The Giver - Il mondo di Jonas

Acquista su Ibs.it   Soundtrack The Giver - Il mondo di Jonas   Dvd The Giver - Il mondo di Jonas   Blu-Ray The Giver - Il mondo di Jonas  
Un film di Phillip Noyce. Con Meryl Streep, Jeff Bridges, Brenton Thwaites, Alexander Skarsgård, Katie Holmes.
continua»
Titolo originale The Giver. Drammatico, durata 97 min. - USA 2014. - Notorious Pictures uscita giovedì 11 settembre 2014. MYMONETRO The Giver - Il mondo di Jonas * * - - - valutazione media: 2,39 su 56 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,39/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * - - -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Il film è tratto dall'omonimo romanzo per ragazzi della scrittrice statunitense Lois Lowry.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un racconto di formazione ambientato in un futuro non troppo lontano e in una società 'evoluta' che ha sconfitto passioni e violenza
Marzia Gandolfi     * * 1/2 - -

Da qualche parte nel tempo e nel mondo esiste una società che ha scelto come valore l'uniformità. Immemori di sé e della loro storia, uomini, donne e bambini vivono una realtà senza colori, senza sogni, senza emozioni, senza intenzioni. Per loro decide un consiglio di anziani, riunito periodicamente a sancire i passaggi evolutivi dei membri della comunità. Durante la Cerimonia dei 12, che accompagna solennemente gli adolescenti verso la vita adulta affidando loro il mestiere che meglio ne identifica le inclinazioni, Jonas viene destinato ad 'accogliere le memorie' di una storia che non ha mai conosciuto. Figlio di madri biologiche preposte allo scopo e assegnato successivamente all'unità famigliare che ne ha fatto richiesta, Jonas è un adolescente eccezionale con un dono speciale, quello di sentire. Preposto al ruolo di accoglitore di Memorie, Jonas è affidato a un donatore, un uomo anziano e solo che porta dentro di sé tutta la bellezza e la tragedia dell'umanità. Tutte quelle emozioni negate alla sua gente perché il mondo resti un luogo di pace e torpore. Intuita la sensibilità del ragazzo, il donatore lo condurrà per mano dentro la vita, spalancandogli la strada che conduce al libero arbitrio.
Trasposizione del bestseller omonimo di Lois Lowry, The Giver è un racconto di formazione ambientato in un futuro non troppo lontano e in una società 'evoluta' che ha sconfitto passioni e violenza (almeno in apparenza), votandosi alla conformità e all'apatia. (Auto)disciplinata da regole e iniezioni mattutine, che inibiscono qualsiasi emozione, la normalizzata comunità trova in Jonas la differenza. Perché Jonas ha nostalgia di tutte le cose, anche di quelle che non ha mai avuto e che adesso, nel nuovo ruolo di accoglitore, vede e vive nell'abbraccio del donatore di Jeff Bridges. Dentro un mondo piatto, controllato, (ri)pulito, che ha perso i suoi colori e quelli delle persone che lo abitano, Jonas è iniziato alle emozioni e a un processo di crescita, che finisce per cortocircuitarlo e disapprovare la realtà esterna.
Una realtà omologata in cui l'idea di purezza è un'aberrazione della mente che non ha consapevolezza dell'omicidio, che chiama 'congedo' la pena di morte, che sopprime coi sentimenti i non validi, che porta inesorabilmente al rifiuto di ogni possibilità dialettica e sostituisce la vita vera con una proiezione pallida e un povero ripetersi di strutture replicative. Alla maniera dei suoi illustri predecessori, Gattaca e Pleasantville, del primo parafrasa il livellamento del patrimonio di biodiversità e di pluralità culturale, del secondo la forza dei sentimenti e il bianco e nero ordinato di una vita pleasant, The Giver è impegnato a riemergere il colore e con quello la diversità. Diversità incarnata dai personaggi di Jeff Bridges e Brenton Thwaites, l'inefficace principe Filippo di Maleficent, che vogliono muoversi nel mondo in direzione ostinata e contraria ai percorsi stabiliti dal Consiglio degli anziani. La violenza discriminatoria subita dai diversi denuncia il fallimento di una società impegnata a comprimere la vita e i naturali fenomeni evolutivi in regole stabilite.
L'imperfezione di cui Jonas e il 'fratellino' Gabriel sono portatori non è un dato di fatto ma un farsi col mondo fuori, meglio, con la memoria di un mondo fuori, un'iscrizione, uno spostamento che determinerà il proprio destino contro quello determinato aprioristicamente. Diretto da Phillip Noyce (Il collezionista di ossa, Salt), The Giver si rivela cinematograficamente impotente. Nonostante le buone intenzioni e l'elogio all'alterità, The Giver è al fondo un generoso pamphlet che invoca i valori della libertà, della fantasia e dell'indipendenza di giudizio paradossalmente inquinato dallo stesso inganno del conforme che denuncia. Noyce non riesce a trasformare l'immaginazione in visione, non riesce a visualizzare il futuro, brancolando in un universo visivo terribilmente simile e ammiccante al passato. Nulla di nuovo nelle nostre visioni oltre i bastioni di Orione. The Giver si limita a rubacchiare da Steven Spielberg, Andrew Niccol, Gary Ross e in un certo senso addirittura da Frank Capra, finendo per cozzare contro il limite dei corpi (gli attori), che non sanno essere diversi da quel che sono sempre stati (Meryl Streep su tutti), e contro l'evanescenza di mondi che nessuno è ancora riuscito compiutamente a raffigurare. A mancare è proprio lo scarto, la crepa prodotta da una lacrima che come in Pleasantville scavava un indecente e struggente color carne.

Incassi The Giver - Il mondo di Jonas
Primo Weekend Italia: € 603.000
Incasso Totale* Italia: € 1.528.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 5 ottobre 2014
Primo Weekend Usa: $ 12.760.000
Incasso Totale* Usa: $ 45.089.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 7 dicembre 2014
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
25%
No
75%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * - - -

Buone idee ma sviluppate male

mercoledì 24 settembre 2014 di Valentino Giorgi

Il giovane Jonas vive in una società orwelliana dove tutto è obbligato al più grigio conformismo. Le persone, costrette a ordinarie iniezioni mattutine, sono private delle loro emozioni e hanno rimosso completamente la storia passata. Al contrario di tutti gli altri, Jonas è un “donatore”, una persona che ha la capacità di ricordare la storia dell’umanità. Durante il suo addestramento apprenderà che per imparare la storia dell’umanità continua »

* * * * -

Capolavoro anti nwo

venerdì 19 settembre 2014 di Angieshanti

Questo film può difficilmente essere capito da chi non ha un particolare interesse, o una cultura, riguardo a tutto ciò che concerne Illuminati, Massoneria, Nuovo Ordine Mondiale e simbologia correlata. Si può dire che questo film costituisca una specie di "bigino", un compendio di simboli massonici molto espliciti e precisi - dall'onnipresente triangolo, alla forma che la "comunità" ha sul pianeta - messi insieme per orchestrare un clamoroso, continua »

* * * * -

Uno sci-fi dal cast stellare

domenica 14 settembre 2014 di CURIosa98

il mondo in cui vive Jonas è un mondo privo di emozioni, privo di colori(letteralmente: all' inizio vi sembrerà di essere andati a vedere un film in bianco e nero!). Ma grazie al compito come custode delle memorie, Jonas capirà che il mondo non ha solo due colori, ma i colori sono infiniti, come l' emozioni, e tutto questo mondo gli verrà mostrato dal donatore(l' attore premio Oscar Jeff Bridges). In una società in cui tutto gira intorno all' iniezione mattutina, imposta dagli anziani, Jonas deciderà continua »

* * - - -

Jonas e quella fantascienza già vista

venerdì 3 ottobre 2014 di veritasxxx

Da "La fuga di Logan" in poi, certa cinematografia americana ha sempre amato trattare il tema della società ideale del futuro in cui fame, povertà e violenza sono ricordi di un passato da dimenticare e dove l'umanità è mantenuta in vita in un bunker, protetta dai pericoli del mondo esterno e dove il grande fratello di turno (un computer, una setta di anziani o un ordine precostituito) decide il destino dei sopravvissuti di qualche evento catastrofico con continua »

Il Donatore
"Tra il modo in cui le cose sembrano e quello in cui le cose sono, c'è grande differenza"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Meryl Streep
"Quando la gente ha la possibilità di scegliere, fa scelte sbagliate!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Giona
"Fiona, c'è di più!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | The Giver - Il mondo di Jonas

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 26 febbraio 2015

Cover Dvd The Giver - Il mondo di Jonas A partire da giovedì 26 febbraio 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd The Giver - Il mondo di Jonas di Phillip Noyce con Meryl Streep, Alexander Skarsgård, Taylor Swift, Katie Holmes. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet Giver. Il mondo di Jonas (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film The Giver - Il mondo di Jonas

SOUNDTRACK | The Giver - Il mondo di Jonas

La colonna sonora del film

Disponibile on line da martedì 23 settembre 2014

Cover CD The Giver - Il mondo di Jonas A partire da martedì 23 settembre 2014 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film The Giver - Il mondo di Jonas del regista. Phillip Noyce Distribuita da Sony Classical. Su internet il cd The Giver è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 19,90 €
Prezzo di listino: 22,70 €
Risparmio: 2,80 €
Aquista on line la colonna sonora del film The Giver - Il mondo di Jonas

di Mariarosa Mancuso Il Foglio

Un cinema a misura di adolescente. Forse. Il pubblico di riferimento ha già visto "Hunger Games" e "Divergent", ha trepidato per i giochi di sopravvivenza che ricordano gli antichi riti di passaggio, ha provato un brivido durante i test che stabiliscono a quale tribù appartieni (guai ai borderline che sono insieme caritatevoli e intelligenti, scardinano l'ordine costituito). Possibile che trovino interessante un film che comincia in bianco e nero, con la cerimonia di assegnazione dei lavori ai dodicenni della comunità? Tu farai l'infermiera, tu farai il pilota, tu ti occuperai dei bambini. »

Al futuro senz'anima si ribellano i giovani

di Alessandra Levantesi La Stampa

«Tempo una generazione, credo che i leader capiranno che il condizionamento infantile e la narcoipnosi sono strumenti di governo ben più efficienti delle prigioni. E che la sete di potere può essere meglio soddisfatta inducendo il popolo ad amare il proprio stato di servitù, piuttosto che costringendolo all'obbedienza a colpi di calci e frusta». Così scriveva nell'ottobre 1949 Aldous Huxley, l'autore di Il nuovo mondo, a George Orwell in una lettera di apprezzamento per 1984: e con questo abbiamo citato i grandi modelli che sono dietro tanti best seller "Young Adult", come li chiamano gli americani, travasati sullo schermo con altrettanto successo. »

Per Jonas un mondo nuovo ma senza sentimenti

di Maurizio Acerbi Il Giornale

E rieccoci con l'ennesima saga (ormai si è perso il conteggio) indirizzata ad un pubblico young adult, che sfrutta il solito filone del futuro distopico introducendo, almeno, una interessante (sulla carta) riflessione filosofica, sviluppata, però, in maniera sciapa e banale. Tutto nasce, nel '93, dalla penna di Lois Lowry, che diede forma al primo romanzo (questo film ne è la trasposizione) della quadrilogia de li mondo di Jonas che ha ispirato tutto il ramo distopico giovanile, a partire dagli acclamati Hunger Games e Divergent. »

I rischi di un futuro senza ricordi

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

Fantascienza, Gente, perciò, che vive nel futuro. Un futuro piuttosto singolare, comunque. Tutti vestono allo stesso modo, abitano in case tutte uguali e sorridono sempre. Senza un bisticcio, una rivalità. Il motivo è che sono retti da un Collegio di Anziani i quali hanno avuto la trovata di privarli della loro identità grazie a una iniezione quotidiana. Tra le regole lì in vigore c'è la presenza di uno che i ricordi li sottrae a tutti e poi li conserva, come se fossero tesori. Il suo incarico non è a vita così la Dama arcigna, dalle folte chiome che presiede gli Anziani, sceglie per sostituirlo, un giovinetto che si mette subito in contatto con il predecessore, per farsi istruire sul suo difficile incarico. »

The Giver - Il mondo di Jonas | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | valentino giorgi
  2° | angieshanti
  3° | veritasxxx
  4° | il beppe nazionale
  5° | kondor17
  6° | holyvamp
  7° | nonsololunpercento
  8° | sailormoon22
  9° | mavez
10° | curiosa98
11° | vincenzo ambriola
12° | jonathan imperiale
13° | rick4
14° | fabrizio costa
15° | daniele chierico
16° | rick4
17° | mario nitti
18° | ale_coly
19° | inodoro pereyra
20° | elgatoloco
21° | the thin red line
22° | lucreziabordi
23° | melvin ii
24° | hedivi90
25° | inall3
Trailer
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Sito ufficiale
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità