Fino all'ultimo respiro

Acquista su Ibs.it   Dvd Fino all'ultimo respiro   Blu-Ray Fino all'ultimo respiro  
Un film di Jean-Luc Godard. Con Jean-Paul Belmondo, Jean Seberg, Daniel Boulanger, Jean-Pierre Melville, Henri-Jacques Huet.
continua»
Titolo originale A bout de souffle. Drammatico, Ratings: Kids+13, b/n durata 89 min. - Francia 1960. - Cineteca di Bologna uscita lunedý 4 ottobre 2021. MYMONETRO Fino all'ultimo respiro * * * * - valutazione media: 4,18 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
fedeleto domenica 1 novembre 2009
il primo respiro nel cinema di godard Valutazione 5 stelle su cinque
75%
No
25%

Alla prima prova cinematografica di jean-luc godard troviamo questo film decisamente eccezionale nella forma nel contenuto mostrando valori,messaggi simbolici,e poche parole a volte che dicono una verita' assoluta.La trama scritta con truffaut(anche egli debuttante l'anno precedente con i 400 colpi) si concentra sul personaggio interpretato da belmondo che braccato dalla polizia si nasconde e scappa da una ragazza di parigi desiderando di voler fuggire con lei ma non tutto andra' come previsto....In realta' ci sarebbe da aggiungere ancora parecchio ma si rischierebbe di svelare anche alcuni colpi di scena che il film lascia in serbo per lo spettatore.Analizzando il film nella sua dettagliatezza si possono notare alcuni particolari che colpiscono e che ci danno la conferma che questo neo regista jean-luc godard nasconda in realta' gia un talento innato per questo mestiere. [+]

[+] lascia un commento a fedeleto »
d'accordo?
luca venerdý 27 luglio 2007
che bello! Valutazione 5 stelle su cinque
58%
No
42%

E' tutto bello in questo film! Niente Ŕ scontato, niente Ŕ banale: Ŕ un incalzare di emozioni una diversa dall'altra! Mi mancano le parole! Lo consiglio vivamente agli amanti del bello, dell'azione e della riflessione sull'amore e su quello che capita intorno a noi. Io amo Belmondo e la Seberg: sono la coppia pi¨ affascinante del cinema! e ringrazio Godard Le scene di loro due chiusi nella camera d'albergo sono memorabili insieme a quella della corsa buffa di Belmondo prima di cadere a terra (con relativo tuffo sul selciato) e di morire mentre guarda la Seberg e le rinnova il suo amore! VIVA L'AMORE FINO ALL'ULTIMO RESPIRO!!!!!!!!!!

[+] lascia un commento a luca »
d'accordo?
galaxyofbubbles.blogspot.com domenica 26 settembre 2010
la bandiera della nouvelle vague Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

Manifesto assoluto della Nouvelle Vague francese insieme con I 400 Colpi di Francois Truffaut, Fino all'Ultimo Respiro (À Bout de Souffle o Breathless in inglese) di Jean Luc Godard è una pellicola eccezionale ed innovativa. Girato con una mentalità ed uno stile proiettati in avanti anni luce rispetto a buona parte dei film di quegli anni, la pellicola rimane tuttora a passo con i tempi e non accenna minimiamente ad invecchiare. Caratterizzato da un montaggio rapido e saltellante, da una recitazione libera e spontanea, da intuizioni geniali come le battute rivolte vero la camera..quindi verso il pubblico e da un bianco e nero raggiante, il film è senza dubbio inimitabile. [+]

[+] lascia un commento a galaxyofbubbles.blogspot.com »
d'accordo?
parsifal giovedý 25 maggio 2017
manifesto innovativo Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Esordio dirompente alla regia di J.L. Godard,  con l aiuto del collega ed amico Truffaut alla sceneggiaturaa , è da considerarsi a tutti gli effetti , il manifesto della Novelle Vague, corrente cinematografica francese , destinata  a lasciare il segno nella storia del cinema moderno. I criteri con cui  Godard affronta la realizzazione di quest'opera sono arditi ed innovativi; dare vita ad una forma narrativa differente , denominata da lui stesso " Non Linearità" quindi non seguire pedissequamente il copione e la sceneggiatura ( in questo caso quasi  del tutto assenti) ma improvvisare la  momento, dando vita   a  nuove sinergie cinematorgrafiche , che hanno origine dall'interazione spontanea tra attori e regista, durante l'azione. [+]

[+] lascia un commento a parsifal »
d'accordo?
marco santillani lunedý 12 settembre 2011
film da studiare Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

E' imbarazzante recensire dei film così importanti: film che hanno scritto un'epoca. Il film, scritto da Truffat, doveva essere girato appunto da quest'ultimo. Ma Truffat, leggendo un romanzo di David Goodis, autore americano di romanzi noir, restò impressionato da "Non sparate sul pianista" e decise di adattarlo per la sua versione cinematografico. Lasciò quindi "Fino all'ultimo respiro" a Godard che ebbe carta bianca per girarlo come voleva. Anche perchè, Truffat aveva scritto solo qualche pagina (credo 4) relative al soggetto del film. Il resto, fu iniziativa di Godard. E' stato ampiamente illustrato il modo anticonvenzionale con cui il regista ha girato il film: numerosi errori di grammatica cinematografica, sembrano quasi voluti. [+]

[+] lascia un commento a marco santillani »
d'accordo?
anna ferrari lunedý 20 febbraio 2012
ritmo sincopato Valutazione 5 stelle su cinque
67%
No
33%

Stamattina mi sono ricordata perchè, nella mia mente, Michel Poiccard ha detto, guardando in camera con una interpellazione diretta al pubblico, "se non vi piace il mare, se non vi piace la montagna, se non vi piace la città, andate a quel paese".
Intanto andare a quel paese significa finire ammazzati.
Poi,  secondo quanto ha affermato Godard stesso, cedere alla tentazione del montaggio vuol dire anche cedere alla tentazione dell'inquadratura breve. [+]

[+] appendice (di anna ferrari)
[+] appendice (di anna ferrari)
[+] lascia un commento a anna ferrari »
d'accordo?
teardrop lunedý 21 settembre 2015
godard e belmondo per un capolavoro Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

"Fino all'ultimo respiro" di Jean Luc Godard è un tributo al noir americano ed a Humphrey Bogart. E' anche un ironico addio a quel modo di fare cinema, e, al modello di gangster com'era stato rappresentato fino a quel momento. Non più duro e vincente, ma un perdente senza arte nè parte. La trama è di una semplicità estrema: il giovane delinquente amorale e menefreghista Michel (Jean Paul Belmondo), uccide un poliziotto, mentre viaggia verso Parigi su un'auto rubata. La polizia lo cerca, ma riesce a raggiungere la capitale, dove trova rifugio presso Patricia (Jean Seberg) una studentessa americana che aveva conosciuto in passato. Cercherà di convincerla ad andare con lui in Italia. [+]

[+] lascia un commento a teardrop »
d'accordo?
luca scial� venerdý 3 luglio 2015
un lupo solitario dell'era moderna Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Considerato da molti registi illustri, tra cui il nostro Fellini, il film più rappresentativo della Nouvelle vogue francese, questo film di Godard ci racconta di un lupo solitario dell'era moderna. Che vive senza ideali, stimoli e progetti in pieno boom economico. Un'era basata sul consumismo, che vuole dimenticare le sofferenze della guerra ma che non vive ancora gli ideali sociali e politici del decennio successivo.
In una splendida cornice esaltata in più fotogrammi qual è Parigi, mai mutata nel tempo a differenza degli uomini, Francois cerca di costruire una storia d'amore con un'americana. Che però alla fine, in fondo, si mostra uguale a lui. [+]

[+] lascia un commento a luca scial� »
d'accordo?
ralphscott martedý 31 maggio 2011
rottura degli schemi Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
100%

Mai vista tale abbondanza di inquadrature dall'alto,sebbene l'approcio del regista sappia "di nuovo" a tutto tondo. La trama in se risulta un po' leggera,con contenuti tipici del cinema francese quali i tormenti e le scaramucce degli innamorati (e qua l'azione ne risente). Belmondo ammicca e recita anche con le labbra,ma la gatta morta Seberg lo inguaierà per...mettersi alla prova. Memorabile il campo lungo a seguire l'agonia di Michel

[+] lascia un commento a ralphscott »
d'accordo?
il cinefilo domenica 27 febbraio 2011
fino all'ultimo respiro Valutazione 3 stelle su cinque
44%
No
56%

Intendiamoci:non è che il sottoscritto intenda mettere in dubbio la portata innovativa che il film ha avuto nel periodo della nouvelle vague,inteso come il rinnovamento nei modi di intendere il cinema,e nemmeno intendo dubitare dell'effettiva abilità e bravura che lo hanno reso meritatamente(soprattutto in quel preciso momento storico)una delle principali opere d'avanguardia della nuova corrente cinematografica di cui si sono fatti"alfieri"anche registi come francois Truffaut(autore del soggetto del film)e Alain Resnais.
La storia di un bandito che si innamora di una ragazza americana e cerca di convincerla a restare con lui(malgrado egli sia ricercato per l'omicidio di un poliziotto)è piuttosto ben strutturata e il ritmo può dirsi effettivamente avvincente oltre a rendere evidente(nelle inquadrature e nel montaggio frenetico)il motivo per il quale venne considerato,giustamente,una vera"novità"a livello tecnico,espressivo,visivo e culturale. [+]

[+] lascia un commento a il cinefilo »
d'accordo?
Fino all'ultimo respiro | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1░ | fedeleto
  2░ | luca
  3░ | galaxyofbubbles.blogspot.com
  4░ | parsifal
  5░ | teardrop
  6░ | anna ferrari
  7░ | marco santillani
  8░ | luca scial�
  9░ | ralphscott
10░ | il cinefilo
Rassegna stampa
Charles Taylor
Festival di Berlino (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Foto | Frasi | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità