I Fratelli Sisters

Film 2018 | Western, Avventura, Commedia +13 122 min.

Regia di Jacques Audiard. Un film Da vedere 2018 con John C. Reilly, Joaquin Phoenix, Jake Gyllenhaal, Riz Ahmed, Jóhannes Haukur Jóhannesson. Cast completo Titolo originale: The Sisters Brothers. Genere Western, Avventura, Commedia - Francia, Spagna, Romania, Belgio, USA, 2018, durata 122 minuti. Uscita cinema giovedì 2 maggio 2019 distribuito da Universal Pictures. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,58 su 58 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi I Fratelli Sisters tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

L'obiettivo di due ambiziosi fratelli è ammazzare un cercatore d'oro dai modi molto eccentrici. Riusciranno a portare a termine la missione? Il film è stato premiato al Festival di Venezia, ha ottenuto 9 candidature e vinto 3 Cesar, In Italia al Box Office I Fratelli Sisters ha incassato 478 mila euro .

I Fratelli Sisters è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,58/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,88
PUBBLICO 3,36
CONSIGLIATO SÌ
Realista e parodico, il western di Audiard riprende i codici del genere per deviarli come un treno impazzito nell'America della corsa all'oro.
Recensione di Marzia Gandolfi
martedì 4 settembre 2018
Recensione di Marzia Gandolfi
martedì 4 settembre 2018

Oregon, 1851. Eli e Charlie Sisters sono fratelli e pistoleri virtuosi al servizio del Commodore, padrino locale che li lancia sulle tracce di Herman Warm, cercatore d'oro fuggito in California. L'uomo ha messo a punto un processo chimico per separare l'oro dagli altri residui minerali su cui il Commodore vuole mettere le mani. A cavallo, i Sisters avanzano verso il loro obiettivo per torturarlo e poi piantargli una pallottola in testa. A precederli nella caccia è John Morris, investigatore umanista che ha il compito di rintracciare Warm e trattenerlo fino all'arrivo dei due sicari. Ma il chimico è pieno di sorprese e finisce per sorprendere Morris, coinvolgendolo nella sua impresa: trovare l'oro e costruire una società ideale a Dallas.

Ostinato nella ricerca, Charlie prosegue la cavalcata mentre Eli comincia a porsi delle domande sul senso delle loro azioni e sulla sulfurea reputazione che li precede ovunque vadano.

Primo film americano di Jacques Audiard, The Sisters Brothers conquista l'Ovest e riflette a colpi di colt sulla fraternità biologica. Tra l'Oregon e la California, la strada è lunga e gli incontri tanti, il viaggio cova l'oro e un segreto: la consapevolezza che la fratellanza non è un sentimento vano.

Realista e parodico, The Sisters Brothers è un percorso iniziatico che mette alla prova il legame di fraternità che unisce i 'Sisters'. Il cognome (Sisters), che contempla la sorellanza dei fratelli e la grazia del gesto femminile (si prendono cura l'uno dell'altro tagliandosi reciprocamente i capelli), corregge il culto della virilità rimproverato al regista in Dheepan, thriller politico a base di testosterone, ideologia passiva e artiglieria pesante. Pieno di humor nero e di profondità insospettabili, di personaggi truculenti e avventure memorabili, il western di Audiard riprende i codici del genere per deviarli come un treno impazzito nell'America della corsa all'oro.

Adattamento del romanzo omonimo di Patrick deWitt, The Sisters Brothers va al di là dell'omaggio al genere e insegue le sue prede al fianco di due criminali che incarnano alla perfezione il folclore del Far West.

Sovente bestiali e cattivi, qualche volta sensibili e rabbuiati davanti alle loro azioni selvagge e violente, i fratelli Sisters cavalcano costantemente tra il tono elegiaco di Eli e l'azione costante di Charlie. Il racconto mirabilmente condotto, con le sue svolte senza ritorno e le sue rotture di tono, non chiosa il passato familiare e professionale dei nostri. Cortocircuitando l'intrigo principale (il duo che tallona le sue vittime), Audiard segue parallelamente due personaggi gentili che coltivano insieme un'affinità elettiva. Rovescio romantico del tandem scordato e comico, John Morris (Jake Gyllenhaal) e Herman Warm (Riz Ahmed) incarnano le due facce dell'uomo onesto che il coraggio, il senso della decency e l'intelligenza voterebbe al successo. Ma la prepotenza cieca e arbitraria dei fratelli Sisters dimostra che l'America non ha prosperato sulla fortuna di uomini dabbene ma sull'avidità di uomini famelici.

Divorata dalle fiamme, come il granaio nella prima sequenza, l'America affonda sulla riva del fiume e nello spirito 'caustico' di mostri a cui è concesso di dormire in pace. Negli spazi americani, Audiard insegue invano un sentimento di solidarietà e giorni migliori che non arriveranno mai. John C. Reilly (Eli) e Joaquin Phoenix (Charlie) sono gli assi di una partita che gioca sui contrasti, una polarità elementare che si innesca o culmina nel titolo stesso del film. Se il primo concentra una ferita e una ricerca di senso in una cicatrice che risale come una virgola dalle labbra fino al naso, il secondo dispensa le parole che gli mancano tracciando un imprevedibile comeback. Saldo e curiosamente forbito, Eli riflette per due cercando disperatamente il cammino della loro redenzione comune, ingarbugliato e anarchico, Charlie lascia parlare i pugni e le pistole. In sella a un cavallo che fa marcire le loro coscienze più dei cowboy abbattuti alle spalle, galoppano verso un sorprendente ritorno alle origini, alla mamma e al sapone.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
I FRATELLI SISTERS
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€14,99 €18,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 2 giugno 2019
FrankMoovie

 Un forte desiderio di film western, dopo anni di attesa e la visione nostalgica, nei giorni scorsi, delle meravigliose storie di Sergio Leone che abbiamo ricordato per i 90 anni dalla nascita e i 30 dalla scomparsa ... "I Fratelli Sisters" è il film che aspettavamo, uno di quelli che iniziano con una lenta presa, che ti fanno pensare di aver sbagliato scelta e poi, man mano cresce, [...] Vai alla recensione »

domenica 20 gennaio 2019
CineFoglio

Il cineasta parigino Jacques Audiard approda negli Stati Uniti per il suo ultimo lavoro, e lo fa con cast di tutto rispetto, andando ad esplorare il genere più caro alla tradizione statunitense.   La scrittura pellicola, sin dal suo titolo, si dichiara mossa e tesa all’ironia, riuscendo a combinare gli elementi classici del western: cavalcate nelle radure, immensi cieli con [...] Vai alla recensione »

martedì 19 novembre 2019
Kronos

A detta di molti "Gli spietati" di Clint Eastwood fu una pietra tombale sul western cinematografico. Previsione probabilmente azzeccata dato che nei decenni successivi i molti tentativi di rivisitazione del genere non hanno lasciato traccia. Le hanno provate tutte: remakes di vecchi classici, commistioni con altri generi (western+horror, western+commedia, western+alieni, western+cinema-d'aut [...] Vai alla recensione »

martedì 23 luglio 2019
cinefila part time

Opera prima in lingua inglese del francese Audiard. Sissignori un western, ma sui generis. Un western pensoso, filosofico ma con azione, pistolettate, cavalcate al tramonto, tanta polvere e la ricerca dell'oro, altrimenti che western sarebbe. Regia magistrale con piccoli omaggi che si richiamano alla struttura dei vecchi western anni '40. I due eori, negativi, sono due fratelli che fin dall'iniz [...] Vai alla recensione »

mercoledì 13 marzo 2019
Lucio Di Loreto

Un miscuglio sui generis del vecchio e nuovo West ci viene riproposto da Jacques Audiard, che abbandona le periferie dell’urbe per trasportarci nel 1851 al fianco di due fuorilegge in un lungo viaggio che va dall’Oregon alla California nell’epoca dei vecchi speroni. I protagonisti in stato di grazia – Joaquin Phoenix mai così cinico, John C.

domenica 2 settembre 2018
ROBERT EROICA

#Venezia75 - #theSistersBROTHERS - Concorso - Un western "europeo" dalle sottili venature omoerotiche che riflette su concetti alti come ambizione, potere, felicita' individuale. E lo fa con uno stile ibrido che isola la violenza in brevi attimi necessari mentre un gruppo di uomini, siano essi ricercati o inseguitori, cerca il proprio futuro attraverso una impossibile Utopia.

sabato 4 maggio 2019
FabioFeli

In America alla metà del 19.mo secolo, in piena corsa all’oro, Eli Sisters (John C. Reilly, al momento nelle sale esce anche il film nel quale impersona Oliver Hardy) e suo fratello Charlie (Joaquin Phoenix) “lavorano“ per il Commodoro, un potente traffichino, forse ex-ufficiale della marina. Il cognome dei fratelli dal significato gentile (Sorelle) contrasta con i modi [...] Vai alla recensione »

martedì 4 settembre 2018
Peer Gynt

Questo del francese Audiard è, più che un western, un film picaresco, nel quale le vicende dei personaggi sono guidate dal caso e immerse nel caos. Siamo in Oregon, nel 1850: è il selvaggio West, dove i paesi che incontri per strada sono nati una settimana fa, dove non esistono ancora strade e per non sporcarsi di fango si cammina su passerelle di legno.

domenica 5 maggio 2019
opidum

si salva grazie al cast ma appunto due sparatorie e tante troppe chiacchere. il western è un altra cosa. sono andato  a vedrlo perchè mi era piaciuto il profeta e perchè appunto ho fame di film western

venerdì 3 maggio 2019
Michele

Vado al cinema avendo dato un'occhiata al trailer e mi aspetto un film western sui generis buttato sul ridere e sulla parodia. Quello che mi trovo davanti è invece un film serissimo, in cui non mancano teste spappolate e sangue che scorre. E' la storia di due fratelli, al soldo di un ricco uomo che li manda in giro per l'america ad accoppare gente.

venerdì 4 ottobre 2019
Felicity

Da buon autore cinefilo, il regista ribadisce quanto sia ancora vivo e vitale il western. Dall’Oregon alla California, in questo film il viaggio non è solamente uno spostamento di natura fisica. E seppur rifuggendo la più ovvia mitologia insita nella cinematografia western, Audiard opera uno scavo intimistico sulla natura dei rapporti umani.

martedì 30 aprile 2019
Fabio

Salvo solo le ottime prove dei protagonisti: per il resto il film appare sforzato e a tratti inverosimile

martedì 7 maggio 2019
astromelia

nulla di nuovo all'orizzonte sembra di tornare agli anni del western tu spari io sparo tutti morti ammazzati,l'ho trovato sterile e pieno di stereotipi,noioso e inconcludente

domenica 5 maggio 2019
goldy

Dovrei apprezzare l’intento innovativo del regista che si propone  di rivisitare il genere western introducendo riflessioni insolite per l’uomo del West. Non solo il taglio della barba ma anche dei capelli oppure lo  struggimento d’amore  per un’improbabile fidanzata lontana che lo sta aspettando evocata  dal profumo di un foulard che probabilmente nessuno [...] Vai alla recensione »

domenica 5 maggio 2019
no_data

Un western umano quanto potenzialmente realistico, con una regia e montaggio spesso fuori dai canoni western e certamente inaspettatamente intimista. Interpretazioni magistrali.

venerdì 3 maggio 2019
giangixz

Il western è per eccellenza il genere che pone le sue fondamenta (e trova la sua forza) nell'antipsicologismo. Buoni da una parte, cattivi dall'altra, poche sfumature nel mezzo, come ben sintetizza Tarantino nel suo Django. E' chiaro che esistono delle eccezioni, ma la dinamica narrativa di solito è tutta esteriore. "I fratelli sisters" spiazza perché, al contrario, la dinamica narrativa è per gran [...] Vai alla recensione »

lunedì 6 maggio 2019
Vincenzo Ambriola

La conquista del West è stata fatta da migliaia di disperati che cercavano oro, terra da coltivare, un passato da far dimenticare. Lunghe colonne di carri hanno attraversato le pianure americane per arrivare nella terra promessa, la California. In queste colonne c'erano anche personaggi strani, con idee straordinarie per trovare l'oro o per fondare una nuova società.

mercoledì 8 maggio 2019
libero7210

Film lento, piatto, poco coinvolgente. Peccato per il cast di alto livello, penalizzato da una regia fiacca ed interpretazioni approssimative. Sicuramente uno dei film peggiori dell’anno. Ps. Chi grida al capolavoro sta scherzando?

Frasi
Noi siamo i fratelli sisters... s.i.s.t.e.r.s...come sorelle
Charlie Sisters (Joaquin Phoenix)
dal film I Fratelli Sisters - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
mercoledì 1 maggio 2019
Alessandra Levantesi
La Stampa

Ispirato al romanzo The Sisters Brothers (Arrivano i Sisters, Neri Pozza) del canadese Patrick DeWitt, il primo film in lingua inglese di Jacques Audiard dimostra che il regista/ sceneggiatore di Il profeta e Un sapore di ruggine e ossa sa navigare perfettamente nelle acque di un genere in teoria estraneo alle sue corde: anche se stiamo parlando di un western anomalo che, amalgamando l'epos del cinema [...] Vai alla recensione »

mercoledì 18 settembre 2019
Jacques Mandelbaum
Le Monde

La confrontation à l'Amérique est une expérience sporadiquement tentée par des auteurs français. C'est une manière de se mesurer au mythe, au genre, à la source même du grand rêve cinéphilique. Il s'agit généralement d'un « one shot », plus ou moins couronné de succès tant les conditions de tournage s'avèrent difficiles pour les étrangers au sérail hollywoodien.

martedì 7 maggio 2019
Luisa Morandini
Dizionario Morandini

Oregon 1851. Killer a pagamento nel West della corsa all'oro, i fratelli Eli e Charlie Sisters, con l'aiuto di John Morris, un investigatore umanista che li precede, sono assunti dal Commodoro per trovare Herman Warm, un chimico che possiede una formula che separa rapidamente l'oro dall'acqua e dagli altri minerali. Ma Warm nel frattempo ha fatto amicizia e si è alleato con Morris che gli ha cambiato [...] Vai alla recensione »

lunedì 6 maggio 2019
Fabio Fumagalli
Filmselezione

I fratelli Sisters non è un western tradizionale, fra quelli che ogni tanto vengono riesumati in omaggio al mito di un genere che si ostina a non voler scomparire. Accade non a caso, forse perché diretto da uno dei cineasti più costanti e spesso a modo suo originale come Jacques Audiard. Figlio di Michel, il più grande fra gli sceneggiatori del cinema grand publique francese, autore di una quantità [...] Vai alla recensione »

domenica 5 maggio 2019
Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

Urla, spari, cavalli avvolti dalle fiamme. Si apre così I fratelli Sisters (Les frères Sisters, Francia, Spagna, Romania, Belgio e Usa, 2018, 122'). Ed è questo il "gioco infantile", eppure violento e crudele, che affascina Eli (John C. Reilly) e Charlie (Joaquin Phoenix), fratelli assassini al servizio del Commodoro (Rutger Hauer). Chi sia Il Commodoro è appena accennato nel film che Jacques Audiard [...] Vai alla recensione »

domenica 5 maggio 2019
Fabio Ferzetti
L'Espresso

Nessun genere è più americano del western, nessun genere è più internazionale del western. Dunque plastico, accogliente, adattabile. Dai russi ai tedeschi, dai cinesi ai brasiliani, senza dimenticare i western spaghetti naturalmente, tutti prima o poi hanno cercato il loro West. Il francese Jacques Audiard, abile e talvolta memorabile reinventore di generi (suoi "Dheepan", "Un profeta", "Tutti i battiti [...] Vai alla recensione »

sabato 4 maggio 2019
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Ma quanto è bravo John C. Reilly, per fortuita combinazione questa settimana ve lo offrono doppio, nei due film che valgono il prezzo del biglietto: "I fratelli Sisters" e "Stanlio & Ollio" di Jon S. Baird. Qui è Eli Sisters, fratello di Charlie Sisters - ovvero Joaquin Phoenix - sì il dubbio sulla somiglianza viene anche a loro. Assassini prezzolati nell'Oregon dal 1851, per non lasciare dubbi sulla [...] Vai alla recensione »

sabato 4 maggio 2019
Valerio Caprara
Il Mattino

Il nero che occupa l'intera superficie dello schermo è squarciato da uno sparo, poi due, poi tre; risuonano poco distanti due voci secche e concitate... ed ecco che dal buio della notte emergono le sagome spettrali dei fratelli bounty killers. Un memorabile prologo in medias res che apre il sipario su "I fratelli Sisters", western di respiro antico intriso di schizofrenia moderna con cui il regista [...] Vai alla recensione »

sabato 4 maggio 2019
Peter Travers
Rolling Stone

Il titolo sembra uno scherzo: come hanno fatto Charlie Sisters (Joaquin Phoenix) e il fratello maggiore Eli (John C. Reilly) a crescere nel Vecchio West con un cognome del genere e a non essere totalmente impazziti? È il 1851 e i due lavorano come pistoleri al soldo del padrino locale, Commodore (Rutger Hauer). Il conflitto si intensifica quando il capo li manda a cercare Hermann Kermit Warm (Rice [...] Vai alla recensione »

venerdì 3 maggio 2019
Eugenio Renzi
Il Manifesto

Se Gustave Flaubert potesse aggiornare il suo Dizionario dei luoghi comuni, senza dubbio alla voce «Western» si leggerebbe: «sempre crepuscolare». E poi: «Un'eccezione, I fratelli Sisters di Jacques Audiard». Presentato in concorso alla Mostra di Venezia, è stato accolto come l'opera che infine porta il cinema francese nel genere cinematografico per eccellenza.

venerdì 3 maggio 2019
Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Concionare di politica, discettare di filosofia. Lavarsi i denti, tirare lo sciacquone. Ancora, abbracciarsi e tornare da mamma. No, non l'avevamo già visto, almeno in un western. Per approcciare da europeo - e in Europa - il genere archetipico del cinema americano, il francese Jacques Audiard si ricorda che è del genio la semplicità e mette in campo il tradizionale fuoricampo western: igiene personale, [...] Vai alla recensione »

venerdì 3 maggio 2019
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Non è West di cucina postmoderna, semmai un apologo più vicino alla fiaba western di formazione (girato in Romania), diretto da un francese, Jacques Audiard (Il profeta) con dosi di brillante humour nero, dal romanzo del canadese Patrick DeWitt (Neri Pozza), starring gli yankee Phoenix e Reilly. Dice assai il gioco di parole del titolo: brutali killer al soldo di un fantomatico Commodoro, uno bevitore [...] Vai alla recensione »

venerdì 3 maggio 2019
Marcos Uzal
Libération

La divertente incursione nel western di Jacques Audiard con un racconto filosofico buffo e sensibile è una bella sorpresa. Il fatto di doversi cimentare in un genere ben definito, adattando tra l'altro un romanzo (del canadese Patrick deWitt) per una coproduzione internazionale, girata in inglese con attori statunitensi, ha fatto sì che il regista francese abbia contenuto i suoi vizi.

venerdì 3 maggio 2019
Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

Oregon, metà del 19° secolo. Gli States ancora disuniti vivono di un solo verbo: conquistare. Terre, oro, anime. Non fanno eccezione i fratelli Sisters, pistoleri al servizio di un potente, eccentrici e brontoloni, mercenari all'occorrenza. Sul cammino verso Ovest e un "aggiustamento di conti" s'imbattono in personaggi altrettanto border e abbagliati dal pregiato minerale.

giovedì 2 maggio 2019
Alessandro Uccelli
Cineforum

Fin dal titolo, che si limita a evocare il nome "di battaglia" dei due protagonisti, il nuovo film di Jacques Audiard tocca le corde dei rapporti famigliari, e lo fa evidenziando il portato ironico del cognome, Sisters, di Eli (John C. Reilly) e Charlie (Joaquin Phoenix) una coppia di famigerati e scombinati (ma non troppo) fratelli assassini dell'Oregon, al soldo di un fantomatico Commodoro (che ci [...] Vai alla recensione »

giovedì 2 maggio 2019
Stefano Benedetti
Cult Week

"Io e te non ci siamo mai spinti così lontano" "Nella conversazione, intendi?" "Ma di che stai parlando? In linea retta! Io e te non ci siamo mai spinti così lontano in linea retta!". Basterebbe questo scambio di battute tra i due protagonisti per definire il nuovo "western" del francese Jacques Audiard, a Cannes Gran premio della Giuria 2009 per Il profeta e Palma d'Oro 2015 con Dheepan - Una nuova [...] Vai alla recensione »

giovedì 2 maggio 2019
Emiliano Dal Toso
Ciak

Charlie ed Eli Sisters (Joaquin Phoenix e John C. Reilly) hanno le mani sporche di sangue, sia quello dei criminali che degli innocenti. ll loro lavoro è uccidere, la loro vita è quella selvaggia e violenta del profondo West, impossibile da mettersi alle spalle. Il Commodoro (Rutger Hauer) li ingaggia per trovare un cercatore d'oro ed eliminarlo. Comincia così una caccia spietata dall'Oregon alla California [...] Vai alla recensione »

giovedì 2 maggio 2019
Adriano De Grandis
Il Gazzettino

Jacques Audiard si dà al western e con un cast di valore (Phoenix, Reilly, Gyllenhaal) firma "I fratelli Sisters", storia di due fratelli a servizio del potente e crudele Commodoro, che dà alla coppia incarichi di ricercare e uccidere persone che ostacolano i suoi affari. Siamo nell'Oregon di metà Ottocento. Il primo film anglofono del regista francese pone ancora una volta l'individuo a cospetto [...] Vai alla recensione »

mercoledì 1 maggio 2019
Maurizio Acerbi
Il Giornale

II titolo (in italiano «i fratelli Sorelle»), già richiama il tono di commedia che contraddistingue questo bel western, vecchia maniera. Il che non vuol dire che manchi il dramma; anzi. I due consanguinei sono il più attaccabrighe Charlie e il posato Eli. Due killer che, per conto di un boss dell'Oregon, danno la caccia a un detective e ad un chimico che ha inventato una formula per trovare l'oro. Vai alla recensione »

mercoledì 1 maggio 2019
Aldo Spiniello
Sentieri Selvaggi

È facile rimanere interdetti di fronte a un oggetto strano come I fratelli Sisters. Non solo perché mostra pochi appigli rispetto all'immaginario western, quasi tutti relativi a una dimensione puramente esteriore, quella dei tipi, delle situazioni, del set designing. Ma ancor più perché sembra evitare deliberatamente qualsiasi confronto o scontro con il mito del genere.

mercoledì 1 maggio 2019
Massimo Causo
Duels.it

Progressivi spostamenti del rancore, un po' come sottrarre terreno al mito della Frontiera in cui questa volta si spinge: con The Sisters Brothers (Venezia 75), Jacques Audiard sembra quasi voler dissolvere quel grumo di materia oscura che il suo cinema si porta dentro da sempre, quella brumosa disposizione alla rabbia dei sentimenti in cui i suoi personaggi si incidono.

mercoledì 1 maggio 2019
Anton Giulio Onofri
Close-Up

Dedicato a suo fratello, morto all'età di 25 anni, Jacques Audiard ha portato in concorso a Venezia 75 The Sisters Brothers, una storia Western tratta dall'omonimo romanzo di Patrick de Witt, che qualche anno fa gli venne proposta a Toronto (nell'occasione della presentazione di Un sapore di ruggine e ossa) da John C. Reilly e da sua moglie, la produttrice Alison Dickey.

martedì 30 aprile 2019
Emanuela Martini
Film TV

«Devo confessare che i momenti più felici della mia vita sono stati quelli trascorsi nella natura selvaggia del Far West, con una bella provvista di ceppi di pino secchi sul fuoco» leggiamo in un libro di John Morris, il malinconico detective erudito che in I fratelli Sisters dà la caccia al cercatore d'oro filosofo e alchimista Hermann Warm, che poi i due fratelli assassini dovranno torturare ed eliminare, [...] Vai alla recensione »

martedì 9 aprile 2019
Teresa Marchesi
Huffington Post

Il segreto per reinventare il western è non amare il western. È un paradosso però che vale a condizione che lo sperimentatore si chiami Jacques Audiard e abbia alle spalle solo film molto belli e molto premiati ("Il profeta","Un sapore di ruggine e ossa", "Dheepan", tra gli ultimi). E a condizione che possa disporre, per un western di puro conio europeo come "The Sisters Brothers", di un 'dream team' [...] Vai alla recensione »

domenica 7 aprile 2019
Simran Hans
The Guardian

In gold rush-era Oregon, bickering bounty hunters Eli and Charlie Sisters (John C Reilly and Joaquin Phoenix respectively) pursue the chemist Hermann Kermit Warm (Riz Ahmed), accompanied by detective John Morris (Jake Gyllenhaal, overenunciating to an embarrassing degree). Based on Patrick deWitt's 2011 novel, French director Jacques Audiard's English-language debut is a revisionist western.

venerdì 5 aprile 2019
Geoffrey MacNab
The Independent

Jacques Audiard's The Sisters Brothers follows in a long tradition of European-made westerns. It has a primarily American cast, a French director and was shot in Spain. Its producers include everyone from its star, John C Reilly, to Belgian arthouse auteurs, the Dardenne brothers. In spite of its mongrel background, this is a reassuringly old-fashioned affair.

giovedì 4 aprile 2019
Robbie Collin
The daily Telegraph

"Have you noticed how long it's been since anyone tried to kill us?" Eli Sisters (John C Reilly) observes as he and his younger brother Charlie (Joaquin Phoenix) clop across the sunbaked Oregon brush. As two bounty hunters in the employ of a vindictive small-town lawmaker known as the Commodore (a quick, sly cameo for Rutger Hauer), dodging bullets is business as usual for the Sisters brothers, the [...] Vai alla recensione »

lunedì 1 aprile 2019
Marzia Gandolfi
La Rivista del Cinematografo

Jacques Audiard si avventura nell'America polverosa e avida della gold rush e trova una pepita luccicante. Western intimista a cielo aperto e in forma di favola, ci sono degli eroi, delle prove iniziatiche, dei simboli edificanti, delle morali certe, I fratelli Sisters riflette a colpi di colt sulla fraternità biologica. Al cuore del racconto due fratelli orfani di un padre orco di cui si sono liberati [...] Vai alla recensione »

venerdì 28 settembre 2018
Ann Hornaday
The Washington Post

"The Sisters Brothers," a western set in Oregon and California during the febrile heights of the Gold Rush, opens with an arresting scene: a shootout filmed almost entirely in darkness, with the sparks from popping guns its only illumination. The sequence ends with a terrifying barn fire, and the spectral image of a horse running away from the carnage in flames.

giovedì 20 settembre 2018
Manohla Dargis
The New York Times

The first time you see Eli and Charlie Sisters, they are raining down death in the night. It's 1851, somewhere in the Oregon Territory, and the sky is as black as a bottomless well. Voices and gunfire puncture the gloom as Eli (John C. Reilly) and Charlie (Joaquin Phoenix) descend, entering a cabin and shooting dead one man after another. By the time the ground is littered with corpses, a nearby barn [...] Vai alla recensione »

giovedì 20 settembre 2018
Justin Chang
The Los Angeles Times

Much of the action in "The Sisters Brothers," a funny, stirring, brutal story about four men searching for gold and deliverance in the Old West, is set in motion by an invention - a chemical solution - that might be every prospector's dream. At one point we get to see it in action: It's poured into a riverbed that suddenly glows bright blue, revealing its precious bounty like a shimmering mirage.

martedì 11 settembre 2018
Eric Libiot
L'Express

Donc le voilà. Enfin. The film. Le western de Jacques Audiard, Les frères Sisters, la semaine prochaine en salles, le 19. Mais tout de suite ici, car il faut lancer la machine afin que vous soyez prêts. Cirer les santiags, bouchonner le canasson, graisser le révolver, nettoyer la piste. C'est du boulot. Mais c'est un minimum. En résumé : deux frangins tueurs à gages dans le grand Ouest doivent exécuter [...] Vai alla recensione »

lunedì 3 settembre 2018
Francesco Alò
Il Messaggero

Il western continua a essere dannatamente divertente a Venezia dopo il film a episodi dei fratelli Coen. The Sisters Brothers di Jacques Audiard (Palma d'oro a Cannes nel 2015 con Deephan) è un'esilarante cavalcata di due coppie a tema v-rilità & utopia. I fratelli Sisters (Phoenix e Reilly), uomini di fiducia di un gangster locale, inseguono un chimico che ha scoperto come trovare più facilmente l'oro [...] Vai alla recensione »

lunedì 3 settembre 2018
Emiliano Morreale
La Repubblica

Il francesissimo Audiard riesce nel genere western meglio di come abbiano fatto negli ultimi tempi la gran parte dei registi americani. Forse perché il suo principale obiettivo non è il gioco cinefilo o la riflessione sulla "nascita di una nazione" ma una storia divertente e con una tensione narrativa e morale non superficiale tra i personaggi. Hermann Warm (Riz Ahmed) è un mite uomo in fuga.

lunedì 3 settembre 2018
Alessandra Levantesi
La Stampa

Pare che la stilizzata prosa di Patrick DeWitt, il romanziere canadese di «The Sisters Brothers», produca un effetto comico, ma non definiremmo «comico» il film che il regista francese Jacques Audiard ne ha tratto. Di certo l'ironia del destino è il motore della storia, e si può sorridere di alcune situazioni, ma si sa che il regista di «Il profeta» dei suoi personaggi ama esplorare l'innocenza vulnerata [...] Vai alla recensione »

domenica 2 settembre 2018
Peter Bradshaw
The Guardian

Jacques Audiard is the French director who has notably absorbed American ideas into his downbeat Melvillian jazz of crime and noir. Now he has taken on that other great American genre, the Western, in this resoundingly enjoyable and funny movie, adapted by Audiard and Thomas Bidegain from the Booker-shortlisted novel by Patrick DeWitt. Given that it comes so soon after the Coen brothers' The Ballad [...] Vai alla recensione »

domenica 2 settembre 2018
Todd McCarthy
The Hollywood Reporter

The jovially titled The Sisters Brothers would have felt very much at home among the gorgeous, idiosyncratic revisionist Westerns of the early 1970s. What this will mean to audiences 45 years on is another question. This first English-language outing by the ever-adventurous French director Jacques Audiard (A Prophet, Rust and Bone) is a connoisseur's delight, as it's boisterously acted and detailed [...] Vai alla recensione »

venerdì 9 marzo 2018
Enrico Azzano
Quinlan

Charlie ed Eli Sisters vivono in un mondo selvaggio e ostile. Hanno le mani sporche di sangue: sangue di criminali, ma anche di innocenti. Non hanno scrupoli a uccidere. È il loro lavoro. Charlie, il fratello più giovane, è nato per uccidere. Eli, invece, sogna una vita normale. Il Commodoro li ingaggia per scovare un uomo e ucciderlo. Comincia così una spietata caccia dall'Oregon alla California: [...] Vai alla recensione »

NEWS
VIDEO RECENSIONE
martedì 30 aprile 2019
A cura della redazione

Oregon, 1851. I fratelli Sisters sono pistoleri al servizio del Commodore, padrino locale che li mette sulle tracce di Herman Warm, cercatore d'oro fuggito in California. A precederli nella caccia è John Morris, che ha il compito di rintracciare Warm [...]

TRAILER
martedì 26 marzo 2019
 

Oregon, 1851. Eli e Charlie Sisters sono fratelli e pistoleri virtuosi al servizio del Commodore, padrino locale che li lancia sulle tracce di Herman Warm, cercatore d'oro fuggito in California. L'uomo ha messo a punto un processo chimico per separare [...]

TRAILER
giovedì 24 gennaio 2019
 

Oregon, 1851. Eli e Charlie Sisters sono fratelli e pistoleri virtuosi al servizio del Commodore, padrino locale che li lancia sulle tracce di Herman Warm, cercatore d'oro fuggito in California. L'uomo ha messo a punto un processo chimico per separare [...]

NEWS
lunedì 26 novembre 2018
 

Oregon, 1851. Eli e Charlie Sisters sono fratelli e pistoleri virtuosi al servizio del Commodore, padrino locale che li lancia sulle tracce di Herman Warm, cercatore d'oro fuggito in California. L'uomo ha messo a punto un processo chimico per separare [...]

winner
miglior regia
Festival di Venezia
2018
winner
miglior regia
Cesar
2019
winner
miglior fotografia
Cesar
2019
winner
miglior scenogr.
Cesar
2019
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati