Fury

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Fury   Dvd Fury   Blu-Ray Fury  
Un film di David Ayer. Con Brad Pitt, Shia LaBeouf, Logan Lerman, Michael Peña, Jon Bernthal.
continua»
Titolo originale Fury. Azione, Ratings: Kids+16, durata 134 min. - USA 2014. - Lucky Red uscita martedì 2 giugno 2015. MYMONETRO Fury * * 1/2 - - valutazione media: 2,82 su 72 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,82/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * * - -
   
   
   
Costato 80 milioni di dollari, il film è uscito in America posizionandosi in testa al box office USA e incassando nel mondo oltre 240 milioni di dollari.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Caratterizzato da un impianto drammaturgico singolare, il film bellico di David Ayer prosegue l'estetica del soldato Ryan e si ritaglia un posto nel genere
Marzia Gandolfi     * * * - -

Germania, aprile 1945. La guerra sembra non finire mai per il sergente Don Collier, sopravvissuto al deserto africano e alle spiagge della Normandia. Leader carismatico di un manipolo di soldati di diversa estrazione e diverso carattere, Don è inviato in missione dietro le linee nemiche e dentro un tank Sherman. Perduto in uno scontro a fuoco il loro tiratore, reclutano Norman Ellison, un giovane soldato a disagio con la guerra e la violenza. Ribattezzato dalla sua squadra Wardaddy, Don si prende cura come un padre del ragazzo, che inizia ai rudimenti della guerra con metodi poco ortodossi. Avanzare contro il nemico, abbatterlo e sopravvivergli favorisce la confidenza e il cameratismo tra gli uomini di Don, che impavidi hanno deciso di seguirlo in un'ultima impresa contro trecento soldati tedeschi. Un'ultima linea armata prima della libertà e della pace.
A partire dagli anni Ottanta, Hollywood ha smesso di rappresentare la Seconda Guerra Mondiale in maniera asettica, precipitando il conflitto nell'orrore e mettendolo in scena come uno spettacolo dell'orrore. Per prendere la misura di questa evoluzione basti confrontare Il grande uno rosso di Samuel Fuller con Salvate il soldato Ryan di Steven Spielberg. Se Fuller temperava la violenza convinto che fosse semplicemente impossibile restituire sullo schermo la realtà del combattimento, Spielberg abbandona cadaveri sviscerati sulle spiagge della Normandia e traduce l'intensità di quella violenza. L'autore rivendica una volontà di realismo e traspone visualmente l'incubo della guerra, ricreando sulla spiaggia 'traslocata' di Omaha Beach quello che i veterani avevano visto e vissuto.
Fury, film bellico di David Ayer, prosegue l'estetica del soldato Ryan e si ritaglia un posto nel genere. Non tanto e non solo perché il suo regista, ex marine, ha esperienza diretta della materia, ma per l'impianto drammaturgico singolare, articolato in un interno (il carro) e in una relazione corpo-macchina. In Fury, come Lebanon, film israeliano di Samuel Maoz, non si scende (quasi) mai dal carro armato. Costruito sulla dialettica dentro-fuori, fuori c'è la Storia, dentro la storia, fuori l'azione, dentro la reazione, fuori il proiettile esploso, dentro il rinculo, Fury avanza interrogandosi sulla guerra e sul rapporto che il singolo soldato intrattiene con l'oscenità del conflitto. E qui si esauriscono le corrispondenze tra due film che contemplano esterni e implicazioni ideologiche radicalmente differenti. Se il fuori di Maoz era la Guerra del Libano (1982) 'costretta' in un tank-nazione e invasore, il fuori di Ayer è la Seconda Guerra Mondiale, l'ultima a dimensione mitologica, quella della lotta tra bene e male, che non smette di affascinare Hollywood.
Pur insistendo sulla necessità del vedere, Ayer non sembra ossessionato dalla materialità del combattimento, a interessarlo è l'unità protagonista. Comprendere il funzionamento di un'unità di carristi permette al regista di misurare la dimensione industriale della guerra. Nel 1945 la vita media di un uomo in un tank era di sei settimane, al termine delle quali si moriva straziati dal fuoco nemico, al termine delle quali, ancora, proprio come farà la recluta di Logan Lerman, era necessario ripulire il carro dal sangue, la carne, i brandelli e i frammenti di vita, prima di riempirlo di nuovo con altre vite. Uomini e biografie stipate e lanciate contro le linee tedesche, che resistevano ostinate e fameliche fino alla fine dei loro giorni.
Tra il superbo orizzonte del principio e il tank carico di morte, che l'ascensione della camera trasforma nell'epilogo in un occhio ciclopico ficcato in un crocevia disseminato di morti, si muove un film che conquista terreno al genere bellico e un carro che è rifugio, cuore e tomba di soldati condannati al martirio. A guidare la riflessione di Ayer sullo stato di guerra, sullo stato di tutte le guerre, c'è il sergente di Brad Pitt, massiccio, laconico e (in)gloriosamente bastardo dentro un cingolato, dietro alle cicatrici e il taglio barocco pettinato con rigore marziale e brillantina grassa.

Incassi Fury
Primo Weekend Italia: € 961.000
Incasso Totale* Italia: € 4.208.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 19 luglio 2015
Primo Weekend Usa: $ 23.500.000
Incasso Totale* Usa: $ 83.278.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 7 dicembre 2014
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
65%
No
35%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* - - - -

Americanata insipida

giovedì 4 giugno 2015 di pipoto

Un Brad Pitt spento e privo di mordente è il biglietto da visita di questa slavata pellicola destinata a finire presto nel dimenticatoio. Un film orribile, con pretese di raccontare fatti realmente accaduti scimmiottando la narrativa de " Salvate il soldato Ryan ( che al confronto pare una pietra miliare del cinema ),, ma che in realtà per la quantità e qualità delle incongruenze dovrebbe più facilmente essere confrontato con " Indipendence day " continua »

* * * - -

Buon inizio ma degenera in un ''americanata''

giovedì 1 gennaio 2015 di PeterC

L' inzio del film è avvincente, schietto e diretto, fa sperare di essere davanti ad un film verosimile, non alla solita pellicola fatta per esaltare l' americano medio. Fino a tre quarti del film difatti è così, i protagonisti vengono fatti apparire come rissosi ed inutilmente violenti, sia fisicamente che psicologicamente. La delusione arriva con un irrealistico finale, poco giustificato, esagerato e che vuole far esaltare lo spettatore medio senza portare nulla di nuovo sullo schermo. L' idea continua »

* * * * -

Ottimo film

sabato 25 aprile 2015 di Michele

A fine visione mi è venuta subito una considerazione da fare: penso che possiamo affermare con certezza che Brad Pitt sia il migliore attore di un’intera generazione che ha caratterizzato e dominato il mercato cinematografico negli anni a cavallo tra i 90 e il 2000. Accostandolo ad attori come Tom Cruise, Johnny Deep e tanti altri, notiamo che mentre questi stanno vivendo una parabola discendente a causa di scelte professionali sbagliate e più virate verso un cinema commerciale che si, magari incassa, continua »

* * * * -

Sorpresa

martedì 26 maggio 2015 di biso 93

davvero non mi aspettavo grandi cose..ma visto che mi piacciono i war movie e visto che il cast era interessante...mi sono convinto a vedere Fury...diretto e sceneggiato da David Ayer sceneggiatore dell'ottimo Training day e regista del duro End of watch. Che dire...Fury e' un war movie ambientato nella seconda guerra mondiale...gli americani avanzano verso berlino..con i tedeschi ormai alle strette. Brad pitt, cosi come tutto il cast offre una notevole interpretazione...da notare laboef continua »

brad pitt
"Gli ideali sono pacifici, la storia è violenta"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Brad Pitt
"Sono giovani e sono vivi!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Wardaddy (Brad Pitt)
"Questa è la mia casa!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Fury oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Fury

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 23 settembre 2015

Cover Dvd Fury A partire da mercoledì 23 settembre 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Fury di David Ayer con Brad Pitt, Logan Lerman, Scott Eastwood, Shia LaBeouf. Distribuito da Universal Pictures, il dvd è in lingue e audio italiano, DTS 5.1 HD - inglese, DTS 5.1 HD. Su internet Fury (Blu-ray) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,74 €
Prezzo di listino: 12,99 €
Risparmio: 3,25 €
Aquista on line il dvd del film Fury

SOUNDTRACK | Fury

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 11 marzo 2016

Cover CD Fury A partire da venerdì 11 marzo 2016 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Fury del regista. David Ayer Distribuita da Concord. Su internet il cd Fury è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 15,90 €
Prezzo di listino: 18,70 €
Risparmio: 2,80 €
Aquista on line la colonna sonora del film Fury

Così Brad Pitt ricorda John Wayne

di Alessandra Levantesi La Stampa

Con Fury il regista/sceneggiatore David Ayer passa dal prediletto genere poliziesco girato come un falso documentario (Harsh Times, The End Of Watch) al dramma bellico stile Anni 50 ridisegnato con un sovrappiù di violenza, ma ricorrendo a tutti gli stereotipi del caso: a partire dal personaggio di Don Collier, un sergente maggiore indurito dalla lunga esperienza di guerra, e però ancora dotato di scorticata umanità, che un tempo sarebbe stato affidato a un John Wayne. Ora lo incarna in modo convincente Brad Pitt al comando dell'equipaggio di un carro armato soprannominato Fury. »

L'estetica del soldato dall'interno di un tank

di Maurizio Acerbi Il Giornale

Gli ideali sono pacifici; la storia è violenta». Aprile 1945. La « guerra è ormai, quasi, ai titoli di coda. In Germania, però, gli alleati devono fronteggiare la strenua resistenza dell'esercito tedesco. È in questo scenario che si trova ad operare il sergente Don «Wardaddy» Collier (molto bravo Brad Pitt), che comanda il carro armato Fury sul quale combattono soldati con caratteri molto diversi. Don ha appena perso in battaglia uno dei suoi carristi e, per rimpiazzarlo, gli viene assegnato un giovane e inesperto saldato, Norman, che detesta la violenza. »

Fury | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | pipoto
  2° | peterc
  3° | linus7
  4° | sirgient
  5° | marcomponti
  6° | barone di firenze
  7° | no_data
  8° | barone16
  9° | aristoteles
10° | mauro.t
11° | alexander 1986
12° | alex2044
13° | silvano bersani
14° | zavatta
15° | soviet rossija
16° | tarantasio
17° | marsce
18° | glasser
19° | markwalter
20° | lukebiba94
21° | muttley72
22° | astromelia
23° | dhany coraucci
24° | liuk!
25° | catcarlo
26° | gabrykeegan
27° | maurizio meres
28° | matt91
29° | greyhound
30° | jaylee
31° | sev7en
32° | facce da cinema
33° | j kudo
34° | jacopo b98
35° | thief
36° | ruggero
37° | paolo salvaro
38° | carlo145
39° | andreamymovies.it
40° | pasqu23
41° | giordano stefani
42° | brian77
43° | gianleo67
44° | santiago81
45° | flyanto
46° | thief
47° | verosala
48° | biso 93
49° | michele
50° | pisiran
Trailer
1 | 2 | 3 | 4 |
Immagini
1 | 2 |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità