Le buone stelle - Broker

Film 2022 | Drammatico, 129 min.

Regia di Kore'eda Hirokazu. Un film Da vedere 2022 con Doona Bae, Song Kang-ho, Ji-eun Lee, Gang Dong-Won, Joo-young Lee. Cast completo Titolo originale: Broker. Genere Drammatico, - Corea del sud, 2022, durata 129 minuti. Uscita cinema giovedì 13 ottobre 2022 distribuito da Lucky Red, Koch Media. - MYmonetro 3,14 su 13 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Le buone stelle - Broker tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento martedì 6 settembre 2022

Storie di personaggi accomunati tra loro dalle "baby boxes": luoghi dove i genitori coreani possono lasciare i bambini che hanno messo al mondo ma che non possono o non vogliono tenere con sé. Il film è stato premiato al Festival di Cannes,

Consigliato sì!
3,14/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,27
PUBBLICO
CONSIGLIATO SÌ
Un inno alla vita gentile, un po' ingenuo ma in definitiva piacevole grazie al suo variegato e convincente cast.
Recensione di Tommaso Tocci
venerdì 27 maggio 2022
Recensione di Tommaso Tocci
venerdì 27 maggio 2022

A Busan, la giovane madre in difficoltà So-young decide di lasciare il figlio appena nato nella "baby box" di un ospedale. A intercettare il pargolo sono però Sang-hyun e Dong-soo, che gestiscono un'attività clandestina di contrabbando di bambini per i quali cercano i genitori giusti, nonché i migliori offerenti, in tutto il paese. Dopo aver convinto la madre che sia la scelta migliore per il futuro del piccolo Woo-sung, il gruppetto inizia il viaggio ignaro che sulle loro tracce ci siano la poliziotta Su-jin e la giovane collega Lee, determinate ad arrestare i criminali dopo averli colti sul fatto.

Un affare di famiglia ha cambiato molte cose nella carriera di Kore'eda, che dopo il grande successo internazionale e la Palma d'oro a Cannes nel 2018 ha allargato i suoi orizzonti dal nativo Giappone con la tappa in Francia per Le verità.

Con Broker racconta invece una storia coreana (che lo vede lavorare con star locali come il Song Kang-ho di Parasite) che inizia a Busan e diventa poi un road movie itinerante, pur rimanendo molto vicina ai temi tradizionali del suo cinema.

Innanzitutto la famiglia, organismo primario che va oltre anche i legami di sangue. Per il regista nipponico famiglia vuol dire pathos, impegno e responsabilità: è un modo di resistere al sistema e alle sue storture sociali, questa volta con particolare enfasi sulle leggi per l'adozione e sulle politiche di welfare infantile. Broker si chiede e fa chiedere ai suoi personaggi cosa sia più giusto, esaminando un caleidoscopio di casi da diverse prospettive durante il viaggio sgangherato di questa famiglia improvvisata.

Ci sono madri bisognose, coppie che hanno provato di tutto, ospedali che si prendono cura dei neonati abbandonati, gestori di orfanotrofi, e la polizia che deve applicare leggi a volte troppo severe. L'immagine della "baby box", un buco nel muro illuminato e con ninna nanna incorporata dove poter lasciare alle cure dello stato un bambino a cui non si può dare un futuro, è quella che apre il film e rimane sempre centrale nel suo sviluppo. Ma è davvero un aiuto oppure incentiva le giovani madri all'abbandono?

Dilemmi sui quali Kore'eda si schiera sempre dalla parte dell'empatia e dei buoni sentimenti, in quello che è un inno alla vita gentile e perfino un po' ingenuo. Qualunque gruppo di persone può imparare a diventare famiglia nell'universo del regista, che però è diverso dal mondo reale. Il sentimentalismo che lo ha spesso aiutato a illuminare con dignità il genere del dramma sociale stavolta lo fa apparire poco incisivo, benché il film si mantenga piacevole grazie a un variegato cast di personaggi decisi a fare - più o meno - sempre la cosa giusta.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 1 settembre 2022
Alessandra De Luca
Ciak

Un neonato viene abbandonato sulla soglia di una chiesa da una madre in difficoltà. Messo in salvo, il piccolo viene sottratto da due dei volontari che si occupano dei bambini rimasti senza famiglia vendendoli a clienti pronti a sborsare grosse somme di denaro per aggirare la burocrazia delle regolari adozioni. La madre del bambino però si rifà viva, mentre due poliziotte incaricate di indagare sul [...] Vai alla recensione »

martedì 31 maggio 2022
Roberto Manassero
Film TV

Kore-eda gira in Corea del sud, ma non cambia di segno il proprio cine- ma: anzi, Broker è una summa dei temi prediletti dal regista - la fami- glia improvvisata, l'affetto fra adulti e bambini, l'identità che viene dal rapporto con gli altri e non dal sangue, i molteplici punti di vista che ri- frangono l'idea di giustizia - utilizzati per costruire un road movie dal- l'animo gentile, a partire da [...] Vai alla recensione »

sabato 28 maggio 2022
Alessandra Levantesi
La Stampa

Per realizzare Broker, in gara a Cannes, il giapponese Hirokazu Kore'eda si è trasferito in Corea del Sud, dove pare che il mercato dei bimbi abbandonati sia molto fiorente; e ne é risultato un film che, sebbene in linea con le sue tematiche, manca dell'usuale limpidezza narrativa. In una notte di pioggia torrenziale una fanciulla lascia il suo neonato nell'apposito box di una chiesa; e la mattina [...] Vai alla recensione »

sabato 28 maggio 2022
Cristina Piccino
Il Manifesto

Una giovane donna nella notte lascia un bimbo davanti alla porta di una chiesa, la piccola insegna che indica «baby box» - una scatola dei bambini versione attualizzata della Ruota degli esposti - ci dice che si tratta di un centro di accoglienza per neonati che le mamme non possono tenere con sé, e dove hanno la possibilità di lasciarli senza dare spiegazioni.

sabato 28 maggio 2022
Enrico Azzano
Quinlan

C'era una volta un regista giapponese di notevole talento, accolto dai festival ma poco o niente considerato dal pubblico internazionale. Fuori dai confini del Sol Levante, Hirokazu Kore-eda era sostanzialmente un autore di nicchia, da cinefili. Eppure aveva diretto una serie di pellicole particolarmente apprezzate, ma distanti anni luce dai vari box office, come Maborosi, After Life o Air Doll.

venerdì 27 maggio 2022
Aldo Spiniello
Sentieri Selvaggi

Dopo l'esperimento de La verità, Kore-eda prosegue nel tentativo di trapiantare il cuore profondo della sua poetica nel corpo di un'altra realtà produttiva. Lì si trattava della Francia, con l'influsso intellettuale del suo cinema più parlato. Qui il confronto è con la Corea del Sud. Cioè con l'industria cinematografia orientale più da esportazione, più in linea, oggi, con le richieste del mercato [...] Vai alla recensione »

venerdì 27 maggio 2022
Giampiero Raganelli
Cineclandestino

Una volta c'era la ruota degli esposti, ovvero quello strumento che permetteva a donne e famiglie di abbandonare un bambino neonato, in forma anonima, per essere affidato a un orfanotrofio. Ancora oggi esistono paesi dove sopravvivono dei corrispettivi moderni di quel vecchio sistema. Tra questi la Sud Corea, dove sono collocate le cosiddette baby box, che assolvono alla stessa identica funzione.

venerdì 27 maggio 2022
Andrea Martini
Quotidiano Nazionale

Un concorso tranquillo nella sua mediocrità s'accende in modo improvviso ma non imprevisto perché la fiamma del cinema brucia in questo regista come in pochi altri. Il giapponese Hirokazu Kore-Eda, palma d'Oro 2018 per Un affare di famiglia sbarca a Pusan, est della Corea e vi ambienta il suo ultimo film, Le buone stelle. Il tema è molto vicino ai suoi ultimi e le stelle presiedono all'accudimento [...] Vai alla recensione »

venerdì 27 maggio 2022
Francesco Alò
Il Messaggero

Solo il giapponese Kore'eda può trasformare il traffico di neonati abbandonati in commedia familiare dal buon umore crescente. Accade grazie a Broker, ambientato in Corea del Sud, dove la star di Parasite Song Kang-ho è un truffatore gentile che si cuce gli abiti finti da prete, ruba i bimbi ma commuove due poliziotte che lo inseguono da anni. La positività potrebbe sbancare anche se Kore'eda ha già [...] Vai alla recensione »

venerdì 27 maggio 2022
Adriano De Grandis
Il Gazzettino

Nella pioggia una donna abbandona un neonato davanti a un "baby boxes", un'altra donna lo mette dentro, due uomini lo prendono in consegna, ma non hanno belle intenzioni: sono trafficanti di bambini. Due poliziotte seguono le loro tracce, mentre la madre torna, avviene un omicidio, e un'inattesa piccola "famiglia" si crea. Dal riassunto si capisce che sono presenti tutti i temi cari al regista giapponese, [...] Vai alla recensione »

venerdì 27 maggio 2022
Vania Amitrano
Ciak

Già vincitore della Palma d'oro nel 2018 per Un affare di famiglia, l'acclamato regista giapponese Hirokazu Kore-eda è tornato in Competizione al Festival di Cannes 2022 con Brocker, film degno della sua usuale linea narrativa delicata, profonda e a tratti anche divertente. In Italia la distribuzione commerciale del film nelle sale sarà coordinata da Lucky Red, mentre l'edizione home video sarà gestita [...] Vai alla recensione »

giovedì 26 maggio 2022
Federico Pontiggia
La Rivista del Cinematografo

L'ottavo film in Selezione a Cannes e il sesto in Concorso per il cineasta giapponese Kore-Eda Hirokazu, vincitore della Palma d'Oro nel 2018 per Un affare di famiglia, Premio della Giuria nel 2013 per il suo capolavoro Like Father, Like Son, e in palmares anche con Nobody Knows, valso a Yuya Yagira il premio come miglior attore nel 2004. Con Broker affronta l'impatto dell'abbandono di neonato, ambientando [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
lunedì 22 agosto 2022
 

Per la regia di Kore'eda Hirokazu, una toccante commedia familiare on the road dal sapore agrodolce. Premiato al Festival di Cannes e dal 13 ottobre al cinema. Guarda il trailer »

PREMI
sabato 28 maggio 2022
 

L'interprete si è aggiudicato l'ambito riconoscimento per la sua interpretazione in Broker di Hirokazu Kore'eda. Vai all'articolo »

CANNES FILM FESTIVAL
venerdì 27 maggio 2022
Tommaso Tocci

In Concorso al Festival di Cannes e prossimamente al cinema. Vai all'articolo »

TRAILER
martedì 19 aprile 2022
 

In Concorso al prossimo Festival di Cannes, un dramma che ruota attorno all'abbandono dei minori. Guarda il trailer »

winner
miglior attore
Festival di Cannes
2022
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati