X-Men: L'inizio

Acquista su Ibs.it   Soundtrack X-Men: L'inizio   Dvd X-Men: L'inizio   Blu-Ray X-Men: L'inizio  
Un film di Matthew Vaughn. Con James McAvoy, Michael Fassbender, Rose Byrne, Jennifer Lawrence, January Jones.
continua»
Titolo originale X-Men: First Class. Azione, Ratings: Kids+13, durata 132 min. - USA 2011. - 20th Century Fox uscita mercoledì 8 giugno 2011. MYMONETRO X-Men: L'inizio * * * - - valutazione media: 3,21 su 80 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,21/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * * - -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Il quinto capitolo della saga va alle origini della storia, con Professor X e Magneto alle prese con i loro giovani ed incredibili poteri.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
La saga recupera lo smalto grazie all'idea originaria di una mutazione legata all'adolescenza
Marianna Cappi     * * * - -

Prima di essere il Professor X e Magneto, Xavier e Erik sono stati due ragazzi e due grandi amici. Fianco a fianco hanno militato per la CIA, andando alla ricerca dei mutanti in tutto il mondo, per invitarli a non vergognarsi di sé e a unirsi a loro. Ma mentre Xavier sogna da sempre l'integrazione pacifica nella società degli umani, Erik si sente minacciato dalla razza umana e pensa a un esercito di mutanti e a una guerra inevitabile. Da bambino, ha visto sua madre venire uccisa sotto i suoi occhi, in un campo di concentramento, dall'infernale Sebastian Shaw e sono state proprio la rabbia e il dolore a portare alla luce i suoi poteri. Adulto, con l'aiuto di Xavier, Raven e dei giovani mutanti che hanno reclutato, si mette sulle tracce di Shaw e lo trova in Russia, intento a costringere il Cremlino a piazzare dei missili nucleari a Cuba per scatenare la terza guerra mondiale.
Si può discutere su quale sia la battuta migliore del film, se il cameo di Wolverine o le previsioni di James McAvoy ("presto sarò anche pelato") ma certo non si può non felicitarsi del ritorno di Bryan Singer, qui in veste di produttore, a un immaginario di cui è stato finora l'interprete più fedele e appassionato. Il film, per la regia di Matthew Vaughn, s'ispira principalmente alle storie di Chris Claremont e alla stagione del "club infernale", capeggiato da Shaw e dalla regina bianca Emma Frost, ma assomma personaggi che nel fumetto sono appartenuti a età diverse -Bestia, Havok, Banshee, Azazel, Angel, il recentissimo Darwin- scommettendo su un cast tanto insolito quanto piuttosto efficace.
L'ambientazione anni Sessanta, oltre a favorire l'inserimento di January Jones (Mad Men), rende conto di un gusto rétro diffuso tra i blockbuster dell'ultima ora, ma è in fondo anche una testimonianza di sintonia con una serie che da sempre si "riavvia" da sé, piantando le radici nel terreno più fertile. Infine, è un espediente che funziona per sottrarre i personaggi da una dimensione fantascientifica (con tecnologie d'avanguardia che allontanano i loro scontri oltre l'ennesima potenza dell'inverosimile) e riportarli, pur sempre nell'alveo del fantastico, dentro un contesto noto, schematico come una battaglia navale e apocalittico come una guerra nucleare. La crisi dei missili di Cuba, soglia potenziale di un reale armageddon, per usare un termine in tema, fa buon gioco per sistemare i "buoni" da una parte, i "cattivi" dall'altra e i mutanti nel mezzo e ricordarci che è tutta lì che si gioca la bellezza degli X-men, nello spazio di libertà che li caratterizza e li imprigiona, nel loro avere dei super poteri (che senso di libertà, che divertimento, che ritorno all'infanzia!) e nell'essere però costretti a scegliere come impiegarli, per difendersi o per attaccare, per socializzare o ghettizzarsi (tutti crescono, anche i mutanti, anche se c'è chi invecchia più lentamente). Mettendo in scena quei ragazzini che giocano a far sfoggio di bizzarre abilità in una stanzetta, dietro una tenda da teatro o meglio una vetrina da negozio di animali, il film recupera dunque anche l'idea originaria di una mutazione legata anche all'adolescenza, periodo della vita in cui il fisico appare come un nemico, l'inserimento in società come un'opzione non sempre gradita, l'identità una variabile costante e la ribellione un richiamo. Ma su questa delicata accezione di mutazione se ne disegna da subito una ben più tragica, dove la X smette di essere il simbolo buono per la tutina da supereroe e diventa un marchio, un tatuaggio indelebile. Speciali e dunque discriminati, i mutanti sono un popolo condannato alla persecuzione, vittima di un razzismo che acceca, per vendetta e al contrario, anche i più sensibili tra loro: come X-men 2 era stato il film di Wolverine (di gran lunga più e meglio dello spin-off) non c'è dubbio che questo sia il film di Magneto, l'Anakin della saga, attraversato da una ferita senza cura possibile e destinato a procurarne di terribili a sua volta. Fassbender gli presta uno sguardo intelligente e fermo, privo di smorfie da bel tenebroso ma non certo privo di fascino né di sentimento.

Incassi X-Men: L'inizio
Primo Weekend Italia: € 978.000
Incasso Totale* Italia: € 2.749.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 17 luglio 2011
Primo Weekend Usa: $ 56.000.000
Incasso Totale* Usa: $ 145.689.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 14 agosto 2011
Sei d'accordo con la recensione di Marianna Cappi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
83%
No
17%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * -

Alto livello

giovedì 9 giugno 2011 di bordata

Film indubbiamente al di sopra delle aspettative ,veramente ben fatto e con  ottime caratterizzazioni dei personaggi.Su tutti ovviamente il magneto simil dart vader ,grandioso protagonista in assoluto. Come del resto è magnifica l'interpretazione di xavier del sempre più bravo mcavoy.Ottimi anche emma frost e kevin bacon ,che impersona in maniera isrtionica sebastian show. Ma è tutto l'insieme che fa si che questo film,sia il migliore di tutti quelli fatti finora continua »

* * * - -

Un inizio completo

domenica 12 giugno 2011 di Gene92

Il quarto film del regista inglese Matthew Vaughn raggiunge a pieno tutte le aspettative. Film godibile sia per i più appassionati che per i debuttanti in fatto di avventure targate Marvel; anche se i "fanboy" si godranno certamente in maniera maggiore i due cameo presenti nel film (per chi non lo sapesse il cameo indica una breve apparizione di un personaggio o persona che non influirà sulla trama principale), cioè le apparizioni di Wolverine (Hugh Jackman) e di Mystica (Rebecca Romijn). Non continua »

* * * * *

Nolan fai spazio a vaughn!!!

lunedì 13 giugno 2011 di Levo95

Come tutto ebbe inizio, le vite Xavier ed Erik si incrociano e viene costituita la squadra degli X-Men e di Mageto. Tutto sullo sfondo della crisi dei missili di Cuba del '62. Il film racconta le scelte a cui furono sottoposti i protagonisti mutanti e il rapporto di amore e odio, uguaglianza e diversità tra i futuri Magneto e Dottor. X. Ormai si sa, dai una favola di Neil Gaiman a Matthew Vaughn e ne tirerà fuori un film appassionante ed emozionante. Dagli un fumetto di Mark Millar continua »

* * * * -

Una grande amicizia

mercoledì 15 giugno 2011 di Dado1987

Lungi dal seguire la storia originale del fumetto, ormai distaccata capitoli orsono, la Marvel (acquisita Disney), è riuscita nonostante ciò a creare un film molto piacevole sia per i sfegatati lettori del fumetto che per i profani. Innanzitutto si è voluto voltare pagina rispetto ai capitoli precedenti, dando le redini a Matthew Vaughn, giovane regista emergente, che ha una faretra con frecce/film modesta per numero ma del calibro di Kick-ass, Stardust e The Pusher, tutti film molto carini seppur continua »

Magneto
"La pace non è mai stata un'opzione!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Mystica
"Mutante e fiero."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Charles Xavier / Professor X
"Per l'uomo di Neanderthal, il suo cugino mutante, l'Homo Sapiens era un'aberrazione. La coabitazione pacifica, se mai ci fu, ebbe vita breve. I ritrovamenti indicano senza eccezione, che all'arrivo della specie umana mutata, in qualsiasi regione è seguita l'estinzione del parente meno evoluto...!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | X-Men: L'inizio

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 23 novembre 2011

Cover Dvd X-Men: L'inizio A partire da mercoledì 23 novembre 2011 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd X-Men: L'inizio di Matthew Vaughn con James McAvoy, Michael Fassbender, January Jones, Nicholas Hoult. Distribuito da 20th Century Fox Home Entertainment. Su internet X-Men. L'inizio (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film X-Men: L'inizio

SOUNDTRACK | X-Men: L'inizio

La colonna sonora del film

Disponibile on line da martedì 26 luglio 2011

Cover CD X-Men: L'inizio A partire da martedì 26 luglio 2011 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film X-Men: L'inizio del regista. Matthew Vaughn Distribuita da Sony Classical.

MAKING OF | Trucchi e soluzioni utilizzati in X-Men: L'inizio.

Come inserire gli effetti digitali in un'ambientazione anni '60

giovedì 9 giugno 2011 - Marco Consoli

Come inserire gli effetti digitali in un'ambientazione anni '60 Come si inseriscono strabilianti effetti digitali in un contesto storico come gli Anni Sessanta senza creare un contrasto visivamente anacronistico? Questa poteva essere considerata la principale sfida creativa per John Dykstra, leggenda degli effetti visivi che dopo due Oscar (Star Wars, Spider-Man) e svariate nomination, è stato scelto per supervisionare il lavoro su X-Men: L’inizio. A guardare il film l’impressione, dal punto di vista degli effetti, è quello di un utilizzo ridotto al minimo, meno spettacolare di quanto ci si potrebbe aspettare in una pellicola sugli X-Men, e per questo apparentemente inferiore dal punto di vista qualitativo rispetto ai capitoli precedenti.

   

INCONTRI | Incontro con James McAvoy, protagonista di X-Men: l’inizio.

L'homo sapiens superior che viene dalla scozia

lunedì 6 giugno 2011 - Robert Bernocchi

L'homo sapiens superior che viene dalla Scozia Ne ha fatta di strada James McAvoy da quando il grande pubblico l’ha scoperto ne Le cronache di Narnia: il leone, la strega e l'armadio. Affrontando personalità forti come il malvagio dittatore africano Idi Amin ne L'ultimo re di Scozia e l’affascinante assassina interpretata da Angelina Jolie in Wanted – scegli il tuo destino, McAvoy ha spiccato il volo grazie a Espiazione, in un ruolo indimenticabile. Ora si ritrova con un’altra parte da far tremare i polsi, quella del giovane Xavier in X-Men: l’inizio.

   

INCONTRI | Intervista al produttore di X-Men: l'inizio, Bryan Singer.

Il primo mutante

venerdì 3 giugno 2011 - Robert Bernocchi

Il primo mutante Senza Bryan Singer non ci sarebbe mai stata la serie degli X-Men. Ma forse, non ci sarebbero mai stati tanti altri adattamenti dai fumetti supereroistici. Dieci anni fa, l'arrivo del primo capitolo delle avventure dei mutanti dimostrava che c'era un folto pubblico per questo tipo di prodotti, ma soprattutto che non dovessero per forza essere pellicole per bambini. Per questo, il ritorno di Singer come produttore ha reso felici tutti gli appassionati. Perché ha deciso di tornare a lavorare sulla saga? Amo molto l'universo degli X-men e volevo raccontare questa storia in particolare.

   

INCONTRI | Incontro con l’attore di X-Men: l’inizio Kevin Bacon.

No ai remake

giovedì 2 giugno 2011 - Robert Bernocchi

Sì ai prequel, no ai remake Poteva finire come tanti altri teen idol cinematografici Kevin Bacon, lanciato ormai trent'anni fa dal grande successo di Footloose. Ma se è ancora impegnato in progetti importanti ed è diventato il nome di riferimento per chi cerca i sei gradi di separazione con tanti altri attori da un film all'altro, evidentemente qualcosa di buono deve averlo fatto negli ultimi decenni. Continuando a essere impegnato in tante sfide di prestigio, come nell'ultimo X-Men: L'inizio. Ha dovuto recitare in tante lingue diverse.

   

INCONTRI | L'intervista al giovane 'figlio' di Hugh Grant e Colin Firth.

La bestia di

martedì 31 maggio 2011 - Robert Bernocchi

Nicholas Hoult, la Bestia di X-Men: L'inizio In un panorama di ex ragazzi prodigio che non confermano le attese e che purtroppo finiscono male nella loro vita privata (Macauley Culkin, Haley Joel Osment e la lista potrebbe continuare), fa piacere vedere come Nicholas Hoult non stia affrontando nulla del genere. Sembra ieri che era poco più che bambino in About a Boy, mentre oggi ce lo ritroviamo nei panni di Hank McCoy, alias Bestia, nella nuova versione degli X-Men anni Sessanta, X-Men: L'inizio. Com'è stato lavorare a un film del genere? La prima cosa da capire è che il tuo lavoro rappresenta una piccola componente di tutto l’insieme, per cui tu fai poco, mentre molto di quello che finisce sullo schermo è legato agli effetti speciali.

   

INCONTRI | Zoë Kravitz e Álex González svelano i segreti del set.

L'intervista a angel e riptide

lunedì 30 maggio 2011 - Robert Bernocchi

X-Men: L'inizio, l'intervista a Angel e Riptide È una strana coppia di attori quella formata da Álex González e Zoë Kravitz. Il primo è uno spagnolo, al suo primo impegno importante con il cinema americano, che per sua fortuna non ha battute nella pellicola, visto che il suo inglese è decisamente incerto e degno degli allenatori italiani che lavorano in Inghilterra. Lei, invece, è una figlia d’arte. Il padre è, infatti, il cantante Lenny Kravitz, la madre Lisa Bonet, che ancora viene ricordata per una torrida scena con Mickey Rourke in Angel Heart - Ascensore per l'inferno.

   

INCONTRI | L'attore che interpreta Magneto in X-Men: l'inizio parla del suo lavoro.

Dai bastardi ai mutanti

venerdì 27 maggio 2011 - Robert Bernocchi

Dai bastardi ai mutanti Finora, Michael Fassbender è conosciuto soltanto dal pubblico più attento, grazie alle ottime prove in prodotti indipendenti come Fish Tank e Hunger, oltre ovviamente a una parte in Bastardi senza gloria di Quentin Tarantino. Al junket di X-Men: l’inizio risulta molto tranquillo e rilassato, forse perché si rende conto di aver svolto un ottimo lavoro e magari perché non ha ancora capito che dal 3 giugno rischia seriamente di diventare una star internazionale, riconosciuta in tutto il mondo. Insomma, la nuova avventura degli X-Men potrebbe rappresentare per lui quello che la prima ha significato per Hugh Jackman, passato dallo status di semisconosciuto a quello di star.

   

APPROFONDIMENTI | X-men: L'inizio. Anche negli anni Sessanta, la star è sempre Magneto.

I mutanti che vennero dal freddo

mercoledì 25 maggio 2011 - Robert Bernocchi

I mutanti che vennero dal freddo Come rilanciare la serie degli X-Men, che aveva dato vita a tutto il filone di fortunati cinecomic arrivati negli ultimi dieci anni e che sembrava non sapere più dove andare dopo un terzo capitolo che aveva deluso molti spettatori? Tornare alle origini è sempre una buona idea e qui siamo proprio all'inizio di tutto, con i giovani Xavier e Magneto, ancora inconsapevoli della direzione da dare alla propria vita, così come tanti altri mutanti pressoché ragazzini, che si ritrovano a dover fronteggiare i tanti problemi (ma anche le incredibili possibilità) della loro condizione.

   

BIZ

News e anticipazioni dal mondo del cinema.

L’inizio

martedì 31 gennaio 2012 - Robert Bernocchi

Come riporta il sito Deadline, la conferma di Emma Watts come presidente della produzione della 20th Century Fox fino al 2015 porta con sé delle novità interessanti. La Watts ha infatti come obiettivo quello di attirare i registi più importanti e di continuare a farli lavorare per la major. In questo ambito, non è certo una sorpresa il fatto che la Fox abbia stretto un accordo con Matthew Vaughn per fargli dirigere un sequel di X-Men: L’inizio, con una sceneggiatura di Simon Kinberg. Sempre a proposito di supereroi, la Fox è molto soddisfatta del lavoro svolto da Josh Trank con il thriller a basso budget Chronicle e sta pensando di affidargli una pellicola importante, che potrebbe essere il reboot de I fantastici 4. continua »

   

News e anticipazioni dal mondo del cinema.

L’inizio

mercoledì 11 gennaio 2012 - Robert Bernocchi

Le dichiarazioni degli attori sui possibili sequel vanno sempre prese con le molle, visto che di solito sono improntate all’ottimismo e al desiderio di partecipare a questi prodotti, magari ottenendo un ritocchino al proprio contratto. Per questo, non bisogna prendere per oro colato l’affermazione di Michael Fassbender, che sostiene di essere sicuro che ci sarà un sequel di X-Men: L’inizio. Ipotesi tutt’altro che impossibile, ma neanche scontata considerando che la pellicola ha ottenuto nel mondo 353 milioni di dollari. continua »

   

Quinto potere, errori e stranezze della critica cinematografica.

Un lato nuovo per X-Men

mercoledì 15 giugno 2011 - Robert Bernocchi

Curioso Giorgio Carbone, che, nella recensione di X-Men – L’inizio, parla di «lato nero della forza». Ma non era il lato oscuro? continua »

   

Segui l'evento su MYmovies e fai le domande al cast del film.

Il junket a Londra

lunedì 16 maggio 2011 - Robert Bernocchi

Il 21 e il 22 maggio si svolgerà a Londra il junket di X-Men: L'inizio, con la proiezione del film e l'incontro con i tanti artisti coinvolti. MYmovies seguirà l'evento e permetterà ai lettori di essere costantemente informati. Infatti, per tutto il weekend verranno effettuati continui aggiornamenti sulle attività in corso, grazie alle foto e alla cronaca del junket proposte su Facebook. Ma a fare le domande ai protagonisti di X-Men: L'inizio saranno i lettori che potranno inviare le proprie richieste scrivendole direttamente sulla pagina MYmovies di Facebook. continua »

   

News e anticipazioni dal mondo del cinema.

First Class

venerdì 6 maggio 2011 - Robert Bernocchi

Tanti i trailer usciti nelle ultime ore. Incominciamo dai tre 3 character trailer di X-Men: First Class, molto interessanti per scoprire i personaggi di Banshee, Havoc e Bestia. La pellicola, diretta da Matthew Vaughn, racconta le origini dello straordinario gruppo di mutanti negli anni sessanta. Elementi correlati: Trailer continua »

   

Se i mutanti sono umani e gli uomini dei mostri

di Valerio Caprara Il Mattino

Ovviamente imperdibile per i (soprattutto) giovani adepti, il prequel della saga degli X-Men è un film riuscito, divertente, adrenalinico come pretende l’aggiornata legge della fantascienza d’azione. Ed il bello è che non è necessario essere ferrati sulle storie precedenti, perché la dura lotta tra uomini e «mutanti» - mostruosi a volte più i primi che i secondi - ordisce nel caso di «X-Men l’inizio» un intreccio del tutto autosufficiente. Il regista Matthew Vaughn, già beatamente noto come marito della Shiffer, ha saputo coniugare perfettamente le caratteristiche psicologiche umane con quelle supereroiche dei personaggi, realizzando un mix irresistibile d’ironia, iper-spettacolarità e allusioni non pretenziose al complicato e precario dissidio tutto contemporaneo tra emozioni, etica, interessi e istinto di sopravvivenza. »

di Joe Morgenstern Wall Street Journal

Predicando con generoso fervore l’orgoglio mutante, X-Men. L’inizio dà prova di essere a pieno titolo un’autentica mutazione: una svolta radicale e brillante rispetto agli ultimi esemplari di una serie agli sgoccioli. Il prequel trae nuova energia da un cast di prim’ordine e sfrutta molto bene l’idea di far cominciare la saga degli X-Men all’inizio degli anni sessanta. Il che, tra l’altro, permette a un drappello di giovanotti (in grado di leggere i pensieri, cambiare aspetto e spostare gli oggetti) di riscrivere la storia della guerra fredda. »

X-Men figli del nucleare

di Dario Zonta L'Unità

Con X-Men l’inizio, sono cinque i film dedicati ai personaggi dell’omonima saga della Marvel. Se gli altri episodi si rifacevano in un modo o in un altro ai capitoli della graphic novel, questo «inizio» è frutto di una pura supposizione cinematografica, visto che le origini degli x-men non sono state mai novellizzate. Ora, se la serialità è un elemento che connota fortemente il linguaggio dei fumetti, soprattutto quelli della Marvel, non è detto che questa giovi alla versione cinematografica, la quale risponde solo dell’andamento commerciale del film precedenti. »

di Roberto Nepoti La Repubblica

Dopo tre puntate ufficiali e uno spin-off dimenticabile ("Wolverine"), anche per gli X-Men, come per altri eroi dei fumetti, è tempo di tornare alle origini. Più che di un "reboot", si tratta di un "prequel": ambientato negli anni '60, in piena guerra fredda (tra i cui responsabili lo sapevate? c'era un nazi risoluto a sostituire i mutanti agli umani), ci rivela le origini degli eroi fondatori. Primeggiano Xavier, in arte Professor X, e il suo antagonista, il futuro Magneto. Diretto dal più che promettente Matthew Vaughn ("Kick-Ass"), l'episodio migliore a oggi. »

X-Men: L'inizio | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1° | bordata
  2° | gene92
  3° | dado1987
  4° | nfl 26
  5° | nino pell.
  6° | gi8rgi8
  7° | aeromate
  8° | hulk1
  9° | luca capaccioli
10° | levo95
11° | fabrizio cardarella
12° | paride86
13° | ultimoboyscout
14° | ln.91
15° | dano25
16° | jacopo b98
17° | il beppe nazionale
18° | johnny94
19° | hollyver07
20° | nicolas bilchi
21° | elemi
22° | the joker
23° | the joker
24° | quieromirar
Trailer
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Backstage
1 |
Video
1| 2|
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità