Irrational Man

Acquista su Ibs.it   Dvd Irrational Man   Blu-Ray Irrational Man  
Un film di Woody Allen. Con Jamie Blackley, Joaquin Phoenix, Parker Posey, Emma Stone, Meredith Hagner.
continua»
Titolo originale Irrational Man. Thriller, Ratings: Kids+13, durata 96 min. - USA 2015. - Warner Bros Italia uscita mercoledì 16 dicembre 2015. MYMONETRO Irrational Man * * * - - valutazione media: 3,28 su 77 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,28/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * * - -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Il film è il quarantaseiesimo lavoro di Woody Allen ed è l'ottava collaborazione con la Sony Pictures Classics.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Woody Allen ripete un po' se stesso e torna a focalizzarsi sulla morte come estrema ir-ratio per liberarsi o liberare altri dai problemi
Giancarlo Zappoli     * * * - -

Abe Lucas, professore di filosofia ormai privo di qualsiasi interesse per la vita, si trasferisce nell'Università di una cittadina. Preceduto da una fama di seduttore incontra la collega Rita Richards che cerca di attrarlo a sé per mettersi alle spalle un matrimonio fallito. C'è però anche la migliore studentessa del corso, Jill Pollard, che subisce il suo fascino e progressivamente gli si avvicina. Un giorno i due ascoltano, del tutto casualmente, la disperata lamentela di una madre che si è vista togliere la tutela di un figlio da parte di un giudice totalmente insensibile a qualsiasi esigenza umanitaria. Abe, in quel preciso momento, sente di poter fare qualcosa per quella donna e, con questo, di poter ridare un senso alla propria vita.
Dopo le atmosfere retrò di Magic in the Moonlight Woody Allen torna a un presente che lui vede come eternamente ritornante perché ciò che riguarda il rapporto dell'essere umano con la propria esistenza può mutare nelle sue manifestazioni ma resta essenzialmente uguale. Da sempre Woody ci ricorda che Dio è morto, Marx è morto e anche lui si sente (esistenzialmente) poco bene. I suoi personaggi sono testimonial di questo suo profondo disagio a proposito del quale non smette mai di interrogarsi.
La vita non ha senso e, per cercare di attribuirgliene uno o almeno per non ricordarselo troppo spesso è necessario 'distrarsi'. Per lui la distrazione è fare cinema. Per Abe potrebbe essere la filosofia di Kant, di Kierkegaard e di tutti i pensatori le cui aporie sa illustrare con abilità ai suoi studenti. Il problema consiste però nel far aderire la teoria alla realtà. È allora che nascono i problemi perché un mondo kantiano privo della seppur minima menzogna sarebbe l'ideale ma comporterebbe, ad esempio, la denuncia della famiglia Frank dinanzi a una precisa domanda dei nazisti.
Che fare allora quando l'altro sesso ti desidera ma tu non lo desideri più? Quando tutto ti appare come ormai privo di valore tanto da non temere una roulette russa? Forse allora ti trovi a dare ragione al Sartre che denuncia che "l'inferno sono gli altri" e individui nell'idea di fare del bene compiendo il male l'occasione per riprendere in mano la tua vita. La morte sembra diventare non più la signora con la falce di Amore e guerra ma uno strumento per risolvere le conflittualità. Abe ha dietro di sé una serie di partecipazioni ad attività umanitarie che gli hanno comunque lasciato il vuoto dentro perché gli sembra non abbiano portato a un vero cambiamento. Il suo bisogno di lasciare un segno lo accompagna in fondo da sempre. Tutto il resto gli appare come superficiale. Dopo Crimini e misfatti, Sogni e delitti e Match Point Allen torna a focalizzarsi sulla morte come estrema ir-ratio per liberarsi o liberare altri dai problemi. Aveva trattato il tema anche con il piacere della commedia raffinata in Pallottole su Broadway. Vede anche tornargli utile l'escamotage della casualità dell'ascolto che aveva avuto i suoi effetti comici in Tutti dicono I Love You e profondamente sconvolgenti in Un'altra donna. Questo significa che Woody si ripete? Forse sì ma lo fa come accade con la vita di tutti i giorni che a volte ci propone gli stessi quesiti chiedendoci, col passare degli anni, di ripensare le risposte. In modo più o meno razionale e tenendo conto delle conseguenze. Che, nell'universo alleniano, non possono comunque mai sfuggire a una valutazione morale.

Premi e nomination Irrational Man MYmovies
Incassi Irrational Man
Primo Weekend Italia: € 668.000
Incasso Totale* Italia: € 3.232.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 17 gennaio 2016
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
51%
No
49%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * -

Woody allen e la filosofia della vita

venerdì 25 dicembre 2015 di maopar

 IRRATIONAL  MAN   Farò una citazione che potrebbe  svilire i  magnifici dialoghi che avvengono  tra un professore di filosofia e i suoi Allievi   di una prestigioso  college…” la filosofia è quella cosa che con la quale e senza la quale si  rimane tale e quale”… questo ritornello che studenti  liceali di molti decenni fa ripetevano quando i concetti di filosofia risultavano indecifrabili … continua »

* * * * -

La creatività artistica dell'omicidio

giovedì 24 dicembre 2015 di SamueleMei

Woody Allen si ripete, Woody Allen è tornato, Woody Allen colpisce ancora! Ė solo questione di punti di vista! Ciò che conta è che “Irrational man” tiene gli spettatori con il fiato sospeso, incollati allo schermo: il maestro newyorkese ha colto nel segno. Questa volta si comincia con un silenzio surreale; i classici titoli di testa sono scanditi soltanto dallo sciabordare delle onde del mare che si infrangono su una scogliera. Quindi attacca il ritmo incalzante di “The 'In' Crowd”, vero leit-motiv continua »

* * * - -

Larealtà ha ragioni che la filosofia non comprende

mercoledì 16 dicembre 2015 di maynardi araldi

Elementi costitutivi: acqua-fuoco-aria-terra, dell’antico Anassimene, rimangono gli stessi anche per Woody Allen. La base della Vita. La base dei suoi film. Traducendosi, cinematograficamente, nell’implacabilità del Caso. Nella soggettività del significato. Nei fraintendimenti dell’amore. Nei delitti e magari forse (non si sa….) nei castighi. “La ragione è condannata a porsi degli interrogativi ai quali non sa rispondere” ammonisce Kant. E continua »

* * - - -

Woody allen parte col piede giusto, ma poi?

martedì 29 dicembre 2015 di ElPaneZ

NO SPOILER: Conosciamo tutti Woody, quindi non mi metterò a giudicare questo film per la somiglianza che ha con gli altri poiché il suo cinema potrebbe essere considerato quasi un genere a se stante. Irrational Man è un film che inizialmente parte col piede giusto, con buonissimi presupposti, con una trama interessante che scava dentro il pensiero di un uomo finito e depresso. La regia non l’ho trovata buona, durante il film si ha il disorientamento del tempo, continua »

Abe Lucas
L' ansia è la vertigine della libertà
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Abe Lucas
Di cosa stiamo parlando allora? Moralità, scelta, casualità, estetica?
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Abe Lucas
"Kant diceva che la ragione umana è turbata da domande che non riesce a ignorare ma a cui non riesce a dare una risposta.
Quindi di cosa stiamo parlando? Moralità? Scelta? La casualità della vita? Estetica? Omicidio?"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Irrational Man

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 11 maggio 2016

Cover Dvd Irrational Man A partire da mercoledì 11 maggio 2016 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Irrational Man di Woody Allen con Emma Stone, Joaquin Phoenix, Parker Posey, Jamie Blackley. Distribuito da Warner Home Video. Su internet Irrational Man (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Irrational Man

FOCUS | Con un "delitto senza castigo" finale Irrational Man sarebbe stato un film più alleniano. Di Pino Farinotti.
Vai all'articolo

Questa volta potevi fare meglio

domenica 3 gennaio 2016 - Pino Farinotti

Woody, questa volta potevi fare meglio Il titolo naturalmente è provocatorio ma possiede una sua logica. Irrational Man, nelle sale in questi giorni, non è stato bene accolto dalla critica. È una novità, direi quasi un precedente. Dunque sono andato a vederlo con un pregiudizio inconscio, e curioso della novità. Dopo la prima ora mi sono detto che i critici avevano sbagliato, era il solito Allen, intelligente, imprevedibile, profondo con leggerezza. Insomma l'amico di sempre. Alla fine del film anch'io ero perplesso e, quasi, mi adeguavo al giudizio generale.

   

FOCUS | Il suo cinema è riconoscibilissimo, i suoi temi noti, la sua intelligenza pazzesca. Con Irrational Man è in sala dal 16 dicembre.
Vai all'articolo

E se i film di woody allen fossero un genere?

lunedì 21 dicembre 2015 - Roy Menarini

E se i film di Woody Allen fossero un genere? C'era una volta un autore, Woody Allen, in grado di cambiare per sempre la comicità americana, e non solo quella di cultura ebraica. Firmò alcuni capolavori della New Hollywood, poi la sua commedia malinconica e intellettuale, capace di raccontare New York e un'intera classe socioculturale, fu copiata spudoratamente da centinaia di registi e produttori. Allen proseguì la sua carriera, non saltando mai un anno di uscita, girando con una regolarità mostruosa, un film dietro l'altro, senza mostrare di bloccarsi di fronte a rovesci personali, scandali biografici, problemi di salute, matrimoni, divorzi, lutti, oltre che mutamenti dell'America e del mondo, terremoti nell'industria del cinema, trasformazioni tecnologiche e mediatiche.

   

CELEBRITIES | Figura carezzevole, volto candido e bocca corallo, è la fanciulla in cerca di (im)morali lezioni di vita in Irrational Man. Al cinema.
Vai all'articolo

La nuova musa di woody allen

sabato 19 dicembre 2015 - Marzia Gandolfi

Emma Stone, la nuova musa di Woody Allen Dotata di una grazia diafana e di un robusto temperamento comico, Emma Stone è la nuova musa di Woody Allen che la recluta per la seconda volta e la nomina erede di Diane Keaton. Cresciuta nel deserto caldo e conservatore dell'Arizona, supera sul palcoscenico del liceo le crisi di panico e si trasferisce a Los Angeles per realizzare il suo destino di attrice. Larghi occhi verdi e ruggine sulla voce, Emma Stone debutta nella commedia demenziale (Suxbad - 3 menti sopra il pelo) a cui presta la propensione ludica e la lampeggiante cattiveria che innamora Jonah Hill.

   

Il tributo di Woody a Gide, Arendt Dostoevskij e Sartre

di Roberto Nepoti La Repubblica

Ultimamente Woody Allen sembra in difficoltà a provare simpatia per i suoi protagonisti. Se a Cate Blanchett, nel "title role" di Blue Jasmine, non risparmiava nulla, anche l'eponimo Irrational Man del film presentato quest'anno a Cannes è vittima di una demolizione perpetrata, quasi scientificamente, sotto l'insegna del cinismo. Abe Lucas, professore di filosofia, arriva all'università di Newport preceduto dalla fama d'intellettuale impegnato e affascinante; in realtà è un uomo frustrato, alcolizzato e depressivo, perseguitato dalla fatica di esistere. »

Woody e la filosofia del delitto perfetto

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Da anni tentiamo di costruire un'impossibile classificazione dei film di Woody Allen, abilissimo nello scompigliare generi e categorie, dividendoli in comici e musicali, drammatici e polizieschi, autobiografici o del tutto bislacchi, come accade quando il grande umorista è in vena di omaggi, eccetera. Ma forse bisognerebbe introdurre un nuovo criterio, distinguendo tra i film in cui Woody è pronto a tutto per compiacere e rassicurare (il che non esclude gioielli come Manhattan). E quelli in cui invece se ne infischia, anzi sembra quasi sconcertare di proposito la platea, non solo per le storie stridenti e i personaggi al limite, ma per l'esecuzione svelta e spigolosa, come certi quadri non finiti che esigono osservatori attenti e disponibili, ma spesso si rivelano più importanti delle opere maggiori. »

di Anna Maria Pasetti Il Fatto Quotidiano

Il famoso prof di filosofia Abe Lucas (Phoenix) è in crisi esistenziale: trasferitosi dall'insegnamento accademico a quello liceale di provincia, vi trova il corteggiamento di una collega divorziata (Posey) e lo stimolo intellettuale di una brillante studentessa (Stone). Finché una notizia di cronaca non gli riapre orizzonti di vivacità che gli mutano completamente la visione del mondo. Il neo ottantenne Woody Allen ci offre per la 45ma volta "in lungo" la sua instancabile voglia di raccontare le idiosincrasie dell'umana specie con un ammonimento: mai fidarsi fino in fondo della propria ratio. »

Morte e rinascita, così Woody Allen torna al delitto

di Alessandra Levantesi La Stampa

È stato accolto in modo controverso l'ultimo film di Woody Allen, in occasione della sua presentazione a Cannes: qualcuno ha scritto che Irrational Man, per l'idea, la sceneggiatura, l'interpretazione si situa fra le opere migliori realizzate dal maestro newyorkese negli ultimi tempi; altri hanno parlato di una stanca riproposizione di spunti utilizzati in passato con altro ritmo e in maniera più coerente e organica. In effetti, di fronte a un protagonista che commette un omicidio non si può non pensare a Crimini e misfatti, a Match Point o a Sogni e delitti, che sono poi tutte variazioni sui temi dostoevskiani di Delitto e Castigo. »

Irrational Man | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | maopar
  2° | samuelemei
  3° | alex2044
  4° | maynardi araldi
  5° | maumauroma
  6° | no_data
  7° | mauridal
  8° | cpettine
  9° | oldboy muzza
10° | cristiana sorrentino
11° | maurizio meres
12° | gpistoia39
13° | andyzerosettesette
14° | cleme85
15° | dejan t.
16° | nino pell.
17° | giampituo
18° | flyanto
19° | enzo70
20° | martinlutero
21° | alex62
22° | elpanez
23° | vanessa zarastro
24° | miguel angel tarditti
25° | silvia d'ecclesiis
26° | goldy
27° | eugenio
28° | gaiart
29° | andrejuve
30° | dhany coraucci
31° | no_data
32° | no_data
33° | casval
34° | filippo catani
35° | franci9292
36° | francesca romana cerri
37° | maria antonietta tomassetti
38° | nanni
39° | enrico danelli
40° | vipera gentile
41° | isin89
42° | felipito
43° | deadman
44° | no_data
Rassegna stampa
Claudio Trionfera
Trailer
1 | 2 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
mercoledì 16 dicembre 2015
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità