A Beautiful Mind

Film 2001 | Biografico +13 140 min.

Titolo originaleA Beautiful Mind
Anno2001
GenereBiografico
ProduzioneGran Bretagna
Durata140 minuti
Regia diRon Howard
AttoriRussell Crowe, Jennifer Connelly, Ed Harris, Paul Bettany, Christopher Plummer Judd Hirsch, Josh Lucas, Adam Goldberg, Anthony Rapp, Austin Pendleton, Victor Steinbach, Josh Pais, Jason Gray Stanford, Vivien Cardone.
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 4,01 su -1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Ron Howard. Un film con Russell Crowe, Jennifer Connelly, Ed Harris, Paul Bettany, Christopher Plummer. Cast completo Titolo originale: A Beautiful Mind. Genere Biografico - Gran Bretagna, 2001, durata 140 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 4,01 su -1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi A Beautiful Mind tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Russell Crowe si conferma grande attore in un film tutto giocato sui dettagli e sulla descrizione di una psicologia complessa. Il film ha ottenuto 8 candidature e vinto 4 Premi Oscar, 6 candidature e vinto 4 Golden Globes. Al Box Office Usa A Beautiful Mind ha incassato 171 milioni di dollari .

Passaggio in TV
martedì 21 agosto 2018 ore 14,50 su SKYCINEMACULT

A Beautiful Mind è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
4,01/5
MYMOVIES 2,75
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,01
ASSOLUTAMENTE SÌ
Ron Howard lavora con abilità sulle allucinazioni del protagonista Russell Crowe, che riesce a farci commuovere.
Recensione di Giancarlo Zappoli
Recensione di Giancarlo Zappoli

È proprio capace di tutto l'australiano Russell Crowe. E dicono che si è ormai collocato saldamente nella parte alta della top list delle star hollywoodiane per merito distinto. Perché l'ombroso attore con aspirazioni di musicista rock (sempre a Berlino è stato presentato il documentario Texas in cui si esibisce con la sua band come già fece a Sanremo) è in grado di interpretare i personaggi più diversi con grande abilità trasformistica infondendo loro quelle doti di umanità che sembrerebbero un po' difettare al Russell divo. Che è passato dallo scardinatore di multinazionali del tabacco di The Insider al "generale che divenne schiavo" de Il gladiatore mostrando anche come fosse possibile sostenere un film medio come Rapimento e riscatto grazie a un'interpretazione volutamente sottotono che non poteva non ricordare il grande Bogart.
Ora è di nuovo in corsa con A Beautiful Mind, il film che lo vede di nuovo sugli schermi di tutto il mondo nei panni del matematico John Forbes Nash. L'azione ha inizio all'Università di Princeton nel 1947 in cui Nash si distingue come studente introverso ma intellettualmente brillante. Una serata in un locale e una sfida in relazione a una ragazza bionda (che lo vede soccombere) gli danno l'idea per un saggio sui principi matematici di competizione che annullerà tutti gli studi precedenti. Accolto con tutti gli onori al prestigioso MIT John si vede anche offrire il delicato incarico di decodificatore di codici segreti in un periodo delicato come quello più teso della Guerra Fredda tra Usa e Urss. Sposato con una bella e intelligente studentessa, Alicia, lo scienziato cade progressivamente in uno stato ossessivo che verrà diagnosticato come schizofrenia paranoide.
Il regista Ron Howard (Apollo 13, Il Grinch) lavora con grande abilità sulle allucinazioni del protagonista e quindi è meglio non rivelare troppo sugli sviluppi della vicenda. Ciò che invece non va taciuto è che John Forbes Nash ricevette nel 1994 il Premio Nobel e che tutti i pettegolezzi su una sua presunta omosessualità, che il film non menzionerebbe, nulla tolgono alla straordinarietà di un'interpretazione che vede Crowe compiere un'operazione di mimesi progressiva che lo vede passare da una normalità un po' chiusa in se stessa ai gesti che rivelano il disturbo psichico ma non cancellano l'intelligenza e l'acume di battute talvolta fulminanti. È vero che lo scienziato pazzo gode di numerose presenza nei film horror o di fantascienza ma i matematici (a meno che siano giovani come Will Hunting) hanno l'handicap di occuparsi di una materia poco 'emotiva'. Il camaleontico Russell riesce però, con la sua voce profonda che speriamo rispettata dal doppiaggio, a farci commuovere anche sui logaritmi. Scusate se è poco.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
A BEAUTIFUL MIND
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 27 aprile 2009
Patch

Volevo ricordare a tutti il discorso finale che avviene nel film... Fantastico! (dopo applauso)... Grazie... Ho sempre creduto nei numeri, nelle equazioni e nella logica che conduce al ragionamanto... ma dopo una vita spesa nell ambito di questi studi io mi chiedo.. cos'é veramente la logica? chi decide la ragione? La mia ricerca mi ha spinto attraverso la fisica, la metafisica.

domenica 2 ottobre 2011
tiamaster

ron howard,famoso regista crea un magnifico film con un sacco di attori ottimi è una sceneggiatura impeccabile.a beautiful mind,il miglior film di ron non sbaglia un colpo e recitazioni degne di oscar fanno splendere questa favolosa storia che commuovera anche i cuori più duri,una bellissima sorpresa da un buon regista,che farà di certo incetta di spettatori meravigliati ed entusiasti,vincitore di [...] Vai alla recensione »

lunedì 11 ottobre 2010
Sixy89

Bellissimo film, nulla da dire o da eccepire. Un film che guida magistralmente lospettatore attraverso la vita, le paure e i tormenti di questo grande uomo, genio della matematica ed economia. Nonostante la matematica sia uno dei perni della trama, non risulta mai un film noioso o pesante. Forte è il senso di oppressione che si ha osservando il protagonista che lotta contro la sua malattia, [...] Vai alla recensione »

martedì 7 febbraio 2012
Paolo Pacitti

John F. Nash Jr., 85 anni nel 2013, è considerato tra i matematici più brillanti, geniali, originali e raffinati del '900. L'uomo, che ha rivoluzionato l'economia con i suoi studi di matematica applicata alla «Teoria dei giochi», vinse il premio Nobel nel 1994, a ricompensare una vita piena di dolori. Egli infatti, come ripercorre il film, dovette attraversare [...] Vai alla recensione »

sabato 25 agosto 2012
andyflash77

Protagonista assoluta di questo film è la "mente" umana, in tutte le possibili sfaccettature del termine. A cosa conduce, quali risultati può produrre, come determina l'andamento della vita di un uomo e come condiziona l'esistenza delle persone che accanto a quell'uomo vivono. La "bella mente" in questione è quella di John Nash, ma costui è [...] Vai alla recensione »

giovedì 28 giugno 2012
michela papavassiliou

Film del 2001 per la regia di Ron Howard interpretato in modo straordinario da Russel Crowe, indaga le pieghe della psiche umana tra genio e follia. John Forbes Nash Jr giovane ed ambiziosa mente matematica, generalmente poco incline ai rapporti con gli altri viene ammesso, solo per i meriti personali  e non per estrazione sociale, come molti suoi compagni di corso, nella prestigiosa Universita [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 maggio 2013
alex delarge 97

questo film parla della storia del matematico john forbes nash jr(1928)in questo film interpretato da russell crowe,che ha fatto i suoi studi nell'università di princeton nel 1947,nash è uno studente molto brillante ma ha difficoltà a instaurare rapporti con gli altri,nash è ossessionato dal fatto si scoprire un'idea originale e ci riesce sviluppando la teoria dei [...] Vai alla recensione »

giovedì 15 gennaio 2015
Mike91

Un film toccante, che guida lo spettatore in un percorso di montagne russe emotive degne di rilievo. Grande regia, grande sceneggiatura, ottima colonna sonora. Un film perfetto, credo: sicuramente il migliore di Ron Howard, il rossino perfettino di Happy Days.

venerdì 17 novembre 2017
angelo umana

 Il film Ron Howard l'ha parzialmente tratto dal libro della giornalista Sylvia NasarA Beautiful Mind(Il genio dei numeri, matematico e folle - Storia di John Forbes Nash). Ha romanzato quella biografia, o l'ha rivisitata un po' furbescamente in chiave cinematografica guadagnandone 4 Oscar nel 2002, omettendo ovviamente particolari spiacevoli di quella vita.

sabato 5 marzo 2016
Andrea Alesci

Al genio non servono parole, bastano la fede nei numeri e il ronzio assillante dei propri pensieri. Tutto è già in nuce all’inizio del film di Ron Howard, quando nell’assolato tepore di Princeton conosciamo il giovane John Forbes Nash (Russell Crowe) e la sua ritrosia verso gli altri. “La verità è che non mi piacciono le persone e io non piaccio a loro” [...] Vai alla recensione »

giovedì 11 febbraio 2016
andrejuve

“A beautiful mind” è un film del 2001 diretto da Ron Howard. John Nash è un ragazzo laureato in matematica che segue un corso di specializzazione post-laurea assieme ad alcuni tra i più brillanti studenti in circolazione. John è un ragazzo solitario, scontroso ed è ossessionato dalla competizione. Vive col desiderio di effettuare una scoperta eccezionale [...] Vai alla recensione »

giovedì 22 maggio 2014
Luca Scialo

John Forbes Nash è un brillante studente di matematica, iscrittosi alla prestigiosa Princeton University nel 1947. Qui la concorrenza è spietata e solo chi pubblica articoli o porta a compimento delle ricerche riesce a ottenere incarichi professionali. John è fortemente preso dai suoi studi, funestato dal fatto che gli altri studenti ottengono maggiori successi rispetto a lui. Vai alla recensione »

mercoledì 8 luglio 2009
ciaccià86

"A Bautiful Mind"è un film che ti lascia il segno. un film dove nulla è scontato poichè là dove si affrontano egregiamente temi come la schizzofrenia,l'amore,l'angoscia e il coraggio di ritornare "in vita",nulla allora,sembrano valere le equazioni e la logica...lasci da parte il mondo delle "verità dimostrate",per poi volgerti verso l'essenza delle cose che si nasconde proprio li'.

domenica 21 giugno 2009
vale '93

Russel Crowe è sicuramente uno degli attori che non smetterò mai di amare:riesce ogni volta a immedesimarsi nei personaggi che interpreta,li fa suoi,tanto che ci sembra impossibile credere che sia proprio lo stesso attore che in un film è un valoroso e leale generale romano,in un altro è un cinico e freddo agente di borsa(a good year),in un altro ancora un poliziotto astuto e intelligente(american [...] Vai alla recensione »

giovedì 29 ottobre 2009
joker91

un capolavoro in tutto e per tutto. Ron howard ci regala un film pieno di emozioni,russel crowe semplicemente resta e rimane un grande,secondo me questa e un interpretazione che non ha nulla da invidiare a quella de il gladiatore. Jennifer connelly e bravissima. 4 oscar meritati,io lo avrei dato anche a crowe per il 2 anno consecutivo. Capolavoro

sabato 24 aprile 2010
steven23

E' difficile utilizzare il termine capolavoro per un film, ma questa volta devo fare un'eccezione!! Pellicola fanstastica in tutto e per tutto, a partire dagli attori per arrivare alla storia di fondo. Russell Crowe perfetto nella sua parte (vergognoso che non gli abbiano dato l'oscar), sembra quasi identificarsi completamente nel ruolo di Nash, lo si vede dalle espressioni, dalla [...] Vai alla recensione »

lunedì 22 agosto 2011
cinemalife

Un film potente, grandioso, che ha saputo conquistare meritatamente quattro Oscar nel 2001. La vicenda narra la tormentata vita del matematico John Nash, resa complicata dalla schizofrenia e da personaggi immaginari che la sua mente crea e mescola al mondo reale. La malattia, comunque, non può ostacolare l’intelligenza. Non c’è granché da dire: oltre al fatto che [...] Vai alla recensione »

martedì 10 settembre 2013
SUPREMO2000

Capolavoro di Ron Howard e con protagonista Russell Crowe 5 stelle

sabato 15 ottobre 2011
Renato C.

Russel Crowe interpreta magnificamente il premio Nobel John Nash. Ottime le sue trasformazioni dal giovane entusiasta della matematica al pazzo muto e con gli occhi vitrei di quando sta in casa all'anziano professore nel finale. Il film dopo la parte iniziale tipica da film biografico prende po l'aspetto di film di spionaggio con azione,inseguimenti in macchina, revolverate, vetri rotti, e cose già [...] Vai alla recensione »

lunedì 3 agosto 2009
Essensteve77

X cuccussette : SEI GENTILMENTE PREGATO DI NN SVELARE I DETTAGLI DI UN FILM... chi nn l ha visto e legge la tua recensione perde il 99% del senso. detto questo, IL FILM E' UN CAPOLAVORO. nella mia top five personale. Mi stupisco solo di come la critica nn si sia inchinata di fronte a tanta bellezza e bravura.

mercoledì 3 aprile 2013
corazzataKotiomkin

Bel film diretto da un capace Ron Howard. Il tema della rinascita e del ritorno alla vita è lo stesso che permeerà "Cinderella man". Lo stesso è anche Russell Crowe che dimostra ancora una volta di essere capace di impersonare alla perfezione il personaggio voluto, e bisogna dire che questo John Nash è veramente credibile; inoltre è sensibilmente avvertibile [...] Vai alla recensione »

sabato 15 maggio 2010
G. Romagna

La storia di John Nash, dall'elaborazione della teoria degli equilibri dominanti al conferimento del premio Nobel per l'economia nel 1994. Matematico di rara genialità, schivo e piuttosto misantropo (interpretato, nella pellicola, da un magistrale Russell Crowe), viene incaricato dal governo americano, in epoca di guerra fredda, di decifrare dei codici sovietici che rivelerebbero la [...] Vai alla recensione »

giovedì 4 marzo 2010
greg2

A beautiful mind è davvero un'ottimo film che affronta un tema particolarmente delicato: il binomio genio/pazzia. Questo dualismo ci viene presentato in modo molto approfondito, vengono toccati argomenti difficili da capire meccanicamente ma che certamente possono insegnarci qualcosa. Toccante ed emozionante, a bautiful è un film di assoluto spessore con un Russell Crowe davvero eccezzionale; oltre [...] Vai alla recensione »

domenica 14 gennaio 2018
GUSTIBUS

Racconto difficilissimo da tramutare in una visione cinematografica.Ron Howard(oscar miglior regia) ce'riuscito alla grande.La magia sono gli attori Crowe e Connelly(oscar miglior attrice non protagonista)veramente degli dei nella recitazione.Il soggetto e'che anche un genio con malattia mentale come John Forbes Nash puo'essere "una mente Bellissima"che e'poi il titolo.

lunedì 7 settembre 2009
Lalli

veramente un bel film con un ottimo Crowe, ho pianto a dirotto, storia bellissima anche se sicuramente romanzata...

venerdì 9 agosto 2013
William Wallace

Un grandissimo film,che dispone di grandi qualità,la prima su tutte e la capacità di commuovere ma un'altra staordinaria capacità è quella di coinvolgere,Capolavoro Commovente ed Immenso.

lunedì 25 luglio 2011
annabella14

ma siete davvero certi che la diagnosi di 'schizofrenia' sia stata corretta? ma siete davvero certi che una persona che vede cose che altri non vedono sia lei a sbagliarsi e non è, invece, che questa persona abbia una sensibilità superiore agli altri, una capacità di guardare oltre e di vedere quello che per altri è invisibile? siete davvero certi che [...] Vai alla recensione »

lunedì 25 luglio 2011
Lalli

so che la storia è molto romanzata ma è veramente un bellissimo film con ottimi attori, nelle ultime scene fiumi di lacrime... :')

venerdì 6 gennaio 2017
MarcodettoSaiani

Film eccezionale per la storia raccontata che mostra il limite tra pazzia e genialità. Quella pazzia che talvolta sembra rovinare una persona in realtà può portare a scoperte eccezionali. é giusto curarla se si può ?

lunedì 17 agosto 2015
toty bottalla

Biografia filmica un pò romanzata del matematico John Nash premio nobel 1994...Beh! non è certo un film per spettatori di cinepanettoni, "A Beautiful Mind" è un lavoro artistico di grande spessore, il film è gestito con grande maestrìa, un racconto drammatico che si veste da thriller fino al punto cruciale in cui Nash nella sua mente allucinata trova uno [...] Vai alla recensione »

venerdì 7 novembre 2014
tommyuntouchable

Da ricordare: la credibilità di Russell Crowe nell'interpretare la malattia del protagonista; la bellezza del campus universitario; la ricostruzione della tensione latente durante gli anni della guerra fredda Parole chiave: John Nash - Matematica - schizofrenia - guerra fredda - Premio Nobel Economia - Adam Smith - Princeton - Boston

mercoledì 8 luglio 2009
GGMymovies

Il faccione di Russel Crowe rimarrà per sempre legato al personaggio de "Il gladiatore"; su questo siamo tutti d'accordo (credo). Ma questo film di Ron Howard è la risposta a chi credeva che Crowe non fosse in grado di interpretare più riflessivi di quanto non sono il suo gladiatore, il capitano di una nave ecc...Russel Crowe ne esce vincitore in un ruolo che può essere considerato al pari dell'Hoffman [...] Vai alla recensione »

sabato 21 novembre 2009
GuardianEyes

Credo che il film, per quanto godibilissimo, abbia alcuni punti deboli: ho come l'impressione che manchi un pò di verosimiglianza, è quantomeno poco plausibile che qualcuno possa vivere una vita parallela a quella reale, fatta non solo di visioni, ma di vere e proprie azioni, e che si scopra tutto solo dopo un'ora e mezza di film! Cito il primo esempio che mi viene in mente: john e l'amico immaginario [...] Vai alla recensione »

Frasi
Ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile…
Una frase di Alicia (Jennifer Connelly)
dal film A Beautiful Mind - a cura di greta
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Nepoti
La Repubblica

Supercandidato agli Oscar, un dramma ispirato a fatti reali che racconta quarantasette anni della vita di John Forbes Nash jr., matematico di genio insignito del Nobel. Tra l'ingresso di John all'università di Princeton (1947) e la consegna del premio (1994), A Beautiful Mind racconta le gioie e i dolori di un uomo eccentrico, anticonformista, irriducibile a un concetto di "umanità" intesa come mera [...] Vai alla recensione »

Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

Può essere davvero poco invidiabile la vita di un genio. Specialmente quando il soggetto in questione risponde al nome di John Forbes Nash, premio Nobel per l’Economia nel 1994. Fama, onori, soldi: che cosa desiderare di più? Nel caso specifico, raccontato da Ron Howard in A Beautiful Mind, i dolori sono stati di gran lunga superiori ai piaceri derivanti dalla gloria.

Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

È teso verso qualcosa di straordinario, il giovane John Nash (un Russell Crowe addirittura sorprendente). A quel sogno è pronto a sacrificare se stesso, il proprio stare nel mondo. D’altra parte - dice nel 1947 a Charles (Paul Bettany), il suo fantasmatico compagno di stanza a Princeton -, "la gente non mi ama molto, e io non amo molto la gente". Però, decenni più tardi, dopo una grandezza a lungo [...] Vai alla recensione »

Piera Detassis
Ciak

Una mente stupenda. E insieme dissociata, immaginifica, dissolta. Nella splendida biografia scritta da Sylvia Nasar ( Il genio dei numeri, Rizzoli) John Forbes Nash, il ricercatore matematico protagonista del film di Ron Howard viene descritto così: "Il suo aspetto fanciullesco e il suo comportamento adolescenziale gli valsero soprannomi come Li'l Abner e Professor Bambino.

Emanuela Martini
Film TV

Davvero una "magnifica mente", quella di John Forbes Nash jr., che a vent'anni elaborò la teoria dei giochi e rivoluzionò le basi dell'economia moderna. Era il1948 e Nash stava a Princeton con la più ambita delle borse di studio; ma non era della razza classica degli studenti che da generazioni hanno l'università nel sangue e nei modi. Piccolo borghese, un po' sciattone, testa nelle nuvole (sempre [...] Vai alla recensione »

Paolo Boschi
Scanner

L'ultimo film di Ron Howard, il quindicesimo della serie, conferma l'estrema versatilità del cineasta americano e riscatta parzialmente la sua prova precedente, Il Grinch, rutilante quanto incolore. L'ex Ritchie Cunningham di "Happy Days", classe 1954, nella sua ormai ventennale carriera ha affrontato quasi tutti i registri, con un occhio privilegiato al fantastico ed al sentimentale: A beautiful mind [...] Vai alla recensione »

Alfredo Boccioletti
Quotidiano.net

Non esiste formula matematica che possa fissare i confini dell'amore, ma un amore infinito ha la forza di salvare la mente dalla deriva cosmica, vale a dire dalla follia. A Beautiful Mind di Ron Howard si apre a questo splendido spunto narrativo tralasciando fin dalle prime sequenze ogni approdo verso la realtà. Ispirato alla biografia "autorizzata" del matematico americano John Nash, il film si appropria [...] Vai alla recensione »

Alberto Crespi
L'Unità

John Nash è un genio e un uomo malato. Ha ricevuto il Nobel per l'economia nel '94, ma è stato soprattutto un matematico di vaglia che con la sua "teoria del gioco" ha rivoluzionato vari settori del pensiero, compreso le analisi economiche. Ma il Nobel venne a ricompensare una vita piena di dolori, a causa di una fortissima forma di schizofrenia che cominciò a insidiare la sua psiche già quando era [...] Vai alla recensione »

Mario Sesti
Duel

"È un uomo molto riservato ed è un genio. La prima volta che l'ho incontrato, non sono riuscito a non pensare per tutto il tempo che era l'uomo che aveva scoperto qualcosa che era sotto gli occhi di tutti per centinaia di anni ma che solo lui è riuscito a vedere così chiaramente": chi parla è Russell Crowe, l'attore che l'altr'anno ha vinto un Oscar per Il gladiatore.

Silvio Danese
Quotidiano.net

Genio e follia. Il pezzo forte di Hollywood nella seconda metà di stagione. Che funziona per metà. Nella ricostruzione avvincente della lucida creatività matematica di John Forbes Nash, distrutta da un paio di decenni di schizofrenia, il regista irregolare di Apollo 13e Il Grinch vede l'ennesima storia di un successo via-forza-dell'amore (il sacrificio della moglie), da celebrare nell'obsoleta caricatura [...] Vai alla recensione »

NEWS
CELEBRITIES
martedì 16 ottobre 2007
Stefano Cocci

Storie di ruoli belli e difficili Un attore capace di tutto. Noto per la sua refrattarietà alle "pubbliche relazioni" e all'insofferenza verso quel ruolo da star che la fama sembra avergli adagiato sulle spalle come la porpora su un imperatore, Russell [...]

winner
miglior film
Premio Oscar
2001
winner
miglior regia
Premio Oscar
2001
winner
miglior attrice non protag.
Premio Oscar
2001
winner
miglior scenegg.ra non origin.
Premio Oscar
2001
winner
miglior film
Golden Globes
2002
winner
miglior attrice non protag.
Golden Globes
2002
winner
miglior scenegg.ra
Golden Globes
2002
winner
miglior attore in un film dram.co
Golden Globes
2002
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati