Italiano medio

Acquista su Ibs.it   Dvd Italiano medio   Blu-Ray Italiano medio  
Un film di Marcello Macchia. Con Marcello Macchia, Luigi Luciano, Enrico Venti, Lavinia Longhi, Barbara Tabita.
continua»
Comico, durata 90 min. - Medusa uscita giovedì 29 gennaio 2015. MYMONETRO Italiano medio * * * - - valutazione media: 3,19 su 117 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,19/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * 1/2 -
Dopo il successo di "Mario - Una serie di Maccio Capatonda", giunta alla sua seconda stagione, Marcello Macchia porta al cinema la sua comicità.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un esercizio sulle contraddizioni del nostro Paese, una parabola comica sulla parte trash di ognuno di noi
Paola Casella     * * * - -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Giulio Verme reagisce fin da piccolo all'appiattimento dei genitori sui non-valori televisivi con una preoccupazione insistente per l'educazione civica e l'ambiente, ma il suo atteggiamento integralista lo confina ad un lavoro di smistamento rifiuti, che conferma la sua "tormentosa consapevolezza del lerciume che ci circonda". Anche il rapporto con la fidanzata Franca è logoro: lei lamenta che lui parli molto e concluda poco (e siccome siamo in un film di Maccio Capatonda, fenomeno mediatico politically incorrect, la metafora che usa Franca è assai più greve). Poiché "fra il dire e il fare c'è di mezzo il male", il cittadino modello Giulio cederà ad una tentazione banale: assumere una pasticca, fornitagli dall'amico Alfonzo, che dovrebbe aiutarlo ad usare ben più di quel 20% del proprio cervello accessibile agli esseri umani. Peccato che Alfonzo gli allunghi una pillola che riduce il suo 20% a un misero 2%, trasformando il Verme in un egoista lascivo e sfrenato che pensa solo al sesso, ai vizi e al proprio tornaconto. Un italiano medio, insomma, giacché l'assunto di Maccio Capatonda è che vent'anni di dominio incontrastato della televisione commerciale abbiano ridotto al 2% il cervello della maggioranza dei cittadini della Penisola.
Italiano medio è un esercizio sulle contraddizioni del nostro Paese che trova il suo coronamento ironico nella distribuzione del film stesso, ad opera di Medusa. Ciò nonostante il lungometraggio di esordio di Capatonda, al secolo Macello Macchia, possiede una sua coerenza interna che si esprime in termini di tono, spinto all'eccesso fin dalla prima scena, e di contesto, quello satirico che si nutre di paradossi e parodie. Macchia attinge infatti a piene mani dal cinema di cui ha fatto infinite caricature, in primis quel Fight Club citato esplicitamente in (almeno) una scena ma che sottende l'intera narrazione, per continuare con Arancia Meccanica, Hunger Games e, ovviamente, Limitless. Del resto la commedia inizia con un ciclo di lavatrice, metafora del modo con cui il regista-sceneggiatore-attore-montatore "frulla" la cultura pop del nostro tempo in cerca di una sua forma espressiva originale. E in Italiano medio la trova: volgare, corrotta, iconoclasta, isterica, lunare - come l'Italia di oggi, insomma.
Il bestiario c'è tutto: docenti universitari decrepiti e vicine zoccole, Grandi Fratelli e Mastervip, calciatori e veline, complottisti e vegani, disoccupati che mendicano una password per tornare a galla e precari disposti a fare i tassisti, i piazzisti, i testimoni di guru improvvisati, e ci sono anche i guru improvvisati, le pacifiste violente e i cumenda senza scrupoli alla Ruggero De Ceglie: ma la pietra cinematografica di paragone non sono I soliti idioti, perché qui la volgarità non è mai fine a se stessa e non c'è compiacimento autoreferenziale. Piuttosto, c'è l'indignazione ironica del Nanni Moretti prima maniera, quello di Io sono un autarchico, mixata con l'irriverenza comica postmoderna di Checco Zalone.
In Italiano medio ci sono attori di comicità clownesca e di segreta dolcezza come Luigi Luciano (alias Herbert Ballerina) e Barbara Tabita, e c'è il talento pirotecnico di Maccio Capatonda, omino buffo vagamente ripugnante capace di creare macchiette spassose, giochi di parole esilaranti, qui pro quo fuori di testa. Capatonda è esattamente l'antieroe tragicomico che ci meritiamo, in questi tempi scellerati.
Il Macchia regista (assistito da Paolo Massari) da un lato si attiene ai dialoghi campo-e-controcampo e alle riprese elementari, dall'altro lavora di montaggio (con un veterano come Giogiò Franchini) e controllo del colore per velocizzare la storia, e soprattutto lavora alla storia stessa (insieme al suo team di cosceneggiatori) evitando quello che sarebbe stato il rischio maggiore: inanellare una serie di gag senza creare un percorso narrativo degno di questo nome. Il percorso narrativo invece è chiaro, e accresce la comicità per accumulo - prova ne è che le scene del film, isolate su Youtube, non sono altrettanto efficaci, mentre nel film raggiungono l'effetto valanga. Anche i personaggi importati dalla Rete vengono incanalati efficacemente nel contesto filmico, rimanendo "rimandi ad altro", non riassunti incompleti di un universo parallelo.
Italiano medio è una parabola comica sulla parte trash di ognuno di noi in lotta titanica con la propria parte decorosa, una denuncia degli integralismi come delle derive qualunquiste, una galleria di mostri contemporanei e di quotidiane nefandezze, di cui ridere senza mai potersene chiamare fuori, in quanto italiani medi.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
ITALIANO MEDIO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Infinity
* * * * -

Dirompente

venerdì 30 gennaio 2015 di Rolando7

Certo, probabilmente Italiano Medio è un film imperfetto, con qualche caduta di tono e di ritmo qua e là. Però, al confronto delle tante commedie melenso-buoniste-fotocopia che ormai ci vengono proposte in dosi massicce, il film di Maccio Capatonda è una ventata di aria fresca e salutare, un sasso nello stagno paludoso del cinema italiano. Chi, attraverso il web e la tv, ha avuto modo di conoscere e apprezzare Maccio e i suoi compari, non potrà continua »

* * * * -

Un filmaccio bipomario

venerdì 30 gennaio 2015 di Edgar Pironti

L'esperimento di Maccio Capatonda convince. Il protagonista Giulio Verme oscilla tra due personalità passando dall'essere il più pignolo degli ambientalisti (la cui energia rivoluzionaria è tuttavia degenerata in polemica sterile) al menefreghista superficiale e incontenibile (che nonostante gli impulsi distruttivi riesce ad essere più concreto della sua nemesi). Non è solo il protagonista a muoversi sul filo che divide due opposti, il registro stesso del film, infatti, oscilla tra dialoghi non continua »

* * * * -

La migliore comicità italiana post moderna

domenica 1 febbraio 2015 di LucaGuar

Capire Maccio Capatonda non è da tutti. La sua comicità è talmente caricaturata ed estremizzata che sfocia talvolta in una sottigliezza di fondo che l'italiano medio (appunto) può non comprendere ed apprezzare. A mio parere questo primo film del comico abruzzese è un vero e proprio schiaffo alla comicità post moderna italiana prestampata, totalmente inconsapevole e schiava di sè stessa, la comicità dei cinepanettoni e delle volgarità continua »

* * * * *

Un tipo di commedia antico e sempre nuovo

sabato 31 gennaio 2015 di evilwithin

Un Maccio profondamente sincero, per un tipo di commedia che avevamo dimenticato. Impossibile, specie per chi conosce l'opera di Maccio Capatonda, non stupirsi almeno un po' di fronte al suo primo film. Che riesce, ancora una volta, ad essere qualcosa di diverso da quanto fatto da lui finora, pur non risparmiando numerosi riferimenti e omaggi ai suoi trailer e personaggi più famosi. Chi temeva, magari avendo appena visto la serie "Mario", di trovarsi davanti un fil ricco di gag e scenette ma continua »

Giulio Verme
A me che me ne frega a me
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
maccio
"Ti ammazzo la testa!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Giulio Verme
"Sai cosa si butta via del porco? Il pane!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Italiano medio

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 10 giugno 2015

Cover Dvd Italiano medio A partire da mercoledì 10 giugno 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Italiano medio di Marcello Macchia con Marcello Macchia, Luigi Luciano, Enrico Venti, Lavinia Longhi. Distribuito da Warner Home Video. Su internet Italiano medio (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Italiano medio

APPROFONDIMENTI | Italiano medio riporta al cinema una critica di costume feroce.

Maccio Capatonda è il nuovo Fantozzi

mercoledì 28 gennaio 2015 - Gabriele Niola

Maccio Capatonda è il nuovo Fantozzi L'arrivo in sala di Italiano medio questa settimana riporta al cinema l'umorismo utilizzato per fare critica di costume feroce e senza pietà, tutte funzioni alle quali la sala aveva smesso di assolvere da diversi anni. A farsi carico dell'impellenza di gettare uno sguardo spietato sulla realtà, di prenderla in giro senza nessuno bonarietà o gentilezza, sono stati per certi versi (piccoli) la televisione e la rete, due mezzi in cui è prima nato e poi cresciuto Maccio Capatonda che ora trasferisce sul grande schermo la sua visione del mondo.

   

Bravo Maccio quante trovate

di Alessandra Levantesi La Stampa

Per gli ignari, che devono essere pochi, Marcello Macchia (alias Maccio Capatonda) è un trentacinquenne abruzzese che spopola fra tv e web mettendo alla berlina in vignette surreal-grottesche usi e costumi dell'Italiano medio. Come il Giulio Verme del suo film d'esordio che, in reazione a genitori patiti di tv spazzatura, è cresciuto nell'ascetico impegno di essere un virtuoso, seppur frustrato, cittadino. Finché una pillola, riducendo il suo quoziente intellettuale al 2 per cento, lo trasforma in un maschio protervo, tutto rutti, peti e sesso. »

Italiano medio: ma si ride?

di Adriano De Grandis Il Gazzettino

Nell'inevitabilità di portare al cinema qualsiasi comico che abbia avuto un successo smodato in tv, ecco puntuale il Giulio Verme di Capatonda-Macchia, con la sua critica alla tv che destabilizza le menti (in enorme ritardo, lo era già Garrone con "Reality", figuriamoci questo), con i suoi giochi di parole e i nomi storpiati (ma era meglio Frassica 20 anni fa), con la sua ambiguità di fondo (l'alternativa qual è: quella avvilente dei mobili di cartone e della vita grigia?), con tocchi improvvisamente surreali (il bambino lanciato lo faceva Raimondo Vianello 50 anni fa), con quel titolo (alla Blob) dove Ano spicca, con qualche tocco perfino di ambizione (Jekyll/Hyde) che fa colpo. »

di Federico Pontiggia Il Fatto Quotidiano

Un film di Bruno Liegibastonliegi, con Brad Pitt, ah no, scusate". Maccio Capatonda (Marcello Macchia) esordisce al cinema, da regista, sceneggiatore, attore protagonista, montatore, insomma, o la va o si spacca. Crediamo la prima, la traduzione sul grande schermo non sacrifica il Maccio surreale, cazzaro, stralunato e straniante che conosciamo, quello di Mario su Mtv per intenderci: Italiano medio è un film, come già successo a Checco Zalone, non ai Soliti idioti, decisamente no a Pio & Amedeo. »

Maccio Capatonda dr Jekyll e mr Hyde della comicità demenziale

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Marcello Macchia alias Maccio Capatonda è la dimostrazione di come si arrivi al cinema comico da provenienze mutate rispetto al passato. Pubblicitarie e televisive ma soprattutto il web dove Maccio Capatonda ha trovato la sua affermazione. Il suo personaggio vive un violento sdoppiamento. Un Jekyll ossessivamente dedito alla predicazione della correttezza soprattutto in materia ambientale e un Hyde che, trovato il modo di vivere usando soltanto il due per cento del proprio cervello (che è l'idea comica centrale), libera la bestia che è dentro di lui e se la gode senza la minima remora. »

Italiano medio | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Paola Casella
Pubblico (per gradimento)
  1° | rolando7
  2° | lucaguar
  3° | edgar pironti
  4° | krant
  5° | evilwithin
  6° | 1234567890987654321
  7° | lollixo
  8° | miranbaricic
  9° | barone16
10° | storie di cinema
11° | aristoteles
12° | pilota54
13° | andrejuve
14° | giusepped88
15° | enzo70
16° | enrico danelli
17° | giacomo95
18° | noa84
19° | nunzietta
20° | evildevin87
21° | shagrath
22° | wounded knee
23° | ste.ve
Trailer
1 | 2 |
Backstage
1 |
Link esterni
Facebook
Twitter
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 29 gennaio 2015
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità