Advertisement
Hanna - stagione 2, è il momento di viaggiare alla conquista della propria vera identità

Buoni valori produttivi, una colonna sonora dai ricercati brani indie e grande attenzione alle voci femminili, quanto mai necessarie in una serie con questi temi. I nuovi episodi della serie sono ora disponibili su Amazon Prime Video.
di Andrea Fornasiero

Esme Creed-Miles . Interpreta Hanna nel film di Sarah Adina Smith, Anders Engström, Amy Neil, Jon Jones Hanna.
venerdì 3 luglio 2020 - prime video

Hanna ha liberato Clara e cerca di addestrarla come suo padre ha addestrato lei: nel cuore della foresta, come in una fiaba. Ma su Clara pesa l'assenza della madre, tanto che decide di cercarla finendo per tornare tra le braccia di Ultrax, l'organizzazione che le ha lavato il cervello e che ora intende riprogrammarla, come sta facendo anche con altre ragazze. Tra loro spiccano Sandy e Jules, la prima crede nel progetto ciecamente, la seconda cerca di manifestare una personalità indipendente, ma non per questo si fa scrupoli sul loro addestramento da assassine.
 


«Quest'anno abbiamo voluto esplorare la nozione di voce femminile. In un certo senso, il film Hanna parlava di queste cose già dieci anni fa, quando la nuova generazione non aveva ancora iniziato a farsi sentire come oggi. Nella seconda stagione Hanna assume un ruolo molto più politico, ma il tema riguarda tutto lo scenario, con queste giovani reclute che creano la propria identità per affrontare il mondo. Comunque rimane pur sempre un action thriller, non è predicatorio, il senso politico resta implicito».
David Farr

Come spiega lo stesso Farr è la ricerca della propria identità il tema della seconda stagione di Hanna, a cui si aggiunge il rapporto con le madri assenti. Quella di Clara forse morta, quella virtuale di Sandy e quella di Hanna sostituita da Marissa, che non cerca di educarla ma solo di proteggerla. Al suo fianco, Hanna inizierà a entrare davvero nel mondo dello spionaggio internazionale e capirà che sparire non è per nulla facile e che la miglior difesa non è l'attacco né la fuga, bensì un piano meticoloso.

La maturazione di Hanna, come in ogni romanzo di formazione che si rispetti, passa attraverso crisi e sbandamenti e lo stesso vale per le sue coetanee. Tutti i personaggi, adulti inclusi, hanno comunque il proprio arco narrativo, le proprie difficoltà da superare, che li obbligano a decidere se cambiare oppure rimanere saldamente fedeli alle proprie scelte.

Hanna rimane realizzata con buoni valori produttivi, con una colonna sonora dai ricercati brani indie e con attenzione alle voci femminili, quanto mai necessarie in una serie con questi temi. Allo showrunner David Farr (The Night Manager) si affiancano diverse sceneggiatrici, inoltre dietro la macchina da presa troviamo: l'islandese Ugla Hauksdóttir, già cimentatasi con una serie in Trapped; la francese Eva Husson, che era entrata in concorso a Cannes con Les filles du soleil dedicato alle combattenti kurde; e c'è poi lo stesso Farr, che debutta alla regia della serie con gli ultimi due episodi della stagione.

La protagonista è sempre l'inglese Esme Creed-Miles, a cui quest'anno viene affidato un ruolo più vario e stratificato da emozioni contrastanti, così come torna Mireille Enos, non più antagonista ma alleata, però sempre gelidamente sicura di sé. Il nuovo villain ha il volto solitamente rassicurante di Dermot Mulroney, che infatti nasconde alle ragazze la propria spietatezza sotto una facciata di paterna benevolenza.

Tra le giovani reclute dalla Ultrax ci sono poi Clara, interpretata da Yasmin Monet Prince, la biondissima Sandy con il volto pulito di Áine Rose Daly e Jules, incarnata dalla mora Gianna Kiehl. Sono loro, insieme ad Hanna, la vera anima della serie.


GUARDALO SUBITO SU AMAZON PRIME VIDEO
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati