Un borghese piccolo piccolo

Film 1977 | Drammatico +16 122 min.

Regia di Mario Monicelli. Un film Da vedere 1977 con Shelley Winters, Alberto Sordi, Vincenzo Crocitti, Romolo Valli, Pietro Tordi, Mimmo Poli. Cast completo Genere Drammatico - Italia, 1977, durata 122 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 - MYmonetro 4,13 su 3 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Un borghese piccolo piccolo tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Un impiegato al ministero ha un figlio ragioniere e una moglie casalinga. C'è un concorso i cui vincitori verranno assunti al ministero, però saranno ... Ha vinto 4 Nastri d'Argento, Il film ha ottenuto 4 candidature e vinto 3 David di Donatello,

Consigliato assolutamente sì!
4,13/5
MYMOVIES 3,75
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,20
ASSOLUTAMENTE SÌ
Trailer in italiano

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso

Un impiegato al ministero ha un figlio ragioniere e una moglie casalinga. C'è un concorso i cui vincitori verranno assunti al ministero, però saranno uno su cinquanta. Allora l'impiegato le prova tutte, arriva persino a farsi massone. Pare abbia trovato la strada buona, quando il figlio viene ucciso da un rapinatore. Il padre riesce a trovare l'assassino, lo lega a una sedia con un fil di ferro e lo tortura giorno dopo giorno, finché quello muore. È un film triste e crudele dove la nota abilità di Monicelli carica anche troppo l'emozione e l'emotività dello spettatore.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Il figlio di un impiegato ministeriale romano è ucciso per caso durante una rapina. Il brav'uomo prepara ed esegue una lenta, bieca, allucinata vendetta. Dal romanzo (1976) di Vincenzo Cerami, storia di vittime che sono anche mostri, un film omogeneo, sapiente nella mescolanza di toni (commedia, grottesco) e nella progressione drammatica, con un Sordi all'apice della sua carriera inserito in un contesto sociale efficacemente descritto. Efebo d'oro 1979.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

UN BORGHESE PICCOLO PICCOLO disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 6 aprile 2010
TizianaStanzani

“Un borghese piccolo piccolo” è una vera perla di celluloide; il dipendente statale Vivaldi, annichilito dai paraocchi del sistema, si presenta violento e represso fin dalle prime battute: si sporca subito le mani di sangue, del sangue di quel luccio che ha appena pescato e al quale spaccherà la testa prima di essere fritto e mangiato, nella sua fatiscente catapecchia, in [...] Vai alla recensione »

lunedì 6 dicembre 2010
mirror

 “Il tipico asociale, il campione più aperto dell’anticristianesimo” così il grande Monicelli definiva il protagonista di questo film interpretato da un Sordi magistrale. rivederlo serve a pensare a quando il cinema era davvero qualcosa di sacro. Un film per riflettere sulla meschinità dell'essere umano e magari per reagire e cercare qualcosa di più [...] Vai alla recensione »

martedì 17 luglio 2012
Francesco Di Benedetto

Pastiche fra i più sperimentali e spregiudicati del cinema di Mario Monicelli, commistione di registri espressivi altalenanti e opposti fra di loro: il patetico, l'apocalittico, il grottesco più clinico e impietoso, il farsesco, l'orrido, il surreale... Una tragedia assoluta e allegorica, d'impianto più politico-civile che intimistico, pervasa capillarmente da un umorismo [...] Vai alla recensione »

venerdì 25 febbraio 2011
Reservoir Dogs

Giovanni Vivaldi (Sordi) è un impiegato del ministero prossimo alla pensione, l'uomo è disposto ad ogni cosa per far raccomandare il figlio Mario (Crocitti), neodiplomato in ragioneria, persino iscriversi ad una loggia massonica. Il giorno della prova al ministero, Mario muore coinvolto in una sparatoria durante una rapina davanti agli occhi del padre inerme; è l'inizio [...] Vai alla recensione »

giovedì 22 ottobre 2015
Great Steven

UN BORGHESE PICCOLO PICCOLO (IT, 1977) diretto da MARIO MONICELLI. Interpretato da ALBERTO SORDI, SHELLEY WINTERS, ROMOLO VALLI, VINCENZO CROCITTI, RENZO CARBONI, PAOLO PAOLONI, RENATO SCARPA Giovani Vivaldi, uomo onesto e lungimirante, lavora come impiegato ministeriale a Roma da più di trent’anni, ed ha come figlio un ragazzo non molto brillante di nome Mario che si è recentemente [...] Vai alla recensione »

martedì 8 settembre 2020
giulio andreetta

Questo è sicuramente un film di spessore, sia per quel che riguarda la regia e la sceneggiatura, che per la qualità della recitazione. Alberto Sordi offre una delle prove migliori della sua carriera, in un ruolo a lui insolito, abbandonando la sua straordinaria vena comica per assumere i contorni di un personaggio tragico che cerca una vendetta spietata, a seguito dell'uccisione [...] Vai alla recensione »

martedì 1 dicembre 2015
Barolo

Monicelli è grande e qui si supera regalandoci una vera perla.Film asciutto,gelido,brutale che dipinge la nostra società con tutte le sue contraddizioni e  i suoi orrori.Emerge un quadro a tinte fosche,di squallore, meschinità,combutte,corruzione ed infine violenza cieca e vendetta. Alberto Sordi fu attore così versatile da essere credibile in tutti i ruoli che [...] Vai alla recensione »

giovedì 19 dicembre 2013
Luca Scialo

Giovanni Vivaldi è un impiegato al Ministero con ormai 30 anni di carriera. Spera di far vincere il concorso al figlio Mario fresco diplomato, al punto di iscriversi alla Massoneria per farlo aiutare all'esame. Ma proprio il giorno del concorso viene ucciso durante una sparatoria tra ladri e polizia. La madre, appresa la tragedia dalla tv, diventa un vegetale dal duro colpo e così [...] Vai alla recensione »

sabato 19 gennaio 2013
Filippo Catani

Roma. Un piccolo funzionario del ministero cerca di ottenere un aiuto per fare entrare il figlio appena diplomato in ragioneria. Ottenute le tracce del concorso, l'uomo accompagna il figlio che rimane però ucciso nel corso di una rapina. Amarissimo ritratto di Monicelli lontano anni luce dalla leggerezza di altre pellicole come Brancaleone.

martedì 25 gennaio 2011
TheMichTemp

mercoledì 21 gennaio 2015
elgatoloco

Ultimi, anzi meglio penultimi canti del cigno e bagliori di un grande cinema italiano(quello di Monicelli, spesso fautore e creatore di una commedia acre e quasi"apocalittica", anche se il regista, ateo, avrebbe forse rifiutato la definizione)che sapeva mettere alla berlina i vizi, con risate amare e comunque sempre"nere". La storia, ideata da Vincenzo Cerami e scritta da Monicelli [...] Vai alla recensione »

venerdì 19 luglio 2013
toty bottalla

Basandosi sul romanzo di vincenzo cerami, monicelli dirige come meglio non si potrebbe un film particolare interpretato dall'immenso sordi che, come sempre, immortala l'italiano medio nella sua realtà inconfondibile, i colleghi che chiedono il discorso che poi non ascoltano sa di vuota e triste ipocrisia, la parte più drammatica del film ci riporta ai giorni nostri, dove chi squarta [...] Vai alla recensione »

domenica 24 febbraio 2013
opidum

un capolavoro  che a 36 anni dalla sua uscita resta attuale.

sabato 23 febbraio 2013
Francesco2

Nella "Commedia di Dio "(1995), il portoghese Monteiro inquadra il primo piano una testa di pesce sul banco del mercato, in attesa di venire tagliata con un coltellaccio. Ciò vuole fornire, con ogni probabilità, quello stesso senso di vuoto e/o disagio già presente in "Ricordi della casa gialla"(1989). Anche Monicelli, in questa sua fatica che ha preceduto la [...] Vai alla recensione »

Frasi
Se fosse per me potrebbe venire anche il diluvio universale,ma io non sono Dio e quindi dovete affidarvi soltanto alla sua benevolenza.
Una frase di Il prete (Renato Scarpa)
dal film Un borghese piccolo piccolo - a cura di gianfranco
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Un mondo grigio. Tra lo smorto e il livido. Traboccante di egoismi, di meschinità, di grettezze. Dentro, un impiegato: che lo rispecchia e ne è il frutto. Un impiegato “piccolo piccolo”, un borghesuccio da nulla. I suoi soli orizzonti, l’ufficio e il capufficio; e la casa, con la moglie e un figlio. Un figlio che, in tanto squallore, è il suo unico punto fermo.

winner
miglior attore
Nastri d'Argento
1977
winner
miglior attore non protag.
Nastri d'Argento
1977
winner
miglior attore esordiente
Nastri d'Argento
1977
winner
miglior scenegg.ra
Nastri d'Argento
1977
winner
miglior regia
David di Donatello
1977
winner
miglior attore
David di Donatello
1977
winner
miglior attrice
David di Donatello
1977
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati