Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
lunedì 19 ottobre 2020

Alida Valli

Nome: Alida Maria Laura Altenburger baronessa von Marckenstein und Frauenberg
Data nascita: 31 Maggio 1921 (Gemelli), Pola (Croazia)

Data morte: 22 Aprile 2006 (84 anni), Roma (Italia)
occhiello
T'ho aspettato per giorni e giorni, e ora sei venuta... Non ci curiamo di paradiso e di inferno!
dal film Senso (1954) Alida Valli  La contessa Livia Serpieri
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Alida Valli
David di Donatello 1982
Premio miglior attrice non protagonista per il film La caduta degli angeli ribelli di Marco Tullio Giordana

David di Donatello 1982
Nomination miglior attrice non protagonista per il film La caduta degli angeli ribelli di Marco Tullio Giordana

Nastri d'Argento 1947
Premio miglior attrice per il film Eugenia Grandet di Mario Soldati

Nastri d'Argento 1947
Nomination miglior attrice per il film Eugenia Grandet di Mario Soldati



Novecento

Novecento

* * * * -
(mymonetro: 4,28)
Un film di Bernardo Bertolucci. Con Gérard Depardieu, Robert De Niro, Burt Lancaster, Sterling Hayden, José Quaglio.
continua»

Genere Drammatico, - Italia 1976. Uscita 16/04/2018.
Suspiria

Suspiria

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,86)
Un film di Dario Argento. Con Flavio Bucci, Alida Valli, Stefania Casini, Jessica Harper, Miguel Bosé.
continua»

Genere Horror, - Italia 1977. Uscita 30/01/2017.
Il terzo uomo

Il terzo uomo

* * * * -
(mymonetro: 4,47)
Un film di Carol Reed. Con Orson Welles, Joseph Cotten, Alida Valli, Trevor Howard, Bernard Lee.
continua»

Genere Spionaggio, - Gran Bretagna 1949. Uscita 27/08/2015.
Inferno

Inferno

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,64)
Un film di Dario Argento. Con Eleonora Giorgi, Alida Valli, Leopoldo Mastelloni, Gabriele Lavia, Feodor Chaliapin Jr..
continua»

Genere Horror, - Italia 1980. Uscita 07/02/1980.

Un'orchidea rosso sangue

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,50)
Un film di Patrice Chéreau. Con Charlotte Rampling, Edwige Feuillère, Simone Signoret, Bruno Cremer, Alida Valli.
continua»

Genere Drammatico, - Francia 1975. Uscita 09/05/1975.
Filmografia di Alida Valli »

lunedì 5 ottobre 2020 - Un evento che punta ai giovani, ai cult da oltreoceano e alle nuove proposte italiane.

Festa del Cinema di Roma 2020, uno sguardo al futuro con la stessa passione

Paola Casella cinemanews

Festa del Cinema di Roma 2020, uno sguardo al futuro con la stessa passione “Vorrei che questa Festa avesse almeno tre parole chiave: passione, scoperta, emozione”, esordisce Laura Delli Colli, Presidentessa della Fondazione Cinema per Roma, aprendo la conferenza stampa di lancio della 15esima edizione della Festa del Cinema di Roma, dal 15 al 25 ottobre. Delli Colli e il Direttore Artistico Antonio Monda sono ben coscienti di dover motivare l’esistenza stessa di questa kermesse alla vigilia dell’uscita del nuovo decreto governativo che probabilmente limiterà ancora di più l’accesso alle sale cinematografiche. Nella sala della conferenza stampa però ci sono la sindaca Virginia Raggi e il vicesindaco Luca Bergamo testimoniano l’appoggio delle istituzioni cittadine ad andare avanti, pur con distanziamenti e mascherine.

“Parlare di festa può sembrare poco opportuno in questo momento”, afferma Monda “per questo abbiamo scelto di guardare al futuro, ad esempio puntando sui giovani autori italiani: cinque opere prime fra le sezioni ufficiali Concorso e Riflessi”. L’idea è sempre di coinvolgere tutta la città, mescolando “cultura alta e popolare”, in vari luoghi: l’Auditorium, la Casa del Cinema. Il Maxxi, il Macro, Tor Bella Monaca, il Policlinico Gemelli, nove case per donne maltrattare e un “distretto fiume” di cinque sale romane”. “Stiamo lavorando sul protocollo per evitare ogni forma di assembramento”, afferma Francesca Via, Direttrice Generale della Fondazione Cinema per Roma. “Chiunque venga all’Auditorium deve avere un titolo di accesso registrandosi su una app che abbiamo predisposto ad hoc e che ha sempre il polso della disponibilità dei posti. Non ci saranno più le transenne accanto al tappeto rosso, niente autografi, ma dalla Cavea superiore dell’Auditorium, cui si accederà da un ingresso esterno, 600 persone registrate e sedute sugli appositi posti segnati potranno assistere al red carpet e fare foto”.
 
GLI ITALIANI

Due esordienti in Concorso: Fortuna di Nicolangelo Gelormini con Valeria Golino e Pina Turco, protagonista una bambina che sogna di essere una principessa aliena per mettere da parte lo squallore della sua vita in un casermone della periferia napoletana; e The Shift di Alessandro Tonda, coproduzione fra Italia e Belgio, storia di due giovani terroristi intenzionati a fare una strage di coetanei a scuola.

Altri tre esordienti nella sezione Riflessi: il 27enne Gipo Fasano con Le Eumenidi, messa in scena della tragedia di Eschilo “girata con soli 9000 euro e ambientata ai Parioli”; la documentarista Elisa Amoruso che debutta nella finzione con la storia di formazione giovanile e di scoperta della sessualità Maledetta Primavera, con Micaela Ramazzotti e Giampaolo Morelli. Infine We Are The Thousand di Anita Rivaroli che racconta il ritrovo di mille musicisti per suonare una hit dei Foo Fighters e convincerli a suonare a Cesena.

Fra gli Eventi speciali troviamo Fuori era primavera, il “racconto collettivo” degli italiani durante il lockdown orchestrato da Gabriele Salvatores come già aveva fatto per Viaggio in Italia; Ostia criminale di Stefano Pistolini sulle cosche mafiose del litorale romano; i primi episodi della serie Romulus firmata da Matteo Rovere; e infine Mi chiamo Francesco Totti, il doc di Alex Infascelli sul Capitano della Roma, che sarà presente alla Festa per l’incontro ravvicinato più atteso in dialogo con Pierfrancesco Favino

Molti titoli italiani anche alle preaperture alla Casa del Cinema: Era la più bella di tutti noi di Leonardo Celi e Roberto Savoca; Earthling: terrestre di Gianluca Cerasola; L’amore non si sa di Marcello Noto; Porto Rubino di Fabrizio Fichera; e Disco Ruin di Lisa Bosi e Francesca Zerbettoi.

APERTURA E CHIUSURA

Il film di apertura è Soul, protagonista un insegnante di musica jazz, che porterà a Roma il regista (e grande capo della Pixar) Pete Docter, insignito di un Premio alla carriera; quello di chiusura, è Cosa sarà di Francesco Bruni con Kim Rossi Stuart, che “racconterà in tono agrodolce la terribile esperienza del regista sceneggiatore con la malattia”, sintetizza Monda.

SELEZIONE UFFICIALE: GLI HIGHLIGHTS

Dalla Francia con amore
Des Hommes di Lucas Belvaux con Gérard Depardieu e Catherine Frot, festa di compleanno cui il fratello della festeggiata se la prende con l’unico nordafricano presente, ed Eté '85 di Francois Ozon, che vede nel cast Valeria Bruni Tedeschi e Melvil Poupaud, e racconta l’amicizia fra due adolescenti a metà anni Ottanta; 

Dal Nord Europa
In Druk di Thomas Vinterberg Mads Mikkelsen è uno dei tre amici che fanno su se stessi un esperimento bizzarro su come lo stato di ubriachezza possa aprire orizzonti di maggiore consapevolezza; Home diretto dall’attrice tedesca Franka Potente, interpretato anche da Kathy Bates  narra il problematico ritorno dalla prigione di un uomo condannato per un delitto commesso proprio nel paese dove sceglie di tornare. 

Dal Sudamerica
Forgotten We’ll Be di Fernando Trueba racconta la Medellin degli anni Settanta e vede protagonista un medico attivista per i diritti umani; I Carry You With Me di Heidi Ewing, coproduzione fra Stati Uniti e Messico, racconta il viaggio di un aspirante cuoco messicano che cerca di trasferirsi a New York.

Dal Regno Unito
Quattro proposte stuzzicanti: Herself di Phyllida Law (la regista di Mamma mia!) storia della fuga di una madre e le sue due figlie da un marito e padre violento; Stardust di Gabriel Range, che ripercorre la giovinezza di David Bowie e la genesi dell’invenzione del personaggio Ziggie Stardust; Supernova di Harry MacQueen, protagonisti Colin Firth e Stanley Tucci (che sarà presente alla Festa), road movie fra due amici uno dei quali sta cominciando a soffrire di demenza. Infine Small Axe, raccolta di storie sul tema della lotta al razzismo firmata da Steve McQueen, che riceverà il Premio alla carriera dalla scrittrice Zadie Smith, protagonista a sua volta di un Incontro ravvicinato.

Attesissimi
Fireball: Vistors From Darker Worlds, il documentario cofirmato da Werner Herzog e Clive Oppenheimer, che presenteranno il film online sulla piattaforma Digital RFF15, unico (non) luogo dove sarà possibile visionarlo. Sulla stessa piattaforma sarà possibile vedere una selezione di film presentati alla Festa nonché seguire in streaming conferenze e incontri. E Monda segnala il documentario statunitense Time di Garrett Bradley “che andrà senz’altro agli Oscar, su una donna che vede condannato ingiustamente il proprio marito e lotta da vent’anni per ottenerne il rilascio”.
TUTTI NE PARLANO

Fra i titoli più attesi in questa sezione spiccano l’inglese Ironbark di Dominic Cooke con Benedict Cumberbatch (che si collegherà con il pubblico della Festa da remoto), spy story ambientata durante la guerra fredda; e Palm Springs di Max Barbakow con il “divo” Andy Samberg e la “mamma” di How I Met Your Mother Cristin Milioti presi in un loop temporale alla Ricomincio da capo

INCONTRI RAVVICINATI

Da sempre il fiore all’occhiello della Festa, quest’anno oltre ai già citati Totti, Docter, McQueen, Ozon, Vinterberg, Herzog, Oppenheimer e Smith dialogheranno i fratelli D’Innocenzo, Gianfranco Rosi, John Waters “che parlerà dei suoi film spazzatura preferiti”, il musicista Thom Yorke, leader dei Radiohead, e Damien Chazelle. Gabriele Mainetti e i Manetti Bros presenteranno i primi 6 minuti rispettivamente di Freaks Out e Diabolik e si fermeranno a parlarne in pubblico. 

OMAGGI, RESTAURI E RETROSPETTIVE

La retrospettiva sul mitico regista indiano Satyajit Ray comprenderà 15 titoli. I due restauri sono Padre Padrone dei fratelli Taviani (e verrà Paolo a presentarlo in sala) e In nome della legge di Pietro Germi. Vera Pescaolo e Giuliano Montaldo saranno omaggiati dal doc Vera & Giuliano di Fabrizio Corallo, mentre a Federico Fellini verranno offerti due tributi: Fellinopolis di Silvia Giulietti e La fellinite di Francesca Fabbri Fellini, nipote del regista. Altri omaggi saranno tributati ad Alida Valli, Glauber Rocha (che vedrà molte personalità del cinema parlarne via Zoom) e Graziella Lonardi Buontempo.

   

Altre news e collegamenti a Alida Valli »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 7 ottobre
Gamberetti per tutti
L'anno che verrà
Nel nome della Terra
Vulnerabili
mercoledì 30 settembre
Gli spostati
mercoledì 23 settembre
A Tor Bella Monaca non Piove Mai
martedì 22 settembre
L'hotel degli amori smarriti
giovedì 10 settembre
La mia banda suona il pop
mercoledì 9 settembre
Fantasy Island
martedì 8 settembre
Doppio sospetto
mercoledì 2 settembre
Villetta con ospiti
giovedì 27 agosto
Dopo il matrimonio
mercoledì 26 agosto
Qua la zampa 2 - Un amico è per se...
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità