Il condominio dei cuori infranti

Un film di Samuel Benchetrit. Con Isabelle Huppert, Gustave Kervern, Valeria Bruni Tedeschi, Tassadit Mandi, Jules Benchetrit.
continua»
Titolo originale Asphalte. Commedia drammatica, Ratings: Kids+13, durata 100 min. - Francia, Gran Bretagna 2015. - Cinema uscita giovedì 24 marzo 2016. MYMONETRO Il condominio dei cuori infranti * * * - - valutazione media: 3,32 su 28 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,32/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * - -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Una serie di incontri improbabili che producono tenerezza, riso e compassione per un mondo immerso nell'alienazione urbana.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer Cinema
primo piano
Una commedia surreale e sociale che descrive la realtà nella sua desolazione e la riscatta attraverso la mobilitazione di un'umanità inattesa
Marzia Gandolfi     * * * 1/2 -

Su un immobile grigio delle banlieue parigine precipita John Mckenzie, un astronauta americano finito fuori rotta. Raccolto sul tetto da madame Hamida, una donna marocchina che lo ama come un figlio, Mckenzie attende che la NASA lo riconduca a casa. Qualche piano sotto Charly, adolescente che vive con una madre assente, soccorre la nuova vicina, Jeanne Meyer, attrice degli anni Ottanta caduta dal piedistallo e chiusa fuori dalla porta. Al primo piano crolla a terra Sternkowtiz dopo cento chilometri di cyclette e una disastrosa riunione condominiale. Tre cadute che troveranno nell'altro una ragione: John infilerà la via di casa a colpi di affetto e di cuscus, Sternkowtiz scoprirà l'amore con un'infermiera lunare, Charly supplirà la madre con Jeanne e Jeanne comprenderà la bellezza degli anni negli occhi di Charly.
Ispirato a due racconti di "Chroniques de l'asphalte", il quinto film di Samuel Benchetrit è una commedia surreale e sociale che descrive la realtà nella sua desolazione e la riscatta attraverso la mobilitazione di un'umanità inattesa. Scrittore e regista, Benchetrit pesca nella sua autobiografia e mette in schermo le banlieue della sua infanzia, osservandone l'impassibilità e facendone esplodere il contenuto emotivo. Con uno stile rigoroso, inquadrature fisse e pochi movimenti di macchina, Il condominio dei cuori infranti unisce la pulizia delle immagini alla semplicità della progressione narrativa, spogliata di qualsiasi sentimentalismo. Seriamente ironica, la poetica dell'autore impiega il linguaggio della sconfitta per parlare di speranza, della caduta per dire della risalita. In una cité in disarmo sotto un cielo coperto e incolore, che amplifica il suono livido di uno sportello scambiato per pianto, grido, supplica, l'autore innamora anime belle che nell'incontro con l'altro ritrovano il senso e la volontà. Le loro traiettorie chiuse subiranno importanti variazioni aprendole ad altri ambienti e mettendole in contatto con persone diverse ma con la stessa voglia di lasciarsi alle spalle memorie dolorose. Trasognato e sotterraneamente politico, Il condominio dei cuori infranti combina realismo sociale e scrittura tragicomica, affrontando poeticamente l'emarginazione. A creare la sospensione e la fluidità sognante del racconto contribuiscono il luogo della vicenda, la banlieue tenuta fuori campo e poi svelata nel piano finale che scioglierà il terrore sociale e l'aneddotica sul gemito prodotto dal vento, e i vestiti, i personaggi sono abbigliati sempre allo stesso modo, in fogge che li qualificano e identificano. Scoglio ostinato in un mare di uniformità, il film di Benchetrit afferma la sua natura altra, intima e densa svolgendo una serie di ritratti maschili e femminili che condividono un condominio e un'assenza, il sentimento forte di una mancanza: il figlio per madame Harmida, la madre per Charly, la homeland per John, la compagna per Sternkowtiz, un ruolo (nella vita) per Jeanne. I personaggi di Benchetrit incarnano la solitudine contemporanea sfuggendo tuttavia lo stereotipo grazie alla frontalità della messa in scena e a battute secche che li inchiodano al proprio ruolo o lo definiscono con humour. Tra i piani, lungo i corridoi, dentro gli appartamenti, nell'ascensore, si muove un'umanità spicciola che Benchetrit ama di sconfinato amore. La petites gens che diluisce la malinconia e gli affanni nel fare, nel parlare, nel cucinare, nel regalare un gesto che ha come premio il gusto irripetibile di un sorriso o di una lacrima. Se ancora una volta Isabelle Huppert e Gustave Kervern hanno 'peso specifico', è Michael Pitt a stabilire la differenza che lo distingue nei lunghi silenzi o nelle battute in inglese, lingua straniera che diventa risorsa comica non verbale. Dandy caduto sulla terra con gli occhi acquosi davanti allo sguardo materno di Tassadit Mandi, il suo astronauta è l'alieno precipitato sul lato oscuro del pianeta, sul lato grigio di Parigi che diventa 'piattaforma' da cui ripartire.
Parabola umanista, narrata con irreale leggerezza, Il condominio dei cuori infranti trasforma in poesia la banalità del quotidiano, sospendendo i suoi protagonisti tra prigione del reale e sogno di fuga. Struggenti come le polaroid di Sternkowtiz, gli antieroi di Benchetrit escono dall'anonimato attraverso l'amore perché è lo slancio verso l'altro a dare senso alla vita.

Incassi Il condominio dei cuori infranti
Primo Weekend Italia: € 152.000
Incasso Totale* Italia: € 673.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 17 aprile 2016
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
84%
No
16%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Il condominio dei cuori infranti

premi
nomination
Cesar
0
1
* * * - -

Non solo asfalto...

sabato 9 aprile 2016 di Writer58

Nella mia personale classifica dei titoli più brutti, questo "Condominio dei cuori infranti" occupa uno dei gradini del podio. E' un titolo ridicolo e fuorviante, poiché "Aspalthe", secondo film di Samuel Benchetrit, non è una commediola romantico-sentimentale, ma un apologo divertente e agrodolce sulla condizione umana che si condensa nella solitudine delle periferie urbane e nell'irruzione dell'imprevisto all'interno di un condominio della banlieue parigina. Il film si svolge in una delle città-satellite continua »

* * * * -

Il cuore oltre l'ostacolo

lunedì 28 marzo 2016 di Alex2044

In un paesaggio che più desolato non si può dove tutto è brutto e degradato e perfino il tempo è sempre grigio , sei solitudini si incontrano , si conoscono , si apprezzano .Sono diverse , per vita , cultura , atteggiamenti ma li unisce l'umanità che è in loro . Questo film , fatto di nulla sorprende per la sua profondità e malgrado la sua apparente staticità mette in moto il cuore dello spettatore ma anche la mente . Facendolo continua »

* * * * -

Scoprire se stessi per scoprire gli altri

martedì 29 marzo 2016 di FabioFeli

Nella anonima banlieu di una città francese sei personaggi intrecciano le loro storie. Sterkowitz (Gustave Kerven), costretto in carrozzina da una trombosi, adopera di nascosto l’ascensore alla installazione del quale è stato l’unico ad opporsi nella assemblea di condominio; nel suo girovagare notturno incontra nel retro dell’ospedale una infermiera del turno di notte (Valeria Bruni Tedeschi), in pausa per una sigaretta; si finge fotografo e dice che vorrebbe ritrarla, continua »

* * * * -

Sei solitudini in cerca d'amore

mercoledì 30 marzo 2016 di robroma66

Il titolo -malamente reso in italiano rispetto al francese Asphalte- è fuorviante: non si tratta di una commedia sentimentale strappalacrime ma di sei persone in cerca d'amore in una periferia grigia, annoiata, brutta e quasi addormentata. Ironia e insospettabile capacità affettiva sono le cifre del film. L'attrice in declino Jeanne -malinconica e non rassegnata- e il suo giovane vicino di pianerottolo Charly, l'aspirante fotografo -orso e respingente- Sternkowitz continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Il condominio dei cuori infranti adesso. »

VIDEO | Isabelle Huppert, Michale Pitt e Valeria Bruni Tedeschi in una commedia surreale che trasforma in poesia la banalità del quotidiano.

E la poesia della banlieue

venerdì 18 marzo 2016 - a cura della redazione

Il condominio dei cuori infranti e la poesia della banlieue Un condominio in un complesso periferico di case popolari. Un ascensore in panne. Tre incontri. Sei personaggi. Stemkowtiz abbandonerà la sua sedia a rotelle per trovare l'amore di un'infermiera che fa il turno di notte? Charly, l'adolescente abbandonato a sé stesso, riuscirà a fare ottenere un ruolo a Jeanne Meyer, attrice degli anni '80? E cosa ne sarà di John McKenzie, astronauta caduto dal cielo e accolto e accudito dalla Signora Hamida? Una commedia surreale e sociale che descrive la realtà nella sua desolazione e la riscatta attraverso la mobilitazione di un'umanità inattesa.

   

Storie di solitudine in un triste e degradato condominio

di Roberto Nepoti La Repubblica

Già compagno della sventurata Marie Trintignant (qui fa recitare il figlio avuto da lei, Jules), Samuel Benchetrit è un cineasta solitario, refrattario alle mode. Con Il condominio dei cuori infranti, il regista adatta due suoi racconti, ne aggiunge un terzo e ambienta il tutto in un immobile degradato della periferia parigina. Sono storie di solitudine. Sternkowitz, in carrozzella per un incidente, si finge fotoreporter per suscitare l'interesse di un'infermiera di notte. Un'attrice in declino incontra un adolescente vicino di pianerottolo, che sembra abbandonato a se stesso. »

Il condominio è un teatrino

di Alessandra Levantesi La Stampa

È scritta e girata dal regista (e attore) francese Samuel Benchetrit, questa piccola, surreale commedia che intreccia tre storie di solitudini nella cornice di una deteriorata periferia, grigia come l'asfalto del titolo originale. Protagonisti lo stralunato Gustav Kevern - l'unico che alla riunione condominiale vota contro i lavori per l'ascensore che non usa (e poi, trovandosi costretto alla sedia a rotelle, lo prende di nascosto) - il quale ha un vero colpo di fulmine per la timida, appassita infermiera Valeria Bruni Tedeschi; la matura attrice Isabelle Huppert che, grazie all'adolescente Jules Benchetrit (figlio del regista e nipote di Jean Louis Trintignant), ritrova il senso della sua arte; la dolce signora magrebina Tassadit Mandi che accoglie come un figlio (il suo è in prigione) l'astronauta Michael Pitt atterrato per sbaglio sulla terrazza del condominio. »

Piace il condominio solidale

di Maurizio Acerbi Il Giornale

Un astronauta della Nasa precipita sul tetto di un immobile e, in attesa del suo recupero, viene ospitato da una donna marocchina. Un adolescente, con madre assente, fa amicizia con una diva caduta in disgrazia. Un uomo, costretto alla sedia a rotelle dopo un malore, si invaghisce di una infermiera. In questo condominio, solitudine e desolazione sono raccontate in modo surreale, per esaltare scampoli di umanità nella banalità del quotidiano. Da Il Giornale, 24 marzo 2016 »

Quelle insolite solitudini nel cinema di banlieue

di Silvana Silvestri Il Manifesto

Dai luoghi più fotografati in questi ultimi giorni, le banlieues dell'Europa del nord, con i suoi caseggiati spogli e i suoi abitanti sotto osservazione arriva nelle sale Asphalte (è il titolo originale, a Cannes in proiezione speciale fuori concorso), una salutare evasione dalla commedia italiana e dalla cronaca, un film di emozioni distillate, potente antidoto al clima di terrore. Quali misteri può racchiudere un condominio anonimo? Parecchi, assicura il regista e autore dei racconti su cui è sviluppata la sceneggiatura («1er étage face ascenseur» e «l2eme étage face ascenseur», pubblicati in Italia da Neri Pozza raccolti in («Cronache dell'asfalto»). »

Il condominio dei cuori infranti | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | writer58
  2° | fabiofeli
  3° | robroma66
  4° | lbavassano
  5° | zarar
  6° | nerone bianchi
  7° | alex2044
  8° | maurizio meres
  9° | enrico danelli
10° | soleilmoon
11° | fabrizio54
12° | fabrizio54
13° | flyanto
14° | fellino_01
Cesar (1)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Video
1|
Link esterni
Sito ufficiale
Uscita nelle sale
giovedì 24 marzo 2016
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 29 sale cinematografiche:
Showtime
  1 | Campania
  4 | Emilia Romagna
  1 | Friuli Venezia Giulia
  2 | Lazio
  1 | Liguria
  5 | Lombardia
  2 | Marche
  2 | Piemonte
  1 | Puglia
  1 | Sardegna
  3 | Sicilia
  3 | Toscana
  1 | Umbria
  2 | Veneto
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità