Million Dollar Baby

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Million Dollar Baby   Dvd Million Dollar Baby   Blu-Ray Million Dollar Baby  
Un film di Clint Eastwood. Con Clint Eastwood, Hilary Swank, Morgan Freeman, Mike Colter, Lucia Rijker.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 132 min. - USA 2004. - 01 Distribution uscita venerdì 18 febbraio 2005. MYMONETRO Million Dollar Baby * * * * - valutazione media: 4,14 su 189 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

FAUST REDIVIVO Valutazione 4 stelle su cinque

di THEOPHILUS


Feedback: 7548 | altri commenti e recensioni di THEOPHILUS
giovedì 13 marzo 2014

MILLION DOLLAR BABY
 
Non un film a tesi, che si proponga di portare sotto i riflettori il problema dell’eutanasia, ma una carrellata sulla bellezza della vita e la sua precarietà; parimenti, non tanto una storia sul mondo della boxe, quanto, più propriamente, una rappresentazione dell’impulso irrefrenabile alla realizzazione di sé, dell’entusiasmo e dell’esaltazione dionisiaca che si trasformano in tragedia: questa è la sostanza di cui ci sembra permeato Million Dollar Baby. È il contrasto fra la gioia di vivere e il suo annientamento a risaltare.
Se in un film come Mare adentro non sappiamo pressoché nulla del protagonista prima dell’istante in cui un incidente lo ha reso tetraplegico, e la sua richiesta di morire è motivata da lunghi anni di una vita inerte in cui si è spenta ogni volontà di andare avanti, nel film di Eastwood a questo bisogno viene lasciato uno spazio molto più limitato, ma – proprio per questo – molto forte, dirompente. Questo appuntamento arriva, infatti, dopo la straordinaria parabola ascendente della protagonista, quando si poteva pensare che ormai lei ce l’avesse fatta e quel fulmine a ciel sereno cade a dimostrare che il destino non si lascia ingannare.
Devi proteggerti sempre, dirà Frank Dunn (Clint Eastwood) alla sua pupilla e può essere che intenda metterla in guardia proprio contro la crudeltà della sorte. Forse, chi ha pensato la storia di Million Dollar Baby ha voluto riscrivere il mito del Faust: chi si barrica dietro una vita senza gioia, lo fa contando di avere, come contropartita, l’assenza di grandi dolori, non potendo cadere da un piedistallo molto alto. Chi, invece, non ce la fa ad esistere nell’ombra della schiavitù morale della paura e deve lottare, sa di dover morire per questo.
Quando una ragazza, vagamente androgina, dallo sguardo determinato ma dolce, entra nella palestra di Frank Dunn a Los Angeles e non se ne andrà di lì finché non sarà riuscita nel suo intento – essere allenata da lui o da nessun altro – si accende una lotta fra titani. La trentunenne Maggie Fitzgerald (Hilary Swank) vuole essere messa in condizione di diventare una campionessa di boxe, perché quello è l’unico modo che lei sente di avere per misurare il proprio valore, diventare padrona della propria vita, abbandonando il suo lavoro di cameriera, e uscire dal ghetto di miseria della sua famiglia.
Frank Dunn non porterà mai più nessuno sul ring dopo che Scrap Iron Dupris (Morgan Freeman), che ora lavora con lui nella sua palestra di pugilato, ha perduto un occhio durante un incontro e lui si sente responsabile dell’accaduto, probabilmente perché non ha avuto la forza di gettare la spugna. Egli ha, inoltre, una figlia, che non si vede mai nel film e di cui non si sa nulla, se non che respinge al mittente le lettere che suo padre le scrive ripetutamente: alla base di questo rifiuto, di cui non si danno spiegazioni, immaginiamo esserci un rancore sordo nei confronti di un genitore che la ragazza non ha quasi conosciuto per via dei suoi impegni nel mondo della boxe.
Sarà Maggie a vincere e sarà Frank a doverla allontanare dalla vita, per poi fuggire, a sua volta e definitivamente, dal mondo del pugilato, cioè anch’egli dalla sua vita: quasi una doppia forma di eutanasia, da lui forse avvertita come un omicidio/suicidio.
Abbiamo trovato tutti e tre i protagonisti egregiamente dentro le loro parti. Morgan Freeman sa conferire al suo personaggio quella nostalgia crepuscolare che bene si addice ad un pugile che  desidera ancora di poter fare un altro incontro. Clint Eastwood ha la maschera giusta che nasconde dietro una calma esteriore il rovello che lacera l’anima di Frank Dunn. Hilary Swank sa essere struggente in ogni istante del film, sia quando non riesce a celare il suo entusiasmo infantile nei momenti della vittoria, sia quando le viene strappata la vita.
Infine, la regia di Eastwood è semplicemente magistrale: riesce a rendere viva ogni inquadratura e a farne risaltare gli aspetti salienti. Nei momenti topici spettacolari sa ottenere un clima di euforia e di drammatica attesa di cui non si sarebbero forse accreditati gl’incontri di boxe femminile: quando, poi, abbiamo visto salire sul ring la campionessa in carica - sfidata da Maggie nell’incontro fatale - racchiusa in un accappatoio, un cappuccio che le incorniciava la testa da cui balenavano due luci cariche di violenza, un brivido ci ha attraversato la schiena e abbiamo pensato a Mike Tyson. Ma il regista sa anche attraversare con grande coerenza e magistero tecnico il guado finale, che porta il film, veramente in un soffio, ai suoi momenti più intimi e dolorosi: ancora una prova che lo qualifica regista classico dalle capacità straordinarie.
 
Enzo Vignoli,
12 aprile 2005.
 

[+] lascia un commento a theophilus »
Sei d'accordo con la recensione di THEOPHILUS?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di THEOPHILUS:

Vedi tutti i commenti di THEOPHILUS »
Million Dollar Baby | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | rongiu
  2° | mic
  3° | alessandro pesce
  4° | accuccu
  5° | marcello
  6° | cielo
  7° | fangio
  8° | amante del buon cinema
  9° | diomede917
10° | massimo
11° | weach
12° | danilodac
13° | joker 91
14° | luca scialò
15° | cineofilo92
16° | filippo catani
17° | alessandro
18° | alberto86
19° | tony
20° | pjmix
21° | tortilla western
22° | il cinefilo
23° | shiningeyes
24° | stefano b.
25° | greg
26° | barbara b.
27° | nello
28° | tina
29° | carlo vecchiarelli
30° | stefano burini
31° | jason66
32° | paolo assandri
33° | dinozzz
34° | j.j.winston
35° | keanu
36° | il cinefilo
37° | theophilus
38° | eden artemisio
39° | ales oli
40° | amandagriss
41° | nicola
42° | andyflash77
43° | great steven
44° | lady libro
45° | toty bottalla
46° | fabio 3121
47° | jacopo b98
48° | michele il critico
49° | pieronte
50° | aury
51° | luvelio jusa
52° | stefania callisto
53° | dodo
54° | giovanni dm
SAG Awards (5)
Premio Oscar (9)
Nastri d'Argento (2)
Golden Globes (9)
David di Donatello (2)
AFI Awards (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 13 aprile
Burraco fatale
Genesis 2.0
martedì 23 marzo
Easy Living - La vita facile
giovedì 18 marzo
I predatori
martedì 9 marzo
Waiting for the Barbarians
Tuttinsieme
martedì 23 febbraio
Le sorelle Macaluso
La volta buona
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità