Dizionari del cinema
Miscellanea (2)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
giovedì 1 ottobre 2020

Articoli e news Sam Raimi

Nome: Samuel Marshall Raimi
60 anni, 23 Ottobre 1959 (Scorpione), Royal Oak (Michigan - USA)

Sam Raimi confeziona un horror alla sua maniera.

Drag Me To Hell: l'horror è servito su un letto di risate

Drag Me To Hell: l'horror è servito su un letto di risate Il pubblico dell'horror è il migliore del mondo" ha dichiarato Sam Raimi. "Vogliono essere intrattenuti, vogliono rabbrividire e vanno al cinema armati di uno sguardo divertito". Così, quando si è trattato di tirare fuori dal cassetto una vecchia trama scritta anni addietro con il fratello Ivan, il regista statunitense ha ben pensato di dare al suo pubblico quello che si aspettava. Un horror à la Raimi con tanto di contorno umoristico. La stessa protagonista (Alison Lohman) in una scena del film – una tra le più disgustanti – scoppia a ridere come a dire: quando te la fai sotto dalla paura non c'è migliore sollievo di una sana risata. "Se posso li faccio saltare nelle loro poltrone e urlare, se posso li faccio sbellicare dalle risa", ha aggiunto il creatore della saga di culto La casa che torna al genere horror con Drag Me To Hell, "la storia di una ragazza che cerca di essere una buona persona ma finisce per cedere all'avidità prendendo una decisione che va a suo vantaggio ma di cui, allo stesso tempo, farà le spese un'anziana signora". Umiliata pubblicamente, la donna invoca la maledizione di un demone sulla giovane che dovrà vedersela con la furia di Lamia, lo spirito maligno intenzionato a trascinarla all'inferno.

La corda tesa da Philippe Petit tra le Torri Gemelle è la retta (via) che unisce il passato al presente.

The Walk e il filo che sutura la ferita

domenica 25 ottobre 2015 - Roy Menarini da FOCUS

The Walk e il filo che sutura la ferita Quanti cordoni ombelicali nel cinema di questi anni: le corde che tengono (e perdono) gli astronauti di Gravity e Sopravvissuto, le imbracature incerte degli alpinisti di Everest, e ora il cavo teso tra le Torri Gemelle, unico diaframma tra la vita e la morte di Philippe Petit nell'ultimo grande film di Robert Zemeckis.
Che The Walk (che ha aperto tre giorni fa il 28° Festival Internazionale di Tokyo, alla presenza del regista) sia un film sul trauma dell'11 settembre è abbastanza ovvio. Basta saggiare la propria commozione di spettatori quando Petit parla del suo abbonamento all'ultimo piano delle Twin Towers, senza data di scadenza, eterno, per sempre - mentre chi guarda sa che tutto questo è purtroppo impossibile.Continua »

   

Un regista attratto dal lato magico del cinema.

La politica degli autori: Sam Raimi

mercoledì 6 marzo 2013 - Mauro Gervasini da APPROFONDIMENTI

La politica degli autori: Sam Raimi Difficilmente Sam Raimi (classe 1959) sarà ricordato per l'invenzione della shakeycam ma ci ha sempre entusiasmato l'intraprendenza di un regista alle primissime armi che appena ventenne, con quattro soldi in tasca, si inventa una macchina da presa "mobile" (e per renderla tale usa la vasellina...) per sopperire alla mancanza di una steadycam, dal costo esorbitante. Nel 1981 il ragazzo delle meraviglie realizza un horror ormai di culto, La casa, girato con gli amici con cui esce a bere birra il sabato sera. Il film di Sam Raimi racconta del ritrovamento (in un cottage: mica poteva ambientarlo in un maniero transilvano!) dell'arcano "Necronomicon ex mortis", libro capace di risvegliare un demone (sumero!) la cui terrificante soggettiva è data appunto dalla shakeycam. Altri tempi. Ora Raimi è per tutti il regista di Spider-Man, la trilogia con Tobey Maguire. Interessante il primo capitolo post 11 settembre, decisamente azzeccato il secondo oscarwildiano, quasi inguardabile il terzo, saturo e affaticato. Anche a causa di un istant reboot micidiale come The Amazing Spider-Man (2012) la trilogia dell'Arrampicamuri firmata Raimi pare oggi preistoria, a dimostrazione di quanto per i blockbuster il rischio obsolescenza sia nelle cose.

   

La pellicola horror sovrannaturale sarà diretta da Corin Hardy.

Sam Raimi produrrà un film sullo Yeti

giovedì 24 settembre 2009 - Marlen Vazzoler da NEWS

Sam Raimi produrrà un film sullo Yeti La Ghost House Pictures di Sam Raimi e Mandate produrranno un nuovo progetto horror sovrannaturale chiamato Refuge.
Il film, co-prodotto da Jason Blum, sarà diretto da Corin Hardy e sarà basato sulla sceneggiatura di Tom De Ville. Si tratterà del debutto cinematografico di Hardy che vinse il primo premio al Brussels Animated Festival nel 2004 con il corto in stop motion Butterfly, il terzo posto all'Anima Mundi Festival e il Best Long Short al London International Animated Film Festival nel 2005. Hardy successivamente si è dedicato alla direzione di video musicali, ha creato il primo video dei Keane, ha collaborato con The Prodigy, The Horrors, McFly e Dogs. Nel video musicale del sigle Bedshaped ha utilizzato del materiale di Butterfly.
La storia sarà centrata su un paesino sperduto terrorizzato da uno Yeti, la creatura mitologica nata sulle montagne dell'Himalaya. Ma prima di cominciare a lavorare al film Hardy e De Ville produrranno un corto con le stesse premesse, che possa servire ad Hardy a rifinire la sua visione della pellicola mentre De Ville scriverà la sceneggiatura.

   

Il ritorno all'horror di Raimi dopo La casa e L'armata delle tenebre.

Drag Me to Hell: il photocall da Cannes

giovedì 21 maggio 2009 - Marlen Vazzoler da GALLERY

Drag Me to Hell: il photocall da Cannes Il nuovo film di Sam Raimi, Drag Me to Hell, è un ritorno all'horror classico, con sequenze brillanti e scene che fanno veramente paura. La signora Ganush è così piaciuta nelle prime proiezioni che c'è chi si azzarda a predire che il personaggio sarà al top delle classifiche sui film horror di tutti i tempi. Raimi è riuscito perfettamente a bilanciare horror e humor e a creare un cattivo che sia veramente spaventoso riuscendo a scrivere una buona storia.
Ecco le immagini del regista, di Allison Lohman, di Lorna Raver e di Justin Long.

Il nuovo horror diretto da Sam Raimi.

Drag Me to Hell: due spot

mercoledì 6 maggio 2009 - Marlen Vazzoler da VIDEO

Drag Me to Hell: due spot Finalmente dopo il trailer di Drag Me to Hell, sono usciti due nuove spot in cui possiamo vedere qualche nuovo immagine dell'ultimo film di Sam Raimi, che segna il suo ritorno all'horror dopo la trilogia di Spider-Man.
La sceneggiatura è stata scritta da Sam Raimi e dal fratello Ivan, che lo aveva già aiutato per le sceneggiature di Darkman, L'armata delle tenebre e Spider-Man 3. Il film prodotto dalla Universal uscirà nei cinema americani il 29 maggio.

Visualizza tutti gli approfondimenti (6)
   
   
   


The Grudge

Il reboot dell'omonimo horror giapponese
Data uscita: 05/03/2020
Regia di Nicolas Pesce. Genere Horror, produzione USA, 2020.

Il reboot del film diretto da Takashi Shimizu nel 2004, interpretato da Sarah Michelle Gellar.

Shrine

Strani eventi
Regia di Evan Spiliotopoulos. Genere Horror, produzione USA, 2020.

Un giornalista trova la possibilità del riscatto in una serie di strani eventi che avvengono in una località del New England.
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 30 settembre
Gli spostati
mercoledì 23 settembre
A Tor Bella Monaca non Piove Mai
martedì 22 settembre
L'hotel degli amori smarriti
giovedì 10 settembre
La mia banda suona il pop
mercoledì 9 settembre
Fantasy Island
martedì 8 settembre
Doppio sospetto
mercoledì 2 settembre
Villetta con ospiti
giovedì 27 agosto
Dopo il matrimonio
mercoledì 26 agosto
Qua la zampa 2 - Un amico è per se...
giovedì 6 agosto
Last Christmas
Georgetown
Queen & Slim
mercoledì 5 agosto
Alice e il sindaco
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità