Il signore degli anelli - Le due torri

Film 2002 | Fantastico +13 120 min.

Regia di Peter Jackson. Un film Da vedere 2002 con Elijah Wood, Viggo Mortensen, Sean Astin, Ian McKellen, Liv Tyler, Cate Blanchett. Cast completo Titolo originale: The Lord of the Rings The Two Towers. Genere Fantastico - USA, Nuova Zelanda, Germania, 2002, durata 120 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,99 su -1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Il signore degli anelli - Le due torri tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Per quanto alcuni riscontrino infedeltà dell'adattamento cinematografico rispetto al capolavoro di Tolkien, il film è avvincente e di grande efficacia. D'effetto sono le inquadrature che la macchina da presa compie in questo universo fantastico. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Premi Oscar e 2 candidature a Golden Globes. In Italia al Box Office Il signore degli anelli - Le due torri ha incassato 20,7 milioni di euro .

Il signore degli anelli - Le due torri è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
3,99/5
MYMOVIES 3,38
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,41
ASSOLUTAMENTE SÌ
Il secondo episodio della saga di Tolkien.
Recensione di Giancarlo Zappoli
Recensione di Giancarlo Zappoli

Fanno bene i distributori italiani a non far uscire il film di venerdì 17 ma ad anticiparne la comparsa sugli schermi al giorno prima. Perché un po' di sana superstizione scaramantica ben si adatta a questa trilogia (3 altro numero fortemente simbolico!) che andrà ad invadere i nostri schermi. Jackson ha colpito ancora (anche se l'uso delle significazioni temporali ha scarso valore per un film di quasi nove ore girato tutto insieme e distribuito in 3 anni). Sta di fatto che la compattezza del progetto si vede ed ha modo di emergere proprio in questa seconda parte dove c'è meno bisogno di 'spiegare' e l'azione prende il sopravvento. Il gioco delle fedeltà o infedeltà lo lasciamo ai chierici del tolkienismo che, in quanto 'guardiani del culto', non possono esimersi (come in tutte le 'chiese' che si rispettino) dal reclamare quell'ortodossia che il cinema non può e non deve fornire.

Tolkien è presente e si avverte la forza di una visione complessiva ormai fortunatamente depurata dalle facili etichettature di 'destra' e 'sinistra'. Lo scrittore rifletteva sulla presenza del Male nel mondo e sul suo inestricabile rapporto con l'uomo e con l'avidità. Il suo eroe Frodo, e il cinema ci aiuta ancor meglio a coglierlo, non è un superuomo, ma un 'mezzouomo' come viene a volte definito. Mentre invece il servo del male per eccellenza, Saruman, quando invita le proprie sterminate truppe alla guerra si affaccia a un balcone che ricorda quelli passati (e anche presenti) che la Storia del mondo reale continua tragicamente ad esibire. In quel momento il ragionamento prevale sugli effetti speciali e il Cinema (grazie alla sua poliedricità) si può vantare, ancora una volta e senza timore, della lettera maiuscola.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
Francesco Rufo
venerdì 17 luglio 2009

La trilogia cinematografica di Il Signore degli Anelli è tratta dal libro omonimo, diviso in tre parti, di John Ronald Reuel Tolkien, pubblicato per la prima volta tra il 1954 e il 1955, e tradotto integralmente in Italia nel 1970. Il genere di riferimento per film e libro è il romance. La forma fondamentale del romance e di Il Signore degli Anelli è la dialettica: tra Bene e Male, tra eroi e antagonisti, tra alto e basso (la cinepresa volteggia spesso tra le cime delle montagne e delle torri, o si inabissa nelle viscere della terra), tra grande e piccolo (nel film, c’è il grande degli immensi paesaggi, con campi lunghi e lunghissimi, e il piccolo dei volti, dei primi piani, dei dettagli sull’Anello, che è un oggetto piccolo ma è al centro di tutta la storia; e piccoli sono gli Hobbit, i veri protagonisti). Nel romance e in Il Signore degli Anelli, la figura degli eroi è associata alla luce, alla fertilità, all’ordine, alla vita (la Contea come Eden, come Terra Promessa, come luogo dell’età dell’oro); la figura dei nemici è associata invece al buio, all’aridità, al caos, alla morte (la sterilità del mondo dopo la caduta). Il romance «è la vittoria della fertilità su una terra arida e desolata» (Northrop Frye, Anatomia della critica). Nel romance, il cattivo può essere umano, ma più si va verso il mito e più il cattivo assume natura demoniaca (Sauron). La differenza principale tra romance e mito sta nel fatto che nel mito l’eroe è divino, mentre nel romance è umano (uomo come Aragorn, o mezz’uomo come Frodo e Sam). Il mito è comunque la «chiave metaforica» (Frye) del romance. Nel romance i personaggi che sfuggono all’antitesi tra Bene e Male sono gli spiriti della natura, che rappresentano la neutrale indifferenza morale del mondo della natura: in Le due torri, gli spiriti della natura sono gli Ent, tra cui risalta il saggio e indifferente Barbalbero, che però, dopo la strage dei suoi fratelli alberi, si pone dalla parte del Bene. Diversi sono i riferimenti culturali di Il Signore degli Anelli: la Bibbia, la mitologia classica, le saghe nordiche, i poemi cavallereschi, le opere di Shakespeare (Vermilinguo come Jago o Riccardo III; Frodo e Gollum come Prospero e Calibano di La tempesta; Théoden come Re Lear; Saruman che viene sconfitto nel momento in cui gli alberi viventi si spostano, allo stesso modo in cui Macbeth viene sconfitto quando vede il bosco di Birnam che si muove verso Dunsinane). Sul piano cinematografico, la trilogia di Peter Jackson fa pensare a Sergej M. Ejzenštejn (Ivan il terribile, Aleksandr Nevskij), David W. Griffith (Intolerance), Laurence Olivier (Enrico V), Fritz Lang (I Nibelunghi), Akira Kurosawa (Kagemusha, Ran). Il romanzo di Tolkien era stato già portato al cinema da Ralph Bakshi, nel film d’animazione Il Signore degli Anelli (The Lord of the Rings, 1978). Il film di Bakshi si basava su un progetto che prevedeva la trasposizione del romanzo di Tolkien in due film (ma il secondo non fu realizzato), e segue fedelmente il libro fino alla battaglia del Fosso di Helm.

Sei d'accordo con Francesco Rufo?
Recensione di Caterina Chimenti
mercoledì 15 gennaio 2003

Secondo capitolo della trilogia cinematografica tratta da Il Signore degli Anelli di J.R.R Tolkien. Le Due Torri vede ancora protagonisti i coraggiosi componenti della "Compagnia dell'Anello" le cui strade si sono divise al termine dell'episodio precedente: per riuscire a sconfiggere il malvagio Sauron e distruggere l'Unico Anello, Frodo e gli altri Hobbit dovranno affrontare un pericoloso viaggio nell'oscuro regno di Mordor, per giungere a Barad-dur, la torre da cui Sauron impartisce i suoi ordini. Nel frattempo gli altri componenti della compagnia dovranno sconfiggere gli alleati di Sauron che si trovano nella torre di Orthanc, dove Saruman sta costituendo il suo esercito. Peter Jackson (che ha girato i tre episodi contemporaneamente) propone un altro film ricco di effetti speciali spettacolari, in cui la cura dei particolari e le ricostruzioni fedeli delle situazioni immaginate da Tolkien non deludono gli spettatori, compresi i fans della saga, nonostante i numerosi (e necessari) tagli alla storia originale.

Sei d'accordo con Caterina Chimenti?
Recensione di Chiara Bastia
mercoledì 15 gennaio 2003

La storia delle avventure della "Compagnia dell'Anello" continua. Alla fine del primo episodio i membri della Compagnia si erano separati. Ora Frodo, il giovane hobbit che ha in consegna l'Anello, prosegue, con Sam, nel suo cammino verso il Monte Fato e Gollum, la strana creatura che non ha mai rinunciato all'idea di possedere l'anello, fa loro da guida. Le forze del male intanto si sono fatte sempre più minacciose e, con un esercito di diecimila membri, si muovono per distruggere il mondo e il genere umano. Gli agenti del bene Aragorn, Gimli, Legolas e il mago Gandalf (ancora vivo) continuano a combattere contro orchi e demoni. In loro aiuto, per assaltare Isengard e la torre di Orthanc, accorrono i cavalieri di Rohan e di Gondor oltre agli alberi viventi. Le battaglie sono cruente, efferate, certamente spettacolari e si risolvono con il trionfo delle forze del bene. Per quanto alcuni riscontrino infedeltà dell'adattamento cinematografico rispetto al capolavoro di J.R.R. Tolkien, il film di Peter Jackson è avvincente e di grande efficacia. Di sicuro effetto sono i movimenti e le inquadrature che la macchina da presa compie in questo universo fantastico: voli aerei tra le rocce e immersioni sotterranee, primissimi piani dei protagonisti e dettagli degli scontri.

Sei d'accordo con Chiara Bastia?
Recensione di Andrea Chirichelli
lunedì 3 febbraio 2003

Bigger, faster, better. Nonostante la trilogia sia stata girata come un film unico, dopo Le due torri i fan potranno applaudire Peter Jackson non solo come eccellente regista e sceneggiatore ma come sapiente montatore: rispetto al primo film, necessariamente più lento per introdurre una storia denssisima di avvenimenti e personaggi, le due torri non dà allo spettatore un secondo di tregua. Le tre storie che vedono protagonisti i membri della compagnia dell'anello, divisi dalle trame di Sauron e Saruman, sono tutte parimenti appassionanti e coinvolgenti.
Rispetto al primo episodio i personaggi assumono spessore: Frodo diventa sempre più succube del potere dell'anello, Aragorn più leader della alleanze elfi-umani e Gandalf sempre più punto di riferimento per tutti, regista compreso che lo mostra poco ma bene.
E poi c'è la vera star, Gollum. Tralasciando i complimenti per la sensazionale realizzazione tecnica,il personaggio creato al computer dai maghi dello Studio Weta sulla base dei movimenti di un attore in carne e ossa diventa fin dalle prime inquadrature il simbolo del film e forse dell'intera trilogia: molti i sentimenti che i suoi occhi cerulei potranno scatenare: pietà, risentimento, disprezzo, pena, compassione.La scena in cui le due anime del personaggio litigano tra loro sarà ricordata a lungo e alla luce delle prestazioni della maggior parte degli attori in carne e ossa in molti film sopravvalutati di questo periodo, la provocatoria nomination all'Oscar ventilata da qualcuno potrebbe sucscitare molto meno scandalo di quanto si pensi. Certo, vedere Legolas fare surfing sullo scudo lanciando frecce come se avesse una uzi spara dardi al posto del braccio e Ghimli assurgere al ruolo di cabarettista in più di una scena, farà strocere il naso ai fan del libro più integralisti, ma a parte le frange estremiste il film può e deve piacere a tutti. Jackson porta su schermo qualcosa che molti pensavano fosse impossibile tradurre su pellicola questo film si discosta dal libro quanto e come il primo film, ma lo fa con classe perchè modifica gli episodi (che sono accessori in molti casi) e mantiene fede al sentimento del libro. Ne Le due torri il tema dell'epica assume un nuovo valore: i 300 eroi che difendono il fosso il Helm non possono non rimandare all'esercito spartano alle Termopili e la messa in scena non fa rimpiangere le battaglie campali di Ran e Spartacus. Si contano i giorni che mancano all'uscita del Ritorno del Re....

Sei d'accordo con Andrea Chirichelli?
IL SIGNORE DEGLI ANELLI - LE DUE TORRI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD

-
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Infinity
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99 €8,75
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 1 febbraio 2017
laurence316

Il secondo film inizia, per volere del regista, senza alcun riassunto dei fatti precedenti e, di conseguenza, presuppone, anche abbastanza arrogantemente, che lo spettatore conosca alla perfezione gli eventi alla base de La Compagnia dell’Anello. Al di là di questo, comunque, Le Due Torri si rivela, fin dai primissimi minuti, più interessante ed avvincente del precedente, meno incentrato [...] Vai alla recensione »

lunedì 1 agosto 2011
Bella Earl!

- Cercate i vostri amici, ma non fidate nella speranza.Ha abbandonato da tempo queste terre. - Frodo e Sam vanno verso Mordor accompagnati da Gollum che per un patto stipulato con Frodo gli farà da guida. Aragorn, Legolas e Gimli sono sulle tracce di Merry e Pipino i due hobbit rapiti dagli orchi; la loro caccia li porterà nelle terre di Rohan.

giovedì 2 maggio 2013
jacopo b98

 La compagnia si è divisa: Frodo (Wood) e Sam (Astin) procedono verso Mordor accompagnati da Gollum (Serkis, in motion-capture), Merry (Monaghan) e Pipino (Boyd) scappano dagli Uruk-Ai e finiscono nella Foresta di Fangorn, dove incontrano Barbalbero, Aragorn (Mortensen), Legolas (Bloom) e Gimli (Rhys Davies) incontrano Gandalf (McKellen), risorto, e raggiungono il regno di Rohan dove dovranno [...] Vai alla recensione »

lunedì 25 maggio 2009
Hal 9000

I toni sono sicuramente meno cupi del primo capitolo, ma la narrazione prende il tono di un dramma storico e se da una parte esalta l'eroismo dei personaggi, dall'altra non rinuncia a mostrare gli orrori della guerra. Pur scansano una vera e propria connotazione politica è evidente una forte condanna dell'assolutismo tanto che nel discorso di guerra di Saruman è inevitabile non cogliere un richiamo [...] Vai alla recensione »

mercoledì 9 settembre 2015
fedecap

Secondo capitolo de il Signore degli Anelli, le due torri riprende il racconto da tre sequenze narrative diverse, come le parti in cui si è dovuta dividere la Compagnia: Frodo (Elijah Wood) e Sam (Sean Astin) si dirigono verso Mordor per adempiere al loro compito, e cioè distruggere l'Unico, l'anello di Sauron. Durante il viaggio riceveranno l'aiuto di un'improbabile [...] Vai alla recensione »

domenica 4 gennaio 2015
borghij

La seconda puntata della trilogia del signore degli anelli vede ora Sam e Frodo che si stanno avvicinando a Mordor per gettare nelle fiamme del monte fato l'unico anello; nel mentre Isengard si allea con Mordor e crea un esercito enorme per distruggere completamente Rohan e la sua capitale Edoras. Re Theoden dopo essere stato liberato dalla maledizione che lo teneva in uno stato vegetativo per [...] Vai alla recensione »

domenica 15 dicembre 2013
jacopo b98

 La compagnia si è divisa: Frodo (Wood) e Sam (Astin) procedono verso Mordor accompagnati da Gollum (Serkis, in motion-capture), Merry (Monaghan) e Pipino (Boyd) scappano dagli Uruk-Ai e finiscono nella Foresta di Fangorn, dove incontrano Barbalbero, Aragorn (Mortensen), Legolas (Bloom) e Gimli (Rhys Davies) incontrano Gandalf (McKellen), risorto, e raggiungono il regno di Rohan dove dovranno [...] Vai alla recensione »

martedì 30 giugno 2015
gabrigilli1997

Dopo un primo film abbastanza soddisfacente (la compagnia dell'anello), l'audace Peter Jackson riesce a rendere sempre piu avvincente la saga del signore degli anelli, creando un film sensazionale...La mitica battaglia del Fosso di Helm, descritta nei minimi particolari, condita e resa ancora più superlativa da un'ottima recitazione e da un'avvincente colonna sonora, rimarrà impressa nelle menti e [...] Vai alla recensione »

martedì 19 marzo 2013
ShiningEyes

Secondo capitolo della trilogia di Tolkien, anch'esso girato magistralmente da Peter Jackson, dove abbondano ancor di più effetti visivi e speciali di finissima qualità, e in quanto a locations, possiamo goderci la maggior quantità dei bellissimi panorami neozelandesi e la suggestiva visione della fortezza del Fosso di Elm, la cui idea di farla con luce notturna, rende le sequenze ancor più emozionanti [...] Vai alla recensione »

domenica 27 settembre 2009
Andrea Evangelisti

il film più bello del mondo!!!!!!!!!!

giovedì 29 aprile 2010
RobyBob

okkio...e visto ke ci siamo anke il film gandhi...

lunedì 9 luglio 2012
ruggi96

bellissimooooooo

martedì 20 settembre 2011
tiamaster

film all'altezza del primo,sempre grandiosamente epico,ricostruito in maniera biblica,forte,con grandissimi effetti speciali,recitazioni ottime e per nulla superficiale,personaggi approfonditi a dovere,senza mai cadere nella noia,assolutamente da vedere,per forza!!!!un finale spettacolare che apre la porte all' ultimo capitolo della saga,nonchè un capolavoro del fantasy e uno dei più [...] Vai alla recensione »

giovedì 15 aprile 2010
G. Romagna

Sam e Frodo giungono alle porte di Morgor, ma non riescono ad entrare e devono affidarsi alla guida di Gollum, il cui reale intento è però palesemente quello di portare via l’anello a Frodo. Le truppe di Sauron si preparano a marciare su Rohan, regno ritenuto strategico nella conquista della Terra di Mezzo. Gimli, Legolas, Aragorn ed un redivivo Gandalf aiuteranno i Rohaniani a [...] Vai alla recensione »

venerdì 16 ottobre 2009
Pegg94ful

Questo e anche gli altri due sono film bellissimi,capolavori per cinefili e non,capolavori per chi ha amato il libro(molto grosso xD)e capolavori per chi cerca una storia ricca di emozioni,battaglie epiche,magia e spettacolo.Se fosse per me avrebbero vinto tutti il premio oscar per miglior film e regia!!

mercoledì 29 agosto 2012
4ng3l

come restare agli smisuratamente altissimi livelli raggiunti nel primo. Che spettacolo.

lunedì 9 luglio 2012
ruggi96

SPETTACOLAREEEEEEEEEE

martedì 24 maggio 2011
vozzella

martedì 22 dicembre 2009
joker91

un film che supera il già grande primo episodio della trilogia. un film che contiene più azione,più cura negli effetti il tutto reso con un messaggio autentico verso il finale. Un film superbo che dimostra ancora una volta come jackson sia uno dei pochi registi in circolazione ad unire molto del libro di tolkien al film rimanendone sempre fedelissimo.

lunedì 9 luglio 2012
ruggi96

BELLISSIMO

giovedì 17 marzo 2011
predators2012

film bellisimo

domenica 13 marzo 2011
peppe97

E così,la saga va avanti! Anche nel secondo capitolo tratto dai racconti di Tolkien,si narrano le avventure di Frodo e di Aragorn che,abbandonandosi alla volontà del Fato,si trovano alle prese di avventure "non loro": grazie al fato si sono incontrati e proseguono quest'avventura. Adesso però,contrariamente al primo,il film ottiene "soltanto" due premi Oscar: il primo per gli effetti speciali che,come [...] Vai alla recensione »

martedì 24 agosto 2010
Jericho y2j

Ho trovato solo una piccola incongruenza nel film: Smeagol e Gollum si mettono d'accordo per dare in pasto Frodo e Sam al ragno Shelob dopo l'incontro con Faramir. In realtà questo passaggio doveva avvenire prima che i tre raggiungessero il Cancello Nero di Mordor, per giustificare il fatto che Gollum consigli a Frodo di prendere la via per Cirith Ungol.

martedì 7 gennaio 2014
Istian Gonny

Guardando questo film non puoi non notare la grandiosità di Peter jackson, che ci ha regalato una delle battaglie più belle di tutta la storia del cinema cioè quella del Fosso di Helm. Questa battaglia ha il sapore di realtà, di storia , di qualcosa successo veramente. Anche se ci sono una miriade di ambientazioni e personaggi fantasy, questi non danno mai la senzazione [...] Vai alla recensione »

lunedì 23 dicembre 2013
SUPREMO2000

Bellissimo film Bellissimo seguito del primo film Bello il ritmo che ha il film. Secondo me è all'altezza del primo io gli assegno 5 stelle.

lunedì 23 settembre 2013
_Oldboy_

Peter Jackson fà colpo un'altra volta: il secondo capitolo è, come quello precedente e come il terzo, un capolavoro del cinema contemporaneo (e non solo!). Ma il vero successo del secondo capitolo cinematografico della saga fantasy creata da Tolkien il secolo scorso è come riesca a espandere il suo universo e stendere un infinità di sotto trame e intrighi che poi si [...] Vai alla recensione »

lunedì 7 gennaio 2013
Marzaghetti

Dal secondo libro della saga, più difficile da rendere al cinema a causa delle molteplici storie parallele che si intrecciano, Jackson tira fuori un vero capolavoro epico: dal magnifico duello fra Gandalf e il Balrog, ai superbi paesaggi e guerrieri di Rohan (incantevole Eowyn) fino alla più spettacolare delle battaglie: di notte, sotto una pioggia torrenziale, diecimila orchi sfidano [...] Vai alla recensione »

venerdì 28 dicembre 2012
giuls161

ho notato che avete scritto che il film non ha vinto nessun oscar knvece ne ha vinti 2 migliori effetti speciali e miglior montaggio effetti sonori. film bellissimoo

mercoledì 17 agosto 2011
tiamaster

il secondo capitolo regge e continua in modo degno del primo,spettaclare e commovente e ricco di azione,ma il migliore è il terzo!!!!

mercoledì 8 novembre 2017
xxx

Polpettone fantasy tratto dall' omonimo romanzo di Tolkien. Non ho mai apprezzato quella mattonata insulsa del romanzo, questo lo considero un caso anomalo, perchè sinceramente ho preferito di più i tre film, anche se una visione basta e avanza, non sono appassionato al genere. 

mercoledì 28 giugno 2017
FilippoPancani

Film bellissimo, resta una serie capolavoro anche dopo anni.

martedì 10 marzo 2015
il befe

bello

sabato 2 agosto 2014
TheMaster

Dopo il primo capitolo stupendo Peter Jackson se ne torna con il secondo capitolo della sua trilogia firmando inutile dirlo un altro capolavoro del cinema di intrattenimento moderno. La regia si nota che è maturata molto rispetto al predecessore,si è evoluta,raggiungendo livelli veramente altissimi,con carrellate,primi piani,panoramiche a schiaffo,il tutto edulcorato da una computer grafica [...] Vai alla recensione »

lunedì 4 novembre 2013
albydrummer

CAPOLAVORO!!! rivederlo in bluray

mercoledì 2 gennaio 2013
Cenox

Se il primo film non aveva convinto tutti essendo puramente racconto ed introduzione, qui abbiamo ciò per cui è valsa la pena aspettare...la grande battaglia che si svolge al fosso di Helm è una delle più belle che siano mai state girate e l'epicità delle scene raggiunge livelli incredibili. I protagonisti da seguire tra l'altro divideranno forzatamente le [...] Vai alla recensione »

giovedì 19 gennaio 2012
Renato C.

Guardando "Le due torri" in se stesso sarebbe più da 3 che non da 4 stelle (opinione personale!), ma tutta la trilogia nell'insieme vale 4 stelle ed anche più! Rispetto al primo questo film è più "dark", freddo, e le vicende della separata "compagnia dell'anello" si svolgono in parallelo! La storia è molto basata su battaglie, dove fino alla fine i "cattivi" sembrano avere la meglio, ma alla fine i [...] Vai alla recensione »

martedì 25 gennaio 2011
sawclaudio

Io mi sono letteralmente innamorato di questo film. Delle sue musiche, del Fosso di Helm, dei personaggi, delle battaglie e di quel qualcosa di magico che ti tiene incollato allo schermo e ti cataputa nella Terra di Mezzo. Come si può smentire una simile recitazione, un lavoro così curato o dei simili effetti speciali?  Ma la cosa più bella è il sentimento che [...] Vai alla recensione »

domenica 7 febbraio 2010
20Style

meglio la compagnia, ma anche questo film è un capolavoro

giovedì 4 marzo 2010
Paolo-42

Certe americanate potevano risparmiarsele.

Frasi
Così bella, così fredda… come un mattino di pallida primavera ancora legata al gelo dell'inverno!
Una frase di Grima Vermilinguo (Brad Dourif)
dal film Il signore degli anelli - Le due torri - a cura di Gin_
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Piera Detassis
Ciak

Secondo capitolo, Le due Torri, di sicuro non secondo in qualità e potenza. Anzi, forse addirittura più intenso, vertiginoso, implacabile e non solo per l'infinita battaglia finale - pur sorprendente - dell'armata degli Uruk-hai contro le forze del Bene chiuse nella fortezza che cede pezzo dopo pezzo all'onda nera e diabolica di Saruman. Il volume stilistico e spettacolare è alto sin dall'inizio, [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

Nelle sale cinematografiche è passato un anno, sullo schermo solo tre giorni e tre notti. La compagnia dell'anello si è smembrata: Frodo e Sam sono diretti alle Oscure Porte di Mordor, con la missione di neutralizzare il malefico anello; il guerriero Aragorn, l'elfo Legolas e il nano Gimli seguono le tracce di Pipino e Merry, rapiti dai mostruosi Uruk-hai.

Emanuela Martini
Film TV

C’è un palazzo reale, e la mente di un grande re, che sono come consumati e immobilizzati dalla voce melliflua di un consigliere cattivo e insinuante che ha le labbra sottili, i capelli lunghi e unti e il fascino ambiguo di Riccardo di Gloucester nella sua sanguinosa ascesa al trono. C’è una landa acquitrinosa nella quale nessuno osa addentrarsi, perché è cosparsa di monti che traspaiono a fior d’acqua [...] Vai alla recensione »

Paolo Boschi
Scanner

E' esattamente quello che ci si sarebbe potuti attendere a priori: dopo l'apertura distensiva de La compagnia dell'anello, necessario preludio per entrare nel complesso universo della Terra di Mezzo, con Le due torri – secondo episodio della trilogia fantasy diretta da Peter Jackson senza soluzione di continuità in diciotto lunghi mesi di riprese in Nuova Zelanda – si entra nel vivo dell'azione, in [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati