Il comandante e la cicogna

Acquista su Ibs.it   Dvd Il comandante e la cicogna   Blu-Ray Il comandante e la cicogna  
Un film di Silvio Soldini. Con Valerio Mastandrea, Alba Rohrwacher, Giuseppe Battiston, Claudia Gerini, Luca Zingaretti.
continua»
Commedia, durata 108 min. - Italia, Svizzera, Francia 2012. - Warner Bros Italia uscita giovedì 18 ottobre 2012. MYMONETRO Il comandante e la cicogna * * 1/2 - - valutazione media: 2,70 su 54 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,70/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
Il regista Silvio Soldini narra la storia di un amore che attraversa le dimensioni, il tempo e la realtà.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Sospeso tra realtà e caroselli fiabeschi, il film di Soldini racconta un'Italia liricamente "perduta"
Marzia Gandolfi     * * * - -

Leo Buonvento è padre premuroso di due adolescenti e vedovo di una consorte in bikini con cui si intrattiene in dialoghi immaginari. Idraulico efficiente, come le caldaie dei suoi clienti la sua vita fa acqua (fredda) da tutte le parti. Diana è una giovane donna insicura col talento dell'arte e la mancanza di 'talenti'. Incalzata da un singolare padrone di casa, cerca i soldi per l'affitto, un committente illuminato e le parole per dire i suoi diritti. Amanzio, sensibilizzatore urbano col vizio dell'esproprio proletario e della merce scaduta, ha lasciato dieci anni prima il lavoro e adesso vive di espedienti, aforismi e affitto, quello sofferto da Diana. Elia, figlio di Leo, è un adolescente introverso, perso dietro domande esistenziali e una cicogna capricciosa in volo su Torino. E a Torino si incroceranno vite e affanni dei protagonisti, commentati dall'alto dal rammarico di Garibaldi, dalla riprovazione di Leonardo, dalle note di Verdi e dalle rime di Leopardi.
Se l'Italia di Marco Bellocchio è profondamente 'addormentata' e in attesa di un risveglio, quella di Silvio Soldini è liricamente 'perduta' come nel libretto di Solera e nella musica di Verdi, che accompagnano il peregrinare fiaccato di cittadini tristemente incantati su se stessi. Inseguendo il grottesco romantico di Pane e tulipani, Soldini converte ancora una volta il caso in occasione e lascia interagire spazi urbani e corpi attoriali in carne e bronzo. Perché attore è pure la statua equestre di Garibaldi sfidata dal marmo inquinato (e poi decollato) del cavalier Cazzaniga, 'incarnazione' del disagio della nazionalità, della decostruzione ideologica e del vizio a trasformare la storia del passato in politica del presente. Sospeso tra realtà e caroselli fiabeschi, Il comandante e la cicogna prova a ricomporre le due anime di un autore che ha merito di (di)versificare lo stile, raccontando di fenomenologie del disagio e praticando la leggerezza e il sorriso. Impossibile sembra invece a Soldini la ricomposizione delle due anime nazionali, quella che coltiva la cultura della memoria alla maniera del padre di Valerio Mastandrea, che elabora e supera il lutto della consorte mantenendone acceso il ricordo su cui fonda la consapevolezza dell'unità familiare, e quella che ne fa scempio come l'avvocato Malaffano di Luca Zingaretti, spia imparruccata di una deficienza costituzionale congenita della cultura politica italiana. E tra i buoni e i cattivi padri della nazione, Soldini inserisce i miti politici (e culturali) collettivi senza i quali non può esserci quell'identità storica che fa dell'appartenenza nazionale una scelta democratica quotidiana, la stessa su cui si arrovella il bronzo di Garibaldi tuonando con la voce di Pierfrancesco Favino. "Membranza cara e fatal", canta a mezza voce il monumento di Verdi a cui, rivolto alla "graziosa luna", replica il busto di Leopardi noverando le "passate cose" che consentono all'uomo continuità e immaginazione. E a chi vuole delegittimare il passato sulla base delle proprie necessità politiche, il fato recide la testa ricorrendo a oggetti magici (il gancio di un braccio meccanico) che all'occorrenza applicano la giustizia o provocano incontri (un polpo in lana cotta, una scatola di rane surgelate). Attraverso uno stile consapevolmente naïf e amabilmente posticcio, dichiarato dalla parrucca nera di Alba Rohrwacher e dal ciglio bianco di Mastandrea, la fiaba di Soldini si perde e si ritrova, mirata dalla cicogna del titolo. Pietosa osservatrice e catalizzatrice di relazioni affettive, Agostina si eleva sopra Torino, agli uomini di bronzo esemplari e a quelli di carne immobili. A volare alto poi è Mastandrea, icona di un borgatarismo astratto anche quando recita con inflessione napoletana. In una manciata di minuti, interpretando sensi e segni annidati negli ideogrammi di un nome cinese, si guadagna il Paradiso del cinema italiano.

Incassi Il comandante e la cicogna
Primo Weekend Italia: € 478.000
Incasso Totale* Italia: € 1.222.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 11 novembre 2012
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
63%
No
37%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Il comandante e la cicogna

premi
nomination
Nastri d'Argento
0
2
David di Donatello
0
1
* * * - -

Uno sguardo amaro su un italia alla deriva

lunedì 29 ottobre 2012 di ANNA V.

E' lo sguardo di Soldini su un Italia che ha perso, oltre che i suoi valori fondanti, anche il senso stesso e lo  scopo della sua unità. Le storie dei due protagonisti (Valerio Mastrandrea e Alba Rohrwacher) si sviluppano in questo scenario di corruzione, ignoranza e opportunismo generalizzati, per poi incontrarsi e riconoscersi quali unici eroi contemporanei, portatori di valori sani. Il tutto supervisionato da statue parlanti di eroi "classici" (tra gli altri, Garibaldi continua »

* * * * -

Pellicola garbata, ironica e con spunti riflessivi

domenica 28 ottobre 2012 di Nino Pell.

Piacevole e garbato film italiano caratterizzato da un pacato ed intelligente humour all'inglese in cui si intrecciano diversi spunti riflessivi aventi come argomentazione gli ideali conseguiti in passato di democrazia e di unione del nostro Paese messi a confronto con le contraddizioni,il pressapochismo sociale e varie problematiche appartenenti ai tempi moderni. Il regista Soldini ci delizia, quindi, con questa commedia mettendo in mostra una sottile satira sociale, senza calcare allo stesso tempo continua »

* * * - -

Viva i matti e gli ingenui

venerdì 26 ottobre 2012 di pepito1948

Tocca a Garibaldi pronunciare all’inizio del film la frase che ne racchiude sinteticamente il succo: forse sarebbe stato meglio se avessimo perso con l’Austria. Come dire che l’unità d’Italia ha prodotto un mostro che, a distanza di 150 anni, muta di aspetto ma resta quello che è: una società di cialtroni, di sfigati, di incompresi, di talenti mancati e sfruttati, di repressi, di depressi. Se i grandi del passato, generali, poeti o artisti, potessero continua »

* * * - -

Moderna commedia dallo sfondo scuro

lunedì 22 ottobre 2012 di lo stopper

   Surreale,  malinconico, triste,  quasi mai noioso, molto spesso divertente.  Il nuovo film di Silvio Soldini racconta un’Italia alla deriva,  in preda a corruzione ed indifferenza, che riesce pero’ a sopravvivere  grazie all’onesta’ e alla buona volonta’  di due personaggi come Leo,  idraulico vedovo ma costantemente in contatto con la moglie,  e la pittrice Diana , artista angosciata da quotidiani problemi economici.   continua »

Elia(Luca Dirodi)
"Ma, secondo te, gli uccelli sanno che noi non sappiamo volare o pensano che non ne abbiamo voglia?"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Amanzio(Luigi Battiston)
"La pazienza è una forma minore di disperazione!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Giuseppe Battiston
"Questo è il momento di tacere. Anonimo persiano"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Il comandante e la cicogna

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 21 febbraio 2013

Cover Dvd Il comandante e la cicogna A partire da giovedì 21 febbraio 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Il comandante e la cicogna di Silvio Soldini con Alba Rohrwacher, Claudia Gerini, Valerio Mastandrea, Giuseppe Battiston. Distribuito da Warner Home Video. Su internet comandante e la cicogna (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 7,99 €
Aquista on line il dvd del film Il comandante e la cicogna

APPROFONDIMENTI | Presentata in anteprima mondiale a Busan ha suscitato curiosità e interesse del pubblico coreano.

Una favola agrodolce ai confini del surreale

martedì 16 ottobre 2012 - Emanuele Sacchi

Il comandante e la cicogna, una favola agrodolce ai confini del surreale Lui è un idraulico un po' remissivo, piagato dalla sfortuna e da problemi in crescita costante; lei un'artista svagata e nevrotica. Si rincorreranno ignari, nella babele di un'Itali(ett)a meschina, in cui tutti o quasi sembrano aver smarrito il lume della ragione. Quindici minuti per inquadrare tutto quanto. Per condensare lo stato d'animo di molti italiani amareggiati. E non, assai ovviamente, da Berlusconi o dal berlusconismo, ma dal fatto che questo rappresenti al più un epifenomeno di un problema assai più grande, connaturato alla natura di un popolo dal talento individuale pari solo alla stoltezza collettiva.

   

FOCUS | Il comandante e la cicogna: scatto di Soldini.

Onda&fuorionda di pino farinotti

sabato 20 ottobre 2012 - Pino Farinotti

ONDA&FUORIONDA di Pino Farinotti Ma bravo Silvio Soldini che fa un film - Il comandante e la cicogna - che esce dai soliti codici italiani (non sto a elencarli, l'ho già fatto molte volte) e fa un film che potrebbe avere accoglienza altrove. Umorismo, ironia, surrealismo, imprevedibilità, fantasia e attori tutti al meglio. La percezione è proprio quella di un certo cinema francese, leggero e intelligente. E, ancora in tema di citazioni, un tocco della pazzia dei I Tenenbaum e di Little Miss Sunshine: gli utenti di MYmovies.it .

   

GALLERY | La locandina esclusiva del nuovo film di Silvio Soldini.

Tra sogni e battiti del cuore

giovedì 30 agosto 2012 - Nicoletta Dose

Il comandante e la cicogna, tra sogni e battiti del cuore Il nuovo film di Silvio Soldini, il regista di Pane e Tulipani e Giorni e nuvole, racconta una storia eccentrica, dove i protagonisti sono figure estrose e creative. Ne Il comandante e la cicogna troviamo infatti Leo, un idraulico che ogni giorno affronta l’impresa di crescere due figli adolescenti, Elia e Maddalena, dividendosi tra il lavoro con l’aiutante cinese Fiorenzo e incombenze di casa - dove la moglie Teresa, stravagante e affettuosa, compare scompare. Diana è un’artista sognatrice e squattrinata che - in attesa della grande occasione della sua vita - fatica a pagare l’affitto.

   

Parola di Garibaldi

di Silvana Silvestri Il Manifesto

Non è «il passo sospeso della cicogna», qui la cicogna va a sbattere contro un pilone e rischia seriamente di farsi male. Ma finché vola, il film di Silvio Soldini, finché osserva da lontano, dall'alto, può sembrare che stia inquadrando il paese dei balocchi, ma riesce a trasmettere la leggerezza che vuole ottenere. Quando scende a livello dei suoi personaggi siamo in una graphic novel dai tratti non acidi, né perfidi, né apocalittici. Semplicemente in conflitto con la dimensione surreale. Una storia da ragazzi, un corrierino dei piccoli per ricordare com'era l'Italia berlusconiana di una volta, qualche bustarella, qualche abile avvocato, qualche donnina. »

La prospettiva della cicogna

di Dario Zonta L'Unità

Il comandante e la cicogna del titolo del film di Soldini sono gli elementi di una metafora perfetta, e per questo impossibile, per raccontare il malessere dell'Italia contemporanea. Una statua risorgimentale e una cicogna dal «passo» cinematografico che guardano dall'alto l'umano comune perire e soffrire, il dibattersi e il resistere di concittadini nostri affini, certo un po' eccentrici e quasi surreali, ma giusta trasfigurazione di quel che siamo e di quel che eravamo. La distanza è tutto in Il comandante e la cicogna, come la metafora, ed è per questo che il film fin dal titolo suona come una favola, come un Esopo sospeso, un Lavolpe e lacicogna senza più «la morale», senza neanche più un tavolo a cui mangiare che sia per un pasto impossibile da consumare. »

Una favola agrodolce nell'Italia corrotta di oggi

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

Una commedia surreale. Con apparizione di fantasmi e con statue parlanti. Immerse però nella più realistica e sconfortante cronaca italiana di oggi, con personaggi al centro che o la subiscono o, i peggiori, la determinano. Arrivando comunque, alcuni, a qualcosa che potrebbe anche sembrare un lieto fine. L'impresa se l'è assunta Silvio Soldini riuscendo, con il suo noto, felicissimo stile, a non smarrire mai l'equilibrio fra l'immaginato e il reale nello sfondo, sempre, di dolenti polemiche civili. »

Garbata fiaba morale peccato per il surreale

di Alessandra Levantesi La Stampa

Da un lato i bronzi dei grandi Italiani- Garibaldi, Leopardi, Leonardo, Verdi - che dai piedistalli di pietra assistono desolati allo spettacolo di quotidiano degrado; dall'altro un piccolo gruppo di anime innocenti. Sono l'ingenuo idraulico Mastandrea, papà vedovo di due adolescenti, lo scorbutico (dal cuore d'oro) castigatore di costumi Battiston e la svagata pittrice Rohrwacher, mentre a rappresentare il partito del malaffare è Zingaretti, cinico avvocato di imbroglioni; quanto alla cicogna, è grazie a lei che le cose finiranno bene per chi lo merita. »

Il comandante e la cicogna | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (2)
David di Donatello (1)


Articoli & News
Video
1| 2|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 18 ottobre 2012
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità