•  
  •  
Apri le opzioni

Antonio Salines

Antonio Salines è un attore italiano, regista, è nato il 1 luglio 1936 a La Spezia (Italia) ed è morto il 22 giugno 2021 all'età di 85 anni a Roma (Italia).

Al servizio di Tinto Brass

A cura di Fabio Secchi Frau

Dopo essersi diplomato all'Accademia d'Arte Drammatica Silvio D'Amico, allievo di Sergio Tofano e Vittorio Gassman, fonda assieme a Carmelo Bene una delle prime compagnie teatrali autogestite I ribelli, debuttando sul palcoscenico con "Caligola" di Camus. Con l'arrivo degli Anni Sessanta, entra nel Teatro Popolare, diretto dal suo maestro Gassman, prendendo parte a "Adelchi", "Orestiade" e il singolare "Un marziano a Roma" di Ennio Flaiano. Si sposta anche nel piccolo schermo con la compagnia I nuovi, diretta da Guglielmo Morandi, diventando protagonista di commedie classiche e moderne come "Ma non è una cosa seria" di Pirandello e "Alla ricerca della felicità" di Rozov. Nel 1963, fonda a Roma il primo cabaret con Maurizio Costanzo, pur continuando a lavorare in teatro con le più grandi e importanti compagnie italiane e con i registi più prestigiosi. Entrato nel Piccolo Teatro di Milano, lavora con De Bosio e Chéreau, portando "Giulietta e Romeo", "Betia", "Toller", "Barabba" e "Aspettando Godot".
Comincia nel 1965, la sua avventura cinematografica. Comincia con La bugiarda (1965) di Luigi Comencini, seguito da Sierra Maestra (1969) di Ansano Giannarelli, con Carla Gravina che poi affiancherà nella miniserie televisiva di Sandro Bolchi I fratelli Karamazov (1969). Con l'arrivo degli Anni Settanta, lavora come attore e regista al Teatro Belli di Roma, dove oggi è ancora Direttore artistico della compagnia, allestendo "Peer-Gynt", "L'opera dei mendicanti", "Neutotandem", "La cauteriaria", "Cuore di cane", "L'educazione parlamentare", "Memorie di un pazzo", "Antigone" e "Il più felice dei tre".
Nel 1980 continua a lavorare in teatro, recitando Goldoni, Flaiano, Cassavetes, Allen e via discorrendo. Poi lavora anche come regista cinematografico per Il boudoir del Marchese de Sade (1985) e Zio Vania di Anton Cechov (1990) con José Quaglio. Lavorerà nel contenitore televisivo soprattutto diretto da José Maria Sanchez in Colpo di coda (1993) e La quindicesima epistola (1998), ma stringerà un lungo sodalizio artistico con il re dell'erotico di casa nostra, Tinto Brass che lo inserirà ne L'uomo che guarda (1994), Monella (1998), Tra(sgre)dire (2000), Senso '45 (2001) e Fallo! (2003).

Ultimi film

Drammatico, (Italia - 2022), 125 min.
Drammatico, (Italia - 2014), 92 min.
Erotico, (Italia - 2003), 90 min.
Drammatico, (Italia - 2002), 87 min.
Erotico, (Italia - 2001), 128 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati