•  
  •  
Apri le opzioni

Joss Whedon

Joss Whedon. Data di nascita 23 giugno 1964 a New York City, New York (USA). Joss Whedon ha oggi 58 anni ed è del segno zodiacale Cancro.

Whedonworld

A cura di Fabio Secchi Frau

Lo sguardo sognante di chi in barba alle concessioni riesce ancora a sottoscrivere un mondo popolato di magia che delinea travagliati percorsi esistenziali. Non a caso, nella carta, ha catturato la "bad girl" transgenerazionale per eccellenza: Buffy, la cacciatrice.

Gli inizi e la sceneggiatura di Toy Story
Figlio di un'insegnante liceale e attivista politica e dello sceneggiatore televisivo Tom Whedon (autore peraltro di sitcom come Alice, Benson, ma soprattutto The Donna Reed Show), fratello dell'attore e assistente alla produzione Zack Whedon e dei cantanti Jed e Samuel Whedon, Josh Whedon è uno degli sceneggiatori televisivi più formidabili d'America per quel che riguarda il settore fantasy-horror.
Ateo, sposato con Kai Cole, dalla quale ha avuto due figli (Arden e Squire), si è laureato alla Wesleyan University nel 1987, cominciando a lavorare, a soli 25 anni, come produttore della sitcom Pappa e ciccia, che ha portato al successo internazionale Roseanne Barr, diventandone persino autore. Stabilitosi a Los Angeles, continua la sua attività di scrittore, sia per serie tv della NBC come Fra nonni e nipoti, sia per i fumetti della Dark House Comics o della Marvel.
Dopo aver firmato un contratto con la Disney, che da qui in poi lo supporterà artisticamente, firma la sceneggiatura di Toy Story (1995) di John Lasseter, ottenendo una nomination all'Oscar.

Buffy - L'ammazzavampiri
È dietro la sua penna che nasce il quarto capitolo della saga di Alien Alien - La clonazione ed è sempre dalla sua penna che si sviluppa una delle saghe televisive, cinematografiche e fumettistiche più di culto a cavallo degli anni Novanta e Duemila: Buffy - L'ammazzavampiri.
La storia di una ragazza qualunque che improvvisamente entra nel mondo del soprannaturale poiché il suo destino è quello di cacciare i vampiri, nonché ogni genere di mostro possibile e immaginabile, diventa una vera e propria onda di successo. Magari partita con il piede sbagliato, con il pasticciato film omonimo che lui firma e che viene portato sul grande schermo nel 1992 da Fran Rubel Kuzui - reo di aver fatto interpretare il ruolo di Buffy da una poco acerba Kristy Swanson -, ma poi l'idea si sviluppa in un telefilm che rimarrà sul grande schermo per ben sette stagioni dal 1997 al 2003, raccogliendo i consensi di pubblico e critica.
Inquieta e irresistibile, vera e propria cattiva ragazza dall'aria tosta, questa volta Buffy è interpretata da una più adatta Sarah Michelle Gellar che ben si destreggia nel ruolo di una liceale che cerca di sopravvivere non solo agli anni più difficili per un individuo (l'adolescenza), ma anche agli ostacoli che il Male (nel senso più puro del termine) le metterà di fronte. Whedon crea un mondo parallelo, dove la grande particolarità sta nell'abbattere gli stereotipi più comuni del genere horror: le bionde tra le nuvole sono le eroine della storia assieme ai nerds, alle secchione verginelle e ai professori pallosi, dei mostri ci si può anche innamorare e i vincenti, gli sciupafemmine, le figlie di papà, disinteressate e viziate, muoiono sotto i canini affilati.

Autore cult degli adolescenti e le regie
Nel contempo, firma persino una canzone per la Disney (quella che poi andrà nella pellicola Il Re Leone II) e procede nella realizzazione di uno spin-off della serie che gli sta offrendo più popolarità: Angel, che non avrà lo stesso successo di Buffy e che andrà in onda dal 1999 al 2004. Autore delle sceneggiature per film d'animazione come Titan A.E. (2000) e Atlantis - L'impero perduto (2001), nel 2002 firma una nuova serie televisiva fantascientifica Firefly con Nathan Fillion come protagonista che andrà in onda fino al 2004 e si concluderà con la pellicola Serenity (2005). In seguito si accaparrerà la regia della fortunata saga degli Avengers, firmando il primo e il secondo capitolo dedicato ai supereroi.
Consacrato autore cult degli adolescenti, forse il "bad guy" è proprio lui, perché sotto la scorsa di un quarantenne, si nasconde l'anima languida e ancora prematura di un adolescente che vuole spaccare il mondo.

Ultimi film

Azione, Avventura, Fantasy - (USA - 2017), 121 min.
Azione, (USA - 2012), 140 min.
Fantascienza, (USA - 2005), 119 min.

Focus

FOCUS
sabato 28 ottobre 2017
Roy Menarini

Va dato atto ancora una volta a Joss Whedon di aver intuito, insieme al responsabile del Marvel Cinematic Universe (Kevin Feige), che le forme dell'ironia e della commedia erano le più flessibili e adatte per armonizzare un mondo narrativo altrimenti a rischio di affollamento. Il primo Avengers ha in buona sostanza dimostrato che una buona chimica tra i vari supereroi la si raggiunge attraverso la commedia dei caratteri, e che l'aspetto epico può convivere con questo atteggiamento scanzonato

APPROFONDIMENTI
domenica 26 ottobre 2014
Roy Menarini

Al momento dell'annuncio che sarebbe stato realizzato un film da Guardiani della Galassia, e anche vedendo i primissimi trailer, pochi erano disposti a scommettere sull'esito maiuscolo del film di James Gunn, che in pochi mesi ha conquistato un successo al di là delle più rosee aspettative e che (quel che più colpisce) ha conquistato anche un consenso critico vicino all'unanimità. Ben presto, Guardiani della Galassia è diventato uno dei quei film che gli entusiasti hanno visto due volte, accompagnando a rivederlo amici e parenti- ancora oggi, il "second time" è una delle ragioni più concrete del successo di un blockbuster

APPROFONDIMENTI
mercoledì 25 aprile 2012
Mauro Gervasini

Alla fine ce l'ha fatta. Joss Whedon (classe 1964) irrompe nel mondo dei cinecomix dirigendo The Avengers, ovvero i Vendicatori che dal 25 aprile, data della distribuzione quasi worldwide del film, muoveranno alla Liberazione di un immaginario formativo per la sua generazione. Non è un regista qualsiasi Whedon, e non è neanche un "autore" alla Kenneth Branagh (Thor) avulso dal mondo dei fumetti ma imprestato per vezzo oppure, chissà, per un sostanzioso assegno

NEWS
martedì 3 novembre 2009
Marlen Vazzoler

Circa un mese fa era stata riportata la notizia che la franchise di Terminator molto probabilmente sarebbe stata messa all'asta per pagare i debiti del Halcyon Holding Group, che ne aveva comprato i diritti nel 2007 per 25 milioni di dollari. Secondo il Financial Times all'asta che si terrà questo fine mese che comprenderà solamente i diritti comprati dalla Halcyon e non quelli di Terminator e Terminator 2 sembra siano interessati la Sony, la Summit e la Media Rights Capital

News

Con The Avengers, il regista newyorkese irrompe nel mondo dei cinecomix.
Jeremy Renner e Mark Ruffalo entrano nella squadra dei Vendicatori.
I diritti della franchise vengono messi all'asta.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati