Advertisement
I Grandi Festival arrivano a Roma. L'obiettivo? Ripopolare e ridare un impulso vitale forte alle sale

Dal 23 settembre al 2 ottobre 2022 cinquantasette film da Venezia, Cannes e Locarno arriveranno nelle sale cinematografiche della Capitale e del Lazio con la missione di valorizzare l'importanza dell'esperienza della condivisione collettiva di fronte al grande schermo.
di Claudia Catalli

martedì 20 settembre 2022 - Festival

Cinquantasette film arriveranno nelle sale cinematografiche di Roma e del Lazio grazie alla rassegna “I GRANDI FESTIVAL (Cannes, Locarno e Venezia) a Roma e nel Lazio”, dal 23 settembre al 2 ottobre 2022. L'obiettivo è chiaro e dichiarato: ridare un impulso vitale forte alle sale cinematografiche, valorizzando l'importanza dell'esperienza della condivisione collettiva di fronte al grande schermo.

Così il presidente ANEC Lazio Leandro Pesci: "Le sale stanno soffrendo come nessun altro settore in Italia. Occorre da una parte ricostruire e riformare un pubblico che andava e andrà al cinema, perché siamo convinti che il cinema non morirà mai. Dall'altro ci dobbiamo rinnovare e migliorare a livello di sale e di produzioni. Con questa rassegna porteremo i film anche in alcune città della provincia laziale, sempre con l'obiettivo di ridare nuova vita alle sale".

Conferma Giovanna Pugliese, delegata cinema presidenza Regione Lazio: "Questa rassegna riparte in un momento importante e delicato. Abbiamo tante sfide da affrontare, tra cui quella della centralità della sala che per noi è il cuore pulsante di tutto. Abbiamo erogato tre milioni di euro a cinema, teatri e librerie proprio per la loro rigenerazione. La regione Lazio è la regione leader del cinema per finanziamenti e attività, felice che 'I Grandi Festival' si inserisca in un periodo che va dalla Mostra di Venezia fino alla nostra Festa del cinema di Roma". Annuisce e prende la parola Gian Luca Farinelli, presidente della Fondazione Cinema per Roma: "Rinasce questa storia d'amore che tutti vogliamo che rinasca con il cinema, senza mascherine e distanziamenti. Sarà l'occasione per rivedere i grandi film che poi continueranno con il nostro Festival".

I film prescelti per I grandi festival, proiettati in originale con sottotitoli in italiano, provengono dalla 79esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, dal 75esimo Locarno Film Festival e dal 75esimo Festival di Cannes.

Francesco Ranieri Martinotti, presidente Associazione Nazionale Autori Cinematografici, sottolinea il continuativo legame degli autori con festival e sale: "Quest'anno l'Anac compie 70 anni. Il Cinema Farnese è stato completamente ristrutturato e il 24 settembre inaugureremo lì il programma riguardante le Giornate degli Autori, tra cui
Bentu di Salvatore Mereu e Padre Pio di Abel Ferrara, ma anche il film che ha vinto il premio Valentina Pedicini, Blue Jean di Georgia Oakley, e Le Favolose di Roberta Torre". Altri nomi attesi durante la rassegna sono Giulia Amato, Valentina Bertani, Mario Canale, Corrado Ceron, Daniele Ciprì, Greta De Lazzari, Antonello Matarrazzo, Salvatore Mereu, Emanuela Piovano, Vincenzo Pirrotta, Jacopo Quadri, Paolo Virzì e Rossano Vittori.

Ad introdurre il programma relativo alla Settimana della Critica pensa la Fiduciaria del Gruppo Regione Lazio del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani Anna Maria Pasetti: "Per il primo anno noi della Settimana della Critica abbiamo una casa a Roma, lo spazio Scena. Abbiamo il 90% del programma presentato a Venezia dei lungometraggi, più tutti i cortometraggi che proietteremo il 24 settembre in presenza dei registi". Altro evento speciale sarà il Premio Inclusione Edipo Re, con
Silvia Jop e i giurati Filippo Timi, Elena Stancanelli e Chiara Civello pronti a conferirlo al film Saint Omer di Alice Diop.

Da Cannes arriva invece la Palma d'oro per la miglior attrice
Holy Spider di Ali Abbasi, mentre Giona Nazzaro, direttore del Locarno Film Festival, introduce così la sua selezione: "Siamo orgogliosi di partecipare con alcuni nostri film tra cui il Pardo d'oro Regra 34 di Julia Murat e il Premio speciale della giuria Gigi la legge di Alessandro Comodin. I festival sono l'evento per eccellenza, frequentati dagli specialisti al grande pubblico. Le sale stanno soffrendo e la situazione inquieta tutti noi, il paradosso è che raramente la filiera del cinema è stata tanto sotto pressione quanto la qualità dei film che si vedono, nei festival e non solo, è alta".

I costi dei biglietti sono di 7 euro l’intero e 6 il ridotto, con la possibilità di una Fidelity Card che garantisce un ingresso omaggio ogni cinque biglietti acquistati. Info: aneclazio.com

 


news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati