia dell'ecosistema. Sulle ali dell'avventura è allora il resoconto di un piccolo (grande) gesto, la trasposizione cinematografica [...] Vai alla recensione »

mercoledì 8 gennaio 2020
Andrea Giovalè
La Rivista del Cinematografo

Dall'autore francese letterario e cinematografico, definito anche avventuriero, Nicolas Vanier, quello di Belle & Sebastian (altro caso di film & romanzo), arriva con un certo ritardo anche da noi Sulle Ali dell'Avventura. Dalla storia vera, alquanto incredibile, dell'ornitologo Christian Moullec, prende il via, anzi, prende il volo questa pellicola che ha più di qualche punto in comune con il documentario. [...] Vai alla recensione »

martedì 7 gennaio 2020
Maria Sole Colombo
Film TV

Comincia come uno spot progresso sulle meraviglie faunistiche della Camargue l'ultimo lavoro di Nicolas Vanier, demiurgo transalpino di novelle bucoliche e campi lunghissimi in stile Planet Earth. Ma si trasforma presto una favola di formazione garbata, capace di trascendere l'angusta nicchia dei birdwatcher cinefili perché scopertamente ambientalista, sì, ma anche colma di sincera tenerezza.

NEWS
VIDEO RECENSIONE
mercoledì 8 gennaio 2020
A cura della redazione

Christian, separato, si è trasferito in Camargue, dove ha elaborato un piano, al limite della legalità, per salvare le oche selvagge dall'estinzione, indicando loro una rotta migratoria alternativa. Suo figlio Thomas, costretto a passare le vacanze con [...]

TRAILER
venerdì 13 dicembre 2019
 

Regia di Nicolas Vanier. Un film con Jean-Paul Rouve, Mélanie Doutey, Luis Vasquez, Lilou Fogli, Frédéric Saurel. Da giovedì 9 gennaio al cinema. Guarda il trailer »

OVERVIEW
giovedì 12 dicembre 2019
Giorgio Crico

La storia vera di Christian Moullec, soprannominato "birdman" (l'uomo uccello). Da giovedì 9 gennaio al cinema. Vai all'articolo »

NEWS
giovedì 7 novembre 2019
 

La storia vera di Christian Moullec, soprannominato "birdman" (l'uomo uccello) per aver dedicato la sua vita ad allevare e addestrare oche orfane, volando letteralmente con loro. Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati