Amabili resti

Acquista su Ibs.it   Dvd Amabili resti   Blu-Ray Amabili resti  
Un film di Peter Jackson. Con Mark Wahlberg, Rachel Weisz, Susan Sarandon, Stanley Tucci, James Michael Imperioli.
continua»
Titolo originale The Lovely Bones. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 135 min. - USA, Gran Bretagna, Nuova Zelanda 2009. - Universal Pictures uscita venerdì 12 febbraio 2010. - VM 14 - MYMONETRO Amabili resti * * * - - valutazione media: 3,15 su 132 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,15/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * - -
Una giovane ragazzina scompare. I genitori fanno di tutto per scoprire l'assassino che potrebbe nascondersi proprio tra i vicini di casa.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Peter Jackson "fa a pezzi" il romanzo della Sebold e si dimostra vittima di un complesso della serialità
Edoardo Becattini     * * - - -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

A Norristown, in Pennsylvania, fra villette a schiera e campi di granturco, vive la famiglia Salmon. Susie, la primogenita, è un'adolescente qualunque, appassionata di fotografia e innamorata del compagno di scuola Ray Singh. Il 6 dicembre 1973, dopo aver avuto il suo primo incontro romantico con lui, Susie viene fermata sulla strada di casa dal vicino, il signor Harvey, tranquillo ometto di mezza età con la passione per le case di bambola. Dopo averla fatta entrare in un piccolo rifugio sotterraneo da lui stesso costruito, Harvey la violenta e la uccide brutalmente. Lo spirito di Susie si trova così a muoversi fra la terra e il cielo in una sorta di limbo fatto di ricordi e di fantasie, da dove può vedere e patire per quel che succede ai suoi cari e al suo omicida nel mondo mortale.
In una delle prime scene di Amabili resti, quelle in cui racconta i suoi ultimi giorni in vita, Susie riceve per il suo quattordicesimo compleanno una macchina fotografica compatta e venticinque rullini di pellicola 110 che esaurisce nel giro di pochi giorni. Di fronte ai genitori, che le rimproverano di aver sprecato tutte le fotografie disponibili, la giovane adolescente si giustifica dicendo "in questa famiglia, la creatività è vista come un ostacolo". Le stesse parole con le quali potrebbe difendersi Peter Jackson dalle accuse di chi gli rinfaccia di aver perso la sintetica fluidità dei primi film in favore di un cinema espanso nella durata e nella sovrabbondanza di piste narrative. Ma appellarsi al principio di creatività per legittimare il progressivo allontanamento da quell'inventiva artigianale e anarchica con cui un tempo si crogiolava nel trash più arguto (Bad Taste, Splatters) o in raffinate biografie immaginifiche o immaginate (Creature del cielo, Forgotten Silver), non sempre regge.
Il signore degli anelli aveva richiesto ben tre film e dieci ore di pellicola, giustificabili nell'approccio filologico alla materia del romanzo tripartito di Tolkien. La sua versione di King Kong conteneva praticamente tre diversi film in un unico corpo (la Grande depressione, l'avventura a Skull Island, l'arrivo della Bestia a New York).
Con Amabili resti, Jackson decide di ricostruire linearmente il flusso di coscienza atemporale dell'io narrante del romanzo di Alice Sebold, per poi scomporlo in numerosi percorsi, in soggetti diversi e in una narrazione episodica, frammentata. Ad ognuno dei personaggi spetta una personale scena chiave, un momento di gloria diegetica (la caduta nella depressione e nella paranoia del padre Mark Wahlberg, la fuga spirituale della madre Rachel Weisz, i siparietti comici della nonna degenere Susan Sarandon, la metempsicosi in stile Ghost dei due compagni di scuola), senza tuttavia mai raggiunge un livello di profondità psicologica o emotiva tale da giustificarne la presenza. Questa dispersione della focalizzazione, per di più, toglie spazio alla dimensione interna della protagonista e alla costruzione di un senso che riguarda il percorso collettivo di formazione, l'elaborazione e l'accettazione sia personale che familiare del lutto. Alla sventurata Susie tocca invece attraversare tutti i cliché della cultura new age sull'universo post-mortem, dal paesaggio edenico dai colori ipersaturi fino alle più triviali figurazioni dei desideri e dei simboli psicanalitici, passando per l'abusata versione dream pop di Song to the Siren dei Cocteau Twins.
Vittima della serializzazione cinematografica da lui stesso inaugurata, Peter Jackson risveglia attenzione e emozioni solo in presenza di Stanley Tucci, (stra)ordinario psycho killer di provincia dalla frenesia assassina tenuta nascosta sotto ad un parrucchino biondo, due occhi glaciali e una mascella allargata. Nel costruire la presenza del signor Harvey, anche la regia di Jackson trae nuovo istinto e ispirazione, aggiornando Hitchcock ai tempi delle nuove microcamere digitali e regalando gli amabili resti di un film fatto a pezzi, che vive di molte sensazioni ma di scarsa sensibilità.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
AMABILI RESTI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
Wuaki.tv
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
Premi e nomination Amabili resti MYmovies
Amabili resti recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Premi e nomination Amabili resti

premi
nomination
Premio Oscar
0
1
Golden Globes
0
1
BAFTA
0
2
* * * * -

Ancora una terra di mezzo per peter jackson

sabato 13 febbraio 2010 di andyZeroSetteSette

Aiutato dall’ambientazione anni 70 e dall’immaginario post-hippy della protagonista adolescente in quel periodo, Peter Jackson disegna un limbo sovrabbondante e popolato di simboli, onirico e barocco, dove ogni tanto si ha la sensazione che potrebbe effettivamente non sfigurare un hobbit o un orchetto (dev’esserci una qualche inevitabile parentela con gli effetti speciali della trilogia di Lord of The Rings). Il mondo di Susie Salmon, non più viva ma incapace o impossibilitata continua »

* * * * -

Sono i legami i nostri amabili resti

giovedì 18 febbraio 2010 di Ace87

Dopo spettacoli come Il Signore degli Anelli o l'ultimo King Kong, Peter Jackson presenta una storia tanto realistica e drammatica, quanto colma di spazi di altra dimensione. L’autrice del libro che da il titolo ad entrambi i lavori, realmente vittima di uno stupro, narra dello spirito della 14enne Susie, che da una sorte di Limbo ultraterreno (il suo Cielo), segue gli eventi subito successivi alla sua scomparsa per mano di un vicino di casa come altri, che prima abusa di lei, e poi la finisce. continua »

* * * - -

Da vedere

mercoledì 17 febbraio 2010 di el diablo

A me il film è piaciuto, anche se chi ha letto il libro mi ha riferito che il regista ha voluto giocoforza cambiare qualcosa e interpretarla diversamente...ma è sempre cosi quando si gira un film visto che in due ore si deve cercare di sintetizzare tutto mentre nel libro si da maggiore spazio all'immaginazione e alla descrizione minuziosa!Nel complesso il film è fatto bene,buoni i dialoghi, stupenda la fotografia, deliziosa la ragazzina protagonista! La tensione c'è e si avverte soprattutto nella continua »

* * * - -

Tra viale del tramonto e always c'è peter jackson

domenica 14 febbraio 2010 di IlPredicatore

Tra la vita e la morte, il concreto e l’astratto, tra un mondo cupo, inesorabilmente malvagio e pericoloso e una sorta di limbo dove la realtà si contorce, le disperazioni degli uomini si concretizzano ed è lo stato d’animo a creare paesaggi ed atmosfere, ci sono Susie Salmon e la mano diligente di Peter Jackson. Tratto dal primo romanzo di Alice Sebold, realmente vittima di uno stupro, il film racconta attraverso le parole della quattordicenne Susy (come in Viale del Tramonto) del suo omicidio continua »

Susie Salomon
Questi erano gli amabili resti, cresciuti intorno alla mia assenza. I legami, a volte esili, a volte stretti a caro prezzo, ma spesso meravigliosi. Nati dopo che me n'ero andata, e cominciai a vedere le cose in un modo che mi lasciava concepire il mondo senza di me..
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Saoirse Ronan (Susie Salmon)
In questa famiglia, la creatività è vista come un ostacolo.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Susie Salmon (Saoirse Ronan)
Quando mia madre entrò in camera mia, mi resi conto che, per tutto quel tempo, non aspettavo che lei. La aspettavo da così tanto, che temevo non sarebbe venuta.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Amabili resti oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Amabili resti

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 15 giugno 2010

Cover Dvd Amabili resti A partire da martedì 15 giugno 2010 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Amabili resti di Peter Jackson con Mark Wahlberg, Rachel Weisz, Susan Sarandon, Stanley Tucci. Distribuito da Paramount Home Entertainment. Su internet Amabili resti è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Amabili resti

LIBRI | Il romanzo drammatico-paranormale che ha incantato Peter Jackson.

Il libro

venerdì 12 febbraio 2010 - Fabio Secchi Frau

Amabili resti, il libro Attesa. Il libro "Amabili resti" potrebbe essere sintetizzato in questa semplice parola: l'attesa. Attesa per la protagonista del libro, il giovane fantasma di Susie Salmon, di andare oltre il suo Cielo. Attesa per chi resta sulla Terra di dimenticarla e soprattutto di dimenticare l'efferatezza del suo omicidio. Attesa del lettore che segue lo sviluppo della narrazione. Un romanzo negativo, che non dà la caccia alla logica o all'assassino, che non giudica, ma soprattutto che non emette alcuna condanna di morte per chi, dentro il libro, si macchia del sangue di un'innocente.

CELEBRITIES | Il regista ha conquistato Hollywood con la Terra di Mezzo.

Lo hobbit neozelandese

martedì 9 febbraio 2010 - Stefano Cocci

5x1: Peter Jackson, lo hobbit neozelandese Si può conquistare Hollywood partendo dalla piccola propaggine al largo delle costa australiane conosciuta come Nuova Zelanda? Ebbene sì e, grazie a Peter Jackson, l'isola ha smesso di essere celebre solo per la squadra di rugby degli All Blacks e la loro danza maori, la haka. Infatti, se gli All Blacks rappresentano per la palla ovale quello che il Brasile è per il calcio, Peter JacksonStanley Kubrick del cinema del XXI secolo. Infatti, con le dovute proporzioni e con grande rispetto verso uno dei massimi Maestri del cinema del secolo scorso, ci sono alcuni punti di contatto: la passione per la fotografia (entrambi hanno iniziato come fotografi), il gusto di adattare libri importanti per il grande schermo, il maniacale perfezionismo, la voglia di isolarsi dalla patinata Hollywood (Kubrick visse per gran parte della propria vita vicino Londra sebbene fosse americano, Jackson continua a realizzare e produrre i suoi film in patria).

INCONTRI | Peter Jackson presenta il suo nuovo film tratto dal romanzo di Alice Sebold.

Creatura nei cieli

giovedì 26 novembre 2009 - Edoardo Becattini

Amabili resti: creatura nei cieli "Mi chiamavo Salmon, come il pesce. Nome di battesimo: Susie. Avevo quattordici anni quando fui uccisa, il 6 dicembre del 1973". Così comincia, dopo un brevissimo incipit, il romanzo di Alice Sebold "Amabili resti" e così ha inizio il nuovo film di Peter Jackson. Una voce fuori campo che in prima persona ci introduce nel suo mondo e racconta la sua stessa morte. Non è un procedimento nuovo al cinema: prima di Susie Salmon avevamo già ascoltato lo sceneggiatore Joe Gillis in Viale del tramonto o l'impiegato in crisi di mezza età Lester Burnham di American Beauty raccontare la loro vita da morti.

La capacità di saper morire

di Francesco Alò Il Messaggero

La morte è bella. Quello che non va è, una volta trapassati, voler rimanere attaccati alla vita per rabbia e per amore. Succede alla quattordicenne Susie Salmon (Saoirse Ronan) che il 6 dicembre 1973 viene violentata e uccisa. Susie muore ma eccola subito vagare in un mondo magico di scenari naturali incontaminati che sembra il salvaschermo di un computer. Si chiama Luogo di mezzo. Sulla Terra rimangono le persone che abbiamo visto al suo fianco nei primi sgargianti minuti: il papà testardo, la mamma intellettualoide, la nonna viziosa (Susan Sarandon, divina), la sorella acuta, il fratellino affettuoso e il ragazzo inglese che le piaceva tanto. »

Il fascino dell'aldilà

di Alberto Crespi L'Unità

Il romanzo di Alice Sebold Amabili resti è narrato, in prima persona, da un morto. Nulla che al cinema non si sia già sperimentato, dai tempi di Mr. Verdoux e Viale del tramonto (non pensassero, quelli di American Beauty e di Casalinghe disperate, di essersi inventati qualcosa). Ma la scommessa del nuovo film di Peter Jackson, tale da far tremare i polsi, è un'altra: visualizzare l'Aldilà dal quale giunge la voce di Susie Salmon, 14enne ferocemente uccisa da un vicino di casa e finita in una sorta di «limbo» dal quale riesce ancora a vedere il mondoe a star vicina, in spirito, ai genitori. »

Il limbo come la Terra di Mezzo

di Valerio Caprara Il Mattino

«Amabili resti» pone un compito ostico al critico, perché si sa che i lettori prediligono il referto secco, sì o no, bianco o nero, cinque stellette o zero. E invece il film che Peter Jackson ha tratto dal suggestivo best-seller dell'americana Alice Sebold si rivela ricco di molti pregi e qualche forte difetto, alternando soprattutto nella seconda parte le idee stupende agli impacci, i picchi thrilling ai ghirigori psicologici, gli scatti di fantasia ai compiacimenti kitsch. La chiave del racconto sta nella voce fuori campo della protagonista, l'adolescente Susie (Saoirse Ronan) che sin dal prologo rievoca i fatti che ne hanno spezzato crudelmente la vita: il connesso effetto straniante permette a Jackson di lavorare sulle corde a lui congeniali della continua interazione tra realismo e fantastico. »

La favola nera di Jackson: autopsia sentimentale di una vittima

di Boris Sollazzo Liberazione

Amabili resti è un film di cui si è parlato parecchio nell'ultimo anno: Tucci e Wahlberg giuravano fosse un capolavoro a ogni occasione, Peter Jackson si è ritagliato uno spazio importante nella sua affollatissima agenda per girarlo con cura e dovizia di mezzi. E il cast sembra uno sguardo generazionale sul meglio degli attori attuali: oltre ai due giá citati, ci sono un'intensa, bellissima Rachel Weisz (l'unica forse penalizzata, peró, dal passaggio libro-film), una monumentale Saoirse Ronan che a neanche 16 anni, dopo Espiazione , si conferma tra i piú sorprendenti e solidi talenti in circolazione. »

Amabili resti | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (1)
Golden Globes (1)
BAFTA (2)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Backstage
1 |
Video
1| 2|
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 12 febbraio 2010
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità