Tutti i santi giorni

Film 2012 | Commedia 102 min.

Regia di Paolo Virzì. Un film Da vedere 2012 con Luca Marinelli, Thony, Micol Azzurro, Claudio Pallitto, Stefania Felicioli. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2012, durata 102 minuti. Uscita cinema giovedì 11 ottobre 2012 distribuito da 01 Distribution. - MYmonetro 3,34 su 96 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Tutti i santi giorni tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

La storia d'amore tra Giulio e Antonia, diversissimi ma incredibilmente compatibili. Due giovani alle prese con l'idea di avere un figlio che non vuole arrivare. Il film ha ottenuto 2 candidature ai Nastri d'Argento, 8 candidature e vinto 6 David di Donatello. In Italia al Box Office Tutti i santi giorni ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 2 milioni di euro e 840 mila euro nel primo weekend.

Tutti i santi giorni è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,34/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,08
PUBBLICO 3,27
CONSIGLIATO SÌ
Una commedia umana e intima sulla possibilità dei legami nella possibilità del deserto del reale.
Recensione di Marzia Gandolfi
lunedì 8 ottobre 2012
Recensione di Marzia Gandolfi
lunedì 8 ottobre 2012

Guido è una persona gentile. Dotto e appassionato di lingue antiche e agiografia protocristiana, è portiere d'albergo e compagno innamorato di Antonia, che sveglia ogni santo giorno col caffè, due cucchiai d'amore e l'illustrazione di santi, eroi e martiri. Impiegata in un autonoleggio col talento per la musica, Antonia ricambia Guido col medesimo trasporto. Precari nella vita ma saldi nei sentimenti, Antonia e Guido spendono i loro giorni a troppe fermate d'autobus da Roma, condividendo affanni e giardino con un vicinato greve che prova a sopravvivere tra una partita della 'maggica' e un figlio sempre in arrivo. A non arrivare mai è invece il loro bambino, desiderato e cercato con ostinazione e pianificazione tra luminari in odore di santità e ginecologhe progressiste. Assistiti, nella fecondazione artificiale e nel quotidiano tangibile, dal loro inalienabile amore, Antonia e Guido si perderanno per ripartire un'altra volta, (ri)chiamando l'attacco della loro canzone.
Si respira un'aria nuova nella commedia sentimentale di Paolo Virzì, che preferisce un percorso intimo, producendo la massima espressione di umanità incalzata da una realtà impoverita. Con toni morbidi ed eleganti che rivelano un chiaro intento introspettivo, Tutti i santi giorni è abitato da due ritratti complessi che si muovono tra espressioni d'amore e giornate niente affatto particolari. Perché Antonia e Guido vivono la dimensione liquida dell'impiego e agiscono nell'infinita e impersonale periferia romana, quella delle tangenziali, dei raccordi, dei centri commerciali, delle scale mobili, delle facciate a vetro, delle hall d'albergo, degli ospedali, delle stazioni.
Diversamente da Tutta la vita davanti, di cui mantiene l'astrazione degli spazi, Tutti i santi giorni focalizza due protagonisti a partire dalla locandina con cui il film si presenta al pubblico. La affine disposizione prossemica dei personaggi dei film rivela una continuità e una congruenza nella produzione dell'autore livornese, sensibile alla rappresentazione dei precari in marcia verso un 'sol dell'avvenire' che tarda a venire. Comparando i due manifesti si osserverà alle spalle dei protagonisti l'assenza di quel quarto stato inscenato due commedie fa. Tutti i santi giorni, altrimenti da Tutta la vita davanti, si incunea in quel ceto medio che è ormai classe unica e focalizza un uomo e una donna indagati dal di dentro e dentro il rapporto costitutivo col mondo. Antonia e Guido praticano l'esercizio dell'impegno come replica alla dissimulazione e agli incubi nascosti nei meandri dell'identità e della società. Sono persone vere che dall'interno di questo immenso ceto medio mondiale muovono una lotta propositiva, magari apprensiva, magari impacciata, contro le trappole e le insidie del quotidiano, contro l'inarrestabile (s)volgersi dei giorni e del tempo, che il regista sospende sulle note di Thony. Vere e proprie romanze che lasciano emergere i tempi dell'innamoramento.
Tutto si muove intimamente nella commedia romantica di Virzì, fino a toccare le corde più sensibili di un'umanità essenziale: amore, ragione, sentimento, libertà, destino, desiderio (di essere madre, di essere padre), dolore (di non esserlo). Ogni scelta di regia sembra essere dentro le possibilità delle vite dei protagonisti, interrogandosi su come si parla oggi d'amore e come si parla oggi l'amore. Quali i tempi e i ritmi di queste parole, interpretate con sorprendente e ironico sentimento da Thony e Luca Marinelli, 'numero primo' portatore di uno sguardo vibrante e ipersensibile. Attingendo alla migliore tradizione della commedia all'italiana, senza sfuggire il mélo nell'eccesso narrativo, nell'accentuazione dei caratteri e nella predilezione del tessuto urbano, Virzì infila una storia che sa ascoltare e sa aspettare, una storia sul superamento del dolore mentre si è nella 'tragedia' attraverso le relazioni umane, una storia sulla possibilità dei legami nella possibilità del deserto del reale.
Scritta a sei mani con Francesco Bruni e Simone Lenzi, autore del romanzo a cui il film è liberamente ispirato, Tutti i santi giorni è una commedia umana per chi non ha fretta e paura intellettuale del pathos.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
TUTTI I SANTI GIORNI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €13,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 11 ottobre 2012
Simona Tudisco

Ha ragione Paolo Virzì quando dice che oggi non è facile parlare d’amore in modo realistico e non melenso. Allo stesso tempo è difficile parlare in modo non melenso di un film che parla d’amore.Quello che serve,in generale,è l’equilibrio, esattamente come nelle vere storie d’amore.Partiamo da paio di ‘annotazioni tecniche’: il film di Virzì si intitola “Tutti i santi giorni,sarà nelle sale da giovedì [...] Vai alla recensione »

lunedì 22 giugno 2015
sergio dal maso

Guido, un trentenne toscano tranquillo e coltissimo, appassionato di santi e martiri del cristianesimo. Poteva accettare una prestigiosa cattedra in una università degli Stati Uniti, invece fa il portiere notturno in un grande Hotel di Roma. Antonia, un’irascibile e irrequieta ragazza sicula, talentuosissima cantante folk, dalla voce suadente e ammaliante.

lunedì 29 ottobre 2012
Zoom e Controzoom

Il film ha avuto il contributo dal Ministero per i beni e le Attività Culturali, nonostante ciò lo giudico irriverente per come propone il tema: irriverente è la mancanza di ironia o di qualsiasi altro imprinting che non sia la superficialità, con la quale mette al centro di tutto il movimento centripeto del film, il desiderio di maternità di una donna.

sabato 20 ottobre 2012
Giulio Vivoli

Da tutta la vita davanti a tutti i santi giorni il cambio di punto di partenza e di prospettiva e' significativo: dalla condizione di infelicita' sociale e personale drammatica e senza scampo di un'intera vita da precari, si passa ad una considerazione del quotidiano faticosa e precaria, ma tutto sommato accettata e vissuta con gioiosa rassegnazione.

domenica 21 ottobre 2012
Gianni Perego

A pensarci bene, forse, in questo momento, in questo paese neanche il cinema scoppia di salute civile. O almeno suoi pezzi rilevanti. A fronte di opere come quelle di Bellocchio e Garrone che affrontano a viso aperto e a schiena dritta alcuni tra gli aspetti più desolanti della società italiana odierna, infatti, ve ne sono altre che, invece, sotto gli stessi profili, non brillano di luce propria. E [...] Vai alla recensione »

sabato 6 ottobre 2012
serenasottini

    "Tutti i santi giorni   Visto..."Tutti i santi giorni"...Virzì style ...Non comicità spinta ma tanta ironia e molto sentimento.      Una città' immensa, caotica...una coppia come tante lei lavora in un'agenzia di noleggio autovetture di giorno, lui lavora di notte .

lunedì 25 marzo 2013
ultimoboyscout

Guido e Antonia sono una coppia particolare ma ben affiatata. Lui è figlio di intellettuali, lavora come portiere di notte, ha una laurea in filologia classica, è discreto, gentile e ama leggere. Lei è il suo opposto ma gli è complementare, è insoddisfatta di se, ama cantare, non ha un buon rapporto coi suoi genitori e ha un passato sentimentale del tutto scombinato.&nb [...] Vai alla recensione »

venerdì 8 gennaio 2016
ciccio300791

In "Tutti i santi giorni," Paolo Virzì dà (quasi) il meglio di sé creando un caso raro di film in grado di arricchire la trama del romanzo cui è ispirato. A differenza del romanzo "La generazione," di cui "Tutti i santi giorni" è una rivisitazione molto libera, il film non si concentra esclusivamente sui sacrifici che una coppia  fa [...] Vai alla recensione »

giovedì 24 luglio 2014
Marce84

Tutti i santi giorni è innanzitutto una storia d’amore. E’ una storia d’amore non convenzionale, tra due personaggi dai caratteri diversissimi e ben interpretati da Luca Marinelli e Thony. La loro interpretazione è così reale e intensa da coinvolgere lo spettatore e “fare il tifo” per la loro relazione nello squallore e nelle difficoltà della [...] Vai alla recensione »

domenica 23 ottobre 2016
enzo70

  Una delle principali capacità di virtù è quella di riuscire a raccontare in maniera sempre originale vizi e virtù dell’Italia di oggi. Guido e Antonia sono due ragazzi innamorati, diversi, ma innamorati. Guido è gentile e colto. Laureato in lingue antiche e profondo conoscitore dell’agiografia protocristiana fa il portiere di notte in un [...] Vai alla recensione »

domenica 12 luglio 2015
BolognaPsico

Se non partiamo con eccessive pretese ed accetiamo il film nella sua semplicità si guarda volentieri. L'argomento trattato e le dinamiche che può scaturire sono decisamente interessanti. Vorrei soffermare però la mia atttenzione su un particolare che mi ha colpito: il RITMO di vita dei protagonisti, in particolare Giulio. Sembra che riescano a tenere in piedi un mondo tutto [...] Vai alla recensione »

mercoledì 30 gennaio 2013
archipic

Davvero riuscito questo  film di Virzì; racconta l'amore tra due ragazzi, ognuno con caratteristiche molto particolari, che è continuamente messo alla prova da un bimbo che non vuole arrivare, dal lavoro che non consente di vivere insieme la giornata, e dal resto del mondo che sembra non accorgersi dei loro problemi e delle loro preoccupazioni.

martedì 16 ottobre 2012
Gabriele Marolda

Lui, Giorgio, è un giovane toscano timido e colto, di famiglia di medio-alta borghesia, appassionato di letteratura antica, che per vivere lavora come portiere di notte in un grande albergo romano. Lei, Antonia detta Thony, è una siciliana di famiglia assai modesta anche se agiata, di scarsa cultura ma dotata di buona capacità musicale, che coltiva cantando la sera in locali [...] Vai alla recensione »

domenica 14 ottobre 2012
Flyanto

 Film sugli innumerevoli tentativi fatti da una coppia al fine di concepire un bambino. Attraverso le infinite vicissitudini dei protagonisti Paolo Virzì, come sempre, è l' attento osservatore dei costumi della società riuscendone a coglier in maniera dolcemente comica tutti i profondi aspetti. Così la pellicola diventa piacevole a vedersi e nello stesso tempo motivo [...] Vai alla recensione »

mercoledì 24 ottobre 2012
dafni

La storia ruota attorno a Guido ed Antonia, una giovane coppia di innamorati, che desidera più di ogni altra cosa avere un figlio. Lui è un uomo molto colto, che ama studiare e documentarsi ed è un grande esperto di agiografia;  lei, invece, è l'artista dei due, ispirata dal proprio genio creativo è autrice delle canzoni che interpreta.

giovedì 18 ottobre 2012
giugy3000

In una Roma attualissima due modi diversi di vivere la vita si incontrano e si amano sin dal primo momento: Guido e Antonia sono una perfetta sintonia di poli opposti, nonchè incarnazione ottimale di una coppia in stampo anno 2012. Vivono in un piccolo appartamento in affitto, svolgono lavori precari e poco soffisfacenti, ma non fanno certo morire il loro amore per la vita, per il sesso e per le loro [...] Vai alla recensione »

mercoledì 17 ottobre 2012
Gasten

Lanciata come una delle commedie più attese ed interessanti dell'Autunno, "Tutti i Santi Giorni" arriva al cinema con sulla schiena un fardello piuttosto gravoso: l'impegno, da parte di Paolo Virzì, di continuare a inserire all'interno dei suoi film temi sociali estremamente attuali, come avvenuto con il riuscitissimo "Tutta la vita davanti".

mercoledì 17 ottobre 2012
olgadik

Virzì ha smorzato il suo sguardo, acuto con humour, nel confotografare il reale ed ha addolcito le punte d’autore di commedie di costume, per vestire di tenerezza i due personaggi principali dell’ultimo film: una lei e soprattutto un lui che più dolce e romantico non si può. Forse sta proprio in questa attenzione e positività data al protagonista maschio della [...] Vai alla recensione »

lunedì 15 ottobre 2012
MarcoCremona

Non so se esiste l'espressione drammedy (i.e. un film che frulla dramma e commedia amalgamando i due generi così bene da non riuscire più a distinguerli) ma credo che Virzì la rappresenti a pieno. Sarà pure l'ennesimo film provinciale che descrive un microcosmo tutto italiano fatto di luoghi comuni, spiccati accenti dialettali e con tanta voglia di scappare [...] Vai alla recensione »

sabato 2 novembre 2013
rita branca

  Tutti i santi Giorni, film  (2012) di Paolo Virzì con Luca Marinelli, Thony, Micol Azzurro, Claudio Pallitto, Stefania Felicioli   Un altro film intenso di Paolo Virzì che narra con sincerità di una deliziosa coppia dei nostri giorni, che si ama appassionatamente da sei anni e convive in inconsueta armonia: Antonia, trentatreenne meridionale, fa l’impiegata [...] Vai alla recensione »

giovedì 18 ottobre 2012
asiul cat

Nuova fatica di Virzì…  TUTTI I SANTI GIRNI film riuscitissimo dopo il ormai già accreditato La prima cosa bella. In questo film Virzì ci narra la storia di due giovani. La coppia formata da  Antonia e Guido. Lui uno studioso esperto latinista che saprebbe parlare in una perfetta lingua ‘morta’ e lei cantante trasgressiva…praticamente, ma solo [...] Vai alla recensione »

domenica 14 ottobre 2012
Linus2k

Ammetto che da tempo sono convinto che Paolo Virzì sia l'unico grande erede di quella meravigliosa Storia della Commedia Italiana che ci ha resi tanto famosi nel Mondo e, salvo qualche piccolo scivolone, non ha mai tradito le aspettative. "Tutti i santi giorni" è una bella commedia su una coppia, sull'armonia e l'alchimia che si può creare [...] Vai alla recensione »

domenica 21 ottobre 2012
luciabari

Il nuovo lavoro di Virzì: ‘Tutti i santi giorni’ è una commedia sulla vita di due giovani ragazzi che hanno voglia di combattere per il loro amore. C'è un portiere di notte, Guido, che sa tutto sui santi ed è uno studioso della cultura classica. Ha i capelli lunghi, è timido, riservato, ed educato. C’è Antonia (Thony), la sua ragazza, [...] Vai alla recensione »

martedì 16 ottobre 2012
geremia2001

Dopo La prima cosa bella incentrato sull'amore per la figura materna, Paolo Virzì torna in sala con un canto d'amore per i figli: quelli in attesa e quelli che non verranno mai. Già, perché quella di Guido e Antonia è la storia di due ragazzi alle prese con un bebè che non vuol proprio arrivare, per quanto lo desiderino e ci si mettano d'impegno. Ricorrono così a ginecologi, luminari e cliniche specialistic [...] Vai alla recensione »

domenica 14 ottobre 2012
no_data

Cos'è. Tutti i santi giorni è verità, semplicemente. Se l'arte di un insegnante è quella d'insegnare, l'arte di un regista è quella di arrivare dritto al punto, nel senso emotivo ma soprattutto sensitivo... e questo è un film che stimola tutti i nostri cinque sensi andando, perché no, a stuzzicarne un sesto.. del tutto ipotetico, praticamente magico.

giovedì 11 ottobre 2012
Giulianauta

...ottime le musiche, specie quella di apertura: la Pastorale di Beethoven, ottime anche le citazioni colte e insuperabile l'amore per la lettura e per la cultura classica che traspare dal protagonista. Ottime le inquadrature (le prime) su Roma partendo dalla Sinagoga. Da un inizio vivace si snoda una vicenda semplice in apparenza: il desiderio di maternità, ma il troppo insistere su queste note rende [...] Vai alla recensione »

domenica 21 ottobre 2012
Tristano

Una commedia originale e divertente mancava da qualche mese o forse piu' . La recitazione nostrana di tutti gli attori , ognuno con i propri accenti e le proprie sfumature , arricchiscono il lungometraggio e fanno in modo di strappare piu' di un sorriso. Gli argomenti trattati , specie la volontà di rimanere incinta della protagonista , tengono lo spettatore attento , allontanandolo dallo stereotipo [...] Vai alla recensione »

giovedì 18 ottobre 2012
asiul cat

Nuova fatica di Virzì…  TUTTI I SANTI GIRNI film riuscitissimo dopo il ormai già accreditato La prima cosa bella. In questo film Virzì ci narra la storia di due giovani. La coppia formata da  Antonia e Guido. Lui uno studioso esperto latinista che saprebbe parlare in una perfetta lingua ‘morta’ e lei cantante trasgressiva…praticamente, ma solo [...] Vai alla recensione »

mercoledì 17 ottobre 2012
Phileas Fogg

Paolo Virzì dimostra ancora una volta con questo film di essere un regista praticamente unico nel panorama italiano attuale. In questo momento nessuno come lui riesce a realizzare film in cui lo spettatore riesce a sorridere, a volte anche a ridere, mentre viene descritto lo sfascio della nostra società (penso a Caterina va in città o a Tutta la vita davanti) o vengono raccontate storie di dolore o [...] Vai alla recensione »

domenica 21 ottobre 2012
BARONE DI FIRENZE

Un film di sentimenti che conferma la teoria che gli opposti si attraggono, stupefacenti questi attori per me sconosciuti, l'antonia (Tony) oltre a recitare bene ha una carica di sensualità notevole. Luca Marinelli bravissimo nel ruolo del buono come il pane, ma anche tutto il cast ha ben figurato, molto commevente la scena dell'amica incinta che si lascia andare al sentimento di del bisogno d'affetto. [...] Vai alla recensione »

domenica 21 ottobre 2012
joker 91

Virzi da attento osservatore della realtà sociale italiana ci racconta uno spaccato della nostra storia presente attraverso 2 stereotipi diversi uno dall'altro ma che hanno bisogno uno dell'altro per sopravvivere rappresentati da due bravissimi ed giovanissimi attori da considerarsi a dir poco superlativi sul quale puntare per il futuro del nostro cinema che si sta pian piano riprendendo.

martedì 16 ottobre 2012
laurettafelice

Film veramente ben riuscito, ben girato, commovente e ironico, moderno e al passo con i tempi, traduce in pellicola temi attuali e interessanti, l'amore tra ragazzi non proprio giovanissimi che vivono come molti di noi oggi, lavori improvvisati, i sogni lasciati nel cassetto chiuso a chiave, convivenze in appartamenti disordinati e simpatici, la ricerca difficile di un figlio, la situazione di [...] Vai alla recensione »

sabato 3 novembre 2012
AldoT

Bella sorpresa il film " Tutti i santi giorni". Regia schietta e intelligente. Trovo che i due protagonisti hanno ben reso con la loro personalità e recitazione il fluire della vita quotidiana, la forza e la bellezza delle piccole cose. Il regista indaga varie problematiche di una relazione sentimentale come tante, problematiche che sono inscindibili dalle problematiche famigliari [...] Vai alla recensione »

sabato 6 ottobre 2012
serenasottini

    "Tutti i santi giorni   Visto..."Tutti i santi giorni"...Virzì style ...Non comicità spinta ma tanta ironia e molto sentimento.      In una metropoli si racconta la storia di una coppia alle prese con l'ignoranza, le preoccupazioni unite a fobie e le gioie dell'attesa nella speranza dell'arrivo [...] Vai alla recensione »

venerdì 19 ottobre 2012
Lacriss

Paolo Virzi ha definito il suo film…Tutti i santi giorni un film piccolo e intimo…io invece preferisco definirlo un gran bel film , ricco di emozioni, realtà e speranza.  Parla di una storia di eccezioni , due ragazzi che non hanno avuto paura a scegliersi, ma che si amano follemente...lui  Guido..cosi calmo ,colto e studioso di lingue antiche accetta il lavoro [...] Vai alla recensione »

mercoledì 24 ottobre 2012
Tanus78

Virzì è un lavoratore onesto che sa come tenere in continuo movimento la macchina da presa. Ha ritmo, tira fuori il meglio dai suoi attori e soprattutto ritrae con notevole fedeltà il contemporaneo, senza coloranti da fiction TV. Fa commedie agrodolci, le stesse con le quali gli USA e i multisala ci riempiono la programmazione da sempre, quelle per il classico pubblico "medio" [...] Vai alla recensione »

giovedì 18 ottobre 2012
ANNA V.

E' la battaglia quotidiana che un sentimento tenero e delicato deve sostenere con l'arroganza e la rozzezza della gente. Il sentimento tenero e delicato è incarnato da Guido Caselli, ragazzo colto, ironico, romantico, convinto che con la gentilezza e la cortesia tutto possa essere affrontato e risolto; l'arroganza e la rozzezza sono invece rappresentate da [...] Vai alla recensione »

martedì 16 ottobre 2012
ElyCosty

Andare al cinema nutrendo tante aspettative dal nuovo film di Virzì, e restare piuttosto indifferenti all'uscita dalla sala. Dire delusi sarebbe troppo, vorrebbe dire non aver colto l'anima dell'ultima opera del regista dai toni intimi, ma mai scontati, o sdolcinati. Eppure, dopo quel capolavoro dell'italianità più vera e genuina che per me è stato La prima [...] Vai alla recensione »

lunedì 22 ottobre 2012
giorgio47

Questa non è una recensione ma solamente due righe che possono essere utili a chi deve andare a vedere il film.Mi sono annoiato, anzi indispettito nel vedere un film insulso e con tutti personaggi al limite della macchietta; niente di comico o simpatico, nemmeno un sorriso, salvo l'ultima scena, quella a film finito, che mi è piaciuta.

giovedì 11 ottobre 2012
Meursault

Pare che in Virzì la vocazione provinciale sia inesauribile. Un film semplicemente disonesto. Impossibilitato a raccontare la realtà della periferia e del precariato come necessiterebbero questi tempi disperati, Virzì si limita a ritrarre due figurine posticce e francescane (in Italia pura avanguardia) che tra tanti problemi mondiali (sottolineo mondiali) hanno il bisogno compulsivo di procreare.

domenica 14 ottobre 2012
hermes

il passaparola non funziona, perchè il film è oggettivamente lento, palloso e supponente. mi dispiace.

giovedì 11 ottobre 2012
Candreva

Virzì, un altro film così e....meglio no. Ti deve aver fatto male l'aria di Roma, torna a Livorno, dammi retta.

lunedì 21 gennaio 2013
si.ssi

Thony è decisamente inadeguata a fare l'attrice. Non mi ha convinta assolutamente nè come attrice e nè come cantante (non se ne puo' piu' di pseudo-cantanti che scimmiottano Cat Power!)...questa volta volevo dare una possibilità al film,che già non mi convinceva...lo devo ammettere,e ne sono rimasta tanto delusa. secondo me questa volta Virzì ha veramente risparmiato troppo per il cast!Bravo Luca Marinelli [...] Vai alla recensione »

venerdì 19 ottobre 2012
Daniele54

Se non l'avesse diretto il regista di Ovosodo, sarebbe passabile. Ma da Virzì mi aspettavo qualcosa di più. La trama è banale. Non ci sono elementi di novità che la distinguano da una qualsiasi cronachina di tutti i giorni. Il tema dell'amore è trattato in maniera acritica asettica privo di qualsiasi elemento di contrasto che lo rendono parte della realtà.

sabato 10 novembre 2012
Nino Pell.

Con tutta sincerità, questo film non mi è piaciuto. Dopo la magia e l'intensità di una pellicola capolavoro quale è stata "La prima cosa bella", questa volta il regista Virzì mi delude nell'aver trattato un tema delicato come quello della fecondazione (che ingloba una serie di problematiche non indifferenti) con un tocco di giovanilismo troppo frivolo e soprattutto un pò troppo vivace per i miei gusti. [...] Vai alla recensione »

sabato 13 ottobre 2012
renato volpone

Una coppia, sei anni che stanno insieme e il desiderio di un figlio. Gli esami per lui e per lei, i tentativi, la fecondazione assistita senza nessun risultato. La crisi inevitabile, il riavvicinamento e il cane che entra in famiglia. Questa é la descrizione sintetica della storia, che é la storia di molte coppie, il dramma delle donne sterili.

lunedì 15 ottobre 2012
il Poeta marylory

TUTTI I SANTI GIORNI Mi spiace dire che è un non film, da pensare che anche il libro non è consigliabile... D'accordo che mette a fuoco in maniera verosimilmente il desiderio di aver un "figlio". Ma la caduta di questa coppia paradossalmente improvvisata è solo miseria umana, senza dignità e non "resurrezione"... Il regista doveva finire il film con l'inquadratura dei due attori (bravi) e il [...] Vai alla recensione »

domenica 14 ottobre 2012
Ale.Tru

Vi giuro che dopo aver letto la recensione non andrò a vedere questo film. Cosa succede nel film? Una vita piatta che scorre senza entusiasmo, in un Paese altrettanto piatto e senza entusiasmo? Il Quarto Stato, di cui si parla nella recensione, è una compagine unita e combattiva non uno scorrere d'acqua stagnante, che poi è la sensazione da sogni infranti che viene su leggendo il giudizio su questa [...] Vai alla recensione »

giovedì 11 ottobre 2012
pier71

Cosa spinge registi cinquantenni a raccontare dei "nuovi giovani"? Come Francesca Comencini ora anche Paolo Virzì affronta questa landa a lui sconosciuta, e purtroppo si vede e si sente. I giovani non sono decisamente così!! Forse sono molto peggio o molto meglio, ma non è questo: salta subito agli occhi che la baracca scricchiola nel buio dalle prime scene.

venerdì 18 ottobre 2013
Zonker@60

I film, e questo in particolar modo, non rispecchiano la vita. Premetto di non aver letto il romanzo da cui è "liberamente" tratto il film; Virzì è un regista che generalmente apprezzo ma, in questo caso, probabilmente perché purtroppo conosco bene il tema, lo trovo di una superficialità e di una banalità da giornaletto rosa. La vita di chi conosce il problema della sterilità e il mondo della fecondazione [...] Vai alla recensione »

Frasi
"Quella scema incosciente sono io. Tu devi essere quello coi piedi per terra, perché sennò è un casino!"
Una frase di Antonia ( Thony)
dal film Tutti i santi giorni - a cura di micolcirid
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Marco Giusti
Il Manifesto

Ci vuole un bel coraggio a uscire con una piccola commedia italiana, piccola solo perché a basso costo e senza nomi roboanti in questo momento di estrema crisi, soprattutto di incassi, del nostro cinema. Ci vuole anche un bel coraggio a mettere in piedi una commedia ambientata a Roma che naviga fuori raccordo. È ambientato addirittura a Acilia il nuovo film di Paolo Virzì, Tutti i santi giorni, scritto [...] Vai alla recensione »

Valerio Caprara
Il Mattino

Con Virzì regista e Bruni soggettista e/o sceneggiatore c'è la garanzia di commedie cariche di maliziosa curiosità, pungente spirito d'osservazione e totale apertura ai "cento fiori" della vita. Magari nei titoli che hanno valorizzato la coppia, da "Ferie d'agosto" a "Caterina va in città" o "Tutta la vita davanti", l'alchimia era più forte, la ricognizione più sorprendente e gli affondi più taglienti, [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Guido (Luca Marinelli) è il portiere di notte in un grande albergo, la cui vera passione è lo studio di lingue antiche e agiografia protocristiana; Antonia (la cantautrice siciliana Federica Victoria Calozzo detta Thony) è un' impiegata, che sognava il successo come cantante. Sono la coppia di Tutti i santi giorni: due personaggi diversissimi - lui un dolce, candido idiota alla Dostoevskij, lei [...] Vai alla recensione »

Giuseppe Ghigi
Il Gazzettino

Scatenata rockettara lei, dolce latinista lui: coppia male assortita ma funzionante. Finché l'ansia di maternità sconvolge l'equilibrio. La penna fine e determinante di Francesco Bruni, lo sceneggiatore (vedi "Scialla!"), chiude però lietamente la storia. Virzì mette in soffitta la sociologia e incornicia la commedia d'amore con qualche "pieraccionata" di troppo.

Alberto Crespi
L'Unità

Una vacanza? Una gitarella nel disimpegno? Tutt'altro. Tutti i santi giorni è in tutto e per tutto un film «di» Paolo Virzì, ed è forse quello che - almeno in tempi recenti - maggiormente si interroga su ciò che sta diventando l'Italia. Occorre distinguere la trama apparente da quella «sommersa». In apparenza il film racconta una giovane coppia che tenta disperatamente di avere un figlio: e sarebbe [...] Vai alla recensione »

Sivan Kotler
Ha’aretz

Una storia d'amore, lontana dai soliti cliché, grazie alla consueta eccellente regia di Paolo Virzì, si trasforma in una sana parabola su una giovane coppia circondata da una generazione abituata a considerarsi difettosa e comunque priva di fiducia in se stessa. La fecondazione assistita trattata e ritrattata nel cinema italiano, ma di rado con la dovuta intelligenza emotiva, è solo il pretesto per [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
martedì 9 ottobre 2012
Rossella Farinotti

Paolo Virzì è un regista che ha sempre avuto un rapporto privilegiato con la scrittura, meglio, è uno dei pochi, pochissimi registi italiani che sa scrivere. Ha sempre firmato le sceneggiature dei suoi film, col suo collaboratore storico Francesco Bruni, [...]

GALLERY
venerdì 31 agosto 2012
Nicoletta Dose

Dopo il successo de La prima cosa bella, torna al cinema Paolo Virzì con Tutti i santi giorni, una commedia romantica che racconta la storia d'amore tra due giovani diversissimi tra loro. I due attori protagonisti sono la cantante Thony e Luca Marinelli, [...]

winner
miglior canzone
David di Donatello
2013
winner
miglior canzone
David di Donatello
2013
winner
miglior canzone
David di Donatello
2013
winner
miglior canzone
David di Donatello
2013
winner
miglior canzone
David di Donatello
2013
winner
miglior canzone
David di Donatello
2013
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati