•  
  •  
Apri le opzioni

Alain Corneau

Alain Corneau. Data di nascita 7 agosto 1943 a Meung-sur-Loire (Francia) ed è morto il 30 agosto 2010 all'età di 67 anni a Parigi (Francia).

Un autore del cinema di genere

A cura di Elisa Battistella

Un cineasta completo, che si è dedicato sia alle pellicole "impegnate" che ai film di genere. Questo potrebbe essere un breve ritratto del regista Alain Corneau, recentemente scomparso dopo una lunga lotta contro il cancro.

Infanzia e formazione
Figlio di un veterinario di campagna, da ragazzo il regista francese si dedica allo studio della musica, fondando anche un complessino jazz. Tuttavia, ben presto si appassiona a un'altra arte: il cinema, con una particolare predilezione per i noir americani. Abbandonati i piatti della batteria, si iscrive all'IDHEC, l'Istituto di Studi Superiori di Cinema, fondato da Marcel L'Herbier. Completa il suo apprendistato nella settima arte lavorando come aiuto-regista per professionisti come Roger Corman, Costantin Costa Gavras e Nadine Trintignant, che diventerà anche la sua compagna di vita.

Dal fallimento dell'esordio al successo della trilogia noir
Il suo debutto dietro la macchina da presa avviene nel 1973, quando realizza France, Societè Anonyme. Il film, a metà strada fra la parodia dei film noir e la denuncia sociale, è un sonoro flop commerciale, che porta ben presto al fallimento l'Albina Production con cui l'ha girato.
Il successo arriva due anni dopo con Police Python 357, un riuscito polar con Yves Montand, Stefania Sandrelli e Simone Signoret, omaggio al cinema di Jean-Pierre Melville e ai thriller americani degli anni '40. Il film è anche il primo capitolo di una trilogia, completata da La minaccia (1977), ancora con Montand protagonista, e Il fascino del delitto (1979).

Autore fra kolossal e Antonio Tabucchi
Gli anni '80-'90 sono sicuramente il periodo più felice nella carriera del cineasta francese. Dopo il thriller Codice d'onore (1981), nel 1984 realizza Fort Saganne, un kolossal ambientato nei primi anni del 1900, con un cast stellare che comprende Catherine Deneuve, Gerard Depardieu e Philippe Noiret. Tratto da un romanzo di Louis Gardel, è uno dei film più costosi della storia del cinema francese.
Nel 1989 gira Notturno indiano, trasposizione cinematografica dell'omonimo testo di Antonio Tabucchi. Giunto in India per cercare un amico scomparso, il protagonista del film compie un viaggio nella memoria attraverso i paesaggi del Subcontinente.
Altrettanto riuscito e intimista è il successivo Tutte le mattine del mondo (1992), biografia del seicentesco violista Sieur de Sainte-Colombe e del suo allievo Marin Marais. In quest'ultimo ruolo si alternano Gerard Depardieu e il figlio Guillaume.
Gli anni '90 si chiudono con Le cousin, un thriller con Marie Trintignant.

Gli ultimi anni
La produzione dell'ultimo decennio si rivela più discontinua. Dopo due pellicole poco convincenti come Il principe del Pacifico (2000) e Les mots bleus (2004), rispettivamente un film d'avventura e un melodramma sull'autismo, Corneau torna alle atmosfere noir che l'hanno reso celebre con Le deuxieme souffle (2007). Remake di Tutte le ore feriscono... l'ultima uccide di Jean-Pierre Melville, il film mescola efficacemente il thriller con l'ineluttabilità della tragedia greca, con Daniel Auteuil e Monica Bellucci come protagonisti.
L'ultima pellicola del cineasta francese è Love Crime (2010), una versione più cupa e amara de Una donna in carriera di Mike Nichols, nella quale la lotta fra la dirigente Kristin Scott Thomas e la dipendente Ludivine Sagnier sfocia in tragedia. Dopo essere stato presentato a Cannes, il film è stato inserito nella Selezione Ufficiale del Festival Internazionale del Film di Roma 2010.
In virtù della sua lunga e prolifica carriera, Corneau è stato insignito con numerosi premi. Nel 2004 l'Accademia Francese gli assegna il Prix Renè Clair, mentre nel 2010 riceve il prestigioso Prix Henri Langlois al Festival del Cinema di Vincennes.
Il regista si spegne a Parigi il 30 agosto 2010, dopo una lunga lotta contro il cancro.

Ultimi film

Thriller, (Francia - 2010), 104 min.
Thriller, (Francia - 1999), 112 min.
Drammatico, (Francia - 1989), 110 min.
Avventura, (Francia - 1984), 180 min.
Drammatico, (Francia - 1981), 135 min.

Focus

INCONTRI
giovedì 18 ottobre 2007
Tirza Bonifazi Tognazzi

Il film Nella Parigi degli anni '60 Jacques muore sotto i colpi d'arma da fuoco nel locale di Manouche. È il suo amante ma la donna non sembra disperarsi perché ha appena saputo che Gu, l'uomo di cui è segretamente innamorata, è evaso dal carcere dopo dieci anni di prigionia. I gangster che hanno fatto fuori Jacques la raggiungono a casa per ucciderla, ma Gu la salva e cerca di vendicarsi. Le strade della capitale francese sono però controllate dalla polizia comandata dal Commissario Blot che sembra sapere cosa stia accadendo e studia le mosse della malavita per trovare il pericoloso evaso e rimetterlo in cella

News

Alain Corneau riporta sullo schermo un classico noir di José Giovanni.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati