Prêt-à-porter

Film 1994 | Commedia, 132 min.

Regia di Robert Altman. Un film con Julia Roberts, Marcello Mastroianni, Tim Robbins, Kim Basinger, Sophia Loren, Lauren Bacall. Cast completo Titolo originale: Prêt-à-porter - Ready to Wear. Genere Commedia, - USA, 1994, durata 132 minuti. Uscita cinema venerdì 17 marzo 1995 distribuito da Filmauro. - MYmonetro 2,50 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Prêt-à-porter tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento mercoledì 19 febbraio 2020

Sfilata di star, prevalentemente sprecate, per un film che condivide molto della vanità e della vacuità del mondo che si propone di criticare. Il film ha ottenuto 2 candidature a Golden Globes, Al Box Office Usa Prêt-à-porter ha incassato 8,9 milioni di dollari .

Prêt-à-porter è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it e su LaFeltrinelli.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,50/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO NÌ

Sfilata di star, prevalentemente sprecate, per un film che condivide molto della vanità e della vacuità del mondo che si propone di criticare. Un lungo spot sul mondo della moda, con Kim Basinger nel ruolo di una giornalista televisiva, che non raggiunge il preteso obiettivo di film graffiante e provocatorio che ci si poteva aspettare dal regista. Anche il recupero di gloriosi abbinamenti (Loren-Mastroianni) ha un sapore nostalgico di tentativo mal riuscito.

Stefano Lo Verme

A Parigi, durante la settimana delle sfilate del pret-à-porter, si incrociano le vite di stilisti, reporter, fotografi e modelle; a far notizia nella giornata d'apertura è l'improvviso decesso di Olivier de la Fontaine, capo della Camera della moda e marito della matura ed affascinante Isabella, mentre una giornalista americana, Kitty Potter, si aggira dietro le quinte dell'evento a caccia di interviste...
Un anno dopo il drammatico affresco rappresentato in America oggi, il veterano Robert Altman torna al genere corale ma cambia decisamente registro, firmando una commedia graffiante e divertente sul mondo della moda e su quell'universo bizzarro e variegato che vi gravita attorno. Ambientato a Parigi, capitale europea dell'eleganza, e sceneggiato dal regista stesso insieme a Barbara Shulgasser, il film vanta un cast di ben trentuno personaggi, con alcuni dei più importanti attori del panorama mondiale, dagli italiani Marcello Mastroianni e Sophia Loren alla francese Anouk Aimée, passando per star americane del calibro di Julia Roberts, Lauren Bacall, Tim Robbins e Kim Basinger. A questi (come era già successo ne I protagonisti) si uniscono diverse celebrità che compaiono in brevi camei nella parte di se stesse, inclusi divi dello spettacolo (Cher, Harry Belafonte), stilisti come Gianfranco Ferré e Jean-Paul Gaultier e top-model quali Claudia Schiffer e Naomi Campbell.
Caratterizzato da un sardonico senso dell'humor, un elemento tipico del cinema di Altman, Prêt-à-porter si presenta come un ritratto dell'ambiente delle grandi sfilate raccontato con un tono volutamente leggero ed ironico, privo di intenti moraleggianti; questa scelta stilistica potrebbe essere scambiata per superficialità, ma in fondo quello che Altman si propone di descrivere è proprio la moda in quanto regno dell'apparenza e dell'effimero. Ed in questo teatro frenetico e chiassoso c'è spazio anche per il grottesco, come nell'episodio surreale della morte di Olivier de la Fontaine (Jean-Pierre Cassel), e per la commedia sentimentale, con Julia Roberts e Tim Robbins nelle parti di due giornalisti che si ritrovano insieme senza valigie in una stanza d'albergo e finiscono per innamorarsi. Emblematico il personaggio di Kitty Potter (Kim Basinger), una reporter televisiva incaricata di documentare le sfilate parigine, che ricorda da vicino l'analoga cronista interpretata da Geraldine Chaplin in Nashville (un'autocitazione da parte del maestro?).
Sebbene non tutte le storie parallele del film risultino altrettanto efficaci o ben sviluppate, non mancano certo i momenti da ricordare: fra tutti, quello dell'incontro dopo quarant'anni tra l'attempato italiano Sergio (Marcello Mastroianni), coinvolto suo malgrado in un'indagine per omicidio, e la moglie Isabella (Sophia Loren), che replicano con irresistibile simpatia la famosa scena dello spogliarello di Ieri, oggi, domani. Memorabile il finale della pellicola, con la spiazzante sfilata organizzata per protesta dalla stilista Simone Lowenthal (Anouk Aimée) con una parata di modelle nude in passerella.

Sei d'accordo con Stefano Lo Verme?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

A Parigi per la settimana del prêt-à-porter (abito di serie su modello di sartoria) convergono giornalisti, stilisti e curiosi di mezzo mondo. Dalla A di Aiello alla W di Whitaker, sono 31 personaggi (meno dei 49 di Il matrimonio , più dei 24 di Nashville e dei 22 di America oggi ), senza contare le 14 celebrità, da Belafonte a Trussardi, nella parte di sé stessi. Stroncature acide o irritate dai critici di lingua inglese, accoglienze severe o deluse dalla maggior parte degli europei. Divertente, elegante, leggero. Spumeggiante perché il suo oggetto è la spuma, superficiale perché il suo tema è la superficialità, l'epopea dell'effimero. Sotto il vestito niente, e filmare il niente non è facile. L'atteggiamento di Altman verso il mondo della moda è ambivalente: ammaliato perché lo vede come uno spettacolo di circo (puro teatro), ma non può far a meno, dall'alto dei suoi 70 anni, di descriverlo con l'ironia lucida di un profanatore. Il suo vero bersaglio non è la moda, ma il microcosmo che vi gravita intorno. Tutti i personaggi dei media son messi sulla graticola. Con gli altri (compresi i due giornalisti chiusi in camera senza vestiti) si diverte, ma ride con loro, non di loro. Fa eccezione quello di A. Aimée cui è affidata la serietà, un po' anche la morale della storia con la sfilata a sorpresa delle modelle nude nel sottofinale. L'epilogo all'aperto potrebbe essere di Ferreri: un sorriso o un ghigno?

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
PRÊT-À-PORTER
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico

DVD

BLU-RAY
€6,99
€6,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 28 settembre 2016
Luca1968

Uno dei film più brutti, vuoti e inutili della storia del cinema, conferma che Robert Altman è a propria volta uno dei registi più insopprtabilmente snob e sopravvalutati di sempre (salvo solo I Protagonisti). Dialoghi inutili ed irritanti, con siparietti di pochi minuti sciapi e completamente scollati tra di loro. Per alcuni sono pennellate di un grande artista, a me lasciano [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

Un americano a Parigi, nella folle settimana di presentazione dell'alta moda. Accadde una decina di anni fa e quell'americano, Robert Altman, ne rimase tanto affascinato da decidere di girarci sopra un film. Altri progetti arrivati in porto prima (tra i quali due capolavori come I protagonisti e America oggi) hanno fatto attendere a lungo Prèt-à-porter.

Irene Bignardi
La Repubblica

Fa notizia (notizia?) che Gian Franco Ferré manda in passerella a Parigi, tra applausi e stupori, una modella incinta di sei mesi. Niente di nuovo. Un pancione non diverso (quello di Ute Lemper) lo si vede in Prét-à-porter di Robert Altman che, in centotrentadue minuti di spettacolo, mette in scena un cast di “all stars”, da Marcello Mastroianni a Sophia Loren, da Lauren Bacall a Julia Roberts, da [...] Vai alla recensione »

Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

Get real: l'esortazione compare su un grande manifesto di Armani. In bianco e nero, un uomo e una donna, nudi, ci guardano. Sotto, nell'erba, c'è un bimbo vestito solo d'un pannolino. In quest'ultima inquadratura di Pret-à- porter prima dei titoli di coda, l'ironia di Robert Altman è attraversata da un sorriso. Dopo America oggi (1993), la durezza sarcastica dell'autore di Il lungo addio (1973) e Nashville [...] Vai alla recensione »

RECENSIONI MYMOVIES
PUBBLICO
RASSEGNA STAMPA
SHOWTIME
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati