Fino all'ultimo respiro

Consigliato sì!
2,94/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * * -
 critican.d.
 pubblico * * * 1/2 -
Il protagonista è un eroe "nero" dei nostri giorni senza ideali, senza il romanticismo di un Humphrey Bogart o di un Jean Gabin (cui il regista continuamente allude in fulminei fotogrammi).
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Il film manifesto della Nouvelle Vague
    * * * * -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Il protagonista è un eroe "nero" dei nostri giorni senza ideali, senza il romanticismo di un Humphrey Bogart o di un Jean Gabin (cui il regista continuamente allude in fulminei fotogrammi). Se la vita non ha senso, il giovane Belmondo la vive seguendo i suoi impulsi, che sono criminali: ruba un'auto, uccide un poliziotto, va a Parigi e, agganciata sbrigativamente una bella turista americana, se la porta a letto. Ma lei lo denuncia. Oggi il film è ritenuto il manifesto della "Nouvelle Vague".

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
FINO ALL'ULTIMO RESPIRO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
iTunes
-
-
-
-
-
-
Infinity
Premi e nomination Fino all'ultimo respiro

premi
nomination
Festival di Berlino
1
0
* * * * *

Che bello!

venerdì 27 luglio 2007 di luca

E' tutto bello in questo film! Niente è scontato, niente è banale: è un incalzare di emozioni una diversa dall'altra! Mi mancano le parole! Lo consiglio vivamente agli amanti del bello, dell'azione e della riflessione sull'amore e su quello che capita intorno a noi. Io amo Belmondo e la Seberg: sono la coppia più affascinante del cinema! e ringrazio Godard Le scene di loro due chiusi nella camera d'albergo sono memorabili insieme a quella della corsa buffa di Belmondo prima di cadere a terra (con continua »

* * * * *

Il primo respiro nel cinema di godard

domenica 1 novembre 2009 di fedeleto

Alla prima prova cinematografica di jean-luc godard troviamo questo film decisamente eccezionale nella forma nel contenuto mostrando valori,messaggi simbolici,e poche parole a volte che dicono una verita' assoluta.La trama scritta con truffaut(anche egli debuttante l'anno precedente con i 400 colpi) si concentra sul personaggio interpretato da belmondo che braccato dalla polizia si nasconde e scappa da una ragazza di parigi desiderando di voler fuggire con lei ma non tutto andra' come previsto....In continua »

* * * - -

Fino all'ultimo respiro

domenica 27 febbraio 2011 di il cinefilo

Intendiamoci:non è che il sottoscritto intenda mettere in dubbio la portata innovativa che il film ha avuto nel periodo della nouvelle vague,inteso come il rinnovamento nei modi di intendere il cinema,e nemmeno intendo dubitare dell'effettiva abilità e bravura che lo hanno reso meritatamente(soprattutto in quel preciso momento storico)una delle principali opere d'avanguardia della nuova corrente cinematografica di cui si sono fatti"alfieri"anche registi come francois continua »

* * * * -

La bandiera della nouvelle vague

domenica 26 settembre 2010 di galaxyofbubbles.blogspot.com

Manifesto assoluto della Nouvelle Vague francese insieme con I 400 Colpi di Francois Truffaut, Fino all'Ultimo Respiro (À Bout de Souffle o Breathless in inglese) di Jean Luc Godard è una pellicola eccezionale ed innovativa. Girato con una mentalità ed uno stile proiettati in avanti anni luce rispetto a buona parte dei film di quegli anni, la pellicola rimane tuttora a passo con i tempi e non accenna minimiamente ad invecchiare. Caratterizzato da un montaggio rapido e saltellante, continua »

Michel Poiccard (Jean-Paul Belmondo) parla con Patrizia (Jean Seberg)
Patrizia: tu hai paura di invecchiare? Io sì
Michel: è da idioti! ti ho già detto che il peggiore dei difetti è la viltà
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Michel Poiccard (Jean-Paul Belmondo) parla con Patrizia (Jean Seberg)
Patrizia: tu hai paura di invecchiare? Io sì
Michel: è da idioti! ti ho già detto che il peggiore dei difetti è la viltà
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Parvulesco (Jean-Pierre Melville)
Ci sono due cose importanti al mondo: per gli uomini le donne, e per le donne il denaro... Se una bella donna sta con un uomo ricco, si può dire automaticamente che lei è perbene e lui uno sporcaccione.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5

di Walter Veltroni

Doveva essere bello il tempo in cui dei giovani che avevano voglia di raccontare si trovavano, discutevano, davano vita a movimenti artistici, collettivi. In fondo tutta la storia del talento umano è segnata da grandi accelerazioni all’apparire di gruppi di persone ispirate da fermenti collettivi innovativi. I dadaisti o gli impressionisti razionalisti o i seguaci dell’architettura organica, i neorealisti o i creatori del free cinema inglese. I ragazzi dei Cahiers du Cinéma si invaghirono del primo film di uno della loro generazione, scritto da uno di loro, Francois Truffaut. »

La realtà dal buco della serratura

di Lorenzo Pellizzari Cinema Nuovo

Ed ecco il regista invadere le strade di Parigi, cogliere la «realtà» dal «buco della serratura», ignorare ogni sintassi e ogni grammatica, affidarsi al caso e all'equivoco, ma non a «innovare»: anzi rispolvera - e male, in quanto al di fuori del contesto storico e rivoluzionario della «vera avanguardia» - le vecchie teorie dziga-vertoviane del Cine-occhio. [...] Le cose tuttavia non procedono meglio sul piano «contenutistico». Che cosa ci racconta, cosa ci dice, infatti il film? La storia di un inutile delitto (gratuito quanto falso), di un amore viziato e impossibile (in cui la frigidità morbosa della tipica ragazza americana venuta in Europa per condurre una vita «artistica» e indipendente - salvo aspettarsi l'assegno da casa - si innesta sull'altrettanto falsa spregiudicatezza di un rottame esistenzialista, che si atteggia a «duro», imitando male - e il contesto lo ammette - il «duro» per eccellenza, Humphrey Bogart) e infine il trauma di una «giustizia» improbabile e sgradevole. »

di Massimo Magri

Fiducioso di poter vivere libero e pericolosamente “fino all’ultimo respiro”, un giovane ladro d’auto uccide un poliziotto, va a Parigi, si lega ad una ragazza americana con cui pianifica la fuga. Poi l’amica lo tradisce e il giovane viene ucciso dalla polizia. “Tra Pepé le Mokò e questo film non c’è parentela, si spalanca l’abisso di una guerra: nulla più vi è di romantico, né di ingenuo, nulla più di popolaresco nell’abiezione dell’antieroe. L’atteggiamento ironico con cui Godard guarda al suo laido meschino protagonista è della stessa marca di quello con cui i surrealisti amarono Fantomas. »

La testimonianza del regista

di Jean-Luc Godard

Fino all’ultimo respiro è iniziato così. Avevo scritto la prima scena (Jean Seberg sugli Champs-Elysées) e per il resto avevo tantissimi appunti corrispondenti ad ogni scena. Ho pensato: è terribile. Ho fermato tutto. Poi ho riflettuto: in un giorno, se uno ci sa fare, si può arrivare a girare una decina di inquadrature. Soltanto, invece di trovare molto tempo prima (le inquadrature), le avrei trovate appena prima. Quando si sa dove si va, deve essere possibile. Non è dell'improvvisazione, è una messa a fuoco all'ultimo minuto. »

Fino all'ultimo respiro | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | fedeleto
  2° | luca
  3° | galaxyofbubbles.blogspot.com
  4° | anna ferrari
  5° | marco santillani
  6° | teardrop
  7° | luca scial�
  8° | ralphscott
  9° | il cinefilo
Rassegna stampa
Charles Taylor
Festival di Berlino (1)


Articoli & News
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità