Advertisement
Snow White vs Snow White and the Huntsman

A confronto i film di Tarsem e Sanders, interpretati dalla Collins e dalla Stewart.
di Marlen Vazzoler

In foto Biancaneve e i sette nani. Da sinistra a destra: Jordan Prentice, Joey Gnoffo, Sabastian Saraceno, Collins, Martin Klebba, Mark Provinelli, Ronald Lee Clark, Danny Woodburn e Lily Collins.
Lily Collins (33 anni) 18 marzo 1989, Guildford (Gran Bretagna) - Pesci. Interpreta Biancaneve nel film di Tarsem Singh Biancaneve.

lunedì 10 ottobre 2011 - News

Vi avevamo avvertiti, dopo il successo al botteghino di Alice in Wonderland gli studio hanno deciso di basare i loro prossimi tentpole sulle favole e i racconti per l'infanzia più noti. Dopo Cappuccetto Rosso sangue, la favola successiva a cadere nelle loro mani è la storia di Biancaneve e i sette nani scritta quasi duecento anni fa dai fratelli Grimm che verrà adattata in tre diversi live action: Untitled Snow White Project diretto da Singh Tarsem, Snow White and the Huntsman di Rupert Sanders e Order of the Seven diretto da Michael Gracey. La storia la conoscono più o meno tutti grazie soprattutto al film d'animazione realizzato da Walt Disney nel 1937. I tre film che vedremo nei prossimi anni non saranno degli adattamenti fedeli della favola dei fratelli Grimm ma delle versioni alternative e più moderne.

L'inizio della guerra
Il film Untitled Snow White Project di Tarsem (Relativity) è stato assieme a quello di Sanders, Snow White and the Huntsman (Universal), al centro di una guerra distributiva. Il motivo? Far uscire al cinema il proprio film per primo per poter ottenere un vantaggio sul proprio concorrente. Non è la prima volta che gli studio producono a pochi mesi di distanza proprietà molto simili, basta ricordare Armageddon e Deep Impact, Dante's Peak e Vulcano – Los Angeles. Quando capitano situazioni di questo genere, la data di uscita diventa un'arma molto importante perché permette di attrarre un pubblico solitamente più curioso e più ampio, mentre il film che esce per secondo rischia di attrarre meno gente perché gli spettatori non hanno voglia di rivedere la 'stessa cosa' due volte, specie se nel primo caso non sono stati soddisfatti.
Il primo round lo ha vinto la Relativity, la pellicola di Tarsem verrà distribuita dal 16 marzo 2012 mentre quella di Sanders dal 1 giugno del 2012.

La battaglia delle Biancanevi

La Biancaneve Collins
Verso metà/fine luglio la Universal ha deciso di pubblicare online la prima immagine ufficiale della sua protagonista, Lily Collins ovvero Biancaneve, in esclusiva su Entertainent Weekly.
La Biancaneve della Collins ha quelle caratteristiche fisiche che hanno da sempre definito il personaggio di Biancaneve: pelle chiara, capelli corvini ma sopratutto delle sopracciglia che contribuiscono a dare un certo carattere alle sue espressioni. Il regista ha inoltre ammesso di aver scelto la Collins proprio per le sue sopracciglia. Dopo aver visto questa prima foto possiamo capire perché la regina Julia Roberts si senta minacciata da questa giovane fanciulla. Il costume realizzato da Eiko Ishioka (Dracula di Bram Stoker, The Cell, Immortals) ha un aspetto molto classico anche se la gonna sembra essere stata realizzata con una stoffa per tendaggi, che porta a creare un discreto contrasto col busto del vestito, dai tratti più romantici.
La Collins descrive a EW il suo personaggio come una persona gioiosa che illumina la stanza con la sua presenza e mantiene costantemente la propria grazia. Un'ingenua e innocente fanciulla che si trasforma in una donna e riesce alla fine a trovare se stessa. Ma non ci troviamo davanti alla principessa passiva della Disney. "Rimane quella principessa delle fiabe di cui abbiamo sempre letto sui libri. È stata modernizzata in modo tale che alla fine diventa una combattente".
Nel frattempo in questi giorni Entertainment Weekly, People, e Yahoo hanno postato delle nuove immagini ufficiali del film di Tarsem e delle nuove informazioni sulla trama. I costumi realizzati dalla Ishioka sono assolutamente incredibili, in particolare quelli realizzati per il grande ballo in maschera ancora più stravaganti di quelli realizzati dalla Atwood in Alice in Wonderland. Nelle nuove immagini vediamo Biancaneve con indosso un costume improvvisato. Tarsem spiega a People che Biancaneve, dopo di essersi intrufolata in una festa, ed aver realizzato che è in maschera, nota alcuni piatti serviti su un cigno. Dopo essersi sbarazzata del cibo, decide di usare il cigno come maschera e se lo mette in testa e comincia a mischiarsi tra la folla.
La Collins ci aveva avvisato che anche la sua Biancaneve è una combattente e la foto di lei mentre si allena con uno dei nani, è una conferma. Inoltre notiamo che anche questa Biancaneve non disdegna l'uso della spada.

La Biancaneve Stewart
A soli tre giorni di distanza dall'uscita della prima foto ufficiale della Collins nei panni di Biancaneve, la Relativity ha risposto al contrattacco dalle sale del Comic-Con di San Diego mostrando in anteprima le foto ufficiali dei quattro protagonisti: Biancaneve (Kristen Stewart), la Regina (Charlize Theron), il cacciatore (Chris Hemsworth) e il Principe (Sam Clafin). La Biancaneve della Stewart non potrebbe essere niente di più diverso da quella interpretata dalla Collins, tanto che sembra essere uscita da un film su Giovanna D'Arco e non su Biancaneve. Niente gonna e capelli al vento, ma una guerriera con indosso un'armatura, che impugna una spada e uno scudo. Se qualcuno ha dei dubbi sul fatto di trovarsi di fronte una versione badass di Biancaneve, potrà ricredersi dopo aver letto cosa ha detto l'attrice al moderatore Dave Karger durante il pannello del Comi-Con. "Questa ragazza ha un'incredibile abilità di incanalare la paura, per cose di cui normalmente la gente si spaventa, in una energia trascinante rimanendo al contempo molto concentrata e carica. Non permette al suo cuore di annebbiare la sua mente. Inoltre ho una spada e altre cose, e delle armi veramente fantastiche".
A fine settembre hanno cominciato a far capolino in rete, grazie ai fotografi, le foto sul set scozzese di Snow White and the Huntsman in cui viene ritratta Kristen Stewart in armatura, in groppa a un cavallo bianco, affiancata da un gruppo di extra vestiti da soldati medievali in quella che sembra essere una scena di battaglia e l'attrice inzuppata con indosso un vestito senza spalline vicino a delle grotte, assieme al suo cavallo.
Nel film di Sanders ci troviamo di fronte a una protagonista davvero battagliera, e il look del film e delle armature ricorda pellicole come Robin Hood e Il Signore degli Anelli, film ben diversi dal mondo delle favole a cui ci ha abituati la Disney. Lo conferma la stessa Stewart a MTV dichiarando che Biancaneve: "Non è la ragazzina che sta seduta vicino al pozzo con gli uccellini che le dicono cosa fare e dove andare".
Confrontando queste prime immagini delle due attrici non si può fare a meno di rimanere più affascinati dalla Biancaneve della Stewart, dall'aspetto più forte e badass, un bel salto dalla Bella di Twilight. I costumi realizzati dalla Ishioka sono certamente i più creativi, ma, probabilmente, faranno storcere il naso a diverse persone, rispetto a quelli della Atwood più basati sulla 'realtà' e dai colori più dark.

Matrigne serial killer contro schizofreniche
La luce di un eroe non può brillare appieno se non quando messa a confronto con l'oscurità del suo avversario. Grandi esempi sono i cattivi della Disney, ed alcuni malvagi del mondo Marvel e DC, come Doom, il Joker, Ursula e molti altri.
Non bisogna dunque sorprendersi per i nomi che i rispettivi studio hanno scelto per interpretare le matrigne di Biancaneve: Julia Roberts per Untitled Snow White Project e Charlize Theron per Snow White and the Huntsman.
Se analizzando le due protagoniste ci siamo resi conto di trovarci di fronte a due versioni più moderne e forti del personaggio ideato dai fratelli Grimm, cosa ci riservano i due sceneggiatori per le loro nemesi? La Theron durante il Comic-Con di San Diego ha descritto il suo personaggio oscuro: "È una serial killer. Mi sto preparando ad interpretare una serial killer, ed è interessante, cercare di renderla reale e ben definita". Per l'attrice è inoltre importante capire da dove viene il suo personaggio e come è arrivato nella sua attuale posizione di potere.
Per quanto riguarda il suo aspetto, il vestito della Theron fa subito venire in mente una versione più fashion dell'abito indossato dalla regina cattiva nel film Disney. L'utilizzo di piume di pavone sul collo e i lustrini danno un vero tocco di regalità, mentre gli anelli gotici che indossa in entrambe le mani aiutano a darle un'aria dark. Ma il vero tocco di classe è il pugnale che tiene in mano, un'immagine che urla pericolo ai quattro venti.
Di tutt'altro stampo è il look e il comportamento della matrigna Julia Roberts. Nella sua prima immagine ufficiale la vediamo indossare un abito color pesca che sembra uscito da un film ambientato alla reggia di Versailles, che rivela tutta la sua opulenza. Tarsem compare il personaggio al 'gatto che ha mangiato il canarino': "Dai serial killer alle persone che compiono atti malvagi, tutti raccontano la scusa che il diavolo li ha costretti o che hanno sentito delle voci. Ho deciso che la regina cattiva è una persona che vede il [bene] in lei – ma esiste una personalità opposta". Il personaggio scritto da Jason Keller preferisce un comportamento più vivace in pubblico che non vuole sporcarsi le mani con basse azioni, come uccidere la propria figliastra, l'unico modo per mantenere il suo posto sul trono. Tarsem spiega che la matrigna come molte altre persone, esternalizza la sua malvagità. "Ho voluto una persona schizofrenica. È una persona che farebbe qualsiasi male necessario affinché le serva a rimanere al potere". La Collins ha raccontato a People come la Roberts ha usato i suoi asset per creare una regina spaventosa: "Tutti conoscono il sorriso di Julia e il suono della sua risata, e lei se ne serve per usarlo in un modo diverso per creare la sua versione della regina cattiva. Ha usato la sua magia ed ha trasformato il suo sorriso e la sua risata in un modo che fa paura". La Collins ha aggiunto che la regina usa un modo di fare passivo aggressivo, mantenendo un comportamento molto dolce in cui sembra chiedersi 'Chi io?' e nel frattempo colpisce la principessa senza pietà. "Non riesci a capire se deve piacerti o devi odiarla. Ma se ne sei la vittima, senti [la sua malvagità]". L'attrice ha descritto a People cosa accade quando le due donne girano solitamente una scena insieme: "Quando giriamo è estremamente orribile nei miei confronti, e quando urlano taglia, la prima cosa che mi dice è 'Stai bene? Mi dispiace, odio essere cattiva nei tuoi confronti'. Dimentichi che è veramente Julia perché è veramente brava".
Entrambe le regine sembrano molto interessanti. Il ruolo della Roberts potrebbe servire all'attrice a farla tornare alla ribalta visto il flop del suo ultimo film, L'amore all'improvviso. In entrambi i casi le personalità sono state estremizzate, da una parte abbiamo una serial killer, dall'altra una schizofrenica.

Principi, cacciatori e bracci destri
Penultimo confronto su uno dei personaggi chiave della storia di Biancaneve è quello tra i due principi, ovvero tra Arnie Hammer (The Social Network) e Sam Clafin (Pirati dei Caraibi: oltre i confini del mare). Il primo è al centro di un triangolo amoroso tra Biancaneve e la matrigna, perché può modificare gli equilibri di potere del regno.
Biancaneve s'infiltra al ballo mascherato che si tiene a corte nella speranza di convincere il principe a darle il suo aiuto per farle riottenere il regno e spodestare la regina omicida. Ma alla fine la giovane se ne innamora. La regina invece vuole usarlo per rendersi migliore, e al ballo i suoi occhi dolci si sono già posati sul principe.
Del principe di Snow White and the Huntsman invece, non sono state fornite molte informazioni. Si sa solamente che non sarà il principe azzurro che ci si aspetterebbe, qualche colpo di scena all'orizzonte? Magari un tradimento? Al momento si può solamente speculare. In questo film il principe non è il protagonista maschile del film di Sanders ma lo è il cacciatore interpretato da Chris Hemsworth (Thor). Un mercenario che decide di risparmiare Biancaneve invece di tagliarle il cuore come le ha ordinato la regina, aiutandola a fuggire e poi allenandola per contrattaccare la malvagia matrigna. Completamente diverso è invece il braccio destro della regina Julia Roberts. Nathan Lane interpreta Brighton, un personaggio che non fa mai del male, che viene scelto per uccidere la principessa. Naturalmente non riuscirà ad obbedire all'ordine della sua regina.
Infine gli ultimi personaggi di rilievo delle due pellicole sono i nani. Nel film di Sanders sono otto, forse qualcuno morirà? I nani di Tarsem invece sono ancora avvolti nel mistero. Non è stata ancora rivelata la loro identità, sappiamo solamente che sono dei banditi che vivono tra i boschi al di fuori del regno, che indossano dei trampoli che li rendono alti 9 piedi, quando attaccano le carrozze di passaggio, che li fanno sembrare dei giganti e non dei nani.

Trilogia vs film standalone
Personaggi e costumi si sono rivelati grossomodo interessanti in entrambi i fronti, i due film sono riusciti fino a questo momento a svilupparsi in modo tale da essere due entità ben definite e diverse. Ma le due pellicole differiscono ancora per un ultimo fattore: la durata. Snow White and the Huntsman è il primo film di una trilogia. Si, avete letto bene. Come si può realizzare una trilogia sulla storia di Biancaneve se lo chiedono tutti, certamente il progetto andrà in porto se e solo se il film otterrà un discreto guadagno al botteghino nazionale (americano) e internazionale. In questo caso la trama del film potrebbe proporre diverse sorprese, inoltre se la storia verrà divisa in tre film, sarebbe interessante sapere ogni film fino a che punto arriva o se, la seconda e la terza pellicola racconteranno invece una prosecuzione della storia di Biancaneve. Quindi potremmo trovarci di fronte a due casi: allungamento della trama con l'inserimento di nuove situazioni, oppure a delle prosecuzioni della nota storia.
Il film di Tarsem invece rimarrà il 'semplice adattamento' della classica storia dei fratelli Grimm, una pellicola di conseguenza meno 'impegnativa' della sua avversaria.
Ora non resta che aspettare l'uscita dei primi trailer e vedere se quanto visto attraverso il footage, sia qualcosa di valido o se invece sia in realtà una farsa e/o un prodotto molto al di sotto delle aspettattive.

Gallery


{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati