L'amico di famiglia

Acquista su Ibs.it   Soundtrack L'amico di famiglia   Dvd L'amico di famiglia   Blu-Ray L'amico di famiglia  
Un film di Paolo Sorrentino. Con Giacomo Rizzo, Fabrizio Bentivoglio, Laura Chiatti, Gigi Angelillo, Clara Bindi.
continua»
Drammatico, durata 110 min. - Italia 2005. uscita venerdì 10 novembre 2006. MYMONETRO L'amico di famiglia * * * - - valutazione media: 3,30 su 101 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,30/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * 1/2 -
Il nuovo film di Sorrentino ci propone un nuovo interessante personaggio della sua personale galleria.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Sorrentino porta alla luce una società corrotta con mano ferma sia dal punto di vista della sceneggiatura che da quello della regia
Giancarlo Zappoli     * * * - -
Showtime:
sabato 10 dicembre 2016 alle ore 19,15 in TV su SKYCINEMACULT
Scopri gli altri film in televisione »

Geremia de' Geremei ha settant'anni. Vive in una cittadina dell'Agro Pontino ed è proprietario di una piccola sartoria. Brutto e sgraziato vive in una casa buia con la madre paralizzata. La sua vera fonte di guadagno (rigorosamente depositato in cassette di sicurezza) è però l'usura. Paolo Sorrentino torna a visitare gli abissi della coscienza. Lo fa questa volta con la collaborazione di un cast totalmente all'altezza, a partire dalla intensa interpretazione offerta dal protagonista Giacomo Rizzo. Il suo non è un film di denuncia di un fenomeno più che mai diffuso in Italia. È invece un atto di accusa molto più deciso nei confronti dell'atteggiamento di uomini e donne del nostro tempo. Se Geremia è quasi ributtante per il modo in cui attrae e trattiene nella sua tela fatta di continui ricatti le proprie vittime, coloro che lo circondano non sono da meno. Solo che, a differenza di lui, non hanno le phisique du role e risultano quindi molto più difficili da individuare. È una società corrotta nel profondo quella che Sorrentino porta alla luce con mano ferma sia dal punto di vista della sceneggiatura che da quello della regia. Ci offre squarci di luciferina crudeltà, ci lascia scaricare la nostra buona coscienza addosso al protagonista ma poi...

Stampa in PDF

Premi e nomination L'amico di famiglia MYmovies
L'amico di famiglia recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
* * * * -

Tecnica da brivido

mercoledì 25 aprile 2007 di NICOLA CAPPAI

tecnica da brivido,inquadrature studiate alla perfezione ed elaborate in maniera chirurgica,la telecamera e' sempre posizionata non nel punto migliore ma nel punto che rende l'immagine piu interessante,il pianosequenza iniziale sulla suora e'un microcapolavoro( se notate bene la telecamera trema)reso ancora piu inquietante dalla musica magistrale.il film non perde mai di ritmo,dialoghi frizzanti ed intelligenti("il mio ultimo pensiero sara' per te"),montaggio eccezionale,semplice e non convenzionale continua »

* * * - -

Favola rovesciata

sabato 31 marzo 2007 di Darjus

“Tutti rubano, Geremì, e tutti sono infelici” dice la madre, dolente e distesa sul letto, al figlio usuraio. Non v’è speranza né redenzione in questa terra, dove sono il calcolo e la violenza della disperazione a dominare. Non v’è redenzione per un uomo come Geremia: repellente alla vista, arido e cinico dentro, ma in fondo umano, perché coartato dall’istinto di sopravvivenza che rende «cattivi» i «buoni», che altrimenti “morirebbero bambini”. E non v’è speranza, né salvezza per gli altri personaggi: continua »

* * * * -

Mangiare cioccolatini fa male (al mondo intero)

venerdì 24 novembre 2006 di Mario Conti

Non è propriamente vero che un usuraio abbia quale suo ultimo pensiero un afflato verso coloro che vessa. Questo è in realtà il suo unico pensiero, il filo rosso di una vita spesa a far denaro (e a non spenderlo) ed a mangiare cioccolatini con autistica voracità. Chi ha detto poi che la bellezza debba necessariamente essere angelica e angelicata? Chi può permettersi di ridere di fronte al beota esaltato ed alla sua Nashville strapesana, là dove il male finisce per entrare e comodamente allignare, continua »

* * * - -

Correlativi oggettivi

lunedì 13 novembre 2006 di blogger

La sequenza finale di Le conseguenze dell’amore, il penultimo film di Sorrentino, uno dei talenti più originali del rinato cinema italiano, è speculare a quella iniziale de L’amico di famiglia, l’ultima fatica del regista 36enne: là un uomo in tuta da operaio sta sospeso in alto fra i tralicci dell’Enel in mezzo alle montagne, il cielo terso sullo sfondo, qui in riva a un mare piatto una donna dal volto rugoso con il velo da suora, il corpo sepolto nella sabbia, bisbiglia il rosario. Vengono in continua »

Geremia
E ricordatevi sempre una cosa fondamentale: Il mio ultimo pensiero sarà per voi...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Giacomo Rizzo
Qui tutto è in affitto, il mondo vi è stato prestato. Io vi porto il mondo quando ve lo perdete.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Potevamo fare solo i cattivi. I posti da buoni erano già tutti occupati.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | L'amico di famiglia

Uscita in DVD

Disponibile on line da venerdì 8 agosto 2014

Cover Dvd L'amico di famiglia A partire da venerdì 8 agosto 2014 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd L'amico di famiglia di Paolo Sorrentino con Giacomo Rizzo, Fabrizio Bentivoglio, Laura Chiatti, Gigi Angelillo. Distribuito da Warner Home Video, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1. Su internet amico di famiglia (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film L'amico di famiglia

SOUNDTRACK | L'amico di famiglia

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 17 novembre 2006

Cover CD L'amico di famiglia A partire da venerdì 17 novembre 2006 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film L'amico di famiglia del regista. Paolo Sorrentino Distribuita da Radio Fandango.

di Aldo Fittante Film TV

La crisi incombe, ma i migliori registi italiani sono tutti al lavoro. Amelio, Moretti, Olmi, Bellocchio, Tornatore, Archibugi, Virzì, Torre sono sui set o in fase di post produzione. Tra questi, anche Paolo Sorrentino, dallo scorso 30 settembre a Latina (in seguito si sposterà a Sabaudia, Napoli e Roma) per L’amico di famiglia, titolo chabroliano, terza fatica nel lungometraggio dopo il fulminante esordio con L’uomo in più e le essenziali, geometriche Conseguenze dell’amore. Uno scenario razionalista per non perdere il controllo di uno sguardo netto, guidato dalle rarefatte luci di Luca Bigazzi (oggi tra i più grandi direttori di fotografia) e abitato da Fabrizio Bentivoglio, l’emergente Laura Chiatti (la giovane ballerina di Passo a due), Gigi Angelillo, Emilio De Marchi e soprattutto Giacomo Rizzo, straordinaria faccia cineteatrale di scuola napoletana (qualcuno lo ricorderà nella parte del gobbo nel Novecento di Bertolucci) che consente a Sorrentino di continuare il recupero di attori e attrici dimenticati (come il Raffaele Pisu delle Conseguenze. »

Quell'amico un po' presuntuoso

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Un uomo vecchio, laido, sporco e sardonico, sordido e sgradevole, è il protagonista de L'amico di famiglia di Paolo Sorrentino, l'ammirato regista napoletano trentacinquenne de Le conseguenze dell'amore. I due film, tutte due accolti in concorso al festival di Cannes, non potrebbero essere più simili e più diversi. Simili, perché sono due ritratti di uomini soli e infelici che si perdono per amore di ragazze molto giovani. Diversi perché il precedente film aveva uno stile asciutto, sobrio, controllato, e il film attuale ha uno stile barocco, enfatico, gonfio. »

di Mariarosa Mancuso Il Foglio

Si stenta a crederci: due film italiani da vedere senza noia nel giro di due mesi. A Venezia c'era Nuovomondo di Emanuele Crialese (ora in marcia verso gli Oscar). A Cannes c'era L'amico di famiglia, che ora esce nelle sale con qualche minuto in meno e un finale tutto nuovo: se ti invitano al più grande festival del mondo, non sta bene ostentare vezzi d'artista, e rimanere pensosi davanti alla moviola, uno fa quel che può. Paolo Sorrentino ha trovato – nel senso di costruito, sono la sceneggiatura e i dialoghi a compiere il miracolo – un personaggio straordinario, appartenente alla grande tradizione italiana dei "brutti sporchi e cattivi". »

Il Nosferatu dell'Agro Pontino

di Valerio Caprara Il Mattino

Un impegno forte e coraggioso. Questo servirà a Paolo Sorrentino per far sedimentare il terzo film e, soprattutto, confrontarsi con il respiro e la coerenza del suo score creativo senza infingimenti. Il regista napoletano sa, infatti, che tocca solo a lui capire perché L'amico di famiglia non può accontentarsi d'inseguire gli umori imprevedibili dell'arena internazionale degli esperti né di essere consegnato a cuor leggero all'asettico referto di un festival. A nostro parere, intanto, sono tre le considerazioni essenziali da fare a schermi spenti: l'autore conferma di essere dotato di un dna artistico e di una padronanza del racconto audiovisivo fuori da ogni meschino (italico) standard; il protagonista Giacomo Rizzo scolpisce un ritratto a tuttotondo cattivista dalle sublimi tonalità gogoliane; il film alterna momenti di straordinario pathos visionario e affondi grotteschi all'acido muriatico a numerosi orpelli estetizzanti, passaggi oscuri e irrisolti e troppi controcanti concettuali. »

L'amico di famiglia | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Link esterni
Sito ufficiale
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità