Gli uccelli

Acquista su Ibs.it   Dvd Gli uccelli  
Un film di Alfred Hitchcock. Con Jessica Tandy, Rod Taylor, Suzanne Pleshette, Tippi Hedren, Veronica Cartwright.
continua»
Titolo originale The Birds. Drammatico, durata 120 min. - USA 1963. MYMONETRO Gli uccelli * * * * - valutazione media: 4,15 su 46 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
4,15/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * * -
 critican.d.
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
In un paesino a sud di San Francisco accadde un fatto strano: un gabbiano aggredisce una ragazza.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
    * * * * -
Fantafilm
cento anni di cinema di fantascienza

Melaine, ragazza viziata dell'alta società di San Francisco, incontra casualmente in un'uccelleria l'avvocato Mitch Brenner ed è attratta dal suo atteggiamento sicuro, ironico e beffardo. Con il pretesto di recapitargli due "pappagallini inseparabili" Melaine si reca a Bodega Bay dove Brenner vive con la possessiva madre Lydia e con la sorellina Cathy e, invitata a partecipare alla festa di compleanno della bambina (i due "inseparabili" sono un dono per lei), trova ospitalità presso Annie Hayworth, maestra nella locale scuola ed ex fidanzata di Mitch. Mentre tra i due giovani nasce l'amore, Bodega Bay è sconvolta da una improvvisa follia che rende aggressivi stormi di uccelli. Anticipati da casi insoliti e isolati, in un crescendo di terrore, gli uccelli colpiscono la scuola e l'abitato di Bodega Bay e costringono Mitch, la sua famiglia e Melanie a subire un allucinante assedio durante la notte. Vittima dello shock, Melanie cade in uno stato catatonico e la silenziosa tregua che gli uccelli sembrano improvvisamente stabilire consente a Mitch di tentare la fuga, insieme alla madre e a Cathy, verso San Francisco. Costruito con tecnica minuziosa vicina al perfezionismo (difficile credere che, in realtà, molte sequenze furono impostate estemporaneamente sul set), il film si compone di quasi 1.400 inquadrature, 371 delle quali consistono in effetti speciali. Per girare le incursioni degli uccelli, oltre alla tecnica della sovrapposizione, si fece ricorso ad uccelli meccanici, ai gabbiani attirati con del cibo verso la macchina da ripresa e ai corvi ammaestrati dall'équipe di Ray Berwick ("Baldy", il corvo più docile del gruppo, divenne addirittura la mascotte della troupe e posò per le foto pubblicitarie assieme a Tippi Hedren ed Hitchcock). La lavorazione del film comportò grande stress per gli attori costretti a provare più volte con i loro pennuti antagonisti: se Taylor se la cavò con una buona dose di graffi e beccate, la Hedren - costretta a subire la furia di veri uccelli nella scena della soffitta - accusò un forte esaurimento nervoso che la allontanò per qualche settimana dal set. Il film è privo di commento musicale (gli unici due brevi sottofondi musicali sono le note del pianoforte suonato da Melanie in casa di Mitch e la canzoncina intonata dai bambini nella scuola di Annie) ma l'ingegnoso "silenzio" elettronico elaborato da Remi Gassmann e Oskar Sala scandito dall'inquietante battere di ali e dalle strida di uccelli non ne fa percepire l'assenza. Ricco di geniali soluzioni visive fin dai titoli di testa con le lettere del cast frantumate dalle ombre saettanti degli stormi, il racconto dilata una frivola commedia sentimentale alle dimensioni di un orrore apocalittico. Ad una lettura psicoanalitica (Donald Spoto lo ha associato all'ideale trilogia composta da Psyco e da Marnie), il film si presterebbe ad una allegoria sulla crisi del conformismo borghese, fiaccato dalla solitudine, dai sensi di colpa, dalla paura di essere incompresi, e sulla riappropriazione violenta e traumatizzante dell'energia animalesca della passione. I personaggi del film vivono soffocati dall'ansia esistenziale fino a riscoprirsi cambiati dopo un'esperienza violenta. In questo contesto, la figura della "gabbia" (da quelle dei canarini e degli "inseparabili" maneggiate con noncuranza nell'uccelleria, a quelle figurative della cabina telefonica o della casa assediata) è l'elemento iconografico più suggerito: uscire dalla gabbia significa conquistare il senso di sè. Il soggetto si ispira ad un breve racconto di Daphne Du Maurier che Hitchcock aveva già preso in esame per un possibile adattamento televisivo nella serie Alfred Hitchcock Presents. L'originalità della versione cinematografica sta nell'evitare qualsiasi spiegazione razionale o scientifica della rivolta degli uccelli e nella scelta di un inquietante finale aperto (il film non termina con la rituale parola "fine") dopo aver scartato l'ipotesi di far ritrovare i protagonisti fuggiti da Bodega Bay sullo sfondo del Golden Gate ricoperto di uccelli. The Birds lanciò sullo schermo la modella Tippi Hedren nel ruolo di Melanie (...la radice greca del nome significa bruna): Hitchcock che l'aveva notata in televisione in uno spot pubblicitario (la scena del bambino che fischia al suo passaggio è ripresa da quello) ne riplasmò l'immagine secondo i canoni della bionda glaciale ma vulnerabile, archetipo della figura femminile di tante sue opere. Premiato dal pubblico, ma per lungo tempo colpevolmente sottovalutato dalla critica, The Birds è - con le parole scelte da Truffaut nell'insostituibile intervista Il cinema secondo Alfred Hitchcock - una "costruzione intellettuale" che, pur sfuggendo alla rigida classificazione in un genere, ripensa in maniera inedita il tema della rivolta della natura contro l'uomo, centrale in tanta fantascienza degli anni dell'impegno ecologico. Nel ruolo della piccola Cathy fa la sua apparizione Veronica Cartwright che ritroveremo più volte in film di soggetto fantascientifico (Terrore dallo spazio profondo, Alien, Navigator).

Premi e nomination Gli uccelli Fantafilm cento anni di cinema di fantascienza
Gli uccelli recensione dal dizionario Farinotti
Showtime:
lunedì 9 marzo 2015 alle ore 21,15 in TV su STUDIOUNIVERSAL
Scopri gli altri film in televisione »
Premi e nomination Gli uccelli

premi
nomination
Premio Oscar
0
1
* - - - -

"gli uccelli" di a. hitchcock, esercizi di regia

venerdì 25 luglio 2008 di Pilopi

Gli Uccelli e' un film sostanzialmente assurdo, dove vari temi psicologici e relazionali sono presenatati o accennati ma non sviluppati. All' inizio del film, la caparbieta' un po' dissennata di Melanie nel consegnare a tutti costi i pappagalli in gabbia a Mitch, farebbe prevedere uno sviluppo tipo thriller da ossessione amorosa; invece questo aspetto un po' inquietante del carattere di Melanie, scompare inspiegabilmente del tutto dopo mezz'ora di film e la protagonista diviene una semplice e comprensiva continua »

* * * * *

Quando a dominare e' l'irrazionale...

sabato 16 aprile 2005 di Tina

Non sapremo mai perché all'improvviso succede quel succede ne "Gli uccelli". C'è chi cerca di avanzare ipotesi scientifiche, chi si rifugia nella paura per dar colpe al "diverso" che, si sa, ovunque va fa danni, chi alla fine in silenzio decide di soccombere e darla vinta all'avversario. E' forse questo il quid che rende "Gli uccelli" il vero capolavoro di Hitchcock, perché quando si è in grado di trasmettere inquietudine senza sangue ed assassini con una storia alle spalle, allora giù il cappello continua »

* * * * *

Il maestro, vola sempre più in alto!

martedì 1 aprile 2008 di Flegiàs TN

Il maestro del brivido ha con questo incredibile film superato se stesso. Per la seconda volta, dopo Rebecca, la prima moglie, Hitchcock si ispira ad un racconto di Daphne Du Maurier regalandoci quello che è sicuramente il suo film più originale. Si discosta dal comune giallo o thriller e dal classico plot, tanto caro ad Hitch, dell’innocente ingiustamente accusato di qualche crimine che deve riscattarsi da solo, magari con l’aiuto della bella di turno. Questa volta i protagonisti, tra i quali una continua »

* * - - -

Gli uccelli

martedì 4 dicembre 2007 di Cinemaniaco

Gli uccelli appare come la maliziosa sovrapposizione di due film assai diversi l?uno dall?altro, che stentano a fondersi. Il primo film dura suppergi? tre quarti d?ora, precede l?assalto dei pennuti ed ? una commedia sofisticata nello stile che Hitchcock collaud? in pellicole dimenticate come Il signore e la signora X. C?? una bionda ricca, Tippi Hedren, la pi? recente incarnazione dell?eterno femminino secondo Hitchcock; c?? un giovanottone gagliardo e attraente, Rod Taylor, che ha intorno a s? continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Gli uccelli adesso. »
Shop

DVD | Gli uccelli

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 12 settembre 2001

Cover Dvd Gli uccelli A partire da mercoledì 12 settembre 2001 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Gli uccelli di Alfred Hitchcock con Jessica Tandy, Rod Taylor, Suzanne Pleshette, Tippi Hedren. Distribuito da Universal Pictures, il dvd è in lingue e audio italiano, Mono - inglese, Mono - francese, Mono - tedesco, Mono, e sottotitolato in inglese - francese - spagnolo - italiano - portoghese. Su internet Gli uccelli è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Gli uccelli

FOCUS | Hitchcock, ancora Hitchcock. I 50 anni de Gli uccelli.

Onda&fuorionda

domenica 14 aprile 2013 - Pino Farinotti

ONDA&FUORIONDA Nella primavera del 1963 usciva nella sale Gli uccelli. C'è una certa corrente di pensiero, una delle molte, che lo colloca al vertice dell'opera di Hitchcock. Va detto che, secondo appunto le correnti, i titoli... cambiano. Come molti dei grandi maestri legislatori - Wilder, De Sica, Kubrick, Fellini, e non molti altri - l'inglese ha molto sperimentato. Significa che per ogni periodo ha posto un titolo "miliare". Cito nella fase inglese Il club dei 39, in quella americana in b/n Rebecca e Notorious, in quella successiva spettacolar-hollywoodiana, La finestra sul cortile, L'uomo che sapeva troppo, La donna che visse due volte, Intrigo internazionale.

   

di François Truffaut

In Otto e mezzo qualcuno cerca di bloccare Guido per proporgli un soggetto contro le armi nucleari. Come Fellini io penso che il cinema “magnanimo” sia l’insidia delle insidie, l’inganno più subdolo della nostra industria. Per un vero cineasta, niente è più seccante che girare The bridge on the river Kwai (Il ponte sul fiume Kwai, 1957). Alternanza di scene d’ufficio con discussioni tra vecchi rincoglioniti e scene di movimento girate generalmente da un’altra troupe. Scemenze, trucchi a gogò, macchine per far Oscar. »

di Georges Sadoul

Da un racconto di Daphne de Maurier. In una baia californiana, un'intraprendente ragazza ricca (Tippi Hedren) corteggia un giovanotto (Rod Taylor) molto legato alla madre (Jessica Tandy) quando cominciano ad accadere strani fatti Gli uccelli assaltano gli uomini, in un crescendo angoscioso, il film non dà risposta: chi vincerà? Il regista stavolta non si è servito d'una spiegazione logica o di un colpevole svelato, ma ha puntato su una paura più profonda, quella metafisica dell'irrazionale, attraverso un elemento decisamente fantastico. »

di Luigi Martelli

The Birds, tratto nello spunto originario da una novella di Daphne Du Maurier, descrive l’assalto di migliaia di uccelli ad un paese della California, Bodega Bay, ed ai suoi abitanti. Dei tema del film, Hitchcock dice (1): «You can make in the theme of too much complacency in the world: that people are unaware that catastrophe surrounds us all». li regista si è preoccupato di sottolineare l’incertezza della posizione dell’uomo nell’universo e, nel far ciò, lo ha inserito con i suoi problemi in una storia fantastica, senza, però, prescindere, nel proporla, dalla realtà delle cose, dalla osservazione degli avvenimenti e delle situazioni, da un mondo vero con un suo peso concreto e palpabile, per cui gli oggetti e gli avvenimenti sono dati nella loro immediatezza: è la realtà stessa che assume aspetti diversi a seconda degli angoli visuali da cui la si osserva. »

Gli uccelli | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | tina
  2° | flegiàs tn
  3° | mrbuzzino
  4° | a17540
  5° | donald93
  6° | great steven
  7° | tomdoniphon
  8° | il cinefilo
  9° | fulicchio
10° | tony montana
11° | nicolò
12° | cinemaniaco
13° | pilopi
Premio Oscar (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 |
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2015 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità