Come dio comanda

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Come dio comanda   Dvd Come dio comanda   Blu-Ray Come dio comanda  
Un film di Gabriele Salvatores. Con Elio Germano, Filippo Timi, Fabio De Luigi, Angelica Leo, Vasco Mirandola.
continua»
Drammatico, durata 103 min. - Italia 2008. - 01 Distribution uscita venerdì 12 dicembre 2008. MYMONETRO Come dio comanda * * 1/2 - - valutazione media: 2,95 su 39 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,95/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
La storia di un padre alcolizzato, sbandato e disoccupato che educa il figlio al culto della forza e della violenza.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Salvatores rilegge con sensibilità registica la favola nera di Ammaniti
Marzia Gandolfi     * * * - -

In una landa desolata del Nord-Est Italia, tra cave di pietra, case sparse e anonimi centri commerciali, vivono un padre e un figlio. Rino Zena, disoccupato e ostinato, educa Cristiano, un adolescente timido e irrequieto che i compagni schivano e le ragazzine umiliano. Soli contro il mondo e contro tutti, hanno un solo amico: Quattro Formaggi, un disgraziato offeso da un incidente con i fili dell'alta tensione e ossessionato da Dio, dal presepio e da una biondissima pornodiva. Uniti da un amore viscerale, Rino e Cristiano tirano avanti un'esistenza orgogliosa che reagisce alla prepotenza del prossimo e all'ingerenza dei servizi sociali. Dentro una notte di pioggia e fango una ragazzina cambierà per sempre i loro destini.
Gabriele Salvatores raccoglie per la seconda volta la sfida di Niccolò Ammaniti. Eppure non si tratta veramente di una sfida, piuttosto di un completamento, di uno sviluppo, di una naturale trasposizione dalle parole alle immagini. Il regista milanese si mantiene infatti sostanzialmente fedele al dettato del romanzo omonimo, con qualche minima variante e alcuni interventi chirurgici. La sua operazione consiste nel lasciarsi il tempo di trattare ciò che ha scelto di conservare e nell'evidenziare la natura "cinematografica" del libro.
Così dopo il viaggio verso la coscienza e la disubbidienza (all'ingiustizia) di Io non ho paura, Salvatores gira un('altra) favola nera, affollata di lupi, agnelli e bambine col cappuccio rosso, che procede in direzione contraria e parallela dentro un cono d'ombra e nella risonanza panica del paesaggio. Dopo essere andato a Sud, l'autore si sposta nel lontano e mitizzato Nord, palesandolo e rivelandone i tratti spaventosi. Un luogo di sassi e fango abitato da tre personaggi immersi in un sordo rancore nichilista, che si trascinano giorno dopo giorno tra voglia di integrazione e profonda insicurezza. Come dio comanda descrive le ferite e le miserie di "precari" dell'esistenza sgradevoli e violenti. Una tipologia impossibile da integrare che riesce a trasmettere lo strazio della propria condizione umana per la verità che esprime e che vive di espedienti in una realtà dove tutti sono diventati troppo ricchi. L'impetuoso padre di Filippo Timi porta in sé una ferita che i servizi sociali hanno diagnosticato ma che non si preoccupano di guarire. Nessuno lo protegge o lo sostiene nel quotidiano, nessuno gli offre una chance per uscire da un'esistenza impedita a ogni possibile normalità. Zena è un soggetto inaffidabile, costretto a lottare contro la logica implacabile di un assistente sociale che minaccia di togliergli il figlio, unica e reale possibilità d'amore, e il loro elementare diritto di essere una famiglia.
Poi, il lampo di un temporale infinito scatenerà un evento al di sopra delle loro possibilità, qualcosa di inatteso che ha il carattere del destino. Coniugando una tragedia privata con il non senso collettivo, Salvatores si pone il problema di come continuare a fare del cinema a partire dalla realtà e dalle sue storie, senza ricadere nell'ambiguità morale della mimesi del reale. Imprime quindi alle immagini uno sguardo etico, che rispetta la complessità dei corpi messi in scena e degli accadimenti di cui si fanno veicolo. Quest'ordine di considerazioni si produce come volontà di guardare il prima delle vite dei tre protagonisti, che sfocia nella tragedia quotidiana del loro durante.

Premi e nomination Come dio comanda MYmovies
Come dio comanda recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Come dio comanda
Primo Weekend Italia: € 792.000
Incasso Totale* Italia: € 3.376.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 1 febbraio 2009
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
69%
No
31%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Come dio comanda

premi
nomination
Nastri d'Argento
0
4
David di Donatello
0
2
* - - - -

Salvatores: tutta estetica e niente cuore.

sabato 27 dicembre 2008 di Francesco

Molto deludente questo film dalle grandi attese. Salvatores ha un senso estetico da "professionista" del cinema. Ma per fare un film del genere non serve. Cioè, non serve solo la tecnica. Servirebbe una capacità di emozionare lo spettatore che Salvatores sembra aver perduto. E' come guardare un quadro fatto con rigore ma che non sa nemmeno lontanamente cosa sia il cuore. Eppure nel film ci sono grandi lacrime, grandi passioni, grandi dolori, omicidi, ecc. E il risultato è un'accozzaglia di avvenimenti continua »

* * * * -

La forza dell'amore e dei suoi limiti

lunedì 15 dicembre 2008 di daymimmo

Una storia plurima o meglio un proliferare di storie: un padre, un figlio, un "danneggiato", un non luogo, una comunità, una generazione. Questo film parla di sentimenti forti, di disagio sociale ed urbano, di politica in senso lato, eppure non si sente pronunciare parole quali ti amo, ti odio, destra, sinistra; nessuno lamenta una lampante assenza di "polis" e di "civitas". Eppure tutto il film è incentrato sulla forza dell'amore, l'amore di un padre e di un figlio; sulla forza di concetti (volutamente continua »

* * * * -

Come dio comanda: grande film

venerdì 2 gennaio 2009 di Houssy

Ecco come dovrebbe essere un film tratto da un bellissimo romanzo. Sgombriamo subito il campo da dubbi, Come Dio comanda è davvero un grande film. Storicamente tutti quelli che si sono cimentati nell'adattamento di un romanzo per il grande schermo si sono trovti davanti due strade da percorrere: cercare di essere più fedeli possibile al testo tentando di trasporre su pellicola l'emozione che trasuda dalle pagine, oppure tradire in tutto e per tutto il testo di riferimento e pur mantenendone il tema continua »

* * * * -

Tutti quanti hanno un amore sulla cattiva strada

mercoledì 20 maggio 2009 di Fabrizio Cirnigliaro

E’ ambientato in un paese immaginario del nord-est italiano, l’ultimo film di Gabriele Salvatores tratto dal libro di Nicolò Ammaniti (Premio Strega 2007) , “Come Dio Comanda“. Un paese che in certi momenti ricorda Twin Peaks, con il suo clima freddo, i boschi e il cadavere di un adolescente avvolto in un sacco di plastica. Rino Zena (Filippo Tini) è un ex operaio disoccupato che vive in una baracca col figlio Cristiano (l’esordiente Alvaro Caleca), è violento, alcolizzato, ha una croce celtica continua »

Rino Zena
-Mannaggia la puttana, le cose che ci diciamo non le devi dire a nessuno!-
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Rino Zena
Svegliati, dai svegliati cazzo! Devi dormire con un occhio aperto. E' mentre dormi che ti inculano.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Come dio comanda

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 20 maggio 2009

Cover Dvd Come dio comanda A partire da mercoledì 20 maggio 2009 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Come dio comanda di Gabriele Salvatores con Elio Germano, Filippo Timi, Fabio De Luigi, Angelica Leo. Distribuito da 01 Distribution. Su internet Come Dio comanda è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 5,99 €
Prezzo di listino: 7,99 €
Risparmio: 2,00 €
Aquista on line il dvd del film Come dio comanda

SOUNDTRACK | Come dio comanda

La colonna sonora del film

Disponibile on line da giovedì 18 dicembre 2008

Cover CD Come dio comanda A partire da giovedì 18 dicembre 2008 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Come dio comanda del regista. Gabriele Salvatores Distribuita da Cam Jazz, il cd è composto da musiche di genere Pop e Rock Italiano.

Sono inoltre disponibili altre colonne sonore del film. altre versioni »

APPROFONDIMENTI | Gabriele Salvatores rilegge Niccolò Ammaniti e dispone degli attori Filippo Timi ed Elio Germano.

Gli attori assolvono

giovedì 11 dicembre 2008 - Marzia Gandolfi

Come dio comanda: gli attori assolvono Rileggendo Ammaniti (Io non ho paura e Come dio comanda), Gabriele Salvatores lavora abilmente sui confini del thriller, sull'impasto tra realismo e mito, sulla sensibilità truffautiana – spielberghiana (la macchina da presa a livello di bambino ieri e di adolescente oggi) e sugli echi della commedia monicelliana (la banda disorganizzata alla "soliti ignoti", quella di Diego Abatantuono in Io non ho paura e quella di Filippo Timi in Come dio comanda). Soprattutto ottiene risultati sorprendenti dall'interazione tra attori professionisti (gli adulti) e quella specie indisciplinata di non attori che sono bambini e adolescenti.

APPROFONDIMENTI | Tratto dall'omonimo romanzo di Niccolò Ammaniti

Il film

mercoledì 10 dicembre 2008 - Pressbook

Come Dio comanda, il film Provincia del Nord Italia. Una landa desolata alle pendici di maestose montagne. Case sparse e costruite lungo una superstrada in mezzo a enormi depositi di legna, centri commerciali e neon. Qui vivono un padre e un figlio. Rino e Cristiano Zena. Rino è un disoccupato, meglio un lavoratore precario. Cristiano fa le scuole medie. Il loro è un rapporto d'amore tragico e oscuro. Soli combattono contro tutto. Rino educa suo figlio come può. Come sa. Cristiano lo ama, lo venera, lo considera il suo faro, la sua guida spirituale.

INCONTRI | Nel nuovo film di Salvatores Filippo Timi interpreta un padre che insegna al figlio a odiare.

Italian history x

martedì 2 dicembre 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Come dio comanda: Italian History X Nel nord est italiano si muovono sui binari neri della povertà e della violenza (psicologica) le vite di Rino e Cristiano, devoti alla svastica e affranti nell'anima. Nati dalla mente di Niccolò Ammaniti - che ha dato loro vita nel libro "Come dio comanda" - padre e figlio sono diventati "reali" nella trasposizione cinematografica di Gabriele Salvatores che a cinque anni da Io non ho paura torna a collaborare con l'autore Premio Strega. A vestire i panni logori del cattivissimo padre letterario è Filippo Timi, apprezzato scrittore e tra le più straordinarie figure del nuovo cinema italiano.

CELEBRITIES | Il regista è l'ideologo della fuga cinematografica.

Salvatores e quattro amici al bar

martedì 9 dicembre 2008 - Stefano Cocci

5x1: Salvatores e quattro amici al bar Nato a Napoli, Gabriele Salvatores è cresciuto culturalmente e professionalmente a Milano, lontano dai set cinematografici ma su quelli teatrali. Fu questa esperienza a costituire l'ossatura di una poetica e l'elemento fondamentale per un bagaglio di esperienze ed amicizie che saranno la costante dei suoi inizi. Il successo arriva con quella che a posteriori è possibile considerare la trilogia della fuga: Marrakesh express, Turnè e Mediterraneo. Il viaggio, il tour teatrale o una semplice sosta in un'isoletta greca, mentre nel mondo divampa la guerra, sono la primaria forma di espressione di un artista che critica il mondo che lo circonda e lo fa attraverso il nucleo di conoscenze e riferimenti che lo proteggono: gli amici di sempre, che vuole insieme a sé in queste prime esperienze.

NEWS | Gomorra di Matteo Garrone è il film dell'anno.

Record di candidature per il divo

venerdì 29 maggio 2009 - Marlen Vazzoler

Nastri d'Argento: record di candidature per Il Divo Per i Nastri d'Argento 2009 il film di Garrone riceverà il Nastro dell'anno mentre quello di Sorrentino ha conquistato ben nove candidature per: regia, produttore, sceneggiatura, attore protagonista, attrice non protagonista, fotografia, scenografia, montaggio e sonoro in presa diretta. Nella gara come miglior regista scendono in campo anche Marco Bellocchio col suo Vincere, Pupi Avati per Il papà di Giovanna, Marco Risi per Fortapàsc e Francesca Archibugi per Questione di cuore. Nella serata del 27 giugno al Teatro Antico di Taormina saranno 39 i film italiani, usciti dal primo maggio 2008 al 24 maggio 2009, che si sfideranno nelle vari sezioni votate da oltre 350 giornalisti del SNGCI.

Salvatores che fine hai fatto?

di Davide Turrini Liberazione

Come dio comanda , ultima fatica di Gabriele Salvatores. Alla base l'omonimo romanzo di Niccolò Ammaniti. Volessimo approcciarci al film "come dio comanda", cioè come vuole la vulgata ufficiale, dovremmo raccontare la storia. Dire che si parla di un rapporto tra padre e figlio senza mamme e grembi materni in senso stretto, deformato dalla presenza di un terzo incomodo, un emarginato strambo, e da una sovrastruttura socio-culturale (ovviamente dagli autori non condivisa) fatta di un ancestrale razzismo e luoghi comuni sugli stranieri. »

Cuori di tenebra nel Nord-Est

di Valerio Caprara Il Mattino

Fosco, oscuro, plumbeo, minaccioso. L'uomo e il suo habitat uniti nell'assoluta assenza di speranza che determina il tono, il ritmo e il senso del nuovo film di Salvatores tratto dal premiato libro di Ammaniti: «Come Dio comanda» non perde tempo, infatti, con gli approcci circostanziati e s'immerge da subito nel cuore di tenebra dei suoi protagonisti... Monadi impazzite di un mondo senza uscita, coacervo di rancori repressi, congiurati in nome di un'implausibile fede neonazista, Rino Zena (Filippo Timi), il figlio adolescente Cristiano (Alvaro Caleca) e l'affiliato scimunito Quattro Formaggi (Elio Germano) sopravvivono in una landa desolata del Nord-Est grazie all'amore viscerale che li unisce e all'odio mortale che li contrappone a tutti gli altri. »

Sulla cattiva strada

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Amore furente tra padre e figlio in una provincia del Nord Italia, terra desolata ai piedi delle montagne e tra i boschi: fabbriche, capannoni industriali, casette a schiera, centri commerciali, immense segherie, cumuli di alberi tagliati e accatastati. Diluvi. Cielo grigio. Gente ignorante e brutale dalle idee storte, avviata su quella che Fabrizio De Andrè chiamava «la cattiva strada». Il padre spesso disoccupato, violento, prepotente, xenofobo, turpiloquente, non crede nella libertà ma nella pistola; il figlio adolescente cerca di somigliargli e di essere stimato da lui, si vogliono bene «di un amore torbido e oscuro». »

Salvatores: un padre, un figlio e il Male

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Perché gli uomini diventano cattivi? Il secondo film di Salvatores tratto da un libro di Niccolò Ammaniti sembra voler rispondere a questa domandina insieme immensa e infantile. Cosa è che rende gli uomini malvagi? Non è una domanda innocente. Implica che il male sia un processo, un'affezione, magari latente, qualcosa che non necessariamente nasce con noi ma può impadronirsi del nostro essere. E i protagonisti di Come dio comanda, un padre, un figlio, un matto, sono proprio così. Malvagi e innocenti insieme. »

Come dio comanda | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | fabrizio cirnigliaro
  2° | daymimmo
  3° | houssy
  4° | mimmi44
  5° | giahlloh
  6° | ergodesign
  7° | great steven
  8° | giuli@depp
  9° | paride86
10° | ilaria
11° | chiarialessandro
12° | bella earl!
13° | gionni47
14° | francesco
Nastri d'Argento (4)
David di Donatello (2)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 |
Link esterni
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità