L'arte del sogno

Acquista su Ibs.it   Dvd L'arte del sogno   Blu-Ray L'arte del sogno  
Un film di Michel Gondry. Con Gael García Bernal, Charlotte Gainsbourg, Alain Chabat, Miou-Miou, Pierre Vaneck Titolo originale La science des rêves. Commedia, durata 105 min. - Francia, Italia 2006. - Mikado uscita venerdì 19 gennaio 2007. MYMONETRO L'arte del sogno * * * - - valutazione media: 3,44 su 54 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,44/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Stéphane, un giovane creativo che confonde realtà e sogno, torna a Parigi dal Messico e si innamora della sua vicina di casa.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Gondry sperimenta sul corpo umano e ne visualizza le emozioni
Marzia Gandolfi     * * * * -

Dopo la morte del padre in Messico, Stéphane, un giovane creativo che confonde realtà e sogno, torna a Parigi su richiesta della madre. Ad attenderlo ci sono un impiego da illustratore in una piccola impresa di calendari promozionali e una bella vicina di casa, Stéphanie, che cuce per hobby giocattoli di pezza. Invaghitosi della fanciulla, Stéphane la corteggia in sogno e da sveglio costruisce per lei pupazzi meccanici o improbabili macchine del tempo. Ma in amore, sogno e realtà non coincidono quasi mai.
È ancora una volta il cervello il protagonista del cinema surreale di Michel Gondry. Il cervello che dimentica in Se mi lasci ti cancello, e quello che si abbandona al sonno nell'Arte del sogno. Viaggio nella memoria per Jim Carrey per rielaborare una relazione affettiva, e viaggio nel sogno per Gael García Bernal per vivere un sentimento amoroso non corrisposto nella veglia. Il motore del suo cinema è il cuore, la pulsione amorosa è invece il combustibile che produce confusione e confonde i piani, passato-presente, sogno-realtà, raddoppiando i livelli rappresentativi e quelli narrativi. Se il film precedente ipotizzava la cancellazione dei ricordi traducendo visivamente gli script creativi e spiazzanti di Kaufman, L'arte del sogno penetra l'immaginario onirico del protagonista, interpretando i sogni di Gondry, sceneggiatore di se stesso.
Il regista firma e gira dunque il suo film più personale e delicato, esprimendo tutto lo stupore e lo splendore (eterno) della sua mente "immacolata". Sviluppando un'idea applicata sommariamente al video Everlong dei Foo Fighters, Gondry recupera l'elemento onirico lasciandolo libero di sconfinare nella realtà, interrotta da una scenografia artigianale e incantevole, erede dell'animazione praghese. Pupazzi meccanici, macchine del tempo che conducono a un passato lontano soltanto due secondi, trasmettitori del pensiero, sono stupefacenti marchingegni gondryani che interagiscono con gli attori creando l'illusione di un sogno di cellophane. L'inesperienza sentimentale del protagonista si materializza nel prezioso "dilettantismo" scenografico dentro al quale Gondry confronta i sessi, racconta l'amore inevaso, sostiene la bellezza di un'idea. Da sognare a occhi aperti.

Premi e nomination L'arte del sogno MYmovies
L'arte del sogno recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi L'arte del sogno
Primo Weekend Italia: € 131.000
Incasso Totale* Italia: € 656.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 25 marzo 2007
Incasso Totale* Usa: $ 4.005.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 22 ottobre 2006
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
72%
No
28%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * - -

Onirico/geniale-da vedere

sabato 27 gennaio 2007 di pulce canterina

Geniale: come le animazioni che lo caratterizzano. Tenero: come l'impossibilità di dichiarare l'amore a chi si ama davvero; e drammatico, perché l'irrealizzabile spinge alla fuga. Colorato: come i nostri sogni. Sconclusionato: come il protagonista, disadatto alla vita. Claustrofobico, talvolta, come i nostri incubi. Poetico: con le sue nuvole di bambagia e città di cartone. Da vedere. Perché stimola l'intelligenza visiva e l'immaginazione affettiva, così arida in chi vive di giorni grigi continua »

* * - - -

Bizzarro e fantasioso ma senza poesia

mercoledì 24 gennaio 2007 di BobtheHeat

C'e chi ama i sapori tradizionali della cucina ad esempio romagnola, chi come me (purtroppo e' solo un ricordo) adora gli gnocchi, i ravioli e i cannelloni della mamma... E chi apprezza la creativita' (...ma diciamolo, sempre in piccole porzioni...!!!) della cucina "fusion" o le ricette esclusive della "Nouvelle Cousine". Chi insomma riesce a provare e ad apprezzare anche i piatti piu' inconsueti. E' questione di gusti e di palato, oltre che di appetito... Quando ho visto la scorsa settimana ad continua »

* * * * -

Geniale, piccolo capolavoro!!!

venerdì 19 gennaio 2007 di Doc.Apocalypse

Benvenuti nel magico mondo di Michel Gondry! 3 anni dopo aver firmato un capolavoro, Eternal Sunshine of the Spotless mind, Gondry era atteso al varco, per la 1° volta senza il suo fido sceneggiatore Kaufman, per la 1°volta regista in patria, lui, francese d'America, riuscendo a superarlo in maniera magnifica! Un film onirico, nuovamente psicologico, dentro la testa del protagonista, un bravissimo Gael Garcia Bernal, rappresentata come un studio televisivo, tra folli sogni in grado di miscelarsi continua »

* * * - -

Sogno o son desto?

giovedì 25 gennaio 2007 di dorella

Credevo che Amelie fosse un personaggio fantasioso, che vive in un mondo tutto suo e in cui fa entrare solo una persona. Ma Stéphane è sicuramente un passo avanti. Sto parlando del protagonista del nuovo film di M. Gondry che, dopo aver esplorato la mente umana in Se mi lasci ti cancello, torna con le sue visioni immaginifiche in L'arte del sogno, una traduzione del titolo che questa volta rende giustizia alla bellezza del film. Stéphane si trasferisce a Parigi sperando in un incarico di illustratore, continua »

Gael Garda Bernal
Vi mostrerò come si preparano i sogni: innanzitutto mettiamo un tantino di pensieri a casaccio, poi aggiungiamo appena una punta di reminescenze del giorno mischiate con un po' di ricordi del passato: è per due persone. Amori, relazioni, emozioni, e tutte le cose che finiscono in "zioni", le canzoni ascoltate durante il giorno, le cose che avete visto e altre cose personali.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
La distrazione è un'ostruzione alla costruzione
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Stéphane Miroux
Sono qui che voglio stare chiuso nel mio cervello e voi fuori continuate a bussare.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | L'arte del sogno

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 14 giugno 2007

Cover Dvd L'arte del sogno A partire da giovedì 14 giugno 2007 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd L'arte del sogno di Michel Gondry con Gael García Bernal, Charlotte Gainsbourg, Alain Chabat, Miou-Miou. Distribuito da Cecchi Gori Home Video, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - originale, Dolby Digital 5.1. Su internet L'arte del sogno (1 DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film L'arte del sogno

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Il mondo è orribile, i sessi sono in guerra, scienza e tecnologia sono il nuovo oppio dei popoli, nessuno sembra più capace di diventare adulto. Ma per fortuna possiamo sempre rifugiarci nel nostro cervello, l’ultimo luogo abitabile, letteralmente, per una generazione che oltre alle illusioni sembra aver perso la capacità di entrare in contatto con l’altro da sé. A voler incrociare i due film visti ieri, diversi in tutto fuorché nell’età dei loro autori, questa sembra essere una possibile morale. »

di Mariarosa Mancuso Il Foglio

Lo studio televisivo con le pareti e le telecamere di cartone conquista. Così come conquistano i sogni, perfettamente freudiani. Condensazione e spostamento sono le regole, quindi i ricordi diurni vengono shakerati (o mescolati se siete della scuola James Bond). I cavalli di pezza cavalcano sulle nuvole, il principe azzurro ha orecchie d'asino, le mani crescono fino a diventare gigantesche. Nulla che somigli a un inconscio collettivo (piuttosto, il lavorìo notturno si organizza come in un talk show, con la genitrice che interviene per dire la sua). »

di Salvatore Trapani Il Giornale

Ritornare a volare sulle ali della fantasia per valicare il confine tra sogno e realtà è la via proposta da The science of sleep di Michel Gondry, in concorso al Festival. E proprio come in una fantasiosa ballata, anche in questa ci sono due eroi omonimi Stéphane (Gael García Bernal) e Stéphanie (Charlotte Gainsbourg), la cui felicità è ostacolata dalla nuda realtà. Sì, perché solo nel sogno fatto di burattini, mari di plastica, barche volanti piene di boschi, cavalli di pezza al trotto tra le brughiere della Provenza e una Parigi di cartapesta, lui può amare lei, che invece è la sua vicina di casa e nemmeno troppo innamorata. »

Il viaggio di Bernal dalla moto ai sogni

di Roberto Nepoti La Repubblica

Celebre per i suoi clip, che hanno sovvertito l'estetica del genere, nel 2004 il franco-newyorkese Michel Gondry ci sorprese con una commedia amara insolitamente creativa interpretata da Jim Carrey, "Se mi lasci ti cancello". L'arte del sogno è il suo primo film girato in Francia e, per l'occasione, Gondry ha inteso non negarsi nulla. Ne ha fatto un po' la summa del suo surrealismo postmoderno, viaggiando continuamente sul confine tra realtà e sogno e abbandonandosi a una moltitudine di piste in totale libertà. »

L'arte del sogno | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 19 gennaio 2007
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità