Che pasticcio, Bridget Jones

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Che pasticcio, Bridget Jones   Dvd Che pasticcio, Bridget Jones   Blu-Ray Che pasticcio, Bridget Jones  
Un film di Beeban Kidron. Con Renée Zellweger, Hugh Grant, Colin Firth, Gemma Jones, Jim Broadbent.
continua»
Titolo originale Bridget Jones: The Edge of Reason. Commedia, durata 108 min. - Gran Bretagna 2004. uscita venerdì 7 gennaio 2005. MYMONETRO Che pasticcio, Bridget Jones * * 1/2 - - valutazione media: 2,58 su 32 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,58/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * - - - -
 critican.d.
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Bridget Jones, ormai fidanzata con Mark, è terribilmente gelosa. Le sue avventure metteranno in discussione la sua relazione e il rapporto con se stessa. Sempre con un sorriso sulle labbra.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Sequel senza troppa personalità e brio che si lascia ascoltare per la piacevole colonna sonora e guardare per il fascino di Londra
Mattia Nicoletti     * - - - -

Essere innamorate e fidanzate con un avvocato di successo, ed essere bruttine e impacciate, può essere una di quelle fortune che capitano a pochi, ma essere corteggiati da uno come Hugh Grant, sempre molto dandy, ha dell'incredibile.
La vita di Bridget Jones, giornalista televisiva da sbarco, che riesce a rendere ridicolo il più semplice dei servizi, sembra avere raggiunto l'equilibrio. Ha un uomo affascinante con una pazienza zen, da chiamare in ogni momento della giornata (anche durante le riunioni più importanti); ha un lavoro che l'appaga; ha diverse amiche confidenti. Bridget non ha però fatto i conti con la gelosia. L'assistente del fidanzato, è infatti una bella, brillante, gentile ragazza, dalle gambe lunghissime (con le gambe fin qui, dirà Bridget, indicando il proprio seno). Le giornate della protagonista si riempiono, così, di dubbi, pensieri che la riconduranno al pensiero dell'originaria e impenitente vita da single.
Interpretata da Renèè Zellweger, appesantita ulteriormente rispetto alle ultime uscite, Bridget Jones, risulta poco credibile in ogni sequenza(salvo quella molto divertente quando si reca in farmacia con gli sci ai piedi alla ricerca di un test di gravidanza) e fa sorridere di rado, a denti stretti.. Non va sottovalutato che, il secondo libro, da cui è tratta la sceneggiatura, è molto meno scorrevole e piacevole del primo, e va a inficiare ulteriormente il risultato finale.
Che pasticcio, Bridget Jones!, in definitiva, è un sequel senza troppa personalità e brio, che si lascia ascoltare per la piacevole colonna sonora, e guardare per il fascino di Londra.
Un sola considerazione: l'uomo oggetto è tornato di moda. Non tralasciate questo particolare.

Premi e nomination Che pasticcio, Bridget Jones MYmovies
Che pasticcio, Bridget Jones recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Che pasticcio, Bridget Jones
Primo Weekend Italia: € 3.289.000
Incasso Totale* Italia: € 10.014.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 13 marzo 2005
Primo Weekend Usa: $ 8.684.000
Incasso Totale* Usa: $ 8.684.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 14 novembre 2004
Sei d'accordo con la recensione di Mattia Nicoletti?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
20%
No
80%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Che pasticcio, Bridget Jones

premi
nomination
Golden Globes
0
1
* * * - -

Che pasticcio bridjet jones!...ma non così grosso!

mercoledì 19 gennaio 2005 di Dada

La speranza di un successo pari a quello straordinario ottenuto nel 2001 da “Il diario di Bridget Jones” ha convinto la giornalista e scrittrice inglese Helen Fielding, ideatrice del fortunato personaggio, a dare in concessione alla regia di Beeban Kidron il secondo libro pubblicato sulla single britannica per eccellenza. Nel cast si riconfermano una esageratamente cicciottella Renée Zellweger, nel ruolo dell’esilarante protagonista, un affascinante e più disinvolto Colin Firth, che interpreta continua »

* * * * -

È stato fantastico

venerdì 25 febbraio 2005 di pipapu

ho riso come nel primo Bridget jones,mi rispecchio nello stesso "inverosimile" mondo e modo di fare della protagonista. E sognare che esista un uomo così paziente,bello e al tempo stesso capace di sconvolgere mezzo mondo per una di noi...una qualunque....bhè,almeno questo!!!Lasciateci sognare!!!!! Grazie Bridget! continua »

* - - - -

Perchè il regista non ha letto il libro?

lunedì 31 gennaio 2005 di magaolimpia

Il film non ha nulla a che fare con il libro! Un sacco di recensioni stroncano Helene Fielding senza sapere che ci saranno si è no 2 scene in tutto il film che assomigliano a qualche estratto del testo. Il regista ha preso il titolo del libro, la protagonista e ha creato una nuova trama. Mentre il libro è decisamente scorrevole e piacevole, il film è una vera pagliacciata! continua »

Al telefono, Colin Firth e Renèe Zellweger
Pronto?
Sono io...volevo solo chiederti: come va?
Tutto bene. E tu, stai bene?
Bene, però ho continui flashback della nostra scopata di stanotte, e voglio che tu sappia che hai un sedere da urlo, Mark!
Grazie. Ah, però sono in riunione con l'ambasciatore messicano, il direttore di Amnesty International e il sottosegretario per l'industria e il commercio… e siamo in vivavoce...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Al telefono, Colin Firth e Renèe Zellweger
Pronto?
Sono io...volevo solo chiederti: come va?
Tutto bene. E tu, stai bene?
Bene, però ho continui flashback della nostra scopata di stanotte, e voglio che tu sappia che hai un sedere da urlo, Mark!
Grazie. Ah, però sono in riunione con l'ambasciatore messicano, il direttore di Amnesty International e il sottosegretario per l'industria e il commercio… e siamo in vivavoce...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Renèe Zellweger e la madre Gemma Jones
Ti prometto che la prossima volta non manderò tutto a puttane, mamma.
Che linguaggio, tesoro!
Scusa. La prossima volta non manderò tutto a puttane, mammina.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Che pasticcio, Bridget Jones

Uscita in DVD

Disponibile on line da lunedì 17 marzo 2008

Cover Dvd Che pasticcio, Bridget Jones A partire da lunedì 17 marzo 2008 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Che pasticcio, Bridget Jones di Beeban Kidron con Renée Zellweger, Jacinda Barrett, Morne Botes, Jim Broadbent. Distribuito da Universal Pictures, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - inglese, Dolby Digital 5.1 - spagnolo, Dolby Digital 5.1. Su internet Che pasticcio, Bridget Jones! è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Che pasticcio, Bridget Jones

SOUNDTRACK | Che pasticcio, Bridget Jones

La colonna sonora del film

Disponibile on line da martedì 2 novembre 2004

Cover CD Che pasticcio, Bridget Jones A partire da martedì 2 novembre 2004 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Che pasticcio, Bridget Jones del regista. Beeban Kidron Distribuita da Island, il cd è composto da musiche di genere Pop e Rock Internazionale. Su internet il cd Che pasticcio Bridget Jones (Bridget Jones 2) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 12,25 €
Prezzo di listino: 15,05 €
Risparmio: 2,80 €
Aquista on line la colonna sonora del film Che pasticcio, Bridget Jones

di Giacomo Vallati Avvenire

Che il modello sia tanto futile quanto irraggiungibile è sotto gli occhi di tutti. Altissima, magrissima, ritoccatissima: secondo cinema e stampa la donna di successo dev'essere questa. Così fa effetto che stavolta il successo abbia arriso (sia pure in forma cinematografica) ad una grassottella goffa e impacciata: «Ma io credo che fra i meriti di Bridget Jones ci sia anche questo - argomenta Renée Zellweger - invitare le bruttine a guardarsi con più simpatia. A sorridere del proprio aspetto: a saperlo accettare. »

di Dario Zonta L'Unità

Per chi non lo ricordasse Il diario di Bridget Jones è stato, qualche anno fa, un caso letterario ad opera della scrittrice Helen Fielding, che tradusse in romanzo le avventure di una trentenne zitella e sovrappeso, rubricate in una satira per l'Indipendent. Dal libro al film il successo raddoppiò, grazie anche alla performance della mingherlina attrice texana Renée Zellweger che aumentò di peso a dismisura. Ma quel «diario» è diventato un «pasticcio» nel sequel originariamente non previsto. Che pasticcio Bridget Jones è il tentativo di allungare, con scarsi risultati creativi, la fortuna commerciale di quella specie di rivincita del brutto anatroccolo. »

di Roberto Nepoti La Repubblica

Capitalizzare il successo di un prototipo è un'aspirazione produttiva ovvia e comprensibile: un tantino di fantasia in più, però, non farebbe male. Ne dimostrano pochissima sia l'autrice di Bridget Jones: l'età della ragione, Helen Fielding, sia gli sceneggiatori. Che ci raccontano la seguente, banalissima storiella. La ex-single ha messo le mani sul suo Darcy, che l'ama sinceramente; ma l'idea del matrimonio è pur sempre foriera di scompensi. Mentre s'interroga sul futuro, Bridget ricomincia a cacciarsi in una serie di guai, ritrova Daniel e non manca occasione per coprirsi di ridicolo. »

di Alessandra Levantesi La Stampa

Bridget Jones ha finalmente coronato il suo sogno d'amore. Da qualche settimana è fidanzata con Mark Darcy, un giovane e aitante avvocato che sembra trovare incantevoli le sue ciccette tremolanti e tenera la sua goffaggine. Si può volere di più? Ma, sotto forma di «domanda cruciale», fosche nubi si addensano fin dall'inizio sul quel roseo orizzonte: questa storia meravigliosa si concluderà con un bel matrimonio e un «vissero felici e contenti» come avviene nella favole? O è destinata a durare lo spazio di un attimo? Se «Il diario di Bridget Jones», raccontando i tentativi di Bridget di trovare il suo principe azzurro mentre combatteva per diminuire di peso e per aumentare il quoziente di autostima, seguiva un preciso filo narrativo, «Che pasticcio, Bridget Jones!», capitolo due della serie diretto con brio da Beeban Kidron, si basa piuttosto su un lambiccato tessuto di congetture. »

Che pasticcio, Bridget Jones | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Golden Globes (1)


Articoli & News
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità