Salvate il soldato Ryan

Acquista su Ibs.it   Dvd Salvate il soldato Ryan  
Un film di Steven Spielberg. Con Tom Hanks, Tom Sizemore, Edward Burns, Matt Damon, Barry Pepper.
continua»
Titolo originale Saving Private Ryan. Guerra, Ratings: Kids+16, durata 163' min. - USA 1998. MYMONETRO Salvate il soldato Ryan * * * 1/2 - valutazione media: 3,50 su 98 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,50/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Usa)
 dizionari * * * 1/2 -
 critican.d.
 pubblico * * * * -
Tom Hanks
Tom Hanks (58 anni) 9 Luglio 1956 Interpreta Il capitano Miller
Tom Sizemore
Tom Sizemore (52 anni) 29 Novembre 1961 Interpreta Il sergente Horwath
Edward Burns
Edward Burns (46 anni) 29 Gennaio 1968 Interpreta Il soldato Richard Reiben
Matt Damon
Matt Damon (43 anni) 8 Ottobre 1970 Interpreta Il soldato James Francis Ryan
Barry Pepper
Barry Pepper (44 anni) 4 Aprile 1970 Interpreta Il soldato Daniel Jackson
Adam Goldberg
Adam Goldberg (43 anni) 25 Ottobre 1970 Interpreta Il soldato Stanley Mellish
   
   
   
Seconda guerra mondiale: una madre americana sta per ricevere nello stesso giorno la notizia della morte di tre dei suoi figli su diversi fronti della guerra.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
il MORANDINI
di Laura, Luisa e Morando Morandini
    * * * 1/2 -

Il 6 giugno 1944 il cap. John Miller (Hanks) sbarca con i suoi uomini a Omaha Beach. È un massacro sotto il micidiale fuoco tedesco. Il generale George Marshall (Presnell), comandante supremo dell'armata angloamericana, apprende che la famiglia Ryan dell'Iowa ha già perduto tre figli e che un quarto fratello, James Francis Ryan (Damon), è stato paracadutato in Normandia oltre le linee nemiche. Dà ordine che sia ritrovato e rimandato a casa. L'incarico è affidato al cap. Miller che, con sei uomini e un interprete (Davies), parte alla sua ricerca. Dramma bellico in 3 atti e una cornice. 1° atto: lo sbarco in Normandia, la guerra come carneficina e caos (i primi 24 minuti, fin troppo acclamati: da vedere, comunque, e da sentire); 2° atto: la ricerca di Ryan: apparentemente convenzionale e già vista, ma ricca di problemi e di domande senza risposta; 3° atto: la battaglia nel paesino di Ramelle per salvare Ryan e tenere un ponte: un compendio del war film made in USA che pone il film sotto il segno di una sospetta ridondanza, rivelata anche dal ricorso insistito alle riprese "a spalla" e agli effetti speciali. Film di forti impatti e molte bellezze, ma anche di numerosi stereotipi, interamente dentro la prassi e la retorica di Hollywood. I tedeschi sono nemici e la Francia è vuota. "La memoria diventa così _ più che un'occasione per riflettere, per parlare di storia e di etica _ un argomento nostalgico di propaganda" (G. Cremonini). Salvate il soldato Ryan è un film di guerra, La sottile linea rossa è un film sulla guerra. Due curiosità: in I sacrificati di Bataan (1945) John Wayne si chiama Rusty Ryan, ma è tenente; le grigie Stelle & Strisce che sventolano all'inizio e alla fine sono una citazione di una foto di Mapplethorpe. 5 Oscar: regia, fotografia (J. Kaminski), suono (R. Judkins, G. Rydstom, G. Summers, A. Nelson), effetti speciali sonori (G. Rydstom, R. Hymns), montaggio (M. Kahn). Successo internazionale. 3° posto sul mercato italiano 1998-99.

Stampa in PDF

Premi e nomination Salvate il soldato Ryan il MORANDINI
Primo Weekend Usa: $ 30.576.000
Incasso Totale* Usa: $ 30.576.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 17 maggio 1998
Sei d'accordo con questa recensione?


Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
66%
No
34%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Salvate il soldato Ryan

premi
nomination
Premio Oscar
9
9
Nastri d'Argento
1
0
Golden Globes
2
3
* * - - -

Dallo sbarco alla propedeutica

martedì 29 maggio 2001 di Davide 52

Alle spettacolari sequenze dello sbarco, decisamente reali,d ecisamente ferali, con una cinepresa frenetica, ossessiva sul particolare ,ossessiva sul rumore assordante, si passa improvvisamente entro una storia dal solito cliche' propedeutico americano: gli eroi sono solo loro, i buoni sono solo loro, il sacrificio massimo l'hanno fatto solo loro. Non sono bastati i chilometri di pellicola consumati su questo tema negli anni cinquanta, sessanta, Spielberg ha pensato bene di riproporlo con l'effetto continua »

* - - - -

Patetico

lunedì 29 gennaio 2007 di PATT

A parte Il pezzo che riguarda lo sbarco, che è molto realistico, il resto del film è "una boiata pazzesca", è il solito demente film americano dove una squadra vince la guerra da sola, con il classico finale da "arrivano i nostri". I tedeschi sono dipinti come stupidi, incapaci, brutti e malvagi, mentre i soldati americani sono belli, hanno gli occhi azzurri e pregano Dio. Quando assaltano una collinetta dove c'è una MG con 3 tedeschi, subiscono una perdita ed espugnano la postazione, nella realtà continua »

* * * - -

Tutto, ma non pacifista

mercoledì 16 gennaio 2002 di Quartopiano

Un Film diretto BENISSIMO, magistrale, che per 30 minuti ti riempie di pugni nello stomaco che convincerebbero il più agguerrito militarista a seppellire profondamente l'ascia di guerra. Invece poi il film, riprende la strada dell'epica Americana: "Tu sei il Male e noi i Buoni, la medicina". Ogni corpo straziato di americano è una madre in lacrime, una vedova sconsolata, un orfano affamato. Ogni tedesco che cade è invece un birillo in meno, un fantoccio insignificante. Questo viene reso non continua »

* * * * -

Emozionante

mercoledì 12 settembre 2001 di Pozzy

Tornato per la terza volta al tema della Seconda Guerra Mondiale, Spielberg ha colpito nuovamente sel segno. Se infatti di fronte all'Olocausto di "Schindler's List" aveva scelto la strada del pudore, in "Salvate il soldato Ryan", dopo un breve e silenzioso preludio dove un anziano visita il cimitero di Omaha Beach, colpisce direttamente al cuore e allo stomaco dello spettatore con una mezz'ora di brutale realismo. Spielberg ci ha fatto vedere in quei minuti cosa significa uccidere, morire, avere continua »

Mellish
Una parte di me pensa che dovremmo lasciare qui Ryan ma l'altra dice che tra qualche anno potremmo ripensare e dire salvare il soldato Ryan è stata una delle cose migliori che ho fatto…
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Jakson
Non allontanarti da me mio signore
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
John Miller
Credevo che fossi tu mia madre!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Salvate il soldato Ryan

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 5 ottobre 2000

Cover Dvd Salvate il soldato Ryan A partire da giovedì 5 ottobre 2000 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Salvate il soldato Ryan di Steven Spielberg con Tom Sizemore, Tom Hanks, Edward Burns, Matt Damon. Distribuito da Paramount Home Entertainment, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - inglese, Dolby Digital 5.1, e sottotitolato in italiano - inglese - danese - finlandese - islandese - norvegese - svedese. Su internet Salvate il soldato Ryan è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,00 €
Aquista on line il dvd del film Salvate il soldato Ryan

di Marco Balbi Ciak

Venti minuti tanto dura l'incipit di Salvate il soldato Ryan e sono venti minuti cha passeranno alla storia del cinema. Come il D-Day, il giorno dello sbarco in Normandia, è stato soprannominato "il giorno più lungo", questi sono i venti minuti più lunghi che si siano mai visti sul grande schermo: atroci, crudeli, disperati, allucinanti, sono i più vicini alla realtà vera della guerra (almeno per quello che hanno raccontato i testimoni) che la settima arte abbia mai prodotto. Le urla, le corse, il frastuono, il sibilo dei proiettili, i corpi sventrati, la paura, le invocazioni dei feriti danno un tale pugno allo stomaco che difficilmente lo spettatore se ne dimenticherà: sono venti minuti che, quanto a effetto educativo, valgono più dl venti marce pacifiste. »

di Irene Bignardi La Repubblica

Da Venezia, dove Salvate il soldato Ryan ha inaugurato l'ultima edizione della Mostra, mi chiedevo, per sintetizzare le mie perplessità di fronte al colossale film di Steven Spielberg, da che parte stesse il regista, quale fosse in realtà la sua posizione nei confronti della guerra, dei suoi orrori, dei mostruosi paradossi che racconta con tanta perizia registica nel suo tragico affresco. Anche se continuo a pensare che, come ci si poteva aspettare da uno dei massimi inventori di immagini e di icone del nostro tempo, Salvate il soldato Ryan ha dei pezzi di cinema straordinari, la perplessità e gli interrogativi restano. »

di Emanuela Martini Film TV

C'è un vecchio, su un prato cosparso di croci bianche. In alto, una bandiera americana diventa grigiastra. Davanti a una croce, il vecchio si ferma, esita, accenna un pianto. Lo zoom stringe sui suoi occhi, e in sottofondo ecco il rombo cattivo di un mare che risuona di tempesta e di spari. Esplode il giugno 1944 a Omaha Beach, spiaggia della Normandia affogata nel sangue, martellata dalle mitragliatrici. È lo sbarco secondo Spielberg. Facce grigie per il terrore, primissimi piani di mani tremanti, sguardi smarriti, croci, preghiere. »

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Salvate il soldato Ryan di Steven Spielberg riferisce fatti veri, avvenimenti storici. Innanzi tutto lo sbarco alleato in Normandia del 6 giugno 1944 durante la seconda guerra mondiale. Massacro orribile, per la prima volta raccontato dalla parte dei soldati che vi parteciparono venendo ammazzati, mutilati, straziati, affogati o bruciati vivi, illustrato con spaventosa e implacabile onestà: con una verità che smentisce il lungo silenzio d'una generazione di combattenti, con un realismo che cancella la vecchia immagine propagandistica della "guerra giusta" e del "conflitto pulito", rendendo quella guerra simile a tutte le guerre anche contemporanee, anche balcaniche o africane, segnate da atrocità, stupidità, ferocia. »

Salvate il soldato Ryan | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (18)
Nastri d'Argento (1)
Golden Globes (5)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 |
Shop
DVD
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità