MYmovies.it
Advertisement
Il cinema in movimento

Parodie tra cinema e web.
di Roy Menarini

In foto una scena del film Ghost Movie 2.
Marlon Wayans (45 anni) 23 luglio 1972, New York City (New York - USA) - Leone. Interpreta Malcolm nel film di Michael Tiddes Ghost Movie 2 - Questa volta è guerra.

lunedì 12 maggio 2014 - Focus

Che cosa è Il cinema in movimento? Una rubrica dedicata alle trasformazioni del cinema nell'epoca dei new media e alle riflessioni che si possono trarre dalle novità in atto.

L'uscita di Ghost Movie 2 conferma la fortuna della parodia nel cinema contemporaneo. Anche in Italia ci fu un periodo d'oro per questo genere, specie negli anni Cinquanta e Sessanta, grazie a Totò e molti altri protagonisti della comicità. Nel loro caso la parodia possedeva un doppio scopo: quello di sfruttare l'enorme successo del titolo preso di mira (e trarne, come dire, un "indotto") e quello di restituire alla cultura popolare le opere che potevano sembrare o troppo raffinate (Fellini, Antonioni..) o economicamente inarrivabili (i kolossal hollywoodiani). Senza la parodia, per esempio, in Italia non sarebbe mai nato lo spaghetti western.

Oggi, invece, prodotti come quello con Marlon Wayans o la famigerata serie di "spoof" diretti da Jason Friedberg e Aaron Seltzer (Epic Movie, Disaster Movie, Angry Games) di sovversivo e popolare hanno ben poco, e anzi sembrano grevi estensioni del successo dei blockbuster che pretendono di ridicolizzare. Il loro successo, peraltro, prosegue e pur essend di una bruttezza imbarazzante il rapporto costi ricavi è altissimo.

Perché la parodia, anche così impoverita, ha successo? La risposta si nasconde nella cultura dei nuovi media, e in particolare nei social media. Il web ha sancito il trionfo dell'ironia. Così come la rete ha saputo sviluppare nuove forme di aggregazione e intriganti fenomeni sociali, dopo anni di osservazione si può confermare che odio e satira sono i due poli più frequentati. Lasciando da parte gli "haters" - gli odiatori di professione che popolano e infestano Internet - meglio concentrarsi sulle culture della parodia.

Ebbene, tra Youtube, costruzione di "meme", gif animate e altro ancora, gli utenti del web hanno dato vita a una straordinaria serie di prese per i fondelli di tutti i prodotti di intrattenimento di massa. Sorvolando sul rapporto effettivo tra mainstream e grassroots - tradotto significa che molto spesso sono gli stessi realizzatori dei prodotti a stimolare la parodia virale, per acquisire visibilità - ormai il controcanto ironico è una delle modalità riconosciute in rete. Molto spesso è in queste pratiche dal basso che ritroviamo quello spirito iconoclasta e quella comicità fulminante che mancano del tutto ai film sopra citati.

In questo ultimo periodo, sembra che il bersaglio privilegiato delle parodie online siano le serie televisive, e in particolare Il trono di spade. Ma non mancano lazzi digitali ai danni dei supereroi della Marvel o a celebrities e personaggi hollywoodiani tra di loro mescolati. Nell'orizzonte mediatico di oggi, un utente non fa differenza tra One Direction e Spider-man: se vuole, può coprire di risate entrambi, e farli coabitare in un unico spazio discorsivo. L'importante è che le armi dell'ironia graffino con creatività e sana competizione. Unica risposta possibile alla tristezza delle parodie hollywoodiane e agli odiatori di mestiere.

news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati