Dizionari del cinema
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
martedì 21 settembre 2021

Pasquale Petrolo

L'altra metà del duo comico che ha gettato il cuore oltre il cinepanettone

Altri nomi: Lillo / Lillo Petrolo
59 anni, 27 Agosto 1962 (Vergine), Roma (Italia)
occhiello
"Lei mi deve trasformare da ambasciatore a perfetto coatto!"
dal film Colpi di fulmine (2012) Pasquale Petrolo  Ferdinando
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Pasquale Petrolo

Michela Andreozzi, Lillo e Giorgio Pasotti ci parlano dell'originale commedia che li vede protagonisti (e regista). Al cinema.

Nove lune e mezza: «storia che racconta le donne di oggi»

giovedì 12 ottobre 2017 - a cura della redazione cinemanews

Nove lune e mezza: «storia che racconta le donne di oggi» Due donne di oggi, due sorelle, due modi diametralmente opposti di stare al mondo: Livia e Tina, entrambe sulla quarantina, tanto unite quanto diverse. Entrambe hanno un compagno. Livia difende da sempre la sua posizione di donna che non desidera avere figli, mentre Tina tenta da anni di restare incinta, senza risultato: quando Tina, dopo tanti tentativi inizia a perdere la testa, Livia, consigliata dall'amico ginecologo, l'audace Nicola, decide di portare avanti una gravidanza per lei. Nei successivi nove mesi, Livia dovrà nascondere la pancia crescente, mentre Tina fingerà di essere incinta, dando vita a una serie di situazioni tragicomiche che coinvolgeranno anche la famiglia di origine. In Nove lune e mezza, Michela Andreozzi passa con un esito più che positivo dall'altra parte della macchina da presa e dirige un film che si inserisce con grande naturalezza nel filone della commedia (anche degli equivoci) ma lo fa con un'originalità del tutto personale. Giancarlo Zappoli, MYmovies.it In occasione dell'uscita del film al cinema, Alessandra Vitali intervista la regista (e interprete) Michela Andreozzi e la coppia di protagonisti maschili, Lillo e Giorgio Pasotti. Tre diverse voci per raccontare la genesi del film, il background dei personaggi e l'importanza di una regia al femminile nell'Italia (del cinema) di oggi.

Intervista al regista Neri Parenti e alla coppia comica Lillo&Greg.

Colpi di fortuna, sul set del film di Natale

lunedì 21 ottobre 2013 - Gabriele Niola cinemanews

Colpi di fortuna, sul set del film di Natale Christian De Sica l'aveva già annunciato qualche mese fa (e non senza polemiche) che Colpi di fortuna sarebbe stato il suo ultimo film di Natale con la Filmauro (storica casa di tutti i cinepanettoni), ora anche Neri Parenti, regista di moltissimi dei film in questione specie dai primi anni 2000 ad oggi, annuncia dal set che con questo film scade il suo contratto:
"A Natale prossimo starò di certo facendo qualcos'altro. Qualcosa di simile perchè a me piace questo genere qui, ma chiudo la mia collaborazione con la Filmauro".

   

Il mostro della cripta

Il mostro della cripta

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,93)
Un film di Daniele Misischia. Con Tobia De Angelis, Pasquale Petrolo, Amanda Campana, Nicola Branchini, Chiara Caselli.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2021. Uscita 12/08/2021.
Tutti per Uma

Tutti per Uma

* 1/2 - - -
(mymonetro: 1,88)
Un film di Susy Laude. Con Pietro Sermonti, Pasquale Petrolo, Antonio Catania, Laura Bilgeri, Dino Abbrescia.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2021. Uscita 02/06/2021.
D.N.A. - Decisamente non adatti

D.N.A. - Decisamente non adatti

* * - - -
(mymonetro: 2,48)
Un film di Claudio Gregori, Pasquale Petrolo. Con Pasquale Petrolo, Claudio Gregori, Anna Foglietta, Francesco Mura
Genere Commedia, - Italia 2020. Uscita 18/06/2020.
Permette? Alberto Sordi

Permette? Alberto Sordi

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,79)
Un film di Luca Manfredi. Con Edoardo Pesce, Pia Lanciotti, Alberto Paradossi, Paola Tiziana Cruciani, Luisa Ricci, Michela Giraud, Paolo Giangrasso.
continua»

Genere Biografico, - Italia 2020. Uscita 24/02/2020.
Il grande salto

Il grande salto

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,67)
Un film di Giorgio Tirabassi. Con Ricky Memphis, Giorgio Tirabassi, Marco Giallini, Pasquale Petrolo, Valerio Mastandrea.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2019. Uscita 13/06/2019.
Filmografia di Pasquale Petrolo »

martedì 31 agosto 2021 - Cinema, Anica e Anec insieme per promuovere il ritorno in sala in sicurezza. Ecco il cortometraggio che riunisce i protagonisti del cinema italiano. Vai al corto ufficiale su Youtube » 

Il film sta per cominciare

a cura della redazione cinemanews

Il film sta per cominciare Barbora Bobulova, Paolo Calabresi, Pierfrancesco Favino, Anna Foglietta, Elio Germano, Edoardo Leo, Giulia Michelini, Claudia Napolitano, Alice Pagani, Lillo Petrolo, Michele Placido, Benedetta Porcaroli, Vittoria Puccini, Greta Scarano, Sara Serraiocco, Alessandro Siani, Toni Servillo, Giuseppe Tornatore e Luka Zunic sono i protagonisti d’eccezione di “All Star”, il nuovo cortometraggio al centro di una campagna di comunicazione realizzata dal Ministero della Cultura in collaborazione con ANICA, ANEC e Cinecittà per invitare gli italiani a tornare in sala lanciata il 31 agosto alla vigilia dell’inaugurazione della 78° Mostra Internazionale del Cinema di Venezia.
 

Grazie al Green Pass e alle nuove misure di sicurezza la cultura sta ripartendo. Le persone si sentono più sicure e stanno tornando nei cinema, nei teatri e nei musei. È un fatto molto importante, la pandemia ci ha fatto capire quanto la cultura sia la linfa delle nostre vite. Grazie quindi a tutto il mondo del cinema che si è unito con questo cortometraggio per lanciare un appello corale e invitare gli italiani a tornare in sala per vivere la magia del cinema in sicurezza.
Il ministro della Cultura Dario Franceschini
Il corto, diretto da Vincenzo Alfieri e scritto da Vincenzo Alfieri e Federico Mauro, racconta il pomeriggio di una giovane coppia (Claudia Napolitano e Luka Zunic) che, recandosi al cinema per vedere un film, incontra con grande sorpresa i volti di attrici, attori e registi italiani nelle vesti delle più disparate professionalità impegnate nelle sale cinematografiche: Edoardo Leo e Greta Scarano sono anche loro in fila come semplici spettatori, Alessandro Siani è alla cassa insieme a Giulia Michelini e Sara Serraiocco, Lillo Petrolo e Paolo Calabresi sono al bar per vendere bibite e pop corn, Elio Germano è l’addetto alle pulizie, mentre Pierfrancesco Favino e Anna Foglietta sono impegnati nel controllo dei biglietti prima dell’ingresso. Gli “strani incontri” proseguono in sala dove la coppia di giovani s’imbatte nella maschera Vittoria Puccini, tra gli spettatori spuntano Barbora Bobulova e Michele Placido, e in susseguirsi d’immagini la voce di Benedetta Porcaroli annuncia l’inizio dello spettacolo, mentre Alice Pagani spegne le luci in sala. Infine, un proiezionista d’eccezione, il regista Premio Oscar, Giuseppe Tornatore, accende finalmente lo schermo e la camera inquadra uno spettatore compiaciuto che ha il volto di Toni Servillo.

Il cortometraggio è un invito a tornare nei cinema italiani nel rispetto delle regole e dei protocolli di sicurezza, incluso il Green Pass, per vivere di nuovo la magia del grande schermo. La campagna di comunicazione, realizzata con il contributo del Ministero della Cultura, prevede la promozione dello spot su giornali, tv, radio, oltre ad un lancio sui canali social ufficiali del Ministero Facebook, Twitter, YouTube, Instagram e Tik Tok.

 
   

lunedì 9 agosto 2021 - Si è conclusa ieri la 18esima edizione del festival di Catanzaro. Ecco tutti i vincitori dei tre concorsi.

Magna Graecia Film Festival, After Love è la miglior opera internazionale

a cura della redazione cinemanews

Magna Graecia Film Festival, After Love è la miglior opera internazionale Si è tenuta, da sabato 31 luglio a domenica 8 agosto a Catanzaro, la 18esima edizione del Magna Graecia Film Festival ideato e diretto da Gianvito Casadonte. Nove giorni di proiezioni e incontri che hanno abbracciato tutta la città, dal mare fino al centro storico del Capoluogo calabrese. Anteprime nazionali e internazionali, masterclass d’eccezione – da
Paul Haggis a Gioacchino Criaco, da John Savage a Marco Risi, Peter Greenaway e Saskia Boddeke performance musicali e tantissimi ospiti hanno animato questa edizione, che ha visto ieri sera le premiazioni finali dei tre concorsi. Tutti i premi sono stati realizzati dall’orafo Michele Affidato.

Di seguito i premi e le motivazioni delle rispettive giurie.
La giuria della sezione internazionale composta da John Savage (presidente), Gianluca Guzzo e Caterina Shulha ha decretato:
Miglior Opera Internazionale – After Love di Aleem Khan
Un commuovente film su una donna che dopo la morte del marito scopre che aveva una relazione segreta con un’altra donna. Dopo lo shock e il dolore della scoperta, decide di visitare l’amante del marito. Ma è un incontro che le difficoltà della lingua - e con grande sorpresa delle due donne e del pubblico - porta a scioccanti rivelazioni e alla comprensione, superata la rabbia, di una diversa accettazione. Un film potente su un soggetto intimo e allo stesso tempo universale.

La giuria del concorso dedicato alle Opere prime e seconde italiane, composta da Pappi Corsicato (presidente), Marco Bocci, Ivan Carlei, Francesco Ghiaccio, Claudio Noce e Teresa Saponangelo ha decretato:
Miglior Film Opera Prima - Il cattivo poeta di Gianluca Jodice
Pur confrontandosi con uno dei più complessi personaggi della Storia d’Italia, il regista si muove con la sicurezza di un veterano trovando un perfetto equilibrio tra narrazione, cast e regia. Un’opera prima la sua che oltre a rivelarne il talento, lo inserisce a pieno titolo tra i più promettenti registi italiani.

Miglior Regia - Giovanni La Parola per Il mio corpo vi seppellirà
Un viaggio randagio ed esplosivo nel Western. Un'opera che attraversa senza paura e timore le più alte sfide che questo genere si porta con sè. Il regista percorre senza nessuna esitazione un sentiero narrativo e formale ricco di insidie e possibili cadute con la maestria e la sapienza di un regista “di razza”

Miglior Attore – Francesco Patanè per Il cattivo poeta
Attraverso il suo stile rigoroso e asciutto con cui ha costruito il suo personaggio, è riuscito a raccontarci in maniera credibile e toccante,  un'epoca e il suo stile. 

Miglior Attrice – Ginevra Francesconi per Regina
Così giovane ma già capace di alternare momenti di grande dolcezza e apparente sottomissione a momenti di grande grinta e determinazione.  Mostrando così di avere tutte le carte per un promettente futuro cinematografico
Miglior Sceneggiatura - Antonio Pisu per EST
Una valigia viaggia pericolosamente attraverso la Romania di Ceausescu, al suo interno c’è il senso della nostra esistenza, gli affetti veri, i sogni, le speranze di una famiglia e di conseguenza di un popolo intero. Attraverso il racconto di una vicenda realmente accaduta, piccola eppure potente per il suo valore simbolico, Un'opera che ci fa comprendere che se tutto ha un prezzo poche cose hanno davvero valore. 
 
Premio del Pubblico a Regina di Alessandro Grande
Per aver saputo parlare al cuore del pubblico con una storia intima, commovente, emozionante. Un padre e una figlia, così vicini e così lontani, accompagnano lo spettatore attraverso un romanzo di formazione che ha sullo sfondo una Calabria inedita, che diviene un luogo dell'anima.

Una Menzione speciale è stata consegnata alla regista Susy Laude per Tutti per Uma
Per aver riportato nel cinema italiano un genere da troppo tempo dimenticato, la fiaba, e averlo fatto in un momento in cui c'è assoluto bisogno di tornare a sognare e a sorridere

La giuria dei documentari composta da Gloria Giorgianni (presidente), Luca Martera e Roberto Orazi ha decretato:
Miglior Documentario – Punta Sacra di Francesca Mazzoleni
Un lavoro che racchiude in sé tutti gli elementi formali ed estetici della forma documentaristica moderna. Le storie raccontate sono potenti ed attuali, ed offrono lo spunto per una riflessione profonda sul senso di appartenenza ad un luogo, che nel film rappresenta motivo di sofferenza ma anche di speranza per quell'umanità che la vive. Una regia coraggiosa, che ha saputo tenere in equilibrio l'osservazione e l'interpretazione di quel limbo di terra ai margini della società, per restituirgli dignità e rispetto.

Premio Petitto - Francesco Montanari
Per l'amore, il talento e il realismo con cui ha affrontato la sfida di interpretare un padre fallibile e insicuro, e quindi profondamente umano. Una convincente prova da attore che va ad arricchire un brillante percorso da grande professionista.

Premio Vittorio De Seta – Attesa di Mattia Isaac Renda
L’opera “Attesa” di Mattia Isaac Renda ci porta con delicatezza, a distanza di molti anni, in quel mondo rurale raccontato da De Seta attraverso le sue opere del “Mondo perduto”. In quei luoghi, però, non si celebrano funerali e non si riesumano salme. Piuttosto, gli oggetti, le pietre, i segni impressi dal tempo, come testimoni vivi, parlano alle nostre coscienze. Così le immagini, che non necessitano di essere accompagnate da parole, si fanno messaggere di suoni, di vite, di memorie. Esse testimoniano le assenze, le colpe, le mancanze nei confronti di un mondo, quello contadino che, così come denunciato con acume e lungimiranza dal maestro Vittorio De Seta, è stato colpevolmente e velocemente accantonato, insieme alla cultura popolare che lo animava. Colpisce che a veicolare tali emozioni sia l’opera di un autore così giovane che con sensibilità lancia un monito a noi tutti, nell’attesa, forse, che una nuova consapevolezza consenta ai luoghi narrati di trovare nuovo ascolto e, forse, anche una nuova vita.

Hanno ricevuto, nel corso delle serate del festival la Colonna d'Oro: Lillo Petrolo, Nick Vallelonga, John Savage, Gioacchino Criaco, Nicola Gratteri, Vito Teti, Marco Risi, Peter Greenaway, Paolo Bonolis, Giovanni Minoli, Paul Haggis e Gianluca Guzzo.

Tra gli eventi speciali del Festival: Paolo Bonolis che, intervistato da Giovanni Minoli, ha presentato il suo libro "Perchè parlavo da solo" (Rizzoli); il tributo per il centenario dalla nascita di Nino Manfredi con presenza di Roberta Manfredi; l’anteprima nazionale di “Opera prima” di Tayu Vlietstra, allievo di Bertolucci. Spazio anche ai talenti del territorio con Sguardi di Calabria: si segnalano, tra gli altri, “Il sogno di Jacob” di Luigi Veneziano, “Il Paese interiore” e “Le Rughe” di Maurizio Paparazzo.

Tantissimi gli ospiti che hanno sfilato sul red carpet catanzarese: tra gli altri Massimo Mauro e Gianni Speranza, Michela Giraud, Andrea RoncatoGiulia Elettra Gorietti, Alessandro Haber, Francesco Pannofino e Laura Freddi. A presentare le serate, Carolina Di Domenico, affiancata per la finale da Federico Russo. Tre le performance musicali, chitarra e voce, di Emit, Eugenio Cesaro e Tecla Insolia. La madrina di questa edizione è stata l'attrice e modella Greta Ferro, che ha esordito al cinema con il thriller Weekend di Riccardo Grandi e, quest’anno, è stata sul set del nuovo film di Luca Lucini, Io e mio fratello.
 

   

Altre news e collegamenti a Pasquale Petrolo »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 22 settembre
Un altro giro
Maledetta Primavera
Peter Rabbit 2 - Un birbante in fuga
giovedì 16 settembre
Freaky
mercoledì 15 settembre
100% Lupo
Adam
martedì 14 settembre
Black Widow
giovedì 9 settembre
Rifkin's Festival
Corpus Christi
Morrison
mercoledì 8 settembre
Il cattivo poeta
Il sacro male
martedì 31 agosto
Amazing Grace
giovedì 26 agosto
The Conjuring - Per ordine del dia...
mercoledì 25 agosto
Crudelia
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità