Stanno tutti bene

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Stanno tutti bene  
Un film di Kirk Jones. Con Robert De Niro, Drew Barrymore, Kate Beckinsale, Sam Rockwell, Lucian Maisel.
continua»
Titolo originale Everybody's Fine. Sentimentale, Ratings: Kids+16, durata 99 min. - USA, Italia 2009. - Medusa uscita venerdì 12 novembre 2010. MYMONETRO Stanno tutti bene * * 1/2 - - valutazione media: 2,93 su 62 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,93/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * - - -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Robert De Niro è Frank Goode, un vedovo alquanto burbero intenzionato a riprendere i contatti con i suoi quattro figli.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Una sceneggiatura valida rivisitata con rispetto e con un cast all'altezza
Giancarlo Zappoli     * * * - -

Frank Goode è un ex operaio in pensione e ora vedovo. I suoi quattro figli, che avrebbero dovuto raggiungerlo e per i quali sta preparando una festosa accoglienza, accampando le più diverse motivazioni si defilano. Frank, nonostante il parere contrario del medico, decide che, se loro non possono venire, andrà lui a trovarli facendo loro una sorpresa. Si troverà così a scoprire che le vite di coloro ai quali pensava di avere dato il meglio non sono rosee come gli avevano fatto credere.
La regola secondo la quale i remake (soprattutto quelli made in Usa) sono inferiori agli originali abbisogna ogni tanto di un'eccezione. Questo Stanno tutti bene di Kirk Jones rappresenta l'eccezione. Pur seguendo piuttosto fedelmente la sceneggiatura del film di Tornatore, Jones riesce a offrirne una rilettura attuale. Grazie a un De Niro che sfugge periodicamente (e per nostra fortuna) alle commedie 'alimentari' che il suo agente gli propone per tirare fuori il suo lato migliore che non è stato indebolito dallo scorrere degli anni. Perché qui la tendenza degli script americani a 'spiegare' assume valore quando all'inizio ci viene presentata la vita metodica di Frank, ex operaio con un milione di cavi messi in sicurezza alle spalle. Quel milione di cavi che gli ha consentito di pensare che i suoi figli avrebbero vissuto un American Dream diverso dal suo. Il Frank di De Niro esprime con gli occhi, che stanno diventando sempre più delle fessure, una convinzione che ha costruito con fatica dentro di sé sentendo però nel profondo di stare mentendo a se stesso.
La convinzione è quella di aver fatto il suo dovere di padre spingendo i figli a dare sempre di più e, soprattutto, a tenere il fiato sul collo a David il più refrattario e, al contempo, quello che si sentiva più in dovere di realizzare le aspettative paterne. Non si dimentica Mastroianni vedendolo in azione. Ci si accorge invece che quando una sceneggiatura valida viene rivisitata con rispetto e con un cast all'altezza (Rockwell e Barrymore in particolare) non si è fatta solo un'operazione commerciale ma le si è restituita la vitalità.
Anche con quella molteplicità di finali che possono costituire il momento più commovente ma anche il più debole. Che qui viene abilmente marcato dall'ambiguità inserendolo nel contesto del Natale, ampiamente retoricizzato dal cinema americano.

Incassi Stanno tutti bene
Primo Weekend Italia: € 544.000
Incasso Totale* Italia: € 1.544.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 9 gennaio 2011
Primo Weekend Usa: $ 4.027.000
Incasso Totale* Usa: $ 8.840.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 20 dicembre 2009
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
79%
No
21%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Stanno tutti bene

premi
nomination
Golden Globes
0
1
* * * * -

Sul rapporto genitori figli

venerdì 19 novembre 2010 di renato volpone

Un padre rimasto vedovo, vuole raccogliere i figli attorno a sè per il week end, ma questi, tutti e quattro, declinano l'invito in quanto impegnati in situazioni che non possono rinviare. Inizia così il viaggio di quest'uomo, sebbene ammalato e sconsigliato dal medico, per visitare uno ad uno, e a sorpresa, i  figli. La sopresa l'avrà lui, rendendosi conto che la realtà che trova sul suo cammino non è quella che lui sapeva o che continua »

* * * * -

Un film per l'anima

giovedì 18 novembre 2010 di Siper

Kirk Jones si mette in gioco, cimentandosi nel rischioso remake del celebre film di Tornatore, “Stanno tutti bene”, ad interpretare il ruolo che fu di Mastroianni oggi è Robert De Niro. La trama è la storia di Frank, ex operaio dei cavi telefonici ora in pensione. Frank dopo la morte della moglie, organizza una cena con i suoi 4 figli dislocati in giro per l’America. Tutti e 4 in un modo o nell’altro riescono a declinare l’invito del padre, che decide così, di andare lui a trovare loro, facendogli continua »

* * * - -

Reale

domenica 14 novembre 2010 di Farne

Il tema principale è la verità/bugia che spesso è presente nella vita quotidiana di tutti noi. Robert De Niro è l’interprete ideale per trasformare un film da”normale” a “unico” rendendo tangibili i sentimenti e le preoccupazioni che un padre può avere per i propri figli e per i quali, ha una sola domanda da porre:“Sei felice?” La regia non è perfetta ma la storia (idea italiana non dimentichiamolo) e il continuo parallelismo con i cavi telefonici, che rappresentano il collegamento tra chi è lontano continua »

* * * - -

Legami perduti

lunedì 15 novembre 2010 di Eugenio

Bob,Robert De Niro di nuovo protagonista di una commedia,lontana dagli stilemi comico/umoristici di "Un boss sotto stress" ,"Ti presento i tuoi" e sequel;commedia drammatica,perche'in salsa agrodolce viene trattato l'importante tema della famiglia e delle relazioni affettive padre-figli(o/a),certo non nuovo nella vasta produzione cinematografica sia nazionale che non,ma qui particolarmente enfatizzato con tono elegiaco e gran classe. Siamo ai giorni nostri; Frank Goode (un bravo De Niro) è un continua »

Rosi
Se la ami veramente,come lei ama te,dille quello che vuole sentirsi dire! Dille che stiamo tutti bene!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Robert De Niro
"Tutti hanno sempre detto che avevi un futuro!"
"È buona educazione papà. La gente evita di dire la verità!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

SOUNDTRACK | Stanno tutti bene

La colonna sonora del film

Disponibile on line da giovedì 21 gennaio 2010

Cover CD Stanno tutti bene A partire da giovedì 21 gennaio 2010 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Stanno tutti bene del regista. Kirk Jones Distribuita da Varèse Sarabande.

GALLERY | Robert De Niro nell'atteso remake dell'omonimo lavoro di Tornatore.

Le foto del film

lunedì 8 novembre 2010 - a cura della redazione

Le foto del film Stanno tutti bene Vent'anni dopo l'uscita di Stanno tutti bene, diretto da Giuseppe Tornatore e magistralmente interpretato da Marcello Mastroianni, arriva nelle sale italiane l'omonimo remake americano. Cambiano le ambientazioni (dall'Italia agli Stati Uniti), cambiano gli interpreti e cambiano i nomi dei personaggi. La storia, però, rimane incentrata sull'amore di un padre verso i suoi figli, sparsi qua e là per il paese. Protagonista delle vicende è Frank Goode (Robert De Niro), un anziano che ha dedicato tutta la vita alla famiglia, lavorando presso una fabbrica di cavi e risparmiando fino all'ultimo centesimo per mantenere i suoi cari.

   

VIDEO | Robert De Niro nel ruolo che fu di Marcello Mastroianni.

Il trailer del remake di

giovedì 17 settembre 2009 - Marlen Vazzoler

Everybody's fine: il trailer del remake di Stanno Tutti Bene La Miramax ha fatto uscire il trailer del film Everybody's fine, remake della pellicola Stanno tutti bene diretta da Giuseppe Tornatore. Robert De Niro recita quella che fu la parte di Marcello Mastroianni nel film di Tornatore, ovvero il ruolo di un vedovo che parte per un viaggio per riconnettersi con i propri figli oramai cresciuti solo per scoprire che le loro vite non sono così perfette come immaginava. Nel cast diretto da Kirk Jones Drew Barrymore, Kate Beckinsale e Sam Rockwell nei panni dei figli di Frank (De Niro).

   

Mastroianni rende sbiadito De Niro

di Francesco Alò Il Messaggero

Stanno tutti bene? Gli americani no. Marcello Mastroianni batte Robert De Niro 5 a 0, e Giuseppe Tornatore surclassa Kirk Jones, nel paragone ineludibile tra l'originale del 1990 firmato Tornatore e lo sciapo remake americano di Stanno tutti bene. De Niro è il padre vedovo che visita cinque figli molto distanti. Mastroianni era un attore naturalmente dolce che lì aveva un fondo amaro. Contrasto sublime. De Niro è un attore duro che qui fa il duro. Doppia negatività si annulla. L'italiano era un burocrate siciliano impettito e altezzoso che visitava il continente. »

C'è Bob, ci fu Marcello

di Alberto Crespi L'Unità

Curioso assai: bisogna entrare nei siti internet stranieri per «scoprire» che Stanno tutti bene è il remake di… Stanno tutti bene, film di Tornatore con Mastroianni risalente al 1990. Sono anni che la sceneggiatura originale (di Massimo De Rita e Tonino Guerra, oltre che dello stesso Tornatore) gira per Hollywood assieme a quella di Nuovo cinema Paradiso. Il remake di quest'ultimo non si è mai fatto, ci raccontò tempo fa lo stesso Tornatore, per l'impossibilità di ambientare in America la scena dei baci tagliati (negli Usa non ci sono le sale parrocchiali…). »

Quando non basta De Niro

di Valerio Caprara Il Mattino

Remake del più fiacco film di Tornatore, «Stanno tutti bene» punta le sue carte su ciò che resta della cosiddetta qualità americana. Kirk Jones rifinisce una confezione migliore dell'originale distillando i temi della difficile comunicazione tra padri e figli, la solitudine dei vecchi e le ipocrisie nascoste nelle relazioni familiari. Vedovo e pensionato, Frank non obbedisce ai consigli dei medici e parte alla volta dei quattro figli sparpagliati nelle rispettive città. Purtroppo, dietro al viaggio del protagonista alla ricerca dei figli indifferenti non c'è nulla di forte, necessario o originale e la bravura di De Niro si specchia su se stessa come in un qualsiasi apologo morale. »

De Niro alla ricerca dei figli perduti

di Maurizio Acerbi Il Giornale

Rilettura americana dell'omonimo film di Tornatore. De Niro è un vedovo che, dopo aver inutilmente invitato i suoi quattro figli a casa, li va a trovare, uno a uno, in giro per gli States. Scoprirà che i suoi eredi non sono così felici e realizzati come gli aveva fatto credere, per anni, la moglie; o forse, è lui ad aver preteso troppo da loro. Solo De Niro poteva avere il carisma e la bravura di rifare il personaggio di Mastroianni senza cadere nei difetti tipici dei remake. Certo, il pubblico femminile ha il fazzoletto in mano ma per i padri in platea è un bell'esame di coscienza. »

Stanno tutti bene | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | renato volpone
  2° | siper
  3° | farne
  4° | alexia62
  5° | mrmatt
  6° | massimiliano curzi
  7° | greg2
  8° | dano25
  9° | mirko84
10° | alessandro venier
11° | ultimoboyscout
12° | spaventapasseri
13° | angelo umana
14° | ensciac
15° | eugenio
16° | cannedcat
Golden Globes (1)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 | 3 |
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 |
Link esterni
Sito ufficiale
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità