Rambo

Film 1982 | Drammatico 97 min.

Regia di Ted Kotcheff. Un film con Sylvester Stallone, Richard Crenna, Brian Dennehy, Bill McKinney, Jack Starrett, Michael Talbott. Cast completo Titolo originale: Rambo. Genere Drammatico - USA, 1982, durata 97 minuti. - MYmonetro 3,59 su 73 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Rambo tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

John Rambo è reduce del Vietnam, è malinconico e deluso, la guerra gli ha lasciato segni profondi. Va a trovare un suo commilitone e viene a sapere qualcosa di troppo sconveniente.

Rambo è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,59/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,39
CONSIGLIATO SÌ
Un astuto prodotto che funziona bene nei tempi, nei "muscoli" e nelle sequenze d'azione.

John Rambo è reduce del Vietnam, è malinconico e deluso, la guerra gli ha lasciato segni profondi. Va a trovare un suo commilitone e viene a sapere che è appena morto di cancro. Riprende dunque la sua strada e si imbatte nello sceriffo locale che gli ordina di andarsene. Rambo non intende subire imposizioni, del resto non ha fatto proprio niente. Lo sceriffo lo provoca e, con l'aiuto dei suoi agenti, lo arresta. Rambo, che in Vietnam ne ha viste di tutti i colori e si porta dentro brutte memorie, esplode. Addestrato a combattimenti al limite delle possibilità umane, ha facilmente ragione dei poliziotti e riesce a fuggire. Comincia la caccia all'uomo fra boschi, torrenti e rocce. Rambo gioca in casa, ferisce e uccide. Si muove persino la guardia nazionale ma l'ex soldato sembra davvero invulnerabile. Farebbe una strage maggiore se non intervenisse il suo ex comandante, colonnello Trautman, a fermarlo. Rambo si arrende e, piangendo, urla tutta la sua rabbia di essere umano disperato e abbandonato dalla società, per la quale aveva rischiato la vita e compromesso la propria integrità. Film di grande successo popolare, divenuto oggetto di strane strumentalizzazioni e definizioni. Si è detto che Rambo fosse la traduzione dei concetti della politica di Reagan: dunque col ricorso ai soliti termini "destra", "fascismo", "edonismo" eccetera. Rambo non è un buon film, è un astuto prodotto che funziona bene nei tempi, nei "muscoli" e nelle sequenze d'azione. Tutto il resto è da lasciare alle infinite possibilità dialettiche della critica. Il film ha avuto due sequels. Questi sì che hanno cercato altre implicazioni politiche, inutili e demagogiche. Rambo diventava via via l'angelo sterminatore dei vecchi nemici vietnamiti e degli storici nemici russi, rappresentati esattamente come i Sioux e gli Apaches dei film western. Il film ha aperto la strada a un'infinità di produzioni che hanno ricalcato nei modi e nei tempi quell'originale, con un canovaccio proposto e riproposto, e ora quasi bloccato.

RAMBO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€6,75 €9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 6 marzo 2010
Slyer

Sylvester Stallone fornisce una grande interpretazione in questo epico film senza età che lascia lo spettatore senza fiato. "Rambo" è un film in cui oltre all'azione viene dato molto spazio anche al sentimento, quasi del tutto dimenticato nei successivi capitoli della saga. Stallone dimostra di non essere solo un attore tutto muscoli e niente cervello e sembra anche recuperare la fragilità di quando [...] Vai alla recensione »

domenica 15 agosto 2010
DELTA

Un film altamente spettacolare. Pur con risvolti crudeli e, a tratti, violenti, "Rambo" riferisce il dramma di un disadattato, eroe di guerra ma respinto dalla stessa società che lo aveva creato. Gli inutili e giovani hippies gli sputano in faccia e lo accusano di aver ucciso donne, vecchi e bambini, i nazionalisti più puri gli rinfacciano di aver fatto perdere agli USA la [...] Vai alla recensione »

venerdì 21 giugno 2013
muttley72

Questo film (..conosciuto ormai da tutti) fu il primo di una lunga saga (di film tutti molto inferiori ed anche assai diversi dal primo) e rappresenta quasi un "unicum" nella filmografia, per i motivi che di seguito dirò. E' tratto dal romanzo "First blood" (che è anche il titolo originale del film, che da noi fu intitolato "Rambo") di David Morrel.

martedì 31 agosto 2010
Goruz

Rambo è un bel film, combina tanta azione in un contesto originale, un tranquillo paesino è messo a soqquadro da un reduce del Vietnam, un eroe che si ritrova ad essere trattato come un vagabondo, quando vorrebbe essere solo lasciato in pace e forse dimenticare quel che è successo, la prigionia, i compagni uccisi... è tutto portato all'estremo, ma la denuncia sociale [...] Vai alla recensione »

giovedì 23 luglio 2015
Portiere Volante

iL Film tratta la tematica dei reduci del Vietnam ,e più in generale di chi ha combattuto al fronte e tornando nel proprio paese si accorge che proprio la Nazione per cui ha rischiato la propria vita ora quasi lo disconosce. Jhon Rambo è bello disturbato (come alcuni flashback dimostrano) e quando viene provocato da alcuni balordi poliziotti reagisce in maniera veemente.

martedì 2 agosto 2011
Bella Earl!

- Dio solo sa cos'è capace di fare - John Rambo è un reduce della sanguinosa guerra del Vietnam. Tornato a casa cerca lavoro in un piccolo paesino ma quando lo sceriffo locale lo manda via per vagabondaggio Rambo esplode. Ed è pronto a scatenare l'inferno. Stallone fa vedere di essere un buon attore e grazie a questa performance riabilita (almeno ai miei occhi) la sua [...] Vai alla recensione »

domenica 8 novembre 2015
qisoneb

the fist blood..., questo è un rambo irriducibile che, passato per un 'paesino' di anime perse si sente altrettanto dire che, non ci sarebbe stato per lui, che avrebbe dovuto mettersi in coda... per utlimo, lo dice uno sceriffo a cui non interessa la storia ne vedere e rivedere il risultato evidente col quale la macchina da guerra   del reduce ha conseguito l'essensima [...] Vai alla recensione »

martedì 15 settembre 2015
Marco Petrini

Premesso che non amo generalmente i film di guerra, questo ha effettivamente una presa notevole sullo spettatore. Considerando anche il periodo in cui è stato girato, quando i film non erano riempiti di effetti speciali fantasmagorici, si fa seguire senza pause noiose; gli interpreti sono gradevoli, la storia seguibile. Film americano, certo, ma di ottimo livello.

lunedì 6 aprile 2015
trffoli

un tempo vi erano guerre e battaglie, in cui il soldato, il milite gestiva con orgoglio le proprie attrezzature, aveva il proprio bagaglio, per quanto potesse sembrare futile e bislacco, intoccabile e a cui un paese assisteva col fiato sospeso, con ciò combatteva qualsiasi nemico fosse spedito per eseguire tale compito, nel concentrarsi delle difficoltà con drappelli di nemici [...] Vai alla recensione »

venerdì 13 marzo 2015
Valerypto

Premettendo il fatto che i sequels del primo sono delle baggianate, il primo come nella maggior parte dei casi, è l'unico Rambo con: una trama sensata, personaggio credibile, ambientazione e fotografia che rimandano alla guerra in Vietnam, temi che l'America dovrebbe rivalutare, l' emarginazione, il razzismo, la solitudine, che tormentano i reduci in un' America che prima è [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 marzo 2011
fedeleto

Ritornato in patria ,dopo aver combattuto al terribile guerra dle vietnam,Rambo vorrebbe incontrare il suo amico compagno di avventure ,ma appena scopre che e' morto si avventura in una citta',peccato che lo sceriffo voglia cacciarlo,e rambo si ritrovera' vittima di abusi e soprusi,ma appena fuggira',sapra' vendicarsia  dovere,scatenando una vera e propria guerra di quartiere,l' [...] Vai alla recensione »

giovedì 20 settembre 2018
trffoli

il the fist blood il mito, rambo è un tipo schivo, nel visitare un paesino per porgere un salutino aun suo commilitone, s'imbatte nello sceriffo della contea, che lo invita a allontanarsi senza fare storie, guardando nello specchietto però nell'allontanarsi lo sceriffo s'acorge che rambo è di nuovo in cammino, così trova un pretesto per provcarlo e trarlo [...] Vai alla recensione »

martedì 28 marzo 2017
Orion84

Che senso ha scrivere una recensione su Rambo nel 2017? Nessuno, e infatti non intendo farlo. Ma esprimo solo un grande plauso a chi ha creato e interpretato questo film capolavoro diventato (giustamente) un cult senza tempo. Rambo rappresenta un uomo solo che cerca semplicemente di trovare un posto nella società, ma la società stessa lo rifiuta (a volte senza motivo).

mercoledì 14 ottobre 2015
cincinnatimos

i prigionieri e reduci del vietnam viste le loro sconfitte non sanno come fare e con chi comunicare quando si fa sera la solitudine inculcata nelle loro anime le percosse ricevute dai loro superiori e altre figuracce per un niente di fatto li vede cercare di comunicare con l'unico essere poverini che sembrano conoscere, non può dunque deluderli rambo, quando lo osannano e quando rischiano [...] Vai alla recensione »

lunedì 27 agosto 2012
paride86

Il mito del superuomo condensato in un reduce del Vietnam. "Rambo" è certamente un film ideologicamente molto ambiguo, tuttavia credo che, proprio a causa del suo modesto spessore, vada giudicato per quello che realmente è: un buon film d'azione, dal ritmo serrato, che sa come intrattenere e coinvolgere lo spettatore.

mercoledì 2 dicembre 2009
Schwarzenegger

Il miglior film di Sly in assoluto, almeno per me. Storia ottima e coinvolgente, ambientazioni affascinanti, colonna sonora meravigliosa. Tanta azione, ma mai e sottlineo MAI fine a se stessa. Credo che sia una delle pellicole più interessanti sul dramma vissuto dai reduci del Vietnam.

sabato 21 novembre 2009
scespei

Quante scene tutte sono incredibili, bisognerebbe riverderlo più spesso... loro hanno cominciato, hanno cercato di versare del sangue - Trautman chiama rambo, rambo dimmi i nomi della squadra... sono morti signore..., fantastico...

domenica 25 marzo 2012
michele4333

Credo che non ci siano molte parole per descrivere questo film, il film migliore che Stallone abbia mai fatto che riesce a tenerti con lo sguardo fisso dall'inizio alla fine. Al film non manca niente, per la tipologia di storia credo che questo sia il TOP, inoltre non solo c'è azione e una sorta di suspance che aleggia quasi per tutto il film, ma ti fa anche riflettere sulla guerra, [...] Vai alla recensione »

lunedì 28 giugno 2010
LorenzoMnt

Film in cui oltre l'azione è presente il sentimento.Scene d'azione ottime e realistiche e colonna sonora molto bella.Stallone dimostra anche doti drammatiche.

venerdì 17 luglio 2009
lukeik

un capolavoro in tutti i sensi lo ricorderanno tutti

domenica 10 aprile 2011
thesenderminator

I prigionieri nelle gabbie di legno sembravano scimmie..., mitico.

martedì 16 febbraio 2016
Barolo

Tralasciando le considerazioni politiche o sociali,che lasciano il tempo che trovano e soffermandosi invece sul film inteso come puro e fruibile intrattenimento,bisogna riconoscere che questo lavoro è sul piano spettacolare di altissimo livello.Vero cinema d'azione,assolutamente inverosimile ma egualmente godibile per tutte le sue pirotecniche invenzioni.

martedì 30 giugno 2009
joker91

e l' unico degno di essere visto,almeno affronta tematiche che alcuni reduci al ritorno subivano davvero vedi ad esmpio il discorso di stallone alla fine. gli altri 2 sono solo 2 americanate di effetti speciali e l' ultimo fatto 2 0 3 anni fa ora non ricordo la data dell' uscita e peggio che peggio. si salva solo questo che e un gran film

mercoledì 13 maggio 2009
ibracadabra 8

EI, FINALMENTE il titolo italiano ha superato di gran lunga l'originale(FIRST BLOD):questo è stato il mio primo film al cinema nel 1982 e mi sono "INNAMORATO" dell'eroe,e SLY è stato x diversi anni il mio attore preferito,prima di cadere poi purtroppo nel macchnario di HOLLYWOOD,cmq RAMBO resta un film che è entrato nell'immaginario collettivo di tutto il pianeta,è diventato un icona,xsino un modo [...] Vai alla recensione »

venerdì 17 marzo 2017
GUSTIBUS

Credo che il 90%delle persone abbia visto Rambo!..e non PERCHE'SI un capolavoro...perche'ha segnato un epoca!il lontano 1982.Guardandolo pure adesso il film non sembra COSI' datato..scorre per i 90minuti in maniera formidabile..merito del regista Cosmatos...di Stallone..ruolo azzeccato!..e i comprimari tutti bravi..Dennehi..e il colonello.

lunedì 7 marzo 2016
natoacittè

scende a valle, eccolo il subdolo, rambo reduce del vietnam cammina come serpe per il country col proposito di reperire l'amico di guerra, non trovando niente di quel che volesse finisce per essere molesto con lo sceriffo.... lo cacciano, però esso non sembra aver quell'idefesso e quieto comportamento, non vuole lasciare il posto lo sceriffo.

venerdì 26 dicembre 2014
diskol88

Questo film narra la storia che molte persone conoscono, rambo trautman e di tutte le avventure che man mano hanno contorniato il set cinematografico, nel firts blood, il taciturno militare... tornato da una delle più ardue missioni, il vietnam, cammina per conto proprio per vedere se qualche reduce del vietnam sia ancora vivo, in qualche sperduto centro cittadino; allontanato da uno sceriffo [...] Vai alla recensione »

martedì 14 ottobre 2014
Luca Scialo

Film che diede il via alla serie Rambo, portata avanti da Stallone fino allo stremo e oltre i sessant'anni. Uno dei tanti film critici nei confronti della guerra in Vietnam, in particolare, sulla difficoltà dei reduci di reintregarsi nella società. Visti come alienati, vagabondi, perfino malati di mente e non soldati reduci di una guerra assurda che non hanno certo voluto loro.

lunedì 13 ottobre 2014
darkovic

Al tempo dell'uscite nelle sale fu  Innovativo dunque ,come tutti i film che iniziano un genere ,come Rambo fece,li considero capolavori. Comunque sceneggiatura,certamente un po'inverosimile ,(ma il cinema e' fantasia),splendida fotografia,ottima interpretazione di Stallone ed anche dello sceriffo uona colonna sonorA,anche ,credo, uno dei primi film a trattare il problema dei [...] Vai alla recensione »

martedì 12 marzo 2013
toty bottalla

A parte la giusta denuncia sociale sul dopo vietnam sviscerata per altro in diversi film americani, c'è la bellezza filmica di una storia portata sullo schermo con arte e maestria, interpretata da un cast d'eccezione completata da musiche e fotografia straordinarie, stallone all'apice della carriera in condizioni fisiche spaziali, rende credibile il suo personaggio, per completare [...] Vai alla recensione »

lunedì 19 settembre 2011
tiamaster

in america,quando tornarono i reduci del vietnam non c'erano di certo dei caldi benvenuti,anzi verivano derisi e lasciati soli,infatti il film "rambo" in un certo senso "fa vendetta" a queste persone che odiano i reuduci,in un film cult,commovente che fa vedere il dolre dei reduci che tornavano,se tornavano e se erano ancora sani di mente,che in quel periodo restare sani non era facilissimo.

mercoledì 14 settembre 2011
dgnele

Una saga mondiale, non c'è speranza per i prigionieri catturati, la ragazza vietnamita puf, scompare com'era comparsa, tutte le riprese mostrano quello che è il valore di Holliwood, lo spettacolo.

giovedì 3 marzo 2011
lillac_wine

Ho letto molte critiche riguardo a questo film. Personalmente lo ritengo un film gradevole. E' vero il film a tratti è eccessivo  esaltando oltre limite la figura di un soldato americano berretto verde. Trovo pero che la denuncia riguardante i reduci di guerra del Vietnam sia assolutamente azzeccata ed è sicuramente il primo pensiero che viene in mente alla fine del film; per [...] Vai alla recensione »

sabato 21 luglio 2018
diskol88

non convenzionale storia filmica e del cinema, rambo, il milite addestrato per qualsiasi situazione e missione, uno di quei sopravvissuto ovunque che si sono buttati giù dal dirupo pur di scappare immemore al perfido sceriffo e la sua cricca, buonasera, che volevano braccarlo per un pasto al sacco e porre i saluti a un amico, cucita la ferita, indossato il sacco stravagante emana un grido [...] Vai alla recensione »

lunedì 9 luglio 2018
rascianvefettelilruss

storia narrata e rinarrata, il combattente della steppa, jey rambo corre in salita un paesino desertico mentre vuol fare un salutino a un   compagno di combattimento nel vietnam lo importuna aggressivo lo sceriffo del paese, il milite estrapola le sue tecniche rantolanti di battaglia e manda lo sceriffo nonchè i suoi scagnozzi, a casa loro, rambo con velenosità ne elimina qualcuno, [...] Vai alla recensione »

lunedì 17 aprile 2017
veciopicio.tek

Un macchinario bellegerante umano prospiciente la strada sembra dirigersi nelle vicinanze di un paesello all'apparenza ospitale, rambo sa di, essere unico sopravvissuto della squod, corvo canaglia e pincopallino, dirà al walkie talkie col colonnello, sono deceduti, dopodichè d'un tratto compare lo sceriffo, dal ghigno pelvico e l'espressione raccapricciante dicendo a [...] Vai alla recensione »

mercoledì 6 aprile 2011
Giordy.91

sabato 9 aprile 2011
fra007

dopo il primo rocky rimane l'ultima decente interpretazione di Stallone. Un film che ruota intorno ai muscoli di stallone. Diede inizio a un vero e proprio movimento, i rambisti! esseri repressi, scioccati dalla tv, in preda a deliri e psicosi di violenza.

sabato 10 aprile 2010
Donnie Brasco

Se ti posso suggerire, mi è sembrata patetica la sceneggiata finale, dove lui piange come un bimbo, dopo aver distrutto un' intera cittadina!

Frasi
Dio potrebbe aver pietà… lui no!
Una frase di Il colonnello Trautman (Richard Crenna)
dal film Rambo - a cura di Gian
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Stefano Reggiani

Non voglio far del male a nessuno, ho combattuto in Vietnam e ho ricevuto dal Congresso degli Stati Uniti la medaglia dell'eroe, ma adesso voi mi trattate come un vagabondo, vi faccio ribrezzo e un po' paura; uno sceriffo sanguinario decide di cacciarmi dalla sua contea, mi pesta di botte e io gli dichiaro guerra, a lui e alla sua città così per bene, gli faccio vedere che cosa ho imparato nella giungla [...] Vai alla recensione »

Dario Zonta
L'Unità

Ogni volta che esce un nuovo Rambo, questo è il quarto, viene in mente l'aneddoto sulla nascita del nome del solitario veterano del Vietnam. Racconta Davide Morrel, autore del romanzo Primo sangue, da cui fu tratto il film, che Rambo è la storpiatura americana, meglio la particolare pronuncia, di Rimbaud, poeta francese, qui nome del protagonista. Quanta inutile e poetica ascendenza per un eroe sanguinario [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati