The Bye Bye Man

Film 2016 | Horror +16 96 min.

Titolo originaleThe Bye Bye Man
Anno2016
GenereHorror
ProduzioneUSA
Durata96 minuti
Regia diStacy Title
AttoriDouglas Smith, Lucien Laviscount, Cressida Bonas, Doug Jones, Michael Trucco Faye Dunaway, Erica Tremblay, Cleo King, Marisa Echeverria, Jenna Kanell, Carrie-Anne Moss, Ava Penner, Seth William Meier, Dan Anders, Kurt Yue, Jessica Graie, Erica Collins, Dave Kammerman.
Uscitamercoledì 19 aprile 2017
DistribuzioneKoch Media
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +16
MYmonetro 1,50 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Stacy Title. Un film con Douglas Smith, Lucien Laviscount, Cressida Bonas, Doug Jones, Michael Trucco. Cast completo Titolo originale: The Bye Bye Man. Genere Horror - USA, 2016, durata 96 minuti. Uscita cinema mercoledì 19 aprile 2017 distribuito da Koch Media. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 - MYmonetro 1,50 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
The Bye Bye Man
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Tre studenti universitari si trasferiscono in un vecchia casa fuori dal campus, dove si ritrovano braccati da un'entità soprannaturale chiamata The Bye Bye Man. In Italia al Box Office The Bye Bye Man ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 586 mila euro e 282 mila euro nel primo weekend.

Consigliato assolutamente no!
1,50/5
MYMOVIES 1,00
CRITICA 2,00
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NO
Horror scontato, convenzionale e scarsamente suggestivo.
Recensione di Emanuele Sacchi
lunedì 3 aprile 2017
Recensione di Emanuele Sacchi
lunedì 3 aprile 2017

Elliott, la fidanzata Sasha e l'amico John affittano una villetta fuori città, ma ben presto cominciano a sentire rumori misteriosi e a fare scoperte curiose. Elliott trova in un comodino un foglio con la scritta "Non dirlo, non pensarlo" ripetuta infinite volte e sotto, inciso sul fondo, "The Bye Bye Man". Quando i tre partecipano a una seduta spiritica guidata da Kim, una ragazza sensitiva, Elliott pronuncia a voce alta il nome. Da lì in avanti le loro vite sono in pericolo.
Fin dalle premesse, i richiami di The Bye Bye Man al cinema horror di Nightmare e di altri capisaldi del terrore psicologico, sono evidenti. Stacey Title, un tempo regista promettente (Una cena quasi perfetta), si adegua al canone di genere senza purtroppo riuscire a introdurre niente di personale o sorprendente né sul piano stilistico né su quello narrativo.

A non funzionare è in primis il nome "maledetto", The Bye Bye Man, convenzionale e scarsamente suggestivo. Non si pretende di ricorrere alle molteplici consonanti degli arcani nomi di Lovecraft, ma utilizzare, come sinonimo di orrore indicibile, quello che può quasi apparire come un intercalare quotidiano, cancella da subito ogni forma di transfert nella vicenda.

Senza quest'ultimo è difficile che si creino le condizioni per un autentico terrore. Dopo la rivelazione del nome dannato, il prosieguo è una sequenza crescente di risibili espedienti, che virano sempre più verso la comicità involontaria. Una struttura rigidamente ripartita nei consueti segmenti narrativi (rivelazione del mostro, ricerca della sua identità, tentativo di sconfiggerlo), con l'intervento della polizia (una fugace apparizione di Carrie Ann-Moss) che sembra imprimere una svolta, ma si rivela una falsa pista, del tutto superflua. Lo sguardo di Title si intravvede solo nelle inquadrature avvolgenti della camera da letto, nei primi minuti di film, unico barlume di inquietudine prima che la routine - il solito patchwork di trucchi e riferimenti mutuati dai classici del genere - sopraggiunga.
Pessimi gli effetti digitali, specie in un bizzarro cameo di Faye Dunaway, e assente o quasi il sangue, per ottemperare a esigenze di censura che confliggono con lo spirito horror. Nessuno spavento di rilievo, non un'immagine o una trovata da consegnare alla posterità. Uno script, quello di Jonathan Penner, così datato, da includere nel 2017 l'immancabile passaggio della ricerca in biblioteca, per svelare la soluzione del mistero. D'altronde le magliette di band trasgressive indossate da Elliott - Dead Kennedys, Joy Division, Violent Femmes - si fermano all'inizio degli anni '80 e la dicono lunga sul senso di contemporaneità che permea l'operazione.

THE BYE BYE MAN
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
-
-
TIMVISION
-
-
-
-
-
CHILI
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 24 aprile 2017
francy99

Un film visivamente fatto bene, buoni i montaggi e buone le riprese, ma purtroppo vedo una falla proprio nella trama che non sta in piedi. Peccato, le idee c'erano, si sarebbe potuta creare una bella saga tipo Nightmare o Venerdì 13 (NON alla loro altezza ovviamente, loro sono i 'grandi classici' horror, le pietre miliari su cui il genere horror moderno tende a scopiazzare).

giovedì 20 aprile 2017
alberto

Mi aspettavo molto di più da questo nuovo titolo orrorifico, dato che il soggetto per il genere è davvero micidiale, ed è ispirato ad una delle tante leggende metropolitane che hanno dato vita a tante pellicole slasher/thriller: si racconta che il cosiddetto Bye Bye Man sia stato avvistato a New Orleans, un albino cieco nato nel 1920 e scappato da un orfanotrofio, che dal momento in cui salì su un [...] Vai alla recensione »

lunedì 1 maggio 2017
kiol

Solito film basato sulla vecchia gloria patinata di Nightmare, ma la trama mediocre e il cast che sembrano dei youtuber senza vena artistica vi farà morire dalle risate ( o dalla noia, dipende da quante gocce di xanan prendete). Consiglio di risparmiare i 10 € del cinema per donarli alla caritas.

Frasi
- Ho paura che s'impossessi anche di te...
- Dimmelo
- The Bye Bye Man
Dialogo tra Elliot (Douglas Smith) - La Detective Shaw (Carrie-Anne Moss)
dal film The Bye Bye Man - a cura di MYmovies.it
Non dirlo, non pensarlo...
Elliot (Douglas Smith)
dal film The Bye Bye Man - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 20 aprile 2017
Massimo Bertarelli
Il Giornale

Alle solite, in un copione immutabile. I deficienti patentati Sasha, Elliott e John si pentono di aver preso in affitto un villino isolato. Quella sfrana, minacciosa scritta «Non dirlo, non pensarlo», ripetuta all'infinito, firmata The Bye Bye Man, invece di metterli in fuga, li spinge a reclutare la medium Kim. Peggio per loro. E per certo pubblico autolesionista.

giovedì 20 aprile 2017
Francesco Alò
Il Messaggero

Non parla, non morde, non vola, non graffia. Ha un cane da passeggio (era cieco?), possiede una carnagione pallida (era albino?) e indossa una giacca da marinaio. C'è un nuovo mostro in città, si chiama The Bye Bye Man ed è in grado di stimolare le persone ai più efferati delitti non muovendo un dito, bensì limitandosi ad entrare nelle loro teste al fine di provocare svariate allucinazioni.

giovedì 20 aprile 2017
Mazzino Montinari
Il Manifesto

Esistono film come Il diritto di contare e Loving che raccontano di individui che hanno preso coscienza di una realtà, al punto da volerla modificare per se stessi e per gli altri. Ci sono horror come The Bye Bye Man che, al contrario, alludono a una realtà che deve rimanere immutabile, pena la diffusione di una lunga e interminabile scia di sangue.

NEWS
TRAILER
martedì 14 marzo 2017
 

Abbiamo provato tutti l'esperienza di cercare di non pensare a qualcosa. Spesso, abbiamo la sensazione che più ci sforziamo di non pensare a queste cose, più diventa difficile liberarsi di questi pensieri che diventano sempre più forti in noi.

Cressida Bonas nella parte di Sasha
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati