•  
  •  
Apri le opzioni

Miguel Littin

Miguel Littin (Miguel Littin Cucumides) è un regista, produttore, sceneggiatore, co-sceneggiatore, è nato il 9 agosto 1942 a Palmilla (Cile). Miguel Littin ha oggi 79 anni ed è del segno zodiacale Leone.

Cile

A cura di Fabio Secchi Frau

Il più grande regista cinematografico, televisivo e teatrale (nonché scrittore) cileno vivente che racconta, grazie ai suoi film poetici e struggenti, storie di vite disperate, che ha costruito abbinando la simbologia del teatro, i sontuosi affreschi storici e i colori di una terra cinematograficamente ai confini.
Vincitore del premio Ariel per la regia del suo film Actas de Marusia - Storia di un massacro (1976), è stato più volte a un passo dal vincere la Palma d'Oro a Cannes e l'Oscar per il miglior film straniero (sfiorato nel 1976 e nel 1983).

Studi
Discendente da una famiglia di immigrati arabi e greci, studia all'Instituto Regional Federico Errázuriz di Santa Cruz, successivamente si iscrive ai corsi di regia teatrale all'Universidad de Chile e trova immediatamente lavoro come regista di programmi televisivi nel canale della stessa università.

Le prime pellicole
Comincia a muovere i suoi primi passi nel 1965, quando firma il documentario breve Por la tierra ajena, ma la sua carriera cinematografica comincia più esattamente nel 1969 quando firma la commedia tesa e incisiva (la si paragona ai nostri film neorealisti) Lo sciacallo di Nahueltoro (1970) nel quale, senza mezzi termini, denuncia l'emarginazione dei contadini e le assurde azioni della giustizia. La pellicola è campione del box office in patria e ottiene il Premio OCIC al Festival di Berlino. La notorietà è così grande che Salvador Allende, nel 1971, lo nomina direttore generale del Chile Films, che gli permetterà, sotto il governo di Unidad Popular, di firmare alcuni suoi documentari come La tierra prometida, che sarà completata e distribuita solo dopo il suo esilio in Messico e poi in Spagna. Esilio che avviene dopo il colpo di stato e l'instaurazione della dittatura di Augusto Pinochet.

La prima candidatura all'Oscar
Nel 1976 ritorna alla carica con un nuovo film Actas de Marusia - Storia di un massacro, ispirato al racconto di Patricio Manns, che lo porterà alla candidatura per il miglior film straniero. Dieci anni più tardi, firma Acta General de Chile (1986) che invece ottiene il premio FIPRESCI.

Una biografia firmata Gabriel García Márquez
Molto ammirato dal premio Nobel Gabriel García Márquez, diventa oggetto di una sua biografia dal titolo "Las aventuras de Miguel Littin, clandestino en Chile" che diventerà poi un best sellers, mentre nel frattempo ritorna alla tematica latino-americana con Sandino (1991) e Los naufragos (1994).
Nel 2000 arriva invece la didascalica trasposizione dell'omonimo romanzo di Francisco Coloane Terra del fuoco e, nel 2009, Isola 10, basata sulle memorie omonime dell'ex ministro Sergio Bitar che descrive un famoso campo di concentramento nel quale fu costretto a vivere, imponendosi ancora una volta come un regista che è allo stesso tempo un autore classico, ma anche un cineasta attivo politicamente e militante.

Le opere come scrittore
Come scrittore, ha invece firmato "El viajero de las 4 estaciones" (1990) e "El bandido de los ojos transparentes" (1999).

Ultimi film

Drammatico, (Cile, Brasile, Venezuela - 2009), 117 min.
Drammatico, (Spagna, Italia - 2000), 103 min.
Drammatico, (Cile - 1973), 110 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati