Il legame

Film 2020 | Drammatico, Horror, Thriller +13 93 min.

Anno2020
GenereDrammatico, Horror, Thriller
ProduzioneItalia
Durata93 minuti
Regia diDomenico Emanuele de Feudis
AttoriRiccardo Scamarcio, Federica Rosellini, Sebastiano Filocamo .
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,84 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Domenico Emanuele de Feudis. Un film con Riccardo Scamarcio, Federica Rosellini, Sebastiano Filocamo. Genere Drammatico, Horror, Thriller - Italia, 2020, durata 93 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,84 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Il legame tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Durante una visita alla madre del suo fidanzato nel sud Italia, una donna cerca di difendersi dalla misteriosa e pericolosa maledizione che ha colpito la figlia.

Consigliato sì!
2,84/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,67
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Convincente esordio di de Feudis con un horror fortemente ancorato alla realtà rurale del Sud.
Recensione di Rudy Salvagnini
mercoledì 30 settembre 2020
Recensione di Rudy Salvagnini
mercoledì 30 settembre 2020

Dopo parecchio tempo, Francesco torna a casa a trovare l'anziana mamma Teresa, che vive con la coetanea Sabrina in una grande casa attorniata da longeve piantagioni di ulivi in Puglia. Con sé, Francesco porta la sua compagna Emma, che si appresta a sposare, e la figlioletta di lei, Sofia, che gli si è attaccata come a un padre. Emma è dapprima affascinata dal contesto rurale, ma poi ne soffre quelle che ritiene essere mere superstizioni. Nella notte, Sofia viene morsa da una tarantola e comincia a stare male, anche più di quanto dovrebbe in conseguenza del morso. Teresa sostiene che la piccola è vittima del malocchio. Emma vorrebbe solo andarsene in tutta fretta con la bambina, ma la cosa non si rivela per niente facile.

Domenico de Feudis si è fatto le ossa come aiuto regista (anche per La grande bellezza di Sorrentino) e ha dato buona prova di sé con un fulminante cortometraggio, L'ora del buio, nel quale si è rivelato molto bravo nella creazione di una situazione disturbante e macabra conclusa in modo pungente.

Questo suo lungometraggio d'esordio riprende in parte lo spunto e l'atmosfera cupa di quel cortometraggio per raccontare una storia diversa, ovviamente più articolata e profondamente immersa in un folclore intriso di antica sapienza che confina spesso con pratiche magiche provenienti da un tempo immemore.

L'ambientazione è un punto di forza del film, sia per gli scenari suggestivi che trasmettono inquietudine sia per come veicola gli umori di una tradizione millenaria che incombe con il peso delle sue convenzioni e dei suoi rituali. Se Francesco proviene da quell'ambiente e quindi in qualche modo lo capisce, pur essendosene in apparenza affrancato, Emma ne è totalmente estranea e, classico pesce fuor d'acqua, si trova a contatto con una realtà che le si presenta come aliena e misteriosa.

L'attenzione al substrato etnico-religioso del meridione italiano richiama precedenti illustri come Il demonio di Brunello Rondi e ancora il film a una sorta di realismo magico che dà spessore al racconto. Nel suo ultimo terzo la narrazione si diluisce in un horror più convenzionale, perdendo così di originalità, con alcuni luoghi comuni della possessione e dell'infestazione che si insinuano qua e là, ma l'impianto resta solido e mantiene una buona presa sullo spettatore grazie a una discreta costruzione della suspense.

Il torbido groviglio delle colpe passate è un po' di maniera e sovraccaricato di melodramma, ma è funzionale a fornire un adeguato retroterra motivazionale.

I personaggi sono caratterizzati in modo abbastanza attento, con una consistente dose di ambiguità, a esclusione della protagonista, dipinta come donna moderna e consapevole, messa a confronto con una sorta di Medio Evo del quale trova normale non fidarsi. Più che buona la resa del cast in cui tutti sono bene in parte e rendono con credibilità i vari personaggi. Si segnala in particolare Mariella Lo Sardo che agisce molto bene per sottrazione, rendendo con notevole efficacia il ruolo della mamma del protagonista.

Sei d'accordo con Rudy Salvagnini?
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
martedì 13 ottobre 2020
Rocco Moccagatta
Film TV

Che bisogno c'è dei manieri spettrali della tradizione anglosassone quando si può contare sulle assolate masserie pugliesi con quel che di verminoso e oscuro nascondono appena girato l'angolo (o, come qui, sceso il sottoscala)? Intuizione meritoria quella di De Feudis al suo esordio nel lungo (e pure produttivamente astuta, considerando l'iper-attivismo dell'Apulia Film Commission), anche se non del [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 ottobre 2020
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Incredibile. L' Italia è capace di confezionare horror degni di questo nome, pescando dalla tradizione di riti pagani e maledizioni. Protagonista è un convincente Scamarcio, che torna al Sud, dalla mamma, per farle conoscere la compagna e la figlia di lei. La quale, dopo il morso di una tarantola, si scopre essere vittima di un malocchio. Bell' esordio alla regia di de Feudis che sa come valorizzare [...] Vai alla recensione »

giovedì 1 ottobre 2020
Lorenzo Ciofani
La Rivista del Cinematografo

All'origine de Il legame (opera prima di Domenico de Feudis, già assistente alla regia di Paolo Sorrentino in La grande bellezza e Loro e Valeria Golino in Miele, nonché autore di due corti) c'è quel misterioso universo osservato, studiato, analizzato da Ernesto de Martino in saggi come Sud e magia, pietra miliare della ricerca etnografica in cui il grande antropologo esplorava rituali e credenze del [...] Vai alla recensione »

NEWS
NETFLIX
mercoledì 30 settembre 2020
Rudy Salvagnini

Esordio convincente per de Feudis, molto abile nel creare situazioni di palpabile tensione. Dal 2 ottobre su Netflix. Vai all'articolo »

NETFLIX
venerdì 25 settembre 2020
 

Regia di Domenico Emanuele de Feudis. Un film con Riccardo Scamarcio, Federica Rosellini, Sebastiano Filocamo. Dal 2 ottobre su Netflix.  Guarda il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati