Unbroken

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Unbroken   Dvd Unbroken   Blu-Ray Unbroken  
Un film di Angelina Jolie. Con Jack O'Connell, Domhnall Gleeson, Garrett Hedlund, Finn Wittrock, Jai Courtney.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 130 min. - USA 2014. - Universal Pictures uscita giovedì 29 gennaio 2015. MYMONETRO Unbroken * * - - - valutazione media: 2,39 su 44 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,39/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * - - - -
 critica * 1/2 - - -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Angelina Jolie, al suo secondo lavoro da regista, dirige la storia dell'atleta olimpionico ed eroe di guerra americano Louis Zamperini.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Centotrentasette minuti che esibiscono gli effetti perversi del male, impotente davanti all'invincibile protagonista
Marzia Gandolfi     * - - - -

Louis Zamperini è un campione di mezzofondo americano. Figlio di italiani immigrati e corridore olimpico alle Olimpiadi di Berlino del 1936, quattro anni dopo Zamperini viene reclutato nell'Aviazione come bombardiere. Nel 1942, durante una missione di recupero sull'Oceano Pacifico, il suo B-24 precipita rovinosamente, dimezzando il suo equipaggio. Sopravvissuto insieme a due commilitoni, Zamperini resiste in mare per quarantasette giorni, cibandosi di pesce crudo e schivando i colpi delle mitragliatrici aeree giapponesi. Recuperato dalla marina nemica viene condotto in un campo di prigionia, dove diventa presto ostaggio del sadismo di Watanabe, un sergente perverso col vizio del bastone e dell'umiliazione. Dovranno passare ancora due lunghi anni prima che Zamperini riacquisti la libertà, tornando in Patria e dai suoi cari.
Sulla carta, Unbroken prometteva davvero bene: la sceneggiatura di Joel e Ethan Coen, la fotografia di Roger Deakins (Fargo, Fratello, dove sei?, Non è un paese per vecchi), la musica immediatamente riconoscibile di Alexandre Desplat, la storia incredibile di un uomo che l'odissea della Seconda Guerra Mondiale trasforma in eroe, l'impegno civile di Angelina Jolie, la più celebre di tutte le ambasciatrici di buona volontà. Sullo schermo si rivela invece un biopic grottesco, meglio, la storia di un martirio grottesco consumato durante la Seconda Guerra Mondiale. Come Nella terra del sangue e del miele, romanzo d'amore sullo sfondo del conflitto civile in Bosnia ed Erzegovina, Unbroken rivisita la Storia attraverso un destino individuale, un racconto 'edificante' orchestrato dentro un film di guerra che abusa dei codici standard del genere. Protagonista di uno dei film più belli e dolenti di Clint Eastwood (Changeling), Angelina Jolie sembra snobbare la rilevanza dell'umano e funebre dittico dell'autore americano (Flags of Our Fathers e Lettere da Iwo Jima). Due film, due fronti e due punti di vista sulla Seconda Guerra Mondiale, che smontano una mascherata collettiva. Nel primo l'eroismo US marketing, nel secondo l'assurdità di una battaglia già persa per i giapponesi, un'ultima battaglia per difendere l'onore disonorandolo. I combattimenti in Flags of Our Fathers e Lettere da Iwo Jima sono messi in scena con il tumulto e il furore necessari, realistici ma mai eccitanti, perché quello che interessa veramente a Eastwood è il rispetto degli individui soprattutto dentro situazioni moralmente estreme.
Diversamente Unbroken crogiola in un esercizio di autocelebrazione nazionale datata e indigesta che oppone ai bravi, belli(ssimi) e coraggiosi prigionieri americani, i soldati giapponesi, tutti ugualmente cattivi, sadici e inumani. Una crudeltà la loro che sfiora la caricatura e ignora le sfumature, producendo in faccia al vessato protagonista l'orribile sergente Watanabe, a cui la Jolie non accorda mai la tregua di un cielo limpido (e malickiano). Agito da un furore cristiano, Unbroken trabocca cliché e violenza gratuita, soprattutto nella seconda parte, quella rinchiusa nei campi di lavoro dove approda il corpo patito di Louis Zamperini, a cui la Jolie fa sopportare, con compiacenza inaudita, un inventario completo di oltraggi.
Percosse, violazioni e torture diventano argomento esclusivo di una biografia che conferma, dopo 12 anni schiavo, un gusto (in)discutibile per il sadismo compulsivo. Centotrentasette minuti che esibiscono gli effetti perversi del male, impotente davanti all'invincibile protagonista, sopravvissuto a un attacco aereo, a un incidente aereo, alla fame e alla sete dentro un gommone alla deriva nel Pacifico, alla prigionia nella jungla, ai campi di lavoro, al gelo delle miniere, alle sevizie di un funzionario militare. Una vita fuori norma quella di Zamperini, a cui Angelina Jolie aggiunge una dimensione cristologica gravosa, come la trave che Jack O'Connell deve sollevare sopra la testa, dentro la 'scena madre' e davanti all'ufficiale di Miyavi, giovane e incisiva star pop-rock nipponica. Adattamento del bestseller di Laura Hillenbrand, "Sono ancora un uomo. Una storia epica di resistenza e coraggio", Unbroken non rende grazia alla memoria di Louis Zamperini, eroe di guerra morto il 2 luglio del 2014. Aveva novantasette anni, più pudore e più fiato della sua pallida agiografia.

Incassi Unbroken
Primo Weekend Italia: € 1.096.000
Incasso Totale* Italia: € 2.257.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 15 febbraio 2015
Primo Weekend Usa: $ 31.748.000
Incasso Totale* Usa: $ 115.602.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 8 marzo 2015
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
44%
No
56%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Unbroken

premi
nomination
Premio Oscar
0
3
* * * - -

Straordinaria storia con buoni spunti

giovedì 29 gennaio 2015 di Viskio

Unbroken film diretto da Angelina Jolie (seconda regia), con sceneggiatura dei fratelli Coen, racconta la straordinaria storia di Louis Zamperini, figlio di emigranti italiani negli Stati Uniti. Il film inizia raccontando di come Louis si avvicini all'atletica, e arrivi a vincere diverse gare che lo portano a partecipare alle Olimpiadi di Berlino del 1936. Alle Olimpiadi si classifica nei 5mila metri all'ottavo posto (Miglior Statunitense), con una buona rimonta nel girone finale, destando l'ammirazione continua »

* * * * -

Zamperini, indistruttibile.

giovedì 29 gennaio 2015 di ashtray_bliss

 Vedere questo film non è una passeggiata. Non è piacevole e nemmeno facile da seguire, scena dopo scena. E' un film cattivo e sporco, a tratti perverso ed esagerato che vorresti interropere a metà o meglio, vorresti prendere la pellicola e modificarla, rendendola più buona, forse buonista, più appetibile e mainstream. Forse la vorresti un pò romantica, dopotutto. Angelina Jolie invece non imboccia la strada facile o quella che le assicurerà continua »

* * * * -

Astenersi perditempo

venerdì 30 gennaio 2015 di [TheWolf]

Inizio questa recensione con una premessa: Unbroken non è un film per tutti. Definito lento, noioso e "grottescamente violento", questo è un film che a molti, abituati come sono al machismo americano, semprerà privo di spinta e mordente. Non ci sono grandi scene epiche di battaglie (eccezion fatta per quelle iniziali) e i dialoghi sono ridotti all'osso, lasciando spazio alle immagini. Unbroken è sottilmente brutale, e sottilmente poetico. La regista continua »

* * * * *

L'attore jack o'connell solleva un film pesante.

giovedì 29 gennaio 2015 di Alessiok

Unbroken è tratto in modo più verosimile che romanzato da la storia vera, molto affascinante e più volte raccontata , di Louise Zamperini,morto purtroppo durante la realizzazione del film . Il protagonista (interpretato dall'attore britannico gia' pluripremiato e  nominato ai BAFTA Jack O'Connell) di origini italiane è un soldato americano che combatte nel fronte aereo con le forze giapponesi,un incidente lo catapulta su un gommone nel pacifico in compagnia continua »

Zamperini's brother
"Una vita di gloria merita un momento di dolore"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Louis Zamperini
"Mio fratello pensava che io potessi fare qualsiasi cosa, che fossi migliore di quello che sono…"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Jack O'Connell
"Se resisto, posso farcela…"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Unbroken oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Unbroken

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 13 maggio 2015

Cover Dvd Unbroken A partire da mercoledì 13 maggio 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Unbroken di Angelina Jolie con Jack O'Connell, Domhnall Gleeson, Finn Wittrock, John Magaro. Distribuito da Universal Pictures. Su internet Unbroken (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 6,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 3,00 €
Aquista on line il dvd del film Unbroken

SOUNDTRACK | Unbroken

La colonna sonora del film

Disponibile on line da lunedì 15 dicembre 2014

Cover CD Unbroken A partire da lunedì 15 dicembre 2014 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Unbroken del regista. Angelina Jolie Distribuita da Parlophone. Su internet il cd Unbroken è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 19,90 €
Prezzo di listino: 22,70 €
Risparmio: 2,80 €
Aquista on line la colonna sonora del film Unbroken

di Federico Pontiggia Il Fatto Quotidiano

Povera Angelina iolie: ce la mette tutta, ma non ce la fa. Parliamo del suo nuovo, il secondo, film da regista, quello per cui è stata ricevuta da Papa Francesco, che per fortuna non l'ha visto: Unbroken, il biopic dell'olimpionico italoamericano apprezzato da Hitler a Berlino '36, poi prigioniero di guerra nelle mani dei giapponesi, l'indomito Louis Zamperini (Jack O' Connell). Unbroken è Vita di Pi, Cast Away, Rambo e altri mille film, senza esserne nemmeno uno. Eppure, non lesina scene scultissime: una per tutte, Louie ha le guance glabre e il pizzetto curatissimo dopo 47 giorni alla deriva nell'Oceano Pacifico, fantascienza? Candidato a tre premi Oscar (fotografia, montaggio e missaggio), è l'ennesima dimostrazione che sommando contributi eccellenti (fotografia di Roger Deakins, musiche di Alexandre Desplat, sceneggiatura (!) dei fratelli Coen) il risultato non cambia: film mediocre, noioso, a tratti incredulo, per altri incredibile, ha un titolo paradossale. »

Unbroken, Jolie di forte tenacia

di Alessandra Levantesi La Stampa

Alla sua seconda regia, Angelina Jolie sceglie di ispirarsi a un best-seller di Laura Hillenbrand che narra una straordinaria storia vera. E si circonda di ottimi collaboratori, affidando il copione a un quartetto di sceneggiatori di firma fra cui i fratelli Coen; e il ruolo protagonista a un emergente attore inglese, Jack O'Connell, che si dimostra all'altezza del compito impersonando con vibrante intensità l'italoamericano Louie Zamperini, mezzofondista olimpionico sopravvissuto a una terribile odissea nel corso della II Guerra. »

Angelina cerca un'idea ma trova solo sadismo

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Un terzo di sogno, un terzo di disillusione con sottotesto mistico, un terzo di inferno. E un vuoto finale che l'orgia di sadismo nei campi di prigionia giapponesi non basta a fugare. Il film che Angelina Jolie ha tratto dalle memorie dell'italoamericano Louis Zamperini, atleta olimpico nella Berlino del '36, bombardiere sul Pacifico durante la Seconda guerra mondiale, e poi lungamente prigioniero dei giapponesi, è un'agiografia che mescola senza criterio e senza una vera idea stili e convenzioni inconciliabili. »

Angelina va alla guerra, ma è disarmante

di Adriano De Grandis Il Gazzettino

Ci sono attori e attrici che pensano di essere come altri colleghi (Eastwood, Sean Penn, Kitano eccetera), ritenendo che la regia sia un approdo possibile. Angelina Jolie è una di queste. Ma la storia (vera) avventurosa, epica e patriottica di Louis Zamperini (antenati veronesi), olimpionico Usa a Berlino '36, naufrago nell'oceano per 47 giorni in piena II Guerra e infine prigioniero dei giapponesi, nello sguardo di questa aspirante regista (che ha una fissa per i teatri di guerra, dopo il suo esordio "Nella terra del sangue e del miele"), diventa un racconto patinato e incolore, senza uno stile preciso e una forza espressiva, ponendo tutto sullo stesso piano, dagli allenamenti sportivi alla battaglia nei cieli, fino al sadismo del campo di prigionia. »

Unbroken | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | viskio
  2° | ashtray_bliss
  3° | [thewolf]
  4° | alessiok
  5° | sir gient
  6° | cate95s
  7° | gabrykeegan
  8° | cinemalove
  9° | giusefusco
10° | donato prencipe
11° | ombri
12° | anglee
13° | jacopo b98
14° | serenaburtondeltoro
15° | alexander 1986
16° | sabrina lanzillotti
17° | gianleo67
18° | lella sabadini
19° | blacksunglasses
20° | vincenzo ambriola
Premio Oscar (3)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 | 3 |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità