Gli ostacoli del cuore

Consigliato no!
2,00/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Usa)
 dizionari * * - - -
 critican.d.
 pubblicon.d.
Pierce Brosnan
Pierce Brosnan (61 anni) 16 Maggio 1953 Interpreta Allen Brewer
Susan Sarandon
Susan Sarandon (68 anni) 4 Ottobre 1946 Interpreta Grace Brewer
Carey Mulligan
Carey Mulligan (29 anni) 28 Maggio 1985 Interpreta Rose
Johnny Simmons
Johnny Simmons (28 anni) 28 Novembre 1986 Interpreta Ryan Brewer
Aaron Taylor-Johnson
Aaron Taylor-Johnson (24 anni) 13 Giugno 1990 Interpreta Bennett Brewer
Zoë Kravitz
Zoë Kravitz (26 anni) 1 Dicembre 1988 Interpreta Ashley
   
   
   
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
Gabriele Niola     * * - - -

Morto nell'incidente stradale che apre il film Bennett Brewer aveva appena messo incinta la ragazza dei suoi sogni con la quale era uscito per la prima volta e che invece è sopravvissuta. La sua vita però non è fatta di un'amorevole famiglia come quella di Bennett, così in cerca di un aiuto e di un riconciliamento con quell'amore mai vissuto davvero si recherà da loro, nelle tana del dolore per espiare le sue colpe e superare, forse, la perdita.
L'arco narrativo del film è dunque quello che va dal concepimento alla nascita, nove mesi vissuti non come si fa solitamente dalla parte della madre in attesa ma dalla parte del mondo che la circonda, mondo una volta tanto fatto non tanto da genitori in apprensione e mariti nervosi quanto da un lutto da superare magari grazie al nuovo nato.
The Greatest è un film a tesi, si propone di mostrare i diversi modi di affrontare e superare (o quantomeno accantonare) il dolore per una perdita improvvisa. La madre, il padre, il fratello minore, la ragazza. Quattro modi diversi di intendere l'affetto, quattro personalità diverse che hanno un diverso rapporto con il rimorso. Tutti si rimpiangono qualcosa e scelgono (volontariamente o meno) modi diversi di mostrarlo. L'analisi quasi maniacale delle ultime ore di vita per la madre, la somatizzazione per il padre, le droghe per il fratello. Solo lei, Rose, la ragazza che è stata tale solo per una notte ma che da un anno già lo amava cerca di proiettare ciò che non ha vissuto sul nuovo nato.
Shana Feste scrive e dirige scegliendo di procedere per accostamento e non per accumulo. Di sfogo in sfogo, di crisi in crisi non si giunge finalmente ad una soluzione ma si attende il momento in cui qualche elemento esterno arrivi a placare la personale valvola di sfogo. Il risveglio dal coma dell'altro autista coinvolto nell'incidente, la crisi cardiaca e una confessione particolarmente dura smuoveranno le acque nel finale, ma prima c'è il nulla.
Il film vorrebbe e forse dovrebbe reggersi sulle interpretazioni degli attori, perché non ha altro. Shana Feste non trova forme pratiche di manifestazione del dolore, non le cerca nemmeno. Non vuole ardite metafore, non vuole immagini significative, non vuole eventi simbolici, non c'è in sostanza null'altro che la cronaca di un dolore visto attraverso i suoi attori, su di loro grava il compito di "risolvere" il film. Il cast (e la regista che lo dirige) però non sembra assolutamente in grado di andare più in là, per l'appunto, di una cronaca. Ciò che rimane allora è un'opera che aggiunge molto poco ad un dettagliato resoconto della sua trama.

Sei d'accordo con la recensione di Gabriele Niola?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
36%
No
64%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Gli ostacoli del cuore

premi
nomination
Festival di Giffoni
0
1
Rose
"Credo fosse l'amore della mia vita..."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase

Shana Feste's drama about a troubled family pales beside the earlier film.

di Gary Goldstein The Los Angeles Times

It may be unfair to compare "The Greatest" to a film as rare and perfect as "Ordinary People," but in this case, it's inevitable. Both movies, which involve the impact of a golden boy's accidental death on his troubled parents and self-destructive younger brother, intersect on such an essential level -- they even share the same gifted cinematographer -- it sometimes feels as if "Greatest" writer-director Shana Feste is channeling the 1980 Oscar winner through her own personal prism (she admits her script was partly inspired by autobiographical events). »

di Peter Travers Rolling Stone

A boy dies in a car crash just after having sex for the first time, leaving his girlfriend scared and alone. Sounds like a recipe for a soapy Lifetime movie. Which The Greatest could well have been without a riveting cast that plays it for real. Carey Mulligan, an Oscar nominee for An Education, is wonderfully appealing as Rose, the girl who rings the doorbell of the dead boy's parents, Allen Brewer (Pierce Brosnan) and his wife, Grace (Susan Sarandon), and announces that she's three months pregnant. »

Gli ostacoli del cuore | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Gabriele Niola
Rassegna stampa
Gary Goldstein
Rassegna stampa
Peter Travers
Festival di Giffoni (1)


Articoli & News
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Forum | Chat | Shop |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità