Sleuth - Gli insospettabili

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Sleuth - Gli insospettabili   Dvd Sleuth - Gli insospettabili   Blu-Ray Sleuth - Gli insospettabili  
Un film di Kenneth Branagh. Con Jude Law, Michael Caine, Harold Pinter, Kenneth Branagh, Carmel O'Sullivan Titolo originale Sleuth. Thriller, durata 86 min. - USA 2007. - Sony Pictures uscita venerdì 9 novembre 2007. MYMONETRO Sleuth - Gli insospettabili * * * - - valutazione media: 3,36 su 88 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,36/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Uno scrittore di gialli riceve l'amante della moglie nella casa di campagna. Cosa accadrà tra i due avversari?
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Grazie anche alle brillanti interpretazioni di Michael Caine e Jude Law, Branagh dirige una dark comedy raffinata e brillante
Chiara Renda     * * * * -

Portare sullo schermo un'opera scritta per il teatro può essere molto rischioso. Lo sa bene Kenneth Branagh, specializzatosi in adattamenti shakespeariani ma di recente anche autore di un'epica versione cinematografica de "Il Flauto magico". Con Sleuth, l'attore/autore britannico stupisce - e convince - grazie alla modernità, l'attualità e la sobrietà del testo trattato, originariamente scritto da Anthony Schaffer (e già portato sullo schermo da Mankiewicz nel '72 con il titolo Gli insospettabili), ma qui rinnovato dal premio Nobel per la letteratura Harold Pinter, che ha accettato immediatamente la proposta di Branagh per lavorare a quest'opera sull'egocentrismo maschile, "la storia di due uomini in una stanza, uno più vecchio e l'altro più giovane, che combattono fisicamente e psicologicamente per una donna che noi non vedremo mai". In sostanza, il prototipo delle storie scritte da Pinter per quarant'anni.
La vicenda ha inizio con l'incontro tra il celebre, egocentrico scrittore di gialli Andrew Wyke, e il giovane e affascinante amante di sua moglie, l'attore di origine italiana Milo (Tindolini) Tindle. L'immediata competizione retorica tra i due uomini si trasforma rapidamente in un gioco raffinato e pericoloso partorito dalla fantasiosa mente dello scrittore: Tindle dovrebbe rubare i preziosi gioielli della donna per poi rivenderli e poter vivere di rendita insieme all'amata. Un piano apparentemente impeccabile. Ma un uomo geloso ed egocentrico come Wyke potrebbe davvero aiutare l'uomo che fa l'amore con sua moglie?
Non è facile mantenere alti ritmo e tensione in un film dall'impianto teatrale, interamente girato in un interno. Se gli "uomini arrabbiati" chiusi in una stanza da Sidney Lumet nel '57 erano dodici, in Sleuth, con due soli uomini arrabbiati, la tensione si fa ancora più forte e pungente grazie alla capacità di Pinter di calibrare ogni battuta senza mai eccedere, di dosare il suo particolare umorismo nero con un senso di angoscia e d'inquietudine degni di un'altra sua eccellente sceneggiatura, quella di Il servo di Losey.
Ne deriva un thriller da camera che sfocia nella dark comedy, una raffinata e brillante partita all'ultimo sangue tra due uomini in lotta per il possesso di una donna, fantasma che aleggia continuamente nei discorsi dei due e ideale protagonista invisibile della storia. Inquietante e divertente, grazie anche alle brillanti interpretazioni di Michael Caine e Jude Law (che dopo Alfie eredita ancora una volta un ruolo che fu di Michael Caine, Tindle nel film di Mankiewicz), Sleuth trova la sua forza anche nella raffinata ambientazione, la dimora escheriana di Wyke, antica all'esterno e ipermoderna e tecnologica all'interno, un mondo chiuso fatto di ascensori, telecamere e scale senza via di uscita, perfetta incarnazione dell'animo ambiguo e imprevedibile del suo proprietario.

Premi e nomination Sleuth - Gli insospettabili MYmovies
Sleuth - Gli insospettabili recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Sleuth - Gli insospettabili
Primo Weekend Italia: € 160.000
Sei d'accordo con la recensione di Chiara Renda?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
68%
No
32%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * -

Mentes insanae in corpore sano

mercoledì 2 novembre 2011 di the mikeMaister

Un film instabile e statico al tempo stesso, regia e fotografia non hanno avuto un granché da fare, eppure il risultato è sbalorditivo. Un eccellente risultato che osccilla costantemente tra interpretazione teatrale e genialità cinematografica. Un risultato tenuto stretto per mano e accompagnato al successo dalle splendide interpretazioni di Michael Caine e Jude Law, pienamente all’altezza di un prodotto la cui riuscita i bookies avrebbero quotato come favorita una bella X, che non sta a significare continua »

* * * * -

Il teatro portato al cinema

giovedì 25 dicembre 2008 di mostofall

Un film come pochi, bisogna ammetterlo. La storia viene dal teatro e si vede, ma la trasposizione cinematografica in questo caso è, a mio modesto avviso, riuscita. I dialoghi sono tesi e di ottima fattura, la storia praticamente non esiste, di fatto potrebbe essere considerato più un "racconto" che una storia. L'ambientazione è fantastica: (come alcuni mi hanno fatto notare, devo essere sincero) tra l'interno e l'esterno dei muri passa tutta la differenza che c'è tra antico e moderno. Gli interni continua »

* * - - -

Due mattatori per un film cervellotico

giovedì 15 novembre 2007 di Antonello Villani

Tanto teatro in questo remake di Kenneth Branagh, il proscenio si respira sin dalle prime inquadrature grazie alla preziosa collaborazione di Harold Pinter. Il drammaturgo inglese rende più cinematografico il romanzo di Anthony Schaffer, eppure “Sleuth” non deve solo vincere la naturale diffidenza del pubblico ma deve anche confrontarsi con la versione del ’72 diretta da Mankievicz. Ostacoli superati con due attori british che duellano a colpi di recitazione, una scenografia raffinata e una fotografia continua »

* * * * -

Remake dal carattere teso e intimista

domenica 17 novembre 2013 di Fabal

Da Mankiewicz a Branagh, Sleuth compie un salto di ben 35 anni e si ripresenta come nuovo. Emblema di questa evoluzione è Micheal Caine, dall'altra parte della barricata rispetto al film del '72. Allievo già in grado di far penare l'Andrew Wyke interpretato da Olivier, ora Caine ne prende il ruolo senza volontà tributarie, mostrando un personaggio nuovo, che si attiene al percorso narrativo originale ma con enfasi diversa. Il Wyke di Caine è un istrione meno continua »

Andrew Wyke, scrittore di gialli (Michael Caine) / Milo Tindolini detto Tindle, amante della moglie di Andrew (Jude Law) - 1^ Parte
MILO Già. Dev'essere strano per lei scoprire che la sua signora rimedia una ripassata da un altro uomo con una certa regolarità...
ANDREW Una ripassata? Non... non la seguo.
MILO Ah no?
ANDREW Non mi è familiare come modo di dire.
MILO Significa scopare.
ANDREW Ah, sta parlando di un rapporto sessuale?
MILO Sììì, il vecchio su e giù. Entri arzillo ed esci tutto moscio.
ANDREW Devo dire che lei è dotato di un talento linguistico. Lo ha acquisito a scuola?
MILO La scuola dura, la vita familiare.
ANDREW Però la vedo allegro.
MILO Ci ha azzeccato! Sono sempre allegro perché sono ottimista di natura. Ti tocca -sé fai il poliziotto, se no diventi matto. No, glielo dico io quello che mi fa andare avanti... La caccia. Il brivido della caccia, l'illuminazione improvvisa! Per esempio, mentre stavo parlando con sua moglie... molto attraente come donna... bellissime gambe... Mi ricordo che mentre parlava le ha accavallate, e tutta un tratto ha detto che lei ha una natura omicida. Allora sì che mi sono sentite fremere le orecchie...
ANDREW Prudere.
MILO Fremere, bello! Fremere. E adesso, guardo lei e mi chiedo: che ne ha fatto del corpo? Dov'è il corpo? Su, lo devo sapere. Dov'è il corpo? Che ne ha fatto del corpo?
ANDREW Non c'è nessun corpo.
MILO Non mi racconti balle! Non ci provi con me, tanto non attacca! Dov'è il corpo? È in casa o se ne è liberato?
ANDREW Non c'è nessun corpo!
Milo lo spinge sul montacarichi e lo porta nella stanza dove Andrew gli ha sparato.
MILO Guardi lì. Ci sono dei buchi sulla parete. Sono di pallottole, di pallottole vere!
ANDREW Sì, ho sparato due pallottole vere per dare il via alla trappola e una a salve per completarla. Era tutto un gioco e io l'ho giocato fino all'estremo! Non vale la pena di fare un gioco se non si gioca fino all'estremo.
MILO E il terzo colpo era a salve?
ANDREW Sì, esatto.
MILO E quello cos'è?
ANDREW Sangue?
MILO Sangue secco! Anzi non s'è nemmeno tutto seccato, è ancora umido!
ANDREW È impossibile!
MILO Ma il sangue di chi?
ANDREW È impossibile! Era un gioco, ho sparato a salve!
MILO No no, era un gioco con delle pallottole e vero sangue.
ANDREW Lei vuole incastrarmi.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Andrew Wyke, scrittore di gialli (Michael Caine) / Milo Tindolini detto Tindle, amante della moglie di Andrew (Jude Law) - 1^ Parte
MILO Già. Dev'essere strano per lei scoprire che la sua signora rimedia una ripassata da un altro uomo con una certa regolarità...
ANDREW Una ripassata? Non... non la seguo.
MILO Ah no?
ANDREW Non mi è familiare come modo di dire.
MILO Significa scopare.
ANDREW Ah, sta parlando di un rapporto sessuale?
MILO Sììì, il vecchio su e giù. Entri arzillo ed esci tutto moscio.
ANDREW Devo dire che lei è dotato di un talento linguistico. Lo ha acquisito a scuola?
MILO La scuola dura, la vita familiare.
ANDREW Però la vedo allegro.
MILO Ci ha azzeccato! Sono sempre allegro perché sono ottimista di natura. Ti tocca -sé fai il poliziotto, se no diventi matto. No, glielo dico io quello che mi fa andare avanti... La caccia. Il brivido della caccia, l'illuminazione improvvisa! Per esempio, mentre stavo parlando con sua moglie... molto attraente come donna... bellissime gambe... Mi ricordo che mentre parlava le ha accavallate, e tutta un tratto ha detto che lei ha una natura omicida. Allora sì che mi sono sentite fremere le orecchie...
ANDREW Prudere.
MILO Fremere, bello! Fremere. E adesso, guardo lei e mi chiedo: che ne ha fatto del corpo? Dov'è il corpo? Su, lo devo sapere. Dov'è il corpo? Che ne ha fatto del corpo?
ANDREW Non c'è nessun corpo.
MILO Non mi racconti balle! Non ci provi con me, tanto non attacca! Dov'è il corpo? È in casa o se ne è liberato?
ANDREW Non c'è nessun corpo!
Milo lo spinge sul montacarichi e lo porta nella stanza dove Andrew gli ha sparato.
MILO Guardi lì. Ci sono dei buchi sulla parete. Sono di pallottole, di pallottole vere!
ANDREW Sì, ho sparato due pallottole vere per dare il via alla trappola e una a salve per completarla. Era tutto un gioco e io l'ho giocato fino all'estremo! Non vale la pena di fare un gioco se non si gioca fino all'estremo.
MILO E il terzo colpo era a salve?
ANDREW Sì, esatto.
MILO E quello cos'è?
ANDREW Sangue?
MILO Sangue secco! Anzi non s'è nemmeno tutto seccato, è ancora umido!
ANDREW È impossibile!
MILO Ma il sangue di chi?
ANDREW È impossibile! Era un gioco, ho sparato a salve!
MILO No no, era un gioco con delle pallottole e vero sangue.
ANDREW Lei vuole incastrarmi.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Andrew Wyke, scrittore di gialli (Michael Caine) / Milo Tindolini detto Tindle, amante della moglie di Andrew (Jude Law) - 2^ Parte
MILO Vediamo che altro abbiamo di nuovo da queste parti... Eh!, e questa che roba è? (Raccoglie degli indumenti macchiati di sangue) Qui abbiamo camicia giacca e calzoni ammucchiati in fondo al suo armadio. Moolto negligente da parte sua... o sono indumenti suoi? No, non credo che siano suoi, credo che questa sia roba di Tindle. Lei dice che lui è uscito di casa dopo che lei gli ha sparato...
ANDREW Sì...
MILO Nudo?
ANDREW Ma, non so come siano arrivati lì.
MILO Insomma, l'ha fatto spogliare prima di sparargli. Era parte dell'umiliazione per caso? No, il fatto è questo: è cominciato tutto come un gioco ma poi le è sfuggito di mano e il terzo colpo non era a salve... Lei l'ha ucciso! Quindi dov'è il corpo?!
ANDREW Le dico che non l'ho ucciso! È vivo!
MILO Stronzate! (Si avventa contro Andrew e lo colpisce) Lei è un burlone, l'ho capito. Un gran burlone! Forza, andiamo alla centrale.
ANDREW Qui c'è qualcosa che non quadra...
MILO Lei la vuole sapere una cosa? Lei è fregato! (Lo strattona rudemente)
ANDREW Ah, cristo!
MILO Non resistere... che ti mangio in un boccone. Sei nella me**a, Wyke, nella me**a fino al collo. E senza salvagente! (Lo chiude nel montacarichi) Guardati. Tremi come una foglia. Chi è l'uomo morto? (Si allontana dandogli le spalle, si gira di scatto, comincia a togliersi il trucco e il travestimento...)
ANDREW Cristo santo!
MILO Sei tu... l'uomo morto! Ti ho ingoiato e ti ho risputato sotto forma di bollicine.
ANDREW (riconoscendolo) Tu?!
MILO Sono proprio io.
ANDREW Bastardo!
MILO Era solo un giochetto, Andrew.
ANDREW Che str***o...
MILO Pensavo che ti saresti divertito.
ANDREW Sei uno str***o!
MILO Lo so da me.
ANDREW E anche un genio!
MILO So anche questo.
ANDREW Quando hai organizzato gli abiti nel guardaroba, il sangue...?
MILO Il sangue proviene da un fegato di maiale.
ANDREW E quando l'hai fatto? Come l'hai fatto?
MILO L'ho fatto ieri notte. Ho usato quella scala. Ti ho sentito russare.
ANDREW E Maggie lo sa tutto questo? Il tuo detective è stata un'idea sua? Quanto ne sa lei?
MILO Non ne sa assolutamente niente. È stata tutta una mia idea. Questo è un gioco fra noi due, vecchio mio. Fra te e me. Non ti scordare che sono mezzo italiano. Noi ci sguazziamo nella vendetta. Dopotutto tu... hai voluto terrorizzarmi a morte. Hai sparato due vere pallottole contro il muro.... E dopo, hai puntato l'arma contro di me. E hai sparato. Io le odio le armi: ti uccidono.
ANDREW Ok. E adesso come stiamo a punteggio? Hai avuto la tua vendetta. Allora, come la vedi? Un set ciascuno?
MILO No, tu sei in vantaggio. Io ti ho solo deriso col mio ispettore. Ti ho solo fatto venire un po' di pelle d'oca. Tu mi hai spaventato sul serio.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Sleuth - Gli insospettabili

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 5 luglio 2016

Cover Dvd Sleuth - Gli insospettabili A partire da martedì 5 luglio 2016 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Sleuth - Gli insospettabili di Kenneth Branagh con Jude Law, Michael Caine, Harold Pinter, Kenneth Branagh. Distribuito da CG Entertainment. Su internet Sleuth. Gli insospettabili (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,49 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,50 €
Aquista on line il dvd del film Sleuth - Gli insospettabili

SOUNDTRACK | Sleuth - Gli insospettabili

La colonna sonora del film

Disponibile on line da giovedì 8 novembre 2007

Cover CD Sleuth - Gli insospettabili A partire da giovedì 8 novembre 2007 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Sleuth - Gli insospettabili del regista. Kenneth Branagh Distribuita da Varèse Sarabande.

INCONTRI | Il nuovo film di Kenneth Branagh (non) è un remake de Gli insospettabili.

Il dramma della gelosia

giovedì 30 agosto 2007 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Sleuth, il dramma della gelosia Basato sull'opera teatrale di Anthony Shaffer - che era già stato adattato per il grande schermo nel 1972 - il nuovo film di Kenneth Branagh mette in luce l'animo umano di fronte al tradimento e all'umiliazione utilizzando il gioco come oggetto di rivalità fra uomini. Lo sceneggiatore Harold Pinter riprende in mano il lavoro di Shaffer per gettare le basi di un film - completamente diverso dall'originale - dove si esplora un nuovo mondo con nuove dinamiche, come ha spiegato Jude Law (co-produttore e interprete di Sleuth) nell'incontro che si è tenuto a poche ore dalla presentazione del film.

VIDEO | In esclusiva su MYMovies il commento del regista sulla realizzazione del film.

L'intervista a kenneth branagh

martedì 26 aprile 2011 - Nicoletta Dose

Thor, l'intervista a Kenneth Branagh Realizzando i migliori adattamenti cinematografici delle opere shakespeariane, Kenneth Branagh ha costruito, negli anni, un legame speciale con il mondo della drammaturgia (anche il suo ultimo Sleuth – Gli insospettabili è tratto da un testo di Anthony Schaffer, rinnovato dal premio Nobel Harold Pinter). Aperto a sperimentazioni stilistiche di diverso genere (musical, commedie, dramma da camera), domani mercoledì 27 aprile uscirà nelle sale italiane con Thor, opera che lo inserisce nel filone, finora mai toccato, di un cinema d'intrattenimento più commerciale che guarda all'epica di un fantastico passato mitologico e al futuro delle tecnologie al servizio della settima arte.

   

Tra Michael Caine Jude Law uno scontro di virilità

di Natalia Aspesi La Repubblica

Ci saranno finalmente, tra fazioni cinefile, modeste discussioni se non addirittura scontri sapienti, del tipo che un tempo animavano la Mostra e che si sono quasi del tutto perduti anche tra i più volonterosi antagonisti? A parte i pensosi ricami attorno a Lust, caution del taiwanese-americano Ang Lee (quei due divini attori fanno l'amore per davvero si o no?), arriva l'inglese Sleuth a promettere ai cacciatori di polemiche almeno due simpatiche possibilità. Polemica a), alta, filmica: è meglio questa versione sceneggiata dal premio Nobel Harold Pinter, diretta da Kenneth Branagh, con un Michael Caine vecchio e un Jude Law giovane, o era meglio quella del. »

Law contro Caine

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Grande non-film: due uomini dialogano in una casa elettronica alla moda il cui gelo contrasta con le loro passioni. All'origine c'è il testo teatrale di Anthony Shaffer, riscritto da Harold Pinter; già filmato da Joseph L.Mankiewicz nel 1972 con il titolo italiano "Gli insospettabili", con Lawrence Olivier e Michael Caine nei ruoli affidati ora a Michael Caine e Jude Law. Potente competizione fra due uomini per una donna che non si vede mai, testimonanza di grande intuito della ferocia di possesso (anche di qualcosa di invisibile e indifferente) che domina le società contemporanee in Occidente. »

Un film inglese con tutte le carte in regola, e in abbondanza.

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

Il regista è Kenneth Branagh, reduce da Shakespeare, lo sceneggiatore è il Premio Nobel Harold Pinter, i protagonisti, sempre soli in scena, sono Michael Caine e Jude Law, quest'ultimo anche produttore, il testo teatrale alla base è firmato da Anthony Shaffer, lo sceneggiatore di "Frenzy" ed anche, cosa che non guasta, fratello di Peter Shaffer, il celebre autore di "Equus". Da quel testo teatrale, nel 1972, Joseph Mankievicz aveva tratto un film intitolato, nella versione originale, "Sleuth" e in quella italiana "Gli insospettabili". »

Duello di mattatori in un thriller da camera

di Valerio Caprara Il Mattino

Un thriller da camera sardonico, ben congegnato e superbamente recitato; un prodotto, insomma, che abbina la qualità dello stile all'originalità del contenuto: per una volta al critico non sembra di giudicare in nome e per conto di un cenacolo esclusivo. Conciso, serrato e teatrale in senso alto, «Sleuth» è firmato dallo scespiriano Kenneth Branagh che è riuscito a fare qualcosa di più di un semplice remake de «Gli insospettabili»: innamorato come tanti del classico anni '70 di Joseph Mankiewicz, l'autore/attore si è certo proposto di riattivarne il leitmotiv riguardante i risvolti più contorti e minacciosi dei rapporti umani, spesso connessi all'eterna, istintiva e primitiva lotta degli uomini per il potere e il «possesso», in particolare di una donna. »

Sleuth - Gli insospettabili | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Trailer
1 | 2 |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità