Advertisement
Speciale Musei: la National Gallery di Londra, dove il passato incontra le passioni del presente

Disponibile in streaming su VatiVision il film sul museo vissuto come crocevia di incontri e dialoghi e di raffinato intrattenimento aperto a tutti.  GUARDALO ORA »
di Rossella Farinotti

National Gallery

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
martedì 18 maggio 2021 - Focus

Come funziona un museo così importante come la National Gallery di Londra? Come si forma una collezione che, ad oggi, conta più di duemila dipinti realizzati da maestri internazionali dalla seconda metà del XII secolo fino all’Ottocento? Quante persone lavorano in questo scrigno speciale e di cosa si occupano? E, soprattutto, come mantenere questo tempio della cultura e della storia dell’uomo un luogo sempre contemporaneo – nonostante tratti l’antico e il moderno – e attivo per il pubblico? Questo completo e approfondito racconto - il doc si chiama National Gallery ed è disponibile in streaming su VatiVision - del documentarista Frederick Wiseman tratta questi temi attraverso la costante interazione tra lo staff del museo e il suo pubblico.

La National Gallery apre le sue porte agli spettatori svelando i meccanismi e il coordinamento di un’istituzione così complessa attraverso l’osservazione dettagliata dei “lavori in corso”. Visite guidate, che mostrano l’importanza e i diversi approcci che gli operatori culturali hanno nei confronti del pubblico per spiegare le opere e la loro storia; laboratori didattici; incontri specialistici che toccano le più diverse tematiche: dalla storia della collezione e della provenienza dei dipinti, fino all’osservazione dei materiali – dalle cornici, agli studi minuziosi per il restauro -; incontri per pittori e scultori che, liberamente, possono dipingere e disegnare davanti alle opere dotati di strumenti utili consegnati dal museo, anche con degli incontri specializzati, per esempio, in alfabeto braille; dialoghi e presentazioni con visitatori di tutte le età; danze e musica all’interno della gallerie.

Questo museo situato nel centro di Londra, a Trafalgar Square, non è dunque “solo” un luogo dove la memoria riposa e può essere osservata, scrutata e studiata, ma è un vero e proprio incubatore creativo, un crocevia di incontri e dialoghi e di raffinato intrattenimento aperto a tutti. I suoi protagonisti, dal direttore Nicholas Penny fino ai responsabili dei settori di curatela, manutenzione delle opere, conservazione, incorniciamento, ricerca scientifica, educazione, comunicazione e audiovisivi, vengono ripresi durante il lavoro quotidiano del museo. Li osserviamo trattare tematiche quali un evento benefico legato allo sport in cui il sindaco di Londra ha scelto come tappa il museo, e ne analizzano i pro e i contro. Li ascoltiamo parlare di budget e spending review in un anno, quello passato, in cui il taglio di 3.2 milioni di sterline non rappresenta certo una buona notizia; impariamo dai loro racconti su Raffaello, Van Eyck, Veermer, Velázquez, Goya, Rembrandt, Mantegna o Bellini, e dalle analisi di capolavori come la Deposizione di Cristo nel sepolcro (1500-1501) di Michelangelo Buonarroti; del Ritrovamento di Mosè (1630) di Orazio Gentileschi che, qualche anno fa, subì un grave atto di vandalismo; de La valorosa Téméraire (1838) di William Turner; o, ancora, di Diana e Atteone di Tiziano (1556 – 1559), acquistato 25 anni fa dal Museo a una famiglia nobile inglese.

E poi ancora narrazioni di mostre importantissime come "Metamorphosis: Titian 2012" dedicata a Tiziano, il pittore che parlava dei suoi dipinti come di “poesie”. Quale è dunque la visione del pubblico di questo tempio della cultura e istituzione storica di Londra? Come avvicinarsi a loro, senza tradire le proprie radici, ma evolvendosi coi tempi? Come racconta una delle guide del museo: da queste gallerie osserviamo testimonianze e storie passate, che sono attuali e utili per affrontare il contemporaneo nel suo quotidiano, grazie alle tracce lasciate da questi pittori.

Questo episodio sulla National Gallery rappresenta una delle puntate di un preziosissimo cofanetto, “Speciale Musei” ,che racconta anche Il grande museo di Vienna, il Rijksmuseum di Amsterdam e la Galleria Degli Uffizi di Firenze.


GUARDA LO SPECIALE MUSEI IN STREAMING SU VATIVISION
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati