Drag Me to Hell

Film 2009 | Horror +13 99 min.

Regia di Sam Raimi. Un film Da vedere 2009 con Alison Lohman, Justin Long, Lorna Raver, David Paymer, Dileep Rao, Adriana Barraza. Cast completo Genere Horror - USA, 2009, durata 99 minuti. Uscita cinema venerdì 11 settembre 2009 distribuito da Lucky Red. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,03 su -1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Drag Me to Hell tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un'ambiziosa agente di un ufficio prestiti viene colpita da una maledizione infernale dopo aver approvato lo sfratto di un'anziana signora. In Italia al Box Office Drag Me to Hell ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 1,2 milioni di euro e 469 mila euro nel primo weekend.

Drag Me to Hell è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,03/5
MYMOVIES 3,25
CRITICA 3,20
PUBBLICO 2,94
CONSIGLIATO SÌ
Raimi torna a spaventare divertendo.
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 21 maggio 2009
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 21 maggio 2009

Christine Brown è in attesa di un'importante promozione nella banca in cui lavora. Un giorno nega all'anziana signora Ganush la proroga di un prestito che le consentirebbe di conservare la propria abitazione. La donna, che è in contatto con un Lamia, le lancia contro una maledizione che metterà il demone sulle sue tracce. Da quel momento Christine dovrà cercare di respingere gli attacchi e di trovare la soluzione definitiva per liberarsi dal Male.
Sam Raimi, dopo l'immersione nei tre Spiderman, torna a un suo antico progetto (risale a più di 10 anni fa) sviluppato con il fratello Ivan. Un imprinting dalla serie sul supereroe deve però essere rimasto perchè la nuova protagonista Alison Lohman sintetizza, non solo fisicamente, le caratteristiche di Kirsten Dunst. Non tanto sul versante fidanzatina (anche Christine lo è) quanto piuttosto su quello della ragazza di sani principi che viene posta dinanzi a continui e sempre piu' drammatici bivi. Anche perchè il nuovo film di uno dei maestri dell'horror diverte più che fare paura. I colpi di scena si susseguono ma sono il più delle volte attesi e quindi suscitano quel tipo di brivido che è causato dal gratificante pensiero di avere previsto l'accaduto.
Come però sa fare chi conosce bene le dinamiche del genere Raimi non si limita a trasportare lo spettatore nel tunnel degli orrori di un parco divertimenti a 35 millimetri (nel quale è bene stare attenti a tutto e, in particolare, alle mosche) ma affronta anche un livello più alto.
Christine rappresenta quei tanti che,pur essendo fondamentalmente onesti, in questo mondo in cui la precarietà del lavoro domina si trovano quasi costretti a far tacere un angolino della loro coscienza, per andare avanti. L'horror molto spesso, al di là di quello che ne pensano i detrattori che però non lo conoscono, punta a una morale finale. Anche in questo caso lo fa.
Christine ha fatto del male a qualcuno, trovando delle giustificazioni che sono comprensibili ma non sufficienti. Basta questo per trascinarla trascinarla all'Inferno ? Sembrerebbe di sì.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
DRAG ME TO HELL
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
iTunes
-
-
-
-
TIMVISION
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 12 settembre 2009
wynorski guiaz '80s

La giovane banchiera Christine(Alison Lohman) vive felicemente col fidanzato Clay(Justin Long) e con un piccolo gatto. Un giorno, per ottenere una nomina dal suo capo(David Paymer) Chris nega una proroga alla vecchia e povera signora Ganush(Lorna Raver) che, per vendicarsi, scaglia sulla giovane ragazza una maledizione. Dopo tre giorni di inferno, Christine e Clay tentano una seduta spiritica per placare [...] Vai alla recensione »

venerdì 22 ottobre 2010
salvo pat

Per chi non conosce Raimi e la sua saga più famosa (per me è "la casa", per altri invece sarà "spiderman", che pure gradisco), questo film può risultare quantomeno indigesto. Nessun particolare salto dalla sedia se non in pochissime occasioni. E anche i colpi di scena, per chi è abituato a certi generi di film, non risultano essere indimenticabili. [...] Vai alla recensione »

giovedì 17 settembre 2009
ciccio capozzi

“DRAG ME TO THE HELL” di SAM RAIMI; USA,09. Chris è una bancaria “normale”: né buona né cattiva. Per dimostrarsi tosta rifiuta una dilazione ad una signora, nonostante l’abbia implorata; costei le lancia una maledizione: una Lamia verrà a prenderla. Regista e sceneggiatore, insieme al fratello Ivan, nonché, produttore, S.R. rivela il talento geniale nel comporre un “classico” film del terrore, dalla [...] Vai alla recensione »

giovedì 18 aprile 2013
amandagriss

Sam Raimi torna al suo primo amore,l'horror,che,in verità,non ha mai abbandonato avendo fondato negli ultimi anni la casa di produzione Ghost House con cui ha portato sul grande schermo prodotti  'di paura' di sicuro successo al botteghino ma di dubbia,altalenante qualità (come i dittici The Grudge e Boogeyman ed il notevole 30 giorni di buio).

martedì 30 novembre 2010
THX1138

Sono passati più di vent'anni da quando Sam Raimi, con "La Casa" e il suo sequel, ha insegnato ad uno stupefatto pubblico che con un horror ci si potesse anche divertire oltre che terrorizzarsi, che al sangue e alla tragedia si potesse mescolare anche la commedia. Allora il pubblico godeva delle eroiche gesta di Ash (Bruce Campbell), rideva di lui e con lui, entusiasmato [...] Vai alla recensione »

domenica 10 giugno 2012
Vittorio Alrik

Con questo film Sam Raimi ritorna al genere di film che più lo ha reso celebre, lo splatter. Le caratteristiche sono chiare, non è un film commerciale in cui il tocco del regista si vede. Christine Brown, interpretata alla perfezione da Alison Lohan, giovane ragazza intraprendente, è una donna che da sola cerca di farsi spazio nel mondo del lavoro e che cerca di avere la meglio [...] Vai alla recensione »

lunedì 13 maggio 2013
Matteo Manganelli

Dopo 17 anni Sam Raimi, autore di pellicole di ottimo livello come Spiderman 2, di cult indimenticabili come La Casa e L'armata delle tenebre, torna all'horror. O meglio, a quella che è la sua versione del cinema horror, efficace ma anche grottesca. Con un budget medio-basso per un film americano, un'idea non tanto originale ma sviluppata in modo interessante, Drag Me to Hell è [...] Vai alla recensione »

domenica 10 gennaio 2016
critichetti

Questo è il classico film che parte benissimo ma poi si perde lungo andare con idee stupide.Partiamo però dalle cose belle:Raimi sembra essere tornato quello di una volta,infatti in tanti casi sembra di rivedere "La casa",perfino nelle musiche.La storia nasce con un'idea carina,perchè una maledizione gitana ha sempre il suo fascino e l'attrice che interpreta la [...] Vai alla recensione »

venerdì 8 gennaio 2016
gianleo67

Nel tentativo di convincere il suo capo a darle la promozione che merita, la giovane bancaria Christine rifiuta la proroga di un mutuo che finisce per mettere sulla strada ed umiliare un'anziana signora di origini slave ed a provocarne così la morte. Non prima però che la vecchia megera scagli su di lei la maledizione di una Lamia, antico demone della tradizione classica che perseguita [...] Vai alla recensione »

lunedì 6 aprile 2015
Renato C.

Stavolta sono d'accordo con i detrattori! E' un film che si basa tutto a mostrare scene raccapriccianti se non da vomito! Comunque ne contesto lo schema: Per quanto possa essere forte un demone, Dio non permetterà mai che un innocente o un pentito venga trascinato nell'inferno per l'eternità! La protaginista era innocente? No! Non era senza peccato! E' stato grave che abbia negato una ulteriore proroga [...] Vai alla recensione »

mercoledì 16 maggio 2012
KillBillvol2

Sam Raimi, il regista di Spiderman, torna all'horror disgustoso che lo ha fatto conoscere al grande pubblico, e questa volta si pone, come in passato, due obbiettivi: disgustare lo spettatore riuscendo a farlo anche ridere in alcuni passaggi. Nel primo obbiettivo ci riesce a pieno, nel secondo non particolarmente, cadendo più volte nel ridicolo involontario anche nelle scene madri (vedi [...] Vai alla recensione »

sabato 27 novembre 2010
Frz94

 Frizzante, godibile, spaventoso, ben girato: queste a mio parere le caratteristiche del nuovo film di Raimi (il regista di film come la Casa). Una dipendente di banca, bella e giovane, rifiuta di prorogare l'affitto a una zingara; quest'ultima per vendicarsi, essendo una specie di maga, evoca una Lamia, un demonio che giunto sulla terra avrà il compito di uccidere la ragazza, [...] Vai alla recensione »

venerdì 28 gennaio 2011
Everlong

La prima cosa che mi è venuta in mente guardando Drag me to hell è stato il sospetto di trovarmi di fronte ad un horror anni '80. Raimi in questo suo nuovo horror/farsa ambisce a tornare alle origini, agli albori di quella "Casa" che tanto lo rese celebre ormai quasi trent'anni fa. Drag me to hell senza dubbio conferma lo stile di Raimi, molto ben caratterizzato [...] Vai alla recensione »

martedì 5 gennaio 2010
paride86

Sam Raimi torna all'horror e lo fa con un film che lascia senza fiato lo spettatore, tra colpi di scena a raffica e salti dalla poltrona, tutti realizzati mediante effetti speciali corposi e a volte piuttosto kitsch. Ma, a parte rare occasioni, il film manca di situazioni significative, sia per la tensione che per le ambientazioni. La trama è risibile e finalizzata allo spavento.

giovedì 1 ottobre 2009
calibanrage

Il ritorno di Sam Raimi al genere che tanto gli sta a cuore, dopo l'esperienza dei vari Spiderman. Finalmente direbbe qualcuno. É la storia di Christine che lavora in una società finanziaria, una di quelle in cui per fare carriera bisogna essere squali, non guardare in faccia nessuno nè provare alcun sentimento per i propri clienti (a maggior ragione la compassione), e dove soprattutto si deve intraprender [...] Vai alla recensione »

lunedì 23 gennaio 2012
_mElindo__

Il più alto risultato cinematograficamente parlando del regista Sam Raimi, anche in grado di surclassare il celeberrimo La Casa, già di per sè un epico cult-movie. In Drag Me To Hell, Raimi dimostra di aver appreso la lezione di cinema horror che all'inizio anni 80 Kubrick e Friedkin avevano dato realizzando Shining e L'esorcista(probabilmente i due film horror più belli mai realizzati): non sempre [...] Vai alla recensione »

martedì 5 aprile 2011
Dandy

Raimi tenta di tornare alle atmosfere degli esordi,dei film che fecero(giustamente)la sua fortuna,da "La casa" a "L'armata delle tenebre".Ma manca del tutto l'obbiettivo,e mi sorprende non poco vedere tutte queste critiche entusiaste,nonchè gente affermare cose del tipo"con questo film,Raimi è tornato finalmente alle origini".

giovedì 6 gennaio 2011
Gella

Il buon "vecchio" Sam non spaventa più come una volta. Sarà perchè anche lui comincia a perdere colpi? Oppure perchè ormai le abbiamo viste di tutti i tipi e niente ci fa più paura? Essendo un forte estimatore di Raimi, opto (sperando di non sbagliarmi) per la seconda opzione. Ormai sono lontani i (bei) tempi di "La Casa" e "L'armata delle [...] Vai alla recensione »

giovedì 10 febbraio 2011
Sinphi

Non male la sceneggiatura, non fa paura la solita storia della sfigata che si becca la maledizione, il finale un po' prevedibile....lo consiglio comunque

venerdì 6 agosto 2010
Mr. Andrew The Photographer

Questo è un film decisamente da vedere e comprare: molto divertente ma allo stesso tempo fa suscitare parecchia suspense durante le scene della vecchia gitana Lorna River quando perseguita la protagonista Christine Brown (Alison Lohman). Infatti più che essere un horror classico lo classificherei come un film di genere horror-comico perchè alcune volte, come comunque quasi tutti i film horror escono [...] Vai alla recensione »

giovedì 24 settembre 2009
J0KER

Tutto si potrebbe dire si Sam Raimi ma non certo che inizia i suoi film con lentezza, pronti e via già appare il famigerato demone lamia pronto a portare un piccolo monello colpevole di una ragazzata nelle fiamme dell'inferno (e da qui lo spot anche gli innocenti finiranno all'inferno). che dire il film e un ottimo mix di paura orrore e comicità, marchio di garanzia della casa Raimi, che offre ogni [...] Vai alla recensione »

martedì 15 settembre 2009
Gus da Mosca

Il comic-horror e' diventato un genere con Raimi ed e' esploso con decine di titoli, soprattutto di autori e registi esordienti. Raimi riprende in mano la sua creatura e decide di non rifondarla: fa un film dalla storia prevedibilissima, priva di originalita', quasi una rigorosa applicazione di tutti gli stereotipi del film di genere, da lui inventato e proseguito da quell'altro grande creatore che [...] Vai alla recensione »

domenica 13 settembre 2009
0Mickey0

Un inizio che toglie il fiato e rapisce l'attenzione, che da subito avverte lo spettatore dei livelli a cui si arriverà, seguito da un finale prevedibile ma ugualmente spettacolare forse perchè rapido ma non indolore. Tra i due una pellicola che risulta originale proprio perchè mantiene i canoni di quello che era l'horro di un tempo:leggero e con una trama semplice.

martedì 22 settembre 2009
atticus

L'attesissimo ritorno di Raimi all'horror non può non destare qualche perplessità. Dopo un grandioso incipit di paura, infatti, il film piomba in un vortice di trovate grottesche eccessive e spropositate, che se inizialmente divertono, alla lunga risultano fuori luogo (sembra quasi di essere dalle parti di Scary Movie). L'alternanza di spaventi e risate, quindi, non è sempre ben amalgamata, anche se [...] Vai alla recensione »

lunedì 21 settembre 2009
Sickboy

I guai per la sventurata banchiera Christine (Alison Lohman), cominciano il giorno in cui nega un prestito ad una vacchia signora (Lorna Raver) , per ingraziarsi i favori del capo. Ma la ragazza ignora che la singolare anziana è in realtà una strega, che non ci pensa due volte a scagliare una maledizione sulla ragazza, le cui conseguenze saranno terrificanti.

mercoledì 3 giugno 2009
Paperinik

Innanzi a un prodotto di tal fatta anche Spider Man riacquista la sua dignità. Leggendo le entusiastiche recensioni sui giornali londinesi e avendo un paio d'ore dedicate allo svago ho inopinatamente inboccato la via per l'inferno in una sala del centro città. Una speranza; una considerazione; una consolazione. Speranza: per una volta, la traduzione in italiano può fare solo bene (chissà, anche [...] Vai alla recensione »

domenica 13 maggio 2012
EVILDEAD

IL PIU' BELL'HORROR DEGLI ANNI 2000,CHECCHE' SE NE DICA. SFIDO CHIUNQUE AD INDICARMENE ALTRI MIGLIORI ED A MOTIVARMELI.

giovedì 28 gennaio 2010
Irene Simonetti

Un film che invece di impaurire sconcerta soltanto gli spettatori... Davvero pessimo per gli amanti del genere!!!

domenica 13 settembre 2009
gosnurle

Non ho particolarmente amato la saga di spiderman come d'altronde quasi nessun film tratto da fumetti di supereroi, al contrario ricordo con sommo piacere la visione di evil dead, in un piccolo cinema tanti anni fa, audio e video sporchi da filmino amatoriale, che in fondo era, quel gusto autolesionistico del salto nel vuoto dovuto al fatto che non sapevo cosa andavo a vedere, e per piu' di una volta [...] Vai alla recensione »

martedì 1 settembre 2009
lucaru

Finalmente il vecchio Sam ritorna sugli schermi con un horror movie degno di lui. L'obiettivo del film, quello di fare paura, è pienamente raggiunto. Trama interessante, alquanto originale, dal finale non scontato. Un consiglio a tutti coloro che stanno cercando di imparare la lingua inglese: andatelo a vedere se potete in lingua originale, il film è facilmente comprensibile, gli attori parlano [...] Vai alla recensione »

domenica 13 settembre 2009
polidor

ottimo film

domenica 13 settembre 2009
polidor

Raimi è un maestro e si conferma tale

venerdì 11 settembre 2009
Abactor

Ollà! Ecco qua un bel horror! Classico, pulito, senza pretese se non quella di divertire! Se la sceneggiatura sfiora il comico, è perché così dev'essere; d'altronde basta conoscere l'humor di Sam Raimi! Quello che avete amato nei vari "la Casa" ( compreso "l'Armata delle Tenebre") qua lo troverete condito di spaventi e scene "Bleach!!!"a go go, perfette per una serata all'insegna del disimpegno in [...] Vai alla recensione »

domenica 4 gennaio 2015
isin89

Non sono un amante di Raimi ma riconosco alcune sue trovate originali e innovative specialmente ne 'La casa' e 'L'armata dele tenebre', ma questo film è davvero pessimo. Non giudico il lato comico del film (il quale è più criticabile da un punto di vista soggettivo a mio parere) quanto il lato poco interessante e poco riuscito del film.

mercoledì 10 febbraio 2010
LUCIDO71

Ebbene sì, in un altro sito, xché non è proprio ammissibile che questo film sia consigliato dalla redazione! Raimi l'ho applaudito in altri film, soprattutto THE GIFT x restare in tema, ma con questa pellicola è retrocesso decisamente: SCONSIGLIATO! La trama ed il trailer erano anche interessanti, e il film x un'oretta ha anche retto discretamente, poi è stato [...] Vai alla recensione »

domenica 27 dicembre 2009
Fluturnenia

Per una corretta visione di questo film abbiamo facoltà di scelta tra due chiavi di lettura contrastanti: 1)Tragicomica parodia a metà tra il serio e il faceto quale solo Raimi avrebbe potuto furbescamente partorire. Una sorta di '80s trash movie migliorato?! dalle tecnologie moderne; 2)Apoteosi del luogo comune piena zeppa di clichè e figure retoriche, dalla regia obsoleta, a tratti decisamente lento, [...] Vai alla recensione »

sabato 19 dicembre 2009
Dellacosta87

Il ritorno di Sam Raimi all'horror, o meglio, al suo horror non potevo perdermelo! Se cercate un horro moderno questo non è il film per voi. Horro di Sam Raimi è il buon vecchi horror vecchi stile. Certo come film non è niente di eccezionale, la trama è semplice, i colpi di scena prevedibili, e il finale scontato. Ma cio non toglie che sia un film piacevole da vedersi.

venerdì 13 novembre 2009
freddyno

Dopo tanti anni finalmente un vero bel film horror alla vecchia maniera, Raimi è un grande!! Dopo la casa e l'armata delle tenebre ecco il nuovo prossimo cult: trascinami all'inferno!

giovedì 17 settembre 2009
Blackpearl

beh devo dire chem i è piaciuto particolarmente,finalmente un film che mi ha fatto sobbalzare :)!!!la storia è bella e interessante,gli attori hanno saputo recitare discretamente..l'unica cosa che non mi è piaciuta è la scena della seduta spiritica..la capretta che parla è al livelo della mucca parlante di shrooms...diciamo ke mi ha fatto ridere abbastanza.

domenica 13 settembre 2009
polidor

Si conferma un maestro

sabato 12 settembre 2009
enrico138

Bello bello bello! Sam Raimi finalmente abbandona i panni del regista blockbuster e torna agli albori, confezionando un film horror che miscela sapientemente horror e divertimento. "Drag me to Hell" è puro piacere visivo e, allo stesso tempo, anche film horror con una morale (come è stato sottolineato nella recensione sul sito). Gli attori sono bravi e molto in parte.

martedì 5 febbraio 2013
VinnieMetaller

Un horror vecchia scuola in puro stile Sam Raimi! Consigliatissimo!

domenica 9 gennaio 2011
cmarino72

sabato 20 febbraio 2010
ultimoboyscout

Meno peggio dei tanti (troppi) horror moderni, probabilmente per via della mano sapiente di Sam Raimi. Ma non offre nulla di nuovo, ne di originale. Fiacco, sconfina nell'esoterico.

venerdì 16 ottobre 2009
shining

dopo le ultime schifezze che vengono fuori al cinema, arriva un "certo" raimi, uno come tanti :) e decide fare drag me to hell... vomito verde, vecchie pazze, ironia, salti sulla poltrona, lamia, inferno, caprette che parlano, sedute spiritiche, cimiteri, fazzoletti animati.. tutti sani ingredienti di questo ottimo film. non un capolavoro, ma che merita una visione!!

mercoledì 16 settembre 2009
Relient16

Bello....Bello....uno di quei film HORROR in cui il divertimento ti fà morire di paura! unico nel suo genere. Ottimo film, specialmente da rivedere in compagnia! molte scene sono prevedibili ma la paura e la costante ansia nell'aspettare il colpo ti fa stare teso rumore dopo rumore..... =)

mercoledì 16 settembre 2009
Relient16

Bello....Bello....uno di quei film HORROR in cui il divertimento ti fà morire di paura! unico nel suo genere. Ottimo film, specialmente da rivedere in compagnia! molte scene sono prevedibili ma la paura e la costante ansia nell'aspettare il colpo ti fa stare teso fino rumore dopo rumore..... =)

sabato 12 settembre 2009
franklash

film davvero bello, lo consiglio a tutti...

mercoledì 6 marzo 2013
stefanoadm

Si sobbalza e si ride, "Drag me to hell" è un ottovolante cinematografico. Medaglia d'oro per il momento più disgustoso: l'epilogo della visita a domicilio che si trasforma nella partecipazione a una veglia funebre. Bleah! Di scuola ma perfettamente girate le esplosioni d'ira e le apparizioni improvvise che scandiscono i primi 20 minuti.

venerdì 8 febbraio 2013
ibracadabra 8

  sam raimi,dopo le parentesi ,fumettistiche(spiderman, darkman,) e western grotteshi,quasi redicoli,(pronti a morire) torna agli albori della sua luminosa e fulminea carriera e al ,genere ,che piu a lui gli  sono congeniali cioe'  gli horror,e dopo , LA CASA, LA CASA 2 E L 'ARMATA DELLE TENEBRE, ci propone un horror comico/gotico,vecchie zingare e maledizioni,talismani [...] Vai alla recensione »

FOCUS
INCONTRI
lunedì 7 settembre 2009
Tirza Bonifazi Tognazzi

Amorehorror Il pubblico dell'horror è il migliore del mondo" ha dichiarato Sam Raimi. "Vogliono essere intrattenuti, vogliono rabbrividire e vanno al cinema armati di uno sguardo divertito". Così, quando si è trattato di tirare fuori dal cassetto una vecchia trama scritta anni addietro con il fratello Ivan, il regista statunitense ha ben pensato di dare al suo pubblico quello che si aspettava. Un horror à la Raimi con tanto di contorno umoristico.

Frasi
Tu umiliato me
La signora Ganush (Lorna Raver)
dal film Drag Me to Hell
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Nepoti
La Repubblica

Il personaggio centrale delle vecchie storie gotiche era la damigella in pericolo: ed è ancora così; salvo che la fanciulla, adesso, lavora per una banca come specialista in credito immobiliare. E qui cominciano le sue disgrazie; perché Christine, pur di far carriera, rifiuta di prorogare il credito della signora Ganush, vecchia gitana che le lancia una maledizione.

Mariuccia Ciotta
Il Manifesto

Il primo film sui mutui subprime è un horror. Il genere giusto per raccontare le banche criminali e i titoli tossici, le case perdute, i senza tetto e la crisi globale. Chi è responsabile del crack va mandato all'inferno, Drag Me to Hell (fuori concorso) di Sam Raimi, il più morale dei registi del fantastico hollywoodiano, torna con un thriller dell'orrore dopo La Casa (The Evil Dead, 1982), serie [...] Vai alla recensione »

Alberto Crespi
L'Unità

La rabbia e l'indignazione civile possono nascondersi, a Hollywood, nei posti più impensati. Prendete la giornata cannense di ieri. Tarantino ha portato in concorso i suoi «bastardi senza gloria» che scalpano i nazisti come guerrieri Apaches, ma nel suo videogame sulla guerra l'unico personaggio affascinante è quello di un SS —e guardate cosa vi combina, invece, Sam Raimi.

Roberto Nepoti
La Repubblica

Dopo una decina d' anni consacrati a Spiderman, e in attesa del quarto episodio, Sam Raimi s' è preso una pausa con Drag me to Hell, presentato nella sezione Mezzanotte. Film perfetto per "l' ora delle streghe". Il regista torna ai vecchi amori: quel misto di orrorifico gore e di humour a denti stretti della trilogia della Casa. Lo scheletro è da classico racconto gotico con "damigella in pericolo"; [...] Vai alla recensione »

Boris Sollazzo
Liberazione

L'uomo da diversi miliardi di dollari. Grande regista di genere, di quelli brutti, divertenti e cattivi - per intenderci lo stile di Bad Taste di Peter Jackson -, Sam Raimi prima di diventare il profeta mainstream della saga cinefumettara forse meglio riuscita finora (forse solo Christopher Nolan con il suo Batman lo insidia), ovvero SpiderMan , torna alle origini dopo i bagni di folla e i soldi a [...] Vai alla recensione »

Andrea Martini
Quotidiano Nazionale

Cinema di genere? Sì ma d'autore. Per arrivare sulla Croisette col timbro dell'ufficialità il cinema popolare deve vantare la firma di un autore. Sempre più spesso, specie con le proiezioni notturne (non dimentichiamoci dello scandalo delle Iene tarantiniane, oggi che Quentin riceve tutti gli onori), il cinema di genere entra nel luogo dove si celebra la cultura cinematografica, solo grazie a questo [...] Vai alla recensione »

Betsy Sharkey
The Los Angeles Times

If a one-eyed gypsy with very bad teeth asks you for anything, and really, I cannot emphasize this enough, say yes. Don't waver, don't bargain; anything short of yes could put you on a fast track to damnation as surely as a broken mirror will bring you seven years of bad luck. Look at what happens to Christine, a very good egg boiled to perfection by circumstance and a lot of good work by Alison [...] Vai alla recensione »

Peter Travers
Rolling Stone

There's no truth in the title. Drag Me to Hell is horror-movie heaven. Director Sam Raimi, breaking the shackles of mainstream success with his Spider-Man trilogy, returns to the down-and-dirty cheapies that spawned him with The Evil Dead in 1983. The result, again co-written with his brother Ivan Raimi, plays like a gross-out competition put on by very talented frat boys.

Charles McGrath
The New York Times

SAM RAIMI, whose new film, “Drag Me to Hell,” opens Friday, is probably best known to moviegoers as the director of the three “Spider-Man” pictures, with their spectacular scenes of web-flying and sensitive treatment of nerdy Peter Parker’s coming to terms with both adolescence and his newly acquired superpowers. But in some circles Mr. Raimi is even more revered as the creator of the “Evil Dead” trilogy, [...] Vai alla recensione »

Alessio Guzzano
City

Dopo aver negato, pur con rimorsi, il rinnovo del mutuo sulla casa a una più che orrida vecchiaccia, la brava bancaria bionda che sogna la promozione viene infestata dal demone (Lumia) che la mascalzona con doppia dentiera le ha scagliato addosso, umiliata nell’orgoglio gitano. La lotta nel parcheggio tra le due è una ghiotta scena capolavoro di antico horror splatter riproposto affidandosi non a impossibil [...] Vai alla recensione »

Jeannette Catsoulis
The New York Times

Many directors search for, but few find, that elusive intersection of chills and chuckles where Sam Raimi built his early reputation before being swallowed by the cultural weight of the “Spider-Man” franchise. When he made “The Evil Dead” in 1981, he was just 22, an ebullient boy whose movie thrummed with the excitement of its creator. Back then his stampeding camera, over-the-top imagination and [...] Vai alla recensione »

Jean-François Rauger
Le Monde

"Jusqu'en enfer" : la réjouissante parabole de Sam Raimi sur le mal On a prétendu que Jusqu'en enfer, treizième long-métrage de Sam Raimi, qui a été présenté en séance de minuit lors du Festival de Cannes 2009, représenterait un retour aux origines de celui qui est devenu l'auteur à succès des trois Spiderman. Ce serait ne pas comprendre qu'entre le premier film de Sam Raimi, Evil Dead (1982), série [...] Vai alla recensione »

Francesco Alò
Il Messaggero

Dopo l’uomo ragno, ecco l’uomo mosca. Sam Raimi si è divertito a tormentare i suoi attori Justin Long e Alison Lohman. Faceva saltare loro davanti al naso una mosca finta attaccata a un bastoncino. Effetto speciale antidiluviano per ottenere l’illusione dell’insetto fastidioso. In epoca di horror fatti in computer graphic è come tornare alle ombre cinesi.

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Commedia nera più che horror. Passabile, anzi a suo modo piacevole. La firma è d’autore, Sam Raimi, tornato all’antico dopo i tre episodi di Spider-Man. L’ambiziosa funzionaria di banca Christine Brown (Alison Lohman) nega una proroga del mutuo a un’anziana zingara russa, pronta ascagliarle la sua maledizione. Riuscirà a salvarsi dalla dannazione eterna? Oltre al consolidato armamentario di paure (tende [...] Vai alla recensione »

NEWS
GALLERY
giovedì 21 maggio 2009
Marlen Vazzoler

Il nuovo film di Sam Raimi, Drag Me to Hell, è un ritorno all'horror classico, con sequenze brillanti e scene che fanno veramente paura. La signora Ganush è così piaciuta nelle prime proiezioni che c'è chi si azzarda a predire che il personaggio sarà [...]

VIDEO
mercoledì 6 maggio 2009
Marlen Vazzoler

Finalmente dopo il trailer di Drag Me to Hell, sono usciti due nuove spot in cui possiamo vedere qualche nuovo immagine dell'ultimo film di Sam Raimi, che segna il suo ritorno all'horror dopo la trilogia di Spider-Man.

NEWS
martedì 31 marzo 2009
Marlen Vazzoler

È uscito il poster del nuovo film horror diretto da Sam Raimi, Drag me to hell. Dopo essersi dedicato alla produzione di film horror (30 giorni di buio, The Grudge) Raimi torna alla regia per raccontare la storia di Christine Brown (Alison Lohman) un'impiega [...]

VIDEO
giovedì 12 marzo 2009
Marlen Vazzoler

Dopo la trilogia di Spiderman, Sam Raimi torna all'horror con Drag me to hell, il suo ultimo film con Alison Lohman e Justin Long. Christine Brown (Lohman) è un ambizioso agente di prestiti di Los Angeles con un affascinante fidanzato, il professor [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati