Dizionari del cinema
Quotidiani (5)
Periodici (1)
Miscellanea (2)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
sabato 6 giugno 2020

Alberto Sordi

Data nascita: 15 Giugno 1920 (Gemelli), Roma (Italia)
Data morte: 25 Febbraio 2003 (82 anni), Roma (Italia)
occhiello
...ma io so io, e voi non siete un ca**o.
dal film Il marchese del Grillo (1981) Alberto Sordi  Il marchese Onofrio del Grillo duca di Bracciano; il carbonaio Gasperino
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Alberto Sordi
Nastri d'Argento 1977
Premio miglior attore per il film Un borghese piccolo piccolo di Mario Monicelli

David di Donatello 1977
Premio miglior attore per il film Un borghese piccolo piccolo di Mario Monicelli

Nastri d'Argento 1977
Nomination miglior attore per il film Un borghese piccolo piccolo di Mario Monicelli

David di Donatello 1977
Nomination miglior attore per il film Un borghese piccolo piccolo di Mario Monicelli

David di Donatello 1973
Nomination miglior attore per il film Lo scopone scientifico di Luigi Comencini

David di Donatello 1973
Premio miglior attore per il film Lo scopone scientifico di Luigi Comencini

David di Donatello 1972
Premio miglior attore per il film Detenuto in attesa di giudizio di Nanni Loy

Festival di Berlino 1972
Premio miglior attore per il film Detenuto in attesa di giudizio di Nanni Loy

David di Donatello 1972
Nomination miglior attore per il film Detenuto in attesa di giudizio di Nanni Loy

David di Donatello 1969
Nomination miglior attore per il film Il medico della mutua di Luigi Zampa

David di Donatello 1969
Premio miglior attore per il film Il medico della mutua di Luigi Zampa

David di Donatello 1966
Premio miglior attore per il film Fumo di Londra di Alberto Sordi

David di Donatello 1966
Nomination miglior attore per il film Fumo di Londra di Alberto Sordi

David di Donatello 1961
Premio miglior attore per il film Tutti a casa di Luigi Comencini

David di Donatello 1961
Nomination miglior attore per il film Tutti a casa di Luigi Comencini

David di Donatello 1960
Premio miglior attore per il film La grande guerra di Mario Monicelli

Nastri d'Argento 1960
Premio miglior attore per il film La grande guerra di Mario Monicelli

David di Donatello 1960
Nomination miglior attore per il film La grande guerra di Mario Monicelli

Nastri d'Argento 1960
Nomination miglior attore per il film La grande guerra di Mario Monicelli

Nastri d'Argento 1956
Nomination miglior attore per il film Lo scapolo di Antonio Pietrangeli

Nastri d'Argento 1956
Premio miglior attore per il film Lo scapolo di Antonio Pietrangeli

Nastri d'Argento 1954
Premio miglior attore non protagonista per il film I vitelloni di Federico Fellini

Nastri d'Argento 1954
Nomination miglior attore non protagonista per il film I vitelloni di Federico Fellini



Sordi era stato tutto. Di Pino Farinotti.

Dieci anni senza Alberto

lunedì 25 febbraio 2013 - Pino Farinotti cinemanews

Dieci anni senza Alberto Quando morì Alberto Sordi ricordo un funerale di Stato sontuoso. Senza dubbio meritato. E poi naturalmente tutti i "coccodrilli" relativi. Sordi era stato tutto. A cominciare dal modello dell'italiano medio, come si diceva. Ricordo anche un editoriale in cui veniva definito l'uomo che aveva dato del cittadino italiano un'immagine furbastra e volgare, negativa oltre confine. Non ricordo chi lo scrisse, ma c'è sempre, in un quadro generale, quello che vuole uscire dal gruppo, essere diverso, mettersi "contro". Sopra ho scritto che Sordi era "tutto", dunque ci sta anche che a volte, anzi, spesso, fosse furbastro, e qualche volta volgare. Ma non è questo il punto. Diciamo che comunque è un punto parziale e insignificante. Confesso che ho condiviso Sordi, l'ho apprezzato, ma non è mai stato una mia passione. Gassman lo era.

   

Romanzo di un giovane povero

Romanzo di un giovane povero

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,56)
Un film di Ettore Scola. Con Alberto Sordi, Isabella Ferrari, Mario Carotenuto, Rolando Ravello, Sara Franchetti.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 1995. Uscita 29/09/1995.

Nestore - L'ultima corsa

* * * - -
(mymonetro: 3,13)
Un film di Alberto Sordi. Con Alberto Sordi, Eros Pagni, Matteo Ripaldi, Cinzia Cannarozzo, Tatiana Farnese.
continua»

Genere Drammatico, - Italia, Francia 1994. Uscita 02/08/1994.
La grande guerra

La grande guerra

* * * * 1/2
(mymonetro: 4,60)
Un film di Mario Monicelli. Con Vittorio Gassman, Alberto Sordi, Bernard Blier, Folco Lulli, Silvana Mangano.
continua»

Genere Guerra, - Italia 1959.

Il marchese del Grillo

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,83)
Un film di Mario Monicelli. Con Alberto Sordi, Caroline Berg, Andrea Bevilacqua, Flavio Bucci, Giorgio Gobbi, Cochi Ponzoni.
continua»

Genere Commedia, - Italia, Francia 1981.

Una vita difficile

* * * * 1/2
(mymonetro: 4,56)
Un film di Dino Risi. Con Claudio Gora, Alberto Sordi, Lea Massari, Franco Fabrizi, Lina Volonghi.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 1961.
Filmografia di Alberto Sordi »

martedì 2 giugno 2020 - Quando la storia del nostro Paese fu raccontata dalle immagini di Dino Risi. 

2 giugno, quel referendum di Alberto Sordi

Pino Farinotti cinemanews

2 giugno, quel referendum di Alberto Sordi Accade spesso che il cinema racconti la Storia con grande efficacia, con sintesi e semplicità e naturalmente con la forza delle immagini, e che la vicenda si radichi nella memoria dello spettatore e lì rimanga. Certi film sono più utili, diciamo così, della saggistica accreditata, proprio per le ragioni dette sopra. Chi ha visto Una vita difficile (1961) diretto da Dino Risi, scritto da Rodolfo Sonego, con Alberto Sordi protagonista, ha assunto quel 2 giugno 1946, giorno della Repubblica, senza bisogno di leggere i libri e di vedere i servizi televisivi. Lo deve naturalmente alla qualità di quell’opera, una perla della cosiddetta nostra “Commedia”.  

La storia secondo uno stralcio della mia recensione sul “Farinotti”: “Zona del lago di Como, inverno 1944. Silvio Magnozzi, partigiano romano, sul punto di essere ucciso da un tedesco, viene salvato da Elena, figlia della proprietaria di un albergo. Silvio si nasconde per qualche tempo in un mulino abbandonato, Elena gli porta da mangiare, nasce una relazione. Una notte l’uomo sparisce e lo ritroviamo a Roma dopo la Liberazione. Lavora in un giornale comunista e un giorno viene incaricato di fare un servizio sull’oro di Dongo, che è molto vicino al paese di Elena. Silvio telefona, Elena lo insulta, ma poi si presenta all’appuntamento e i due vanno a Roma insieme. Da quel momento l’“idealista” Magnozzi vivrà tutte le vicende chiave dell’Italia di quegli anni:  le elezioni del 18 aprile decisive per il destino della nazione, l’attentato a Togliatti del luglio del 1948 quando l’Italia rischiò la rivoluzione. Gli anni del boom economico...”.


E non può mancare il 2 giugno del 1946, giorno del referendum. La città, e il Paese, sono in attesa febbrile del risultato del referendum. 
Pino Farinotti
Elena e Silvio sono in cerca di una trattoria dove poter mangiare gratis. Elena si sente chiamare. Si tratta del marchese Capparoni, vecchio amico di sua madre. Il nobile sta cercando qualcuno da invitare a pranzo per non essere in tredici a tavola. I due proletari si ritrovano così al tavolo di una principessa, guardati male da tutti i presenti. I titolati sono in ansia per il re. Un principe racconta, con la voce rotta dall’emozione, di quando, soldato, ebbe l’onore di stringere la mano a Vittorio Emanuele. Qualcuno imprudentemente cita i partigiani. Silvio, idealista emotivo, li definisce eroi facendo arrabbiare tutti. Poi se la prende col re  perché  “se la filò” a Brindisi abbandonando la sua gente. 

La discussione si infiamma, ma ecco che la radio annuncia: “Diamo il risultato del referendum” La tensione è dolorosa e palpabile. “Monarchia: 10 milioni, 719mila284.” Sembra un buon numero, tutti esultano. “Repubblica 12 milioni, 717mila 923. L’Italia è una repubblica”. Cade il silenzio e la disperazione. A uno a uno tutti  abbandonano la tavola. Tranne Elena e Silvio, che non hanno fame. Un maggiordomo, solenne, avanza col grande vassoio verso di loro mentre dalla radio arriva l’inno nazionale. Siamo nella storia della nazione. E del cinema. 
   

Altre news e collegamenti a Alberto Sordi »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità